La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Privacy nelle Comunicazioni Tommaso PALUMBO Stefano BALLERINI SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI La Polizia Postale e delle Comunicazioni:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Privacy nelle Comunicazioni Tommaso PALUMBO Stefano BALLERINI SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI La Polizia Postale e delle Comunicazioni:"— Transcript della presentazione:

1 La Privacy nelle Comunicazioni Tommaso PALUMBO Stefano BALLERINI SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI La Polizia Postale e delle Comunicazioni: presenza reale nel mondo virtuale Roma 14 Maggio 2002 MENU

2 SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI CARATTERISTICHE DI INTERNET Sistema orizzontale de-gerarchicizzato Sistema orizzontale de-gerarchicizzato Sistema Interconnesso Sistema Interconnesso Sistema aperto Sistema aperto Sistema interattivo Sistema interattivo Sistema transnazionale Sistema transnazionale Molteplicità di attori Molteplicità di attori

3 MENU SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI ATTORI INTERNET Fornitori connessioni telefoniche Fornitori connessioni telefoniche Fornitori connessioni telematiche Fornitori connessioni telematiche Fornitori servizi telematici Fornitori servizi telematici Utenti Utenti

4 MENU SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI ESEMPIO DEL PASSATO Banca dati C.E.D. ANAGRAFICA P.R.A TELECOM RAI ISTITUTIBANCARI UTENTE

5 MENU SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI ESEMPIO COMMERCIO IN PASSATO Acquirente EDICOLA Venditore Acquirente Venditore CASA EDITRICE UFF. ABBONAMENTI OPPURE… P.T.

6 MENU SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI ESEMPIO E-COMMERCE ISP SITO WEB ACQUIRENTE COMMERCIANTE TLC INTERMEDIAZIONEBANCARIA CARTA DI CREDITO ISP PRODUTTORE DEL BENE PRODOTTO TLC

7 MENU SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI SPAM (o junk mail) …Un elenco di oltre 10 milioni di indirizzi di posta elettronica, comodamente raccolti in un CD-Rom, si può acquistare in rete per meno di 200 dollari… Fonte: La Repubblica di Lunedì 8 Aprile 2002 Fonte: La Repubblica di Lunedì 8 Aprile 2002 CHE COSE LA SPAM ? Il termine spam deriva da un omonima marca di carne in scatola. Viene usato per definire la posta indesiderata facendo riferimento alleffetto che farebbe il contenuto di quella poltiglia gelatinosa gettato su di un ventilatore, imbrattando tutto ciò che si trova davanti

8 MENU Legge n. 121 del 1 aprile 1981 Legge n. 121 del 1 aprile 1981 Nuovo ordinamento Amm.ne P.S. Legge 31 dicembre 1996 n. 675 Legge 31 dicembre 1996 n. 675 Norme a tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali DLgs n. 123 del 9 maggio 1997 DLgs n. 123 del 9 maggio 1997 Disposizioni correttive ed integrative della legge 675/96, in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento di dati personali. DLgs n. 255 del 28 luglio 1997 DLgs n. 255 del 28 luglio 1997 Disposizioni integrative e correttive della legge 675/96, in materia di notificazione dei trattamenti di dati personali. SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI QUADRO NORMATIVO

9 MENU D.P.R. n. 501 del 31 marzo 1998 D.P.R. n. 501 del 31 marzo 1998 Regolamento recante norme per l'organizzazione ed il funzionamento dell'Ufficio del Garante per la protezione dei dati personali. DLgs n. 135 del 8 maggio 1998 DLgs n. 135 del 8 maggio 1998 Disposizioni in materia di trattamento di dati particolari da parte di soggetti pubblici. Legge n. 344 del 6 ottobre 1998 Legge n. 344 del 6 ottobre 1998 Differimento del termine per l'esercizio della delega prevista dalla legge 676/96. D.P.R. n. 318 del 28 luglio 1999 D.P.R. n. 318 del 28 luglio 1999 Regolamento recante norme per l'individuazione delle misure minime di sicurezza per il trattamento dei dati personali. SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI QUADRO NORMATIVO

