La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CAMERA DI COMMERCIO DI AVELLINO. 1 a GIORNATA DELLECONOMIA DUE ASPETTI CARATTERIZZANO LEVENTO: TUTTE LE CAMERE DI COMMERCIO DIFFONDONO CONTEMPORANEAMENTE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CAMERA DI COMMERCIO DI AVELLINO. 1 a GIORNATA DELLECONOMIA DUE ASPETTI CARATTERIZZANO LEVENTO: TUTTE LE CAMERE DI COMMERCIO DIFFONDONO CONTEMPORANEAMENTE."— Transcript della presentazione:

1 CAMERA DI COMMERCIO DI AVELLINO

2 1 a GIORNATA DELLECONOMIA DUE ASPETTI CARATTERIZZANO LEVENTO: TUTTE LE CAMERE DI COMMERCIO DIFFONDONO CONTEMPORANEAMENTE I DATI PROVINCIALI IL RAPPORTO PRESENTA UNA LETTURA INTEGRATA A LIVELLO LOCALE DEI FENOMENI CHE RIGUARDANO LE IMPRESE, VERI ATTORI DELLO SVILUPPO ECONOMICO

3 LA REALIZZAZIONE DEL VOLUME PROVINCIALE: Il CENTRO STUDI UNIONCAMERE E LISTITUTO TAGLIACARNE HANNO FORNITO GLI INDICATORI PROVINCIALI LA CAMERA DI COMMERCIO HA ELABORATO IL TESTO DI COMMENTO PER DARE UNA CHIAVE DI LETTURA DEI DATI PUBBLICATI

4 STRUTTURA DEL RAPPORTO IL VOLUME SI ARTICOLA IN 4 AREE: 1)CONSUNTIVO STRUTTURALE )CONGIUNTURA 3)LIVELLO DI COMPETITIVITA DEL TESSUTO ECONOMICO LOCALE 4)PREVISIONI IN QUESTA PRESENTAZIONE SONO EVIDENZIATI ALCUNI TRA GLI INDICATORI PIU SIGNIFICATIVI PER LA NOSTRA PROVINCIA

5 STRUTTURA IMPRENDITORIALE SI RAFFORZA LAPPARATO PRODUTTIVO IRPINO NEL 2002: ( IMPRESE AL 31/12/2002, TASSO DI CRESCITA PARI A +0,94% E 3,2% AL NETTO DELLAGRICOLTURA) DA NOTARE CHE NELLULTIMO QUINQUENNIO LA CRESCITA E STATA DEL 7,5% E DEL 13% AL NETTO DELLAGRICOLTURA

6 STRUTTURA IMPRENDITORIALE LE DITTE INDIVIDUALI SONO PARI AL 75% DELLA CONSISTENZA, CON TREND IN DIMINUZIONE NEGLI ULTIMI DUE ANNI. NELLO STESSO PERIODO LE SOCIETA DI CAPITALI CRESCONO DEL 39% NELLULTIMO QUINQUENNIO LE DITTE INDIVIDUALI SONO PASSATE DALL80 AL 75%

7 STRUTTURA IMPRENDITORIALE DAL CONFRONTO CON LE ALTRE ENTITA TERRITORIALI LIRPINIA HA ANCORA DA RECUPERARE PERCHE IN ITALIA LE DITTE INDIVIDUALI COSTITUISCONO IL 59% DEL TOTALE, IN CAMPANIA IL 60% ED IL SUD ED ISOLE IL 68%. VASOTTOLINEATO CHE TALE DATO NELLA NOSTRA PROVINCIA E CONDIZIONATO DALLE IMPRESE AGRICOLE

8 OCCUPAZIONE LE IMPRESE CON ADDETTI SONO ED IL TOTALE DEGLI ADDETTI E PARI A 75 MILA. DEGLI ADDETTI 35 MILA SONO LAVORATORI DIPENDENTI SI SOTTOLINE CHE IL DATO E RIFERITO ESLUSIVAMENTE ALLE SEDI DIMPRESA

9 STRUTTURA IMPRENDITORIALE OLTRE IL 97% DELLE IMPRESE NON RAGGIUNGE LA SOGLIA DEI 10 ADDETTI IN QUESTE MICRO-IMPRESE SI CONCENTRA IL 68% DI OCCUPAZIONE

