La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ferrara 19.09.07 Accordo Integrativo Regionale Accordo Integrativo Locale 2008-2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ferrara 19.09.07 Accordo Integrativo Regionale Accordo Integrativo Locale 2008-2010."— Transcript della presentazione:

1 Ferrara Accordo Integrativo Regionale Accordo Integrativo Locale

2 Ferrara Accordo Integrativo Regionale e Locale Accordo Quadro tra FIMMG e AUSL di Ferrara anni per l'attuazione dell'AIR n del , per la proroga e il rinnovo dell'AIL

3 Ferrara Accordo Integrativo Locale Principi generali per il rinnovo L'Accordo Locale scaduto il viene prorogato fino al Il nuovo AIL partirà dal 1 Gennaio 2008 e avrà validità triennale Per il 2007 si concorda di recepire, per quanto previsto nell'AIL vigente, le tariffe dell'AIR, relativamente a: Aspetti organizzativi e di partecipazione agli organismi previsti a livello aziendale e di A.C.N. PPIP Accessi ADI Assistenza nelle case protette e collettività

4 Ferrara Accordo Integrativo Locale Principi generali per il rinnovo Si concorda una revisione sui livelli di accesso agli incentivi per la vaccinazione antinfluenzale in considerazioni delle nuove tariffe AIR Si concorda la realizzazione di forme di integrazioni professionali nelle strutture aziendali in via sperimentale

5 Ferrara Accordo Integrativo Regionale Principi generali per l'applicazione L'attuazione già avviata per alcuni aspetti economici nel 2006, sarà completata gradualmente nel quadriennio L'impegno economico complessivo a regime è di circa 6 milioni di euro all'anno, da raggiungersi nel seguente modo: anno milioni di euro, milione e trecentomila, milione e trecentomila, milione e quattrocentomila

6 Ferrara Accordo Integrativo Regionale Principi generali per l'applicazione Collegamento risorse 2007: incentivi di adesione al nucleo automatismi previsti AIR sperimentazione di alcune sedi di NCP (1 per distretto) e estensione fascia oraria da concordare implementazione Progetto SOLE (90 MMG collegati) estensione 7^ ora Medicine di gruppo

7 Ferrara Accordo Integrativo Regionale Principi generali per l'applicazione Collegamento risorse 2008: 1) Implementazione Progetto SOLE (ulteriori 100 MMG collegati) 2) Estensione fascia oraria progressivamente a altri NCP 3) Consolidamento organizzativo e operativo dei NCP e Casa della Salute Collegamento risorse 2009 e 2010: a regime

8 Ferrara Compenso euro 3.08 (ACN art. 59 lettera B, comma 15) 20%: Adesione Progetto Diabete 40%: Corretta applicazione direttiva 2142/2000, finalizzata anche al governo clinico inteso come adesione ai programmi relativi alla appropriatezza di accesso alle prestazioni e alle cure concordate a livello locale a norma art 27 A.C.N. 40%: Attività educazione permanente individuale, finalizzata agli stili di vita

9 Ferrara Compenso euro 3.08 (ACN art. 59 lettera B, comma 15) Adesione Progetto Diabete Presa in carico esenti per diabete : 30% MMG singolo – 35% MdG : 40% MMG singolo – 45% MdG : 50% MMG singolo – 55% MdG

10 Ferrara Compenso euro 3.08 (ACN art. 59 lettera B, comma 15) Corretta applicazione direttiva 2142/2000 Partecipazione obbligatoria a un Audit annuale sull'appropriatezza Corretta compilazione richiesta visita specialistica prestazione di laboratorio o diagnostica strumentale con indicazione quesito diagnostico o eventuale induzione

11 Ferrara Sviluppo Nucleo di Cure Primarie Adesione NCP: 1,30 euro quota capitaria dal ; obbligo di partecipare a 3 Audit su 4 Coordinatori NCP: 60 euro/ora x 3 ore/settimana dal ; eventuale estensione oraria Referenti Distretto Medicina Generale: 60 euro/ora x 5 ore/settimana dal ; eventuale estensione oraria

12 Ferrara Associazioni Mediche Eliminazione tetto percentuale per Rete e Gruppo 1 euro quota capitaria per 7^ ora (MdG dal , Rete dal se in collegamento orizzontale) 1 euro quota capitaria x ora dalla 8^ alla 12^ su base sperimentale Adozione Accordo Quadro MdG : obbligatorio per MdG sede di NCP, su richiesta per nuove MdG

13 Ferrara PPIP Revisione Tabelle in base A.C.N. e A.I.R.

14 Ferrara P.A. Diabete 85 euro per paziente in carico al MMG Incentivo per % di pazienti in carico al MMG (vedi 20% di 3.08 euro) Incentivo legato a % diabetici in carico con HbA1c eseguita ultimi 6 mesi <=7% a partire dal 2008: >=60% 15 euro per diabetico in carico >=65% 20 euro per diabetico in carico >=70% 30 euro per diabetico in carico

15 Ferrara P.A. Assistenza Domiciliare Integrata Accessi: 25 euro ADP e ADI1; 30 euro ADI2 e ADI3 Accordo Integrativo Locale: ADI2: 150 euro Dal 2008 se numero di ADI2 >=0.8% dei pazienti >=65 aa: 150 euro per nuovi casi di ADI2 ADI3: 250 euro Dal 2008 se numero di ADI3 >=0.7% dei pazienti >=65 aa: 250 euro per nuovi casi di ADI3