10 MENU Legge n. 325 del 3 novembre 2000 Legge n. 325 del 3 novembre 2000 Disposizioni inerenti all'adozione delle misure minime di sicurezza nel trattamento dei dati personali previste dall'art. 15 della legge 31 dicembre 1996, n Legge n. 127 del 24 marzo 2001 Legge n. 127 del 24 marzo 2001 Differimento del termine per l'esercizio della delega prevista dalla legge 31 dicembre 199, n. 676, in materia di trattamento dei dati personali. DLgs n. 467 del 28 dicembre 2001 DLgs n. 467 del 28 dicembre 2001 Disposizioni correttive ed integrative della normativa in materia di protezione dei dati personali, a norma dell'articolo 1 della legge 24 marzo 2001, n. 127 SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI QUADRO NORMATIVO

11 MENU Art. 6 (a) Classificazione, analisi e valutazione dati. Art. 6 (a) Classificazione, analisi e valutazione dati. Art. 7 Natura e entità dei dati e delle informazioni raccolti. Art. 7 Natura e entità dei dati e delle informazioni raccolti. Art. 8 Istituzione del Centro elaborazione dati. Art. 8 Istituzione del Centro elaborazione dati. Art. 9 Accesso ai dati ed informazioni e loro uso. Art. 9 Accesso ai dati ed informazioni e loro uso. Art. 10 Controlli del Garante per la protezione dei dati personali. Art. 10 Controlli del Garante per la protezione dei dati personali. Art. 11 Procedure per la raccolta dei dati e delle informazioni. Art. 11 Procedure per la raccolta dei dati e delle informazioni. Art. 12 Sanzioni. Art. 12 Sanzioni. SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI Legge n. 121 del 1 aprile 1981 Nuovo ordinamento Amm.ne P.S.

12 MENU Il pubblico ufficiale che comunica o fa uso di dati ed informazioni in violazione delle disposizioni della presente legge, o al di fuori dei fini previsti dalla stessa, è punito, salvo che il fatto costituisca più grave reato, con la reclusione da uno a tre anni. Se il fatto è commesso per colpa, la pena è della reclusione fino a sei mesi. SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI Legge n. 121 del 1 aprile 1981 Art Sanzioni Art Sanzioni

13 MENU Principi Generali (definizioni) Principi Generali (definizioni) Ambiti di applicazioni Ambiti di applicazioni Obblighi del titolare del trattamento Obblighi del titolare del trattamento Trattamento dei dati personali Trattamento dei dati personali SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI Legge 31 dicembre 1996 n. 675

14 MENU Diritti dellinteressato: Consenso Consenso Orale Orale Scritto (Dati sensibili) Scritto (Dati sensibili) Casi di esclusione del consenso Casi di esclusione del consenso Sicurezza nel trattamento dati Sicurezza nel trattamento dati Limiti di utilizzabilità dei dati Limiti di utilizzabilità dei dati Comunicazione e diffusione dei dati Comunicazione e diffusione dei dati Trattamento dati sensibili (Consenso scritto e autorizzazione del Garante) Trattamento dati sensibili (Consenso scritto e autorizzazione del Garante) Trattamento dati allestero Trattamento dati allestero Tutela Amm.va e giurisdizionale Tutela Amm.va e giurisdizionale Garante per la protezione dei dati Garante per la protezione dei dati Sanzioni Sanzioni SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI Legge 31 dicembre 1996 n. 675

15 MENU Banca di dati - Complesso di dati personali, dislocati in uno o più siti, organizzati in modo tale da facilitarne il trattamento. Banca di dati - Complesso di dati personali, dislocati in uno o più siti, organizzati in modo tale da facilitarne il trattamento. Trattamento – Operazione sui dati svolta con o senza l'ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzata. Trattamento – Operazione sui dati svolta con o senza l'ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzata. Dato personale - Qualunque informazione relativa a persona fisica, persona giuridica, ente od associazione. Dato personale - Qualunque informazione relativa a persona fisica, persona giuridica, ente od associazione. Titolare - Persona fisica, persona giuridica, pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo che decide in ordine alle finalità ed alle modalità del trattamento di dati personali. Titolare - Persona fisica, persona giuridica, pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo che decide in ordine alle finalità ed alle modalità del trattamento di dati personali. Responsabile - Persona fisica, persona giuridica, pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo preposti dal titolare al trattamento di dati personali. Responsabile - Persona fisica, persona giuridica, pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo preposti dal titolare al trattamento di dati personali. SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI Legge 31 dicembre 1996 n. 675 Trattamento dei dati personali