10 NUOVE IMPRESE NEL 2000 IN PROVINCIA DI AVELLINO SONO NATE EFFETTIVE NUOVE IMPRESE PIU DI 6 NEO-IMPRENDITORI SU 10 SONO GIOVANI CON ETA INFERIORE A 35 ANNI QUASI 4 SU 10 SONO DONNE

11 RETI DIMPRESA: GRADO DI ATTRAZIONE DI UNA PROVINCIA PER ATTRAZIONE SI INTENDE LA QUOTA DI DIPENDENTI PRESSO UNITA LOCALI UBICATE NEL NOSTRO TERRITORIO, APPARTENENTI AD IMPRESE CON SEDE FUORI PROVINCIA LA PROVINCIA DI AVELLINO MOSTRA UN ALTO GRADO DI ATTRAZIONE PARI AL 21,3%, MAGGIORE DELLA MEDIA CAMPANA E DELLE ALTRE MACRO-RIPARTIZIONI GEOGRAFICHE

12 RETI DIMPRESA: I GRUPPI AVELLINO E LA PROVINCIA CAMPANA CON IL MAGGIOR NUMERO DI SOCIETA DI CAPITALI CHE OPERANO IN GRUPPO (21,7%) IL 95% DELLE IMPRESE CONTROLLATE FANNO CAPO AD IMPRESE LOCALIZZATE NELLO STESSO TERRITORIO NELLINDUSTRIA DEL LEGNO, CARTA ED EDITORIA SI CONCENTRA IL MAGGIOR NUMERO DIMPRESE IN GRUPPO (27,1%)

13 RETI DIMPRESA: INVESTIMENTI ESTERI GLI INVESTITORI ESTERI TROVANO CONVENIENTE INVESTIRE IN IRPINIA: NEL 2001 GLI INVESTIMENTI DIRETTI DALLESTERO (IDE) SONO STATI 62 MILIONI DI EURO PARI AL 40% DEL TOTALE CAMPANIA NEL PERIODO LA CRESCITA MEDIA DEI FLUSSI DINVESTIMENTI DELLE NOSTRE IMPRESE VERSO LESTERO E STATA DELL800%, SEGNO DEL PROCESSO DINTERNAZIONALIZZAZIONE AVVIATO IN PROVINCIA

14 DIFFERENZIALI DI SVILUPPO: PIL PRO-CAPITE NELLA GRADUATORIA DEL PIL PRO CAPITE 2001, AVELLINO OCCUPA L83° POSTO CON ,5 EURO E + 3 POSIZIONI DAL 1995 NEGLI ULTIMI CINQUE ANNI LIRPINIA HA REGISTRATO INCREMENTI SUPERIORI ALLA MEDIA ITALIA, RECUPERANDO IN PARTE IL GAP ACCUMULATO

15 DIFFERENZIALI DI SVILUPPO: PIL PRO-CAPITE AVELLINO HA IL PIU ALTO REDDITO PRO-CAPITE TRA LE PROVINCE CAMPANE, LE QUALI SI POSIZIONANO AL 84° (SALERNO), 89° (CASERTA), 92° (NAPOLI) E 93° (BENEVENTO).

16 DIFFERENZIALI DI SVILUPPO: PRODUTTIVITA IMPRESE NEL 2000 IL VALORE AGGIUNTO PER ADDETTO CONSEGUITO DALLE SOCIETA DI CAPITALE IRPINE E STATO DI EURO, IL PIU ALTO IN CAMPANIA NEL SETTORE INDUSTRIA LO STESSO INDICATORE E STATO DI EURO, SUPERIORE ANCHE ALLAREA DEL NORD-EST

17 DIFFERENZIALI DI SVILUPPO: COSTO DEL LAVORO E ROI IL COSTO DEL LAVORO PER ADDETTO E STATO NEL 2000 IN PROVINCIA DI EURO, CONTRO I IN CAMPANIA E IN ITALIA BUONA LA REDDITIVITA DEL CAPITALE (ROI) PARI AL 5,3% IN LINEA CON LA MEDIA ITALIA (5,5%) E NETTAMENTE SUPERIORE AL VALORE DEL MEZZOGIORNO (3,5%)

18 DIFFERENZIALI DI SVILUPPO: INFRASTRUTTURE LINDICE PROVINCIALE DI DOTAZIONE INFRASTRUTTURALE E DI 82,6 (POSTO 100 IL VALORE ITALIA), INDIVIDUANDO COSI UN PUNTO DI DEBOLEZZA I DATI PER TIPOLOGIA DI INFRASTRUTTURE EVIDENZIANO GROSSE CARENZE NELLE RETI PER LA TELEFONIA E TELEMATICA (45,9) E NELLE STRUTTURE PER LISTRUZIONE (68,9 IN IRPINIA MENTRE LA MEDIA CAMPANA E DI 134,3)

