La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto di Laboratorio AREA A RISCHIO MATEMATICA …IN GIOCO Classe V B- D Docente: IAVARONE MARINELLA I° Circolo didattico B. Croce – Casavatore Dirigente.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto di Laboratorio AREA A RISCHIO MATEMATICA …IN GIOCO Classe V B- D Docente: IAVARONE MARINELLA I° Circolo didattico B. Croce – Casavatore Dirigente."— Transcript della presentazione:

1 Progetto di Laboratorio AREA A RISCHIO MATEMATICA …IN GIOCO Classe V B- D Docente: IAVARONE MARINELLA I° Circolo didattico B. Croce – Casavatore Dirigente Scolastico Dott.ssa Abete Silvana Anno scolastico 2011/2012

2 FINALITA Questo progetto e nato dalla volonta di offrire risposte ai bisogni differenziati degli alunni, per garantire a tutti pari opportunita formative, nel rispetto dei tempi e delle diverse modalità di apprendimento di ciascuno. Il laboratorio ha trattato giochi matematici. Il termine gioco evoca atteggiamenti mentali di leggerezza, piacere, evasione, situazione non didattica; invece il termine matematico riconduce a qualcosa di astratto, difficile, scolastico. Il gioco e espressione universale di fondamentali bisogni umani, elemento indispensabile di civilta e culture diverse. Analizzando i giochi abbiamo visto che la matematica e presente esplicitamente (si fanno calcoli, operazioni geometriche…) ma e anche nascosta nel tipo di ragionamento necessario per giocare, nel modello di spazio nel quale si entra nel corso del gioco, durante la ricerca della strategia vincente. Un gioco è una vera e propria palestra per il ragionamento. Con i bambini abbiamo potuto utilizzare giochi per introdurre un metodo di lavoro e far acquisire un atteggiamento positivo nei confronto dellapprendimento in generale. E fondamentale conoscere come si apprende oltre che cosa si apprende; tutto cio e favorito dal contesto del gioco. I bambini scoprono che sbagliando si impara, che senza interesse, intenzione e partecipazione non si vince. Nel gioco, inoltre, e necessario verificare la regolarita delle mosse: si diventa piu bravi continuando a giocare. Nello specifico questo laboratorio ha inteso promuovere: Lacquisizione di un metodo di studio più autonomo e più proficuo. Una partecipazione più attiva alle attività della classe; Lacquisizione di competenze logico-matematiche fondamentali per soddisfare i bisogni di adulto nella società. ( Capacità di calcolo e di risoluzione di problemi pratici).

3 Obiettivi specifici Leggere e scrivere i numeri oltre il milione e i numeri decimali. Conoscere il valore posizionale delle cifre. Scomporre e comporre i numeri oltre il milione. Scomporre e comporre i numeri decimali. Ordinare e confrontare i numeri oltre il milione. Ordinare e confrontare i numeri decimali. Acquisire il concetto e la tecnica di calcolo delle quattro operazioni con numeri interi e numeri decimali. Effettuare calcoli con approssimazioni. Riconoscere le principali figure geometriche piane e calcolarne il perimetro e area operando anche con le equivalenze e con le frazioni. Calcolare la circonferenza e larea del cerchio. Riconoscere figure geometriche solide e calcolarne il volume. Comprendere e risolvere situazioni problematiche. Leggere, interpretare e rappresentare dati statistici. Saper utilizzare software didattici. Saper risolvere quesiti a risposta multipla.

4 Attivit à Completamento di schede operative. Completamento di catene numeriche. Utilizzo di giochi didattici interattivi. Costruzione di figure geometriche piane e calcolo del perimetro e dellarea. Costruzione di figure geometriche solide e calcolo del volume. Risoluzione di problemi aritmetici e non. Realizzazione di cartelloni con la compravendita, con peso lordo, peso netto e tara, con costo unitario e costo totale. Giochi di logica: il triangolo matematico, i segni giusti, il quadrato magico, tabella magica, le noci di cocco… Lettura, interpretazione e rappresentazione di aerogrammi e di istogrammi. Esecuzione di questionari a risposta multipla

5 Metodologia E stato privilegiato il lavoro di gruppo, a piccoli gruppi o cooperativo. Il lavoro individuale è stato utilizzato nei momenti di verifica. Le attività proposte sono state volte a favorire e valorizzare lintegrazione tra le diverse esperienze cognitive e culturali del bambino e si sono state articolate quindi nei vari settori-argomenti del linguaggio matematico (il numero – geometria – la misura – introduzione al pensiero razionale – dati e previsioni). Le strategie metodologiche si sono basate sulla valorizzazione delle potenzialità di tutti gli alunni e sulla valorizzazione dell esperienza-gioco quale mezzo privilegiato per l'attivazione e lo sviluppo del processi cognitivi e di apprendimento

6 Alcune attività

7

8

9 Alcuni cartelloni


Scaricare ppt "Progetto di Laboratorio AREA A RISCHIO MATEMATICA …IN GIOCO Classe V B- D Docente: IAVARONE MARINELLA I° Circolo didattico B. Croce – Casavatore Dirigente."

Presentazioni simili


Annunci Google