16 MENU Interessato - Persona fisica, persona giuridica, ente o associazione cui si riferiscono i dati personali. Interessato - Persona fisica, persona giuridica, ente o associazione cui si riferiscono i dati personali. Comunicazione - Dare conoscenza, in qualunque forma, dei dati personali a uno o più soggetti determinati diversi dall'interessato. Comunicazione - Dare conoscenza, in qualunque forma, dei dati personali a uno o più soggetti determinati diversi dall'interessato. Diffusione - Dare conoscenza, in qualunque forma, dei dati personali a soggetti indeterminati. Diffusione - Dare conoscenza, in qualunque forma, dei dati personali a soggetti indeterminati. Dato anonimo - Dato che in origine, o a seguito di trattamento, non può essere associato ad un interessato identificato o identificabile. Dato anonimo - Dato che in origine, o a seguito di trattamento, non può essere associato ad un interessato identificato o identificabile. Blocco - Conservazione di dati personali con sospensione temporanea di ogni altra operazione del trattamento. Blocco - Conservazione di dati personali con sospensione temporanea di ogni altra operazione del trattamento. SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI Legge 31 dicembre 1996 n. 675 Trattamento dei dati personali

17 MENU Autorità amministrativa indipendente il cui compito è quello di assicurare la tutela dei diritti e delle libertà fondamentali nel trattamento dei dati personali ed il rispetto della dignità degli individui. Autorità amministrativa indipendente il cui compito è quello di assicurare la tutela dei diritti e delle libertà fondamentali nel trattamento dei dati personali ed il rispetto della dignità degli individui. a) Organo Collegiale b) Quattro membri eletti direttamente dal Parlamento c) Durata della carica 4 anni d) Ufficio con organico di cento città SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI Legge 31 dicembre 1996 n. 675 Trattamento dei dati personali IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

18 MENU Verifica del rispetto delle norme poste a salvaguardia della vita privata Verifica del rispetto delle norme poste a salvaguardia della vita privata Esame delle segnalazioni e dei ricorsi Esame delle segnalazioni e dei ricorsi Facoltà di vietare o bloccare trattamenti di dati per rischio di pregiudizi per le persone Facoltà di vietare o bloccare trattamenti di dati per rischio di pregiudizi per le persone Controllo sui trattamenti effettuati dalle forze di polizia e servizi di sicurezza Controllo sui trattamenti effettuati dalle forze di polizia e servizi di sicurezza Facoltà di ispezionare, con accesso diretto, le banche dati Facoltà di ispezionare, con accesso diretto, le banche dati Denunce allA.G. dei casi più gravi di violazione Denunce allA.G. dei casi più gravi di violazione Diffusione fra il pubblico delle norme sulla privacy Diffusione fra il pubblico delle norme sulla privacy SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI Legge 31 dicembre 1996 n. 675 Trattamento dei dati personali COMPITI DEL GARANTE

19 MENU Promozione di codici deontologici per diverse categorie di operatori Promozione di codici deontologici per diverse categorie di operatori Rilascio di autorizzazioni per il trattamento di particolari categorie di dati Rilascio di autorizzazioni per il trattamento di particolari categorie di dati Partecipazione alle attività comunitarie e internazionali, in particolare nellambito delle autorità comuni di controllo (Europol, Shenghen, Sistema informativo doganale ecc.) Partecipazione alle attività comunitarie e internazionali, in particolare nellambito delle autorità comuni di controllo (Europol, Shenghen, Sistema informativo doganale ecc.) Segnalazioni al Governo su provvedimenti da adottare in materia di protezione dei dati Segnalazioni al Governo su provvedimenti da adottare in materia di protezione dei dati Pareri su norme emanate da Amm.ni pubbliche Pareri su norme emanate da Amm.ni pubbliche Relazione annuale al Parlamento su attività svolta Relazione annuale al Parlamento su attività svolta SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI Legge 31 dicembre 1996 n. 675 Trattamento dei dati personali COMPITI DEL GARANTE