19 DIFFERENZIALI DI SVILUPPO: MERCATO DEL CREDITO LE SOCIETA DI CAPITALE IRPINE DEVONO DESTINARE 12,8 SU 100 DI RICCHEZZA PRODOTTA PER COPRIRE GLI ONERI FINANZIARI (IN CAMPANIA LA PERCENTUALE E DI 12, 1 NEL CENTRO-NORD DI 11,1) IL DATO PROVINCIALE SI GIUSTIFICA CON LALTO VALORE DELLE SOFFERENZE SUGLI IMPIEGHI PARI AL 14% (IN CAMPANIA 10,6%, IN ITALIA 4,7%).

20 FORMULE IMPRENDITORIALI VINCENTI: RISORSE UMANE NEL 2002 SOLO IL 12,8% DEI DIPENDENTI IN PROVINCIA DI AVELLINO HA SEGUITO ATTIVITA FORMATIVE NELLE GRANDI IMPRESE (OLTRE I 250 ADDETTI) LO STESSO INDICATORE SALE AL 35%, MENTRE TUTTE LE ALTRE HANNO FORMATO APPENA IL 7% DELLA DOTAZIONE ORGANICA

21 FORMULE IMPRENDITORIALI VINCENTI: FIGURE PROFESSIONALI NEL 2002 SI REGISTRA UNA TENDENZA AD ASSUMERE DA PARTE DELLE IMPRESE IRPINE DI CIRCA IL 9% DELLE NUOVE FIGURE RICHIESTE SOLO IL 7% RAPPRESENTA PERSONALE ALTAMENTE QUALIFICATO, MENTRE PREVALE IL FABBISOGNO DI PERSONALE ESECUTIVO O NON QUALIFICATO

22 FORMULE IMPRENDITORIALI VINCENTI: INNOVAZIONE E TECNOLOGIA DEBOLE PROPENSIONE DEGLI IMPRENDITORI VERSO LINNOVAZIONE (NEL 2002 SU 102 DOMANDE PER INVENZIONI DEPOSITATE IN CAMPANIA SOLO DUE IN PROVINCIA DI AVELLINO SOLO IL 14,1% DEL TOTALE EXPORT PROVINCIALE E FRUTTO DI PRODUZIONI SPECIALIZZATE E DI ALTA TECNOLOGIA A FRONTE DI UNA MEDIA CAMPANA DEL 45,8%

23 PUNTI DI FORZA DEL SISTEMA IRPINIA CRESCITA DELLAPPARATO PRODUTTIVO ED IRROBUSTIMENTO DELLE FORME GIURIDICHE E DELLE RETI DIMPRESA ALTA PRODUTTIVITA, BASSO COSTO DEL LAVORO, BUONA REDDITIVITA TERRITORIO ATTRAENTE PER GLI INVESTITORI NAZIONALI ED ESTERI

24 AREE CRITICHE SCARSA DOTAZIONE INFRASTRUTTURALE ACCESSO AI FINANZIAMENTI COSTOSO E PENALIZZANTE DEBOLE PROPENSIONE DEGLI IMPRENDITORI A DOTARSI DI FIGURE QUALIFICATE E AD INVESTIRE NELLINNOVAZIONE

25 CONCLUSIONI SONO DUNQUE QUELLE DESCRITTE, IN SINTESI, LE LINEE LUNGO LE QUALI I DECISORI SONO CHIAMATI AD INTERVENIRE. LA CAMERA DI COMMERCIO DI AVELLINO, AL RIGUARDO, SI STA MUOVENDO IN TALE DIREZIONE, INCENTIVANDO CON CONTRIBUTI FINANZIARI LINNOVAZIONE E LA QUALITA DELLE NOSTRE PRODUZIONI E AGEVOLANDO LACCESSO AL CREDITO DELLE IMPRESE CON LA COSTITUZIONE DI UN CONSORZIO FIDI


Scaricare ppt "CAMERA DI COMMERCIO DI AVELLINO. 1 a GIORNATA DELLECONOMIA DUE ASPETTI CARATTERIZZANO LEVENTO: TUTTE LE CAMERE DI COMMERCIO DIFFONDONO CONTEMPORANEAMENTE."

Presentazioni simili


Annunci Google