La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I MINORI STRANIERI. Tra bisogno didentità e desiderio dappartenenza. I MINORI STRANIERI. Tra bisogno didentità e desiderio dappartenenza. Como 9 Marzo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I MINORI STRANIERI. Tra bisogno didentità e desiderio dappartenenza. I MINORI STRANIERI. Tra bisogno didentità e desiderio dappartenenza. Como 9 Marzo."— Transcript della presentazione:

1 I MINORI STRANIERI. Tra bisogno didentità e desiderio dappartenenza. I MINORI STRANIERI. Tra bisogno didentità e desiderio dappartenenza. Como 9 Marzo 2011

2 LA QUESTIONE DELLIDENTITA. IL CONCETTO DI IDENTITA ETNICA La parte del concetto di sé che deriva dalla consapevolezza di essere membro di un particolare gruppo etnico e che costituisce, soprattutto per chi emigra, una fondamentale componente dellidentità sociale.

3 LIDENTITA ETNICA 1° FASE (infanzia) mancanza di interesse per la propria etnicità sostanziale identificazione con i valori e gli atteggiamenti degli adulti della famiglia 2° FASE (preadolescenza e adolescenza) esplorazione della cultura dorigine comprensione del concetto di identità etnica e primo tentativo di definizione esito incerto per atteggiamento ambivalente

4 ELEMENTI CONTESTUALI Società eticamente neutra Società emotiva Esposizione a messaggi contradditori Concentrazione della popolazione straniera negli strati sociali più bassi Incrocio di diverse proposte di identità etnica

5 IPOTESI IDENTITARIE IDENTITA REATTIVA Riferimento prevalente o esclusivo alla cultura e allidentità etnica originaria dei genitori. Etnicità intesa come valorizzazione della cultura dorigine e risposta ai bisogni di identità delle società post-moderne Mantenimento di ruoli fortemente tradizionali allinterno della famiglia Gruppo amicale composto esclusivamente da connazionali Formazione di sottogruppi o nuclei familiari anfibi (confronto e scambio con lesterno è ridotto allessenziale) Comunità incapsulate

6 IPOTESI IDENTITARIE IDENTITA REATTIVA Rischi: a.chiusura ghettizzante b.coincidenza con revival etnico dove predomina lelemento folkloristico, non storico

7 IPOTESI IDENTITARIE ASSIMILAZIONE Adesione piena e totale alla proposta identitaria della società ospitante; rinnegamento di tutto ciò che ha a che fare con la cultura dorigine (lingua, costumi, valori). E più frequente nelle seconde generazioni native e improprie e nei minori senza legami affettivi significativi nel paese dorigine Rapido apprendimento della lingua del paese ospitante Relazioni amicali quasi esclusivamente con gli autoctoni Forte conflitto con i genitori, percepiti come loosers

8 IPOTESI IDENTITARIE ASSIMILAZIONE Rischi: a.perdita di riferimenti culturali e valoriali della cultura dorigine b.disprezzo profondo per tutto ciò che è legato alle proprie origini c.adozione di pregiudizi negativi nei confronti delle altre minoranze d.adattamento neo-feudale

9 IPOTESI IDENTITARIE MARGINALITÀ Lessere doppiamente straniero, sia rispetto alla cultura dei genitori, sia a quella della società in cui si trova ora a vivere. condizione naturale del minore straniero prevalenza del sentimento di non-appartenenza tendenza al bilinguismo imperfetto anche dopo anni di permanenza tipica dei figli di genitori che vivono una profonda incertezza progettuale

10 IPOTESI IDENTITARIE MARGINALITÀ Rischi: a.estrema fragilità psicologica : labilità psichica (instabilità dellumore) isolamento sociale sentimenti depressivi angoscia esistenziale ansia per il futuro b.assunzione di comportamenti antisociali e autolesivi

11 IPOTESI IDENTITARIE DOPPIA ETNICITÀ Acquisizione di identità che armonizza e integra i differenti valori delle due culture Profondo sentimento dappartenenza a entrambe le culture Tipica dei figli di genitori bene integrati che non hanno rinunciato ai valori della cultura dorigine Esige un contesto sociale che permetta e favorisca questo sincretismo Permette di sviluppare capacità critica, obiettività, sensibilità, allinterno di una personalità equilibrata

12 IPOTESI IDENTITARIE DOPPIA ETNICITÀ Utopia o possibilità reale?

13 BENESSERE PSICOLOGICO E DISAGIO PSICHICO La seconda generazione -È la generazione del sacrificio, che paga maggiormente i costi psicologici dellimmigrazione, senza riuscirne a goderne i benefici -È la più esposta al rischio di disagio sociale e di sofferenza psichica

14 BENESSERE PSICOLOGICO E DISAGIO PSICHICO La seconda generazione È ancora ampiamente da studiare nel nostro paese, ma vi sono già alcuni riscontri empirici: -alta percentuale di disagio psichico (sindromi ansiose e depressive) -diffusione di comportamenti antisociali (solo in parte attribuibili a disturbi di personalità), asso- ciati a una bassa stima di sé -nelle ragazze, maggiore ricorrenza di sentimenti di natura depressiva

15 Consigli per la lettura Gozzoli C., Regalia C., Migrazioni e Famiglie. Percorsi, legami e interventi psicosociali, Bologna, Il Mulino, Gozzoli C., Regalia C., Migrazioni e Famiglie. Percorsi, legami e interventi psicosociali, Bologna, Il Mulino, Mancini T., Psicologia dellidentità etnica, Roma, Carocci, Mancini T., Psicologia dellidentità etnica, Roma, Carocci, Valtolina G., Marazzi A. (a cura di), Appartenenze multiple. Lesperienza dellim- migrazione nelle nuove generazioni, Milano, F. Angeli, Valtolina G., Marazzi A. (a cura di), Appartenenze multiple. Lesperienza dellim- migrazione nelle nuove generazioni, Milano, F. Angeli, 2006.


Scaricare ppt "I MINORI STRANIERI. Tra bisogno didentità e desiderio dappartenenza. I MINORI STRANIERI. Tra bisogno didentità e desiderio dappartenenza. Como 9 Marzo."

Presentazioni simili


Annunci Google