20 MENU (ART. 4) LA LEGGE NON SI APPLICA – MA SOLO PARZIALMENTE - AL TRATTAMENTO DI DATI PERSONALI EFFETTUATO DA: C.E.D. C.E.D. SERVIZI DI INFORMAZIONE E SICUREZZA (Sismi, Sisde ecc.) SERVIZI DI INFORMAZIONE E SICUREZZA (Sismi, Sisde ecc.) CASELLARIO GIUDIZIALE (Ragioni di giustizia) CASELLARIO GIUDIZIALE (Ragioni di giustizia) FORZE DI POLIZIA (Prevenzione e repressione dei reati) FORZE DI POLIZIA (Prevenzione e repressione dei reati) SOGGETTI PUBBLICI PER FINALITÀ DI DIFESA O DI SICUREZZA DELLO STATO SOGGETTI PUBBLICI PER FINALITÀ DI DIFESA O DI SICUREZZA DELLO STATO N.B. I responsabili sono tenuti a rispettare le norme di sicurezza e sono sottoposti al controllo del Garante SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI (ART. 3) LA LEGGE NON SI APPLICA PER: Trattamento dei dati per fini esclusivamente personali Trattamento dei dati per fini esclusivamente personali

21 MENU (ART. 9) MODALITA DI RACCOLTA E REQUISITI DEI DATI PERSONALI a. Trattati in modo lecito e corretto b. Raccolti, registrati ed utilizzati per scopi determinati e legittimi c. Esatti e aggiornati d. Pertinenti e. Conservati in forma che consenta identificazione dellinteressato, per un periodo determinato SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI

22 MENU (ART. 10) INFORMAZIONI CHE DEVONO ESSERE RESE ALLINTERESSATO AL MOMENTO DELLA RACCOLTA a. Finalità cui sono destinati i dati b. Natura obbligatoria o facoltativa del conferimento dei dati c. Conseguenze in caso di rifiuto di rispondere d. Soggetti terzi a cui i dati possono essere comunicati – Ambito di diffusione e. I diritti di cui allart. 13 f. Dati informativi relativi al titolare o al rappresentante del titolare della raccolta dati SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI

23 MENU Il trattamento di dati personali da parte di privati o di enti pubblici economici è ammesso solo con il consenso espresso dell'interessato Il trattamento di dati personali da parte di privati o di enti pubblici economici è ammesso solo con il consenso espresso dell'interessato Il consenso può riguardare l'intero trattamento ovvero una o più operazioni dello stesso Il consenso può riguardare l'intero trattamento ovvero una o più operazioni dello stesso Il consenso è validamente prestato solo se è espresso liberamente, in forma specifica e documentata per iscritto, e se sono state rese all'interessato le informazioni di cui all'articolo 10 Il consenso è validamente prestato solo se è espresso liberamente, in forma specifica e documentata per iscritto, e se sono state rese all'interessato le informazioni di cui all'articolo 10 SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI Legge 31 dicembre 1996 n. 675 Trattamento dei dati personali Art. 11 – Consenso

24 MENU Vari casi – Vedasi legge Vari casi – Vedasi legge SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI Legge 31 dicembre 1996 n. 675 Trattamento dei dati personali Art. 12 – Casi di esclusione del consenso

25 MENU SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI DLgs n. 467 del 28 dicembre 2001 Art. 13 – Diritti dellinteressato Di conoscere l'esistenza di trattamenti di dati che possono riguardarlo Di conoscere l'esistenza di trattamenti di dati che possono riguardarlo Di informazione ai sensi dellart. 7 Di informazione ai sensi dellart. 7 Di opposizione Di opposizione Di ottenere: Di ottenere: conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano Cancellazione / trasformazione in forma anonima o blocco dei dati trattati in violazione di legge Cancellazione / trasformazione in forma anonima o blocco dei dati trattati in violazione di legge Aggiornamento, rettificazione ovvero, qualora vi abbia interesse, integrazione dei dati Aggiornamento, rettificazione ovvero, qualora vi abbia interesse, integrazione dei dati

