La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

G. Valitutti A.Tifi A.Gentile Copyright © 2009 Zanichelli editore Le idee della chimica Seconda edizione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "G. Valitutti A.Tifi A.Gentile Copyright © 2009 Zanichelli editore Le idee della chimica Seconda edizione."— Transcript della presentazione:

1 G. Valitutti A.Tifi A.Gentile Copyright © 2009 Zanichelli editore Le idee della chimica Seconda edizione

2 Copyright ©2009 Zanichelli editore Le idee della chimica 1.Dalle trasformazioni fisiche alle trasformazioni chimiche 2.Elementi e composti 3.Gli elementi 4.La classificazione degli elementi Capitolo 3 Le trasformazioni chimiche della materia

3 Copyright ©2009 Zanichelli editore Le idee della chimica 1.Dalle trasformazioni fisiche alle trasformazioni chimiche La materia è sottoposta in ogni momento a modificazioni e trasformazioni. I cambiamenti della materia possono essere, per esempio, variazioni: dello stato di aggregazione; delle dimensioni; del colore ecc.

4 Copyright ©2009 Zanichelli editore Le idee della chimica 1.Dalle trasformazioni fisiche alle trasformazioni chimiche Le trasformazioni fisiche producono una modificazione fisica della materia e non producono nuove sostanze.

5 Copyright ©2009 Zanichelli editore Le idee della chimica 1.Dalle trasformazioni fisiche alle trasformazioni chimiche Le trasformazioni chimiche sono modificazioni che comportano una variazione della composizione chimica delle sostanze con formazione di nuove sostanze.

6 Copyright ©2009 Zanichelli editore Le idee della chimica 1.Dalle trasformazioni fisiche alle trasformazioni chimiche Nelle trasformazioni chimiche le sostanze originarie si dicono reagenti, le nuove sostanze prendono il nome di prodotti. reagentiprodotti

7 Copyright ©2009 Zanichelli editore Le idee della chimica 1.Dalle trasformazioni fisiche alle trasformazioni chimiche

8 Copyright ©2009 Zanichelli editore Le idee della chimica 1.Dalle trasformazioni fisiche alle trasformazioni chimiche Le trasformazioni chimiche possono presentare alcuni cambiamenti caratteristici, quali: formazione di bollicine; variazione di colore; formazione o scomparsa di un solido; liberazione di prodotti gassosi profumati o maleodoranti; riscaldamento o raffreddamento del recipiente in cui avviene la reazione, senza che sia stato fornito o sottratto calore dallesterno.

9 Copyright ©2009 Zanichelli editore Le idee della chimica 1.Dalle trasformazioni fisiche alle trasformazioni chimiche È solo attraverso lanalisi chimica che si determina con certezza se una trasformazione è chimica o fisica.

10 Copyright ©2009 Zanichelli editore Le idee della chimica 2.Elementi e composti Sappiamo che è possibile isolare da un miscuglio una o più sostanze pure. La maggior parte di queste sostanze può subire una trasformazione chimica e produrre sostanze più semplici. Altre sostanze resistono a qualsiasi tipo di trasformazione in sostanze più elementari.

11 Copyright ©2009 Zanichelli editore Le idee della chimica 2.Elementi e composti Le sostanze pure formate da componenti più semplici si chiamano composti.

12 Copyright ©2009 Zanichelli editore Le idee della chimica 2.Elementi e composti Le sostanze che non possono essere trasformate in sostanze più semplici si chiamano elementi.

13 Copyright ©2009 Zanichelli editore Le idee della chimica 2.Elementi e composti

14 Copyright ©2009 Zanichelli editore Le idee della chimica 3.Gli elementi Gli elementi a oggi conosciuti sono 118: 92 sono presenti in natura* 26 sono stati scoperti** *più che altro sotto forma di composti e raramente nella forma elementare ** nel corso di ricerche sullenergia atomica oppure con reazioni nucleari

15 Copyright ©2009 Zanichelli editore Le idee della chimica 3.Gli elementi La quantità e la distribuzione degli elementi presenti in natura sono molto diverse.

16 Copyright ©2009 Zanichelli editore Le idee della chimica 4.La classificazione degli elementi La classificazione degli elementi oggi utilizzata è stata proposta dal russo Dmitrij Mendeleev nel Mendeleev classificò gli elementi in base alle loro proprietà chimiche e fisiche, ordinandoli in una struttura detta tavola periodica.

17 Copyright ©2009 Zanichelli editore Le idee della chimica 4.La classificazione degli elementi

18 Copyright ©2009 Zanichelli editore Le idee della chimica 4.La classificazione degli elementi Nella tavola periodica gli elementi possono essere suddivisi in quattro classi: metalli non metalli semimetalli gas nobili

19 Copyright ©2009 Zanichelli editore Le idee della chimica 4.La classificazione degli elementi La classe più numerosa è quella dei metalli, che sono: lucenti; buoni conduttori di calore; buoni conduttori di elettricità; duttili; malleabili.

20 Copyright ©2009 Zanichelli editore Le idee della chimica 4.La classificazione degli elementi I non metalli occupano la parte destra della tavola periodica e sono: variamente colorati; gassosi, ma anche liquidi e solidi; cattivi conduttori di calore ed elettricità; buoni conduttori di elettricità; né duttili, né malleabili.

21 Copyright ©2009 Zanichelli editore Le idee della chimica 4.La classificazione degli elementi I semimetalli presentano proprietà intermedie fra i metalli e i non metalli: a temperatura ambiente sono solidi; sono semiconduttori (né conduttori né isolanti).

22 Copyright ©2009 Zanichelli editore Le idee della chimica 4.La classificazione degli elementi La conducibilità dei semiconduttori aumenta: allaumentare della temperatura; per aggiunta di piccole quantità di elementi vicini nella tavola periodica (drogaggio).

23 Copyright ©2009 Zanichelli editore Le idee della chimica 4.La classificazione degli elementi I semiconduttori più noti sono il germanio e il silicio che, opportunamente drogati, vengono impiegati come componenti elettronici.


Scaricare ppt "G. Valitutti A.Tifi A.Gentile Copyright © 2009 Zanichelli editore Le idee della chimica Seconda edizione."

Presentazioni simili


Annunci Google