La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Diritto ed economia del mercato e degli intermediari finanziari Anno Accademico 2009-10 Classe 19 Martedì 16 febbraio 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Diritto ed economia del mercato e degli intermediari finanziari Anno Accademico 2009-10 Classe 19 Martedì 16 febbraio 2010."— Transcript della presentazione:

1 Diritto ed economia del mercato e degli intermediari finanziari Anno Accademico Classe 19 Martedì 16 febbraio 2010

2 Presentazione del corso A quali domande vogliamo rispondere Argomenti Testi Modalità di esame

3 A quali domande vogliamo rispondere Perché lintermediazione finanziaria non è soggetta solo alle norme di codice civile che regolano lattività di impresa Le caratterisitiche fondamentali della legislazione finanziaria Il livello europeo e quello nazionale Il Testo Unico Bancario e il Testo Unico della Finanza Problemi economici finanziari fondamentali per la formazione professionale del giurista Le banche: i loro rapporti con i clienti e con le autorità di regolamentazione Il mercato finanziario: la protezione del cliente; il valore dellinformazione Il valore degli strumenti finanziari: aspetti contrattualistici; profili di informazione e protezione del cliente

4 Alcune questioni Le finalità fondamentali della regolamentazione (stabilità- trasparenza-concorrenza), gli strumenti e il nesso fra dimensione economica e dimensione giuridica Il ruolo del giurista nelle istituzioni finanziarie Informazione e integrità dei mercati La disciplina market abuse e le sue implicazioni (fino allo scandalo dei furbetti del quartierino) Gli strumenti finanziari Caratteristiche essenziali e determinanti del valore Banche e clienti (Cirio, Parmalat, Argentina, derivati etc) Le responsabilità nel collocamento di strumenti finanziari La crisi finanziaria: responsabilità delle banche e dei regolatori

5 Argomenti Il sistema finanziario Le funzioni fondamentali Le specificità della regolamentazione Le fonti della regolamentazione Servizi e prodotti offerti I soggetti Le banche Gli investitori istituzionali I mercati Gli strumenti Azioni Obbligazioni Derivati

6 Testi di riferimento Marco Onado, Economia e regolamentazione del sistema finanziario, Bologna, il Mulino, 2008 (2^ edizione). Sfameni-Giannelli, Appunti di diritto dei mercati e degli intermediari finanziari, Egea, 2010, in corso di pubblicazione E opportuno che gli studenti si dotino di un codice civile e delle leggi collegate aggiornato al Si consiglia il seguente testo: G. De Nova, Codice e civile e leggi collegate, Zanichelli, 2009 I testi delle disposizioni regolamentari relative sono disponibili sui siti e Per le disposizioni comunitarie si consulti il sito

7 Modalità di esame Solo scritto alla fine del corso Perché no prova intermedia Il nostro obiettivo è di consentire di fare lesame nella sessione estiva La frequenza è fortemente consigliata

8 Primi elementi economici La nozione di attività finanziaria Dal punto di vista economico: uno scambio con prestazioni entrambe denominate in moneta e che scadono in tempi diversi Dal punto di vista giuridico: un contratto Linteresse è lelemento che rende omogenee in senso economico somme monetarie che scadono in tempi diversi

9 Il valore della moneta nel tempo Ogni attività finanziaria è rappresentabile come un flusso di entrate e uscite che scadono in tempi diversi Flussi che scadono in tempi diversi hanno valori diversi Valore del consumo differito: posporre il consumo corrente ci consente di disporre di più risorse in futuro Preferenza temporale: meglio un euro oggi di un euro domani Ergo esiste un tasso di interesse positivo

10 La nozione economica del tasso di interesse Compenso per chi cede potere dacquisto Non è un concetto scontato (pecunia pecuniam non parit) La sottile linea fra credito e usura Linteresse è dunque il fattore che ci consente di rendere omogenee somme che scadono in tempi diversi (un ponte tra flussi di cassa con scadenze diverse)

11 Linteresse è il ponte che collega valori che scadono in tempi diversi 012 C 1 = C 0 * (1+i) C 2 = C 1 * (1+i) C 2 = C 0 * (1+i) 2 …C n = C 0 * (1+i) n Linteresse composto CC C t

12 Linteresse è il ponte che collega valori che scadono in tempi diversi Questa operazione si rende necessaria ogni volta che un soggetto economico deve assumere decisioni o valutazioni che hanno importanti valutazioni giuridiche Come valuto in bilancio un bene economico (finanziario o no)? Quanto vale unazienda? E conveniente comprare unazione a un dato prezzo? Quali sono le condizioni che garantiscono la solvibilità (dunque la vita economica) di unazienda e di una banca in particolare?

13 Capitalizzazione e attualizzazione sono una sorta di macchina del tempo: spostano nel tempo il valore della moneta Capitalizzazione (in avanti) quanto varrà fra n anni un euro disponibile oggi Montante : C n = C 0 * (1+i) n Attualizzazione (indietro) quanto vale oggi un euro disponibile fra n anni Val.Att. : C 0 = C n * (1+i) -n =

14 Il valore attuale di un titolo a 4 anni con cedole annuali C CC C P C*(1+i) -1 C*(1+i) -2 C*(1+i) -3 (C+P)*(1+i) -4 La formula del valore attuale rende omogenee somme che scadono in tempi diversi

15 Quanto varrà fra n anni un euro investito oggi?

16 Quanto vale oggi un euro disponibile fra n anni?

17 Unapplicazione: il TAEG Il Testo Unico Bancario, art. 122 (Tasso Annuo Effettivo Globale) dispone che: 1. Il tasso annuo effettivo globale (TAEG) è il costo totale del credito a carico del consumatore espresso in percentuale annua del credito concesso. Il TAEG comprende gli interessi e tutti gli oneri da sostenere per utilizzare il credito. 2. Il CICR stabilisce le modalità di calcolo del TAEG, individuando in particolare gli elementi da computare e la formula di calcolo.

18 Unapplicazione Una banca ha offerto un prodotto finanziario con queste caratteristiche essenziali Finanziamento a 15 anni di euro al 7,5 per cento per acquistare Un titolo obbligazionario senza cedola a 15 anni del valore attuale di euro Quote di fondi comuni azionari (gestiti dal Gruppo) per euro Come si fa a determinare criteri di convenienza, adeguatezza etc?


Scaricare ppt "Diritto ed economia del mercato e degli intermediari finanziari Anno Accademico 2009-10 Classe 19 Martedì 16 febbraio 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google