26 MENU Art Trattamento illecito di dati personali Art Trattamento illecito di dati personali 1) Reclusione sino a due anni 2) Reclusione da tre mesi a due anni 3) Reclusione è da uno a tre anni Art Omessa adozione di misure necessarie alla sicurezza dei dati Art Omessa adozione di misure necessarie alla sicurezza dei dati 1) Reclusione sino ad un anno 2) Reclusione da due mesi a due anni Art Inosservanza dei provvedimenti del garante Art Inosservanza dei provvedimenti del garante 1. Reclusione da tre mesi a due anni Art Pena accessoria Art Pena accessoria 1. Pubblicazione della sentenza Art. 39 – Sanzioni Amministrative Art. 39 – Sanzioni Amministrative 1. Variano tra a di Lire SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI Legge 31 dicembre 1996 n. 675 Sanzioni

27 MENU Misure Minime - Complesso delle misure tecniche, informatiche, organizzative, logistiche e procedurali di sicurezza, previste nel presente regolamento, che configurano il livello minimo di protezione richiesto in relazione ai rischi previsti dall'articolo 15, comma 1, della legge. Misure Minime - Complesso delle misure tecniche, informatiche, organizzative, logistiche e procedurali di sicurezza, previste nel presente regolamento, che configurano il livello minimo di protezione richiesto in relazione ai rischi previsti dall'articolo 15, comma 1, della legge. Strumenti - Mezzi elettronici o comunque automatizzati con cui si effettua il trattamento. Strumenti - Mezzi elettronici o comunque automatizzati con cui si effettua il trattamento. Amministratori di sistema - Soggetti cui è conferito il compito di sovrintendere alle risorse del sistema operativo di un elaboratore o di un sistema di base dati e di consentirne l'utilizzazione. Amministratori di sistema - Soggetti cui è conferito il compito di sovrintendere alle risorse del sistema operativo di un elaboratore o di un sistema di base dati e di consentirne l'utilizzazione. SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI D.P.R. n. 318 del 28 luglio 1999 Misure Minime di sicurezza Definizioni

28 MENU Prevedere una parola chiave per l'accesso ai dati e consentirne l'autonoma sostituzione; Prevedere una parola chiave per l'accesso ai dati e consentirne l'autonoma sostituzione; Individuare per iscritto i soggetti preposti alla custodia delle parole chiave o che hanno accesso ad informazioni che concernono le medesime; Individuare per iscritto i soggetti preposti alla custodia delle parole chiave o che hanno accesso ad informazioni che concernono le medesime; Attribuzione di un codice identificativo personale per l'utilizzazione dell'elaboratore che non potrà, neppure in tempi diversi, essere assegnato a persone diverse; Attribuzione di un codice identificativo personale per l'utilizzazione dell'elaboratore che non potrà, neppure in tempi diversi, essere assegnato a persone diverse; Possibilità di disattivare i codici identificativi in caso di perdita della qualità o di mancato utilizzo dei medesimi per un periodo superiore ai sei mesi; Possibilità di disattivare i codici identificativi in caso di perdita della qualità o di mancato utilizzo dei medesimi per un periodo superiore ai sei mesi; SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI D.P.R. n. 318 del 28 luglio 1999 Misure Minime di sicurezza

