La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Presentazione del problema Obiettivo: Lapplicazione di Search of Sematic Services permette di ricercare sevizi semantici, ossia servizi a cui sono associati.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Presentazione del problema Obiettivo: Lapplicazione di Search of Sematic Services permette di ricercare sevizi semantici, ossia servizi a cui sono associati."— Transcript della presentazione:

1

2 Presentazione del problema Obiettivo: Lapplicazione di Search of Sematic Services permette di ricercare sevizi semantici, ossia servizi a cui sono associati uno o più file descrittivi. Struttura: Lapplicazione si compone di due parti, una web application ed una desktop application. La ricerca verrà effettuata tramite keyword ed i file da ricercare saranno di tre diversi tipi: WSDL, BPEL e SWSAL. La ricerca si basa su quattro livelli ossia cè la possibilità di ricercare i servizi interni ad un repository locale e/o su di un repository pubblico interno al nostro server e/o su repository predefiniti ed infine eventualmente anche nel web.

3 Servizio semantico Un servizio semantico è un servizio web a cui è associata una semantica ossia al servizio vengono affiancate informazioni e dati (metadati) che specificano il contesto semantico in un formato adatto all'interrogazione, all'interpretazione e, più in generale, all'elaborazione automatica. Nel nostro contesto elaboriamo servizi che forniscono descrittori WSDL, BPEL e SWSAL.

4 WSDL: web services description lenguage, è un linguaggio formale in formato XML utilizzato per la creazione di "documenti" per la descrizione di Web Service. Mediante WSDL può essere, infatti, descritta l'interfaccia pubblica di un Web Service ovvero creata una descrizione, basata su XML, di come interagire con un determinato servizio. BPEL: Business Process Execution Language è un linguaggio basato sull'XML costruito per descrivere formalmente i processi commerciali ed industriali in modo da permettere una suddivisione dei compiti tra attori diversi. BPEL è in particolare adatto a modellare workflow completamente automatizzati, per la composizione di web service con l'integrazione di servizi con hardware eterogenei, architetture di rete e linguaggio del relativo codice. Cosè un WSDL ed un BPEL

5 A questo livello di astrazione abbiamo definito cosa fa il software mediante la suddivisione del problema principale in sottoproblemi che corrispondo alle funzionalità da esso offerto. Abbiamo individuato i seguenti scenari: Ricerca Memorizzazione file e link dei servizi Gestione repository locale Gestione repository pubblico Indicizzazione dei risultati Controllo autenticazione amministratore Analisi orientata agli scenari

6 Diagramma dei casi duso

7 Diagramma delle classi Desktop application Ricerca Memorizzazione Gestione repo locale

8 Diagramma dei package Desktop application

9 Diagramma delle classi Web application Gestione repo pubblico Ricerca Indicizzazione

10 Diagramma dei package Web application

11 Ricerca Ovviamente punto centrale della nostra applicazione è la ricerca; questa verte su due diverse parti: Ricerca sui repository Ricerca sul web La ricerca sui repository è la modalità di ricerca condotta sui repository pubblico, locale e predefiniti. La ricerca sul web consiste nella ricerca dei file descrittori direttamente sul web mediante luso delle API messe a disposizione da google. Nota implementativa di rilievo: le due ricerche nella desktop application risultano essere Ricerca Ricerca Repository Ricerca Web

12 Ricerca sui repository Per il parsing dei file abbiamo utilizzato DocumentBuilderFactory, che è il parser DOM predefinito per il java, il quale ci consente di ottenere una rappresentazione ad albero del file XML. Definizione livelli di ricerca Reperimento file repository Exec ricerca con parsing file Restituzione array risultati

13 Ricerca sul web Per lesecuzione della ricerche dei file descrittori sul web abbiamo utilizzato google come motore di ricerca; ci siamo interfacciati alle sue API mediante il package org.json Definizione motore di ricecra Costruzione query Exec ricerca con strutturazione dei risultati Restituzione array risultati

14 Link public Link(String servName,String servLink,String wsdl,String bpel,String swsal, String servRepo ){ this.wsdlLink=wsdl; this.bpelLink=bpel; this.swsalLink=swsal; this.servLink=servLink; this.servName=servName; this.servRepo=servRepo; } La classe Link è una delle classi principali di tutto il progetto in quanto definisce un oggetto che ha internamente tutto quello che ci serve per definire un servizio dal punto di vista del risultato della ricerca. A seconda degli ambiti di applicazione delloggetto saranno presenti in maniera opzionale altre tre caratteristiche che sono il rank (valore intero utilizzato nellambito dellindicizzazione), servDescr (valore di tipo stringa usato nella ricerca) e servMeta (array di stringhe che corrispondono a parole chiave rappresentative del servizio).

15 Parametri e file di configurazione Come linguaggio di caratterizzazione dei nostri file di configurazione e dei repository abbiamo utilizzato lxml. Questo metalinguaggio ci ha consentito di definire, sintatticamente e di conseguenza semanticamente, tag che poi sono stati usati per reperire parametri necessari allesecuzione del software. Per quanto riguarda la desktop application abbiamo utilizzato : un file di configurazione, situato in locale, utilizzato per il settaggio del link del repository locale e per la configurazione del proxy;configurazione Per la web application: un file di configurazione, collocato sul server web, utilizzato per il settaggio del link del repository pubblico e predefiniti, per la configurazione del proxy e per gestire gli accessi degli amministratori.configurazione

16 Struttura dei repository La struttura da noi utilizzata è la medesima sia per il repository locale, pubblico e per quelli predefiniti. Tale struttura prevede lutilizzo del tag root repository il quale allinterno conterrà un elenco di servizi. Ogni servizio è caratterizzato dalla seguente struttura a tag: ferrarelle lete.wsdl lete.bpel lete.swsal 35 servizio acqua ferrarelle acqua ferrarelle

17 Indicizzazione e criterio di ranking Risultati Attribuzione valutazione analisi Ricerca rank.xml Memorizzazione I primi 20risultati della ricerca condotta sul rank saranno aggiunti al file rank.xml; Se un risultato era stato in precedenza memorizzato nel file rank.xml il rank associato al servizio sarà incrementato di 1; Loperazione di associazione di un rank ad un servizio viene effettuata anche allatto del salvataggio di un file ma in questo caso il valore sarà incrementato di 5 a fronte di un maggiore interesse riscontrato sul servizio da parte dellutente; Con scadenza di 30 giorni il demone esegue una potatura del file rank.xml a 100 servizi, questo al fine di evitare una crescita esponenziale di questultimo. In seguito alla potatura i risultati indicizzati su rank.xml andranno ad essere accodati al repository pubblico; Questa funzionalità riguarda la web application. P.S. i valori numerici utilizzati sono quelli di default, cioè i valori attualmente assegnati mediante file di configurazione. Questi valori possono essere personalizzati mediante file di configurazione.

18 Conclusioni Software multipiattaforma con caratteristiche di leggerezza e semplicità duso; Sistema di indicizzazione; Google API per sfruttare uno dei migliori motori di ricerca attuali; Sicurezza con sistema crittografico MD5; Difficoltà implementative per colmare il gap tra teorico e pratico;

19 FINE


Scaricare ppt "Presentazione del problema Obiettivo: Lapplicazione di Search of Sematic Services permette di ricercare sevizi semantici, ossia servizi a cui sono associati."

Presentazioni simili


Annunci Google