29 MENU Gli elaboratori devono essere protetti contro il rischio di intrusione ad opera di programmi di cui all'art quinquies del codice penale, mediante idonei programmi, la cui efficacia ed aggiornamento sono verificati con cadenza almeno semestrale; Gli elaboratori devono essere protetti contro il rischio di intrusione ad opera di programmi di cui all'art quinquies del codice penale, mediante idonei programmi, la cui efficacia ed aggiornamento sono verificati con cadenza almeno semestrale; Attuazione di criteri tecnici e organizzativi per la protezione delle aree e dei locali interessati dalle misure di sicurezza nonché le procedure per controllare l'accesso delle persone autorizzate ai locali medesimi; Attuazione di criteri tecnici e organizzativi per la protezione delle aree e dei locali interessati dalle misure di sicurezza nonché le procedure per controllare l'accesso delle persone autorizzate ai locali medesimi; Attuazione di criteri e procedure per assicurare lintegrità dei dati; Attuazione di criteri e procedure per assicurare lintegrità dei dati; SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI D.P.R. n. 318 del 28 luglio 1999 Misure Minime di sicurezza

30 MENU Attuazione di criteri e procedure per la sicurezza delle trasmissioni dei dati, ivi compresi quelli per le restrizioni di accesso per via telematica; Elaborazione di un piano di formazione per rendere edotti gli incaricati del trattamento dei rischi individuati e dei modi per prevenire danni. L'efficacia delle misure di sicurezza adottate deve essere oggetto di controlli periodici, da eseguirsi con cadenza almeno annuale. SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI D.P.R. n. 318 del 28 luglio 1999 Misure Minime di sicurezza

31 MENU Semplificazione del regime delle notificazioni Semplificazione del regime delle notificazioni Descrizione semplificata dei responsabili da indicare nellinformativa da rendere agli interessati Descrizione semplificata dei responsabili da indicare nellinformativa da rendere agli interessati Introduzione della cosiddetta clausola del bilanciamento di interessi per il trattamento e la comunicazione di dati Introduzione della cosiddetta clausola del bilanciamento di interessi per il trattamento e la comunicazione di dati Ampia depenalizzazione delle condotte illecite previste dalla legge Ampia depenalizzazione delle condotte illecite previste dalla legge Ruolo essenziale dellautodisciplina Ruolo essenziale dellautodisciplina SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI DLgs n. 467 del 28 dicembre 2001 PRINCIPALI NOVITA IN VIGORE DAL 1° FEBBRAIO 2002

32 MENU Art. 14 (sost. Art. 36 lg.675) Art. 14 (sost. Art. 36 lg.675) Omessa adozione di misure minime di sicurezza 1. Sanzione - Arresto sino a due anni Ammenda da lire a lire Entro 6 mesi possibilità di adempimento della regolarizzazione Entro successivi 60 gg. Possibilità di pagare un quarto del massimo dell'ammenda stabilita per la contravvenzione. Ladempimento e il pagamento estinguono il reato. SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI DLgs n. 467 del 28 dicembre 2001

33 MENU Art. 17 (modif. Art. 39 lg.675) Art. 17 (modif. Art. 39 lg.675) Adeguamento di sanzioni amministrative 1. Omessa fornitura di informazioni o esibizione di documenti richiesti dal Garante Sanzione da lire a lire Sanzione da lire a lire Violazione delle disposizioni di cui allarticolo 10 (Informazioni rese al momento della raccolta) Sanzione da lire a lire Sanzione da lire a lire b) Casi di cui agli articoli 22, 24 e 24-biso, comunque, di maggiore rilevanza (Dati sensibili o dati particolari) Sanzione da lire a lire Sanzione da lire a lire Somma aumentata sino al triplo se inadeguata alle condizioni economiche del contravventore Somma aumentata sino al triplo se inadeguata alle condizioni economiche del contravventore SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI DLgs n. 467 del 28 dicembre 2001

34 MENU Art. 17 (modif. Art. 39 lg.675) Art. 17 (modif. Art. 39 lg.675) Adeguamento di sanzioni amministrative 2. c. Violazione art. 23 c.2 - Dati personali idonei a rivelare lo stato di salute Sanzione da lire a lire Sanzione da lire a lire SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI DLgs n. 467 del 28 dicembre 2001

35 MENU SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI


Scaricare ppt "La Privacy nelle Comunicazioni Tommaso PALUMBO Stefano BALLERINI SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI La Polizia Postale e delle Comunicazioni:"

Presentazioni simili


Annunci Google