16 Ferrara P.A. Vaccinazioni 7,5 euro per vaccinazione effettuata dal Incentivazione dal se percentuale di vaccinazione della popolazione >=65 aa 70%-74.9% 5.00 euro 75%-100% 5.50 euro Anno 2004: pazienti di età >=75aa 6,16 euro (A.C.N)

17 Ferrara P.A. Farmaci: Ipotensivanti Anni 2008, 2009, 2010 a decorrere dal Costo Medio DDD Incentivo Euro q.c – – <=

18 Ferrara P.A. Farmaci: Inibitori di pompa protonica Indicatore costo medio DDD a partire dal Fascia Euro Fascia Euro Fascia Euro = = <= <=1 1 <=1 1

19 Ferrara P.A. Farmaci: Statine e FANS Formazione nel 2007 su: Indicazione all'uso razionale di FANS e Statine mediante il rispetto delle note AIFA e l'applicazione di principi di bioequivalenza e farmacoeconomia

20 Ferrara P.A. Cardiologia Territoriale Mantenimento attuale Progetto Prenotazione : 4 euro Audit: 75 euro Dal pagamento di 2 Audit al mese Telecardiologia: 9 euro ECG eseguito su pz target (002, 031, 013) MMG cardiologo: Visita 18,40 euro + ECG 11,60 euro

21 Ferrara P.A. Terapia Anticoagulante Orale Mantenimento attuale Progetto Pazienti neo-assistiti: Modello gestionale 3^: 60 euro quota di ingresso euro quota annua Modello gestionale 4^: 120 euro quota annua Pazienti già assistiti al euro quota annua a decorrere da 1 giugno 2006

22 Ferrara Accordo Quadro per le MdG Mantenimento attuale Progetto adeguato alle esigenze organizzative dell'AIR e ai nuovi indicatori previsti dall'AIL

23 Ferrara Progetto SOLE 5 euro quota capitaria anno dal momento dellattivazione 2007: 90 MMG 2008: 100 MMG : rimanenti MMG

24 Ferrara Formazione Animatore di formazione 60 euro/ora x n^ ore aula + n^ ore preparazione Tutor Formazione specifica 6000 euro a caso Tirocinio pre e post – laurea 250 euro a caso

25 Ferrara Assistenza domiciliare in Residenze protette e collettività Riferimenti Normativi A.C.N. art. 53, comma 1c Accordo Regionale al DPR 270/2000 Accordo Regionale n del

26 Ferrara Assistenza domiciliare in Residenze protette e collettività Case protette RSA Case di riposo (non convenzionate)

27 Ferrara Assistenza domiciliare in Residenze protette e collettività Attività mediche di diagnosi e cura in Case protette Pazienti occupanti stabilmente posti convenzionati Quota forfettaria annua di Euro 254 dal Pazienti occupanti stabilmente posti non convenzionati Elevata complessità assistenziale :Euro 254 dal Complessità assistenziale non elevata: ADR- Euro 14 per accesso

28 Ferrara Assistenza domiciliare in Residenze protette e collettività Attività mediche di diagnosi e cura in Case protette da parte di MMG diversi da quello della struttura o in Case di riposo (non convenzionate) Se pazienti in carico fino a 3 : accesso come da AIR Se pazienti incarico più di 3: attivazione ADR e accesso di 14 euro a partire dal 4^ caso

29 Ferrara Assistenza domiciliare in Residenze protette e collettività Attività mediche nelle RSA 12 ore settimanali ogni 20 anziani non autosuffienti 35 euro ora (fatti salvi diversi accordi locali) comprensivi di tutte le prestazioni di particolare impegno professionale

30 Ferrara Assistenza domiciliare in Residenze protette e collettività Classificazione degli anziani non autosufficienti dal MMG incaricato della diagnosi e cura PRESTAZIONE AGGIUNTIVA 20 EURO A CASO

31 Ferrara Assistenza domiciliare in Residenze protette e collettività Prestazioni aggiuntive Vedi Nomenclatore tariffario delle prestazioni aggiuntive in Residenze protette e collettività a pagina 49 AIR Su tutti i pazienti della struttura

32 Ferrara Assistenza domiciliare in Residenze protette e collettività 35 euro ora Coordinamento distrettuale Coordinamento delle attività sanitarie di struttura

33 Ferrara Accordo Locale Partecipazione al NCP: nessun incentivo Coordinatore di NCP: 350 euro mensili per 12 mesi Responsabile di M.O.: 440 euro mensili per 12 mesi

34 Ferrara Accordo Locale Associazioni Mediche Ammissibili e incentivate come da A.C.N. Adozione Accordo Quadro per le MdG non obligatorio

35 Ferrara Accordo Locale P.A. Diabete: 85 euro a diabetico P.A. ADI: per accesso da A.C.N.; 150 euro ADI2, 250 euro ADI3, 50 euro visita per Dimissione protetta P.A. Vaccinazioni: 6,16 euro per vaccinato da A.C.N.; Eliminata fascia dal 65% al 69,9% euro 3,80; Quota Maggiorazione B: pazienti >75 aa 3 euro se vaccinati dal NCP >=75% e MMG >=70%

36 Ferrara Accordo Locale P.A. Ipertensione Incentivo dal al Costo medio DDD Euro ,53-0,51 0,50 0,50-0,47 2,00 <=0,46 4,

37 Ferrara Accordo Locale P.A. Cardiologia Territoriale 2- massimo 3 Audit per Cardiologo in MdG 1 Audit per telecardiologia P.A. TAO: invariato P.A. Prelievi: 1,29 euro a prestazione - invariato P.A. CUP: 2,50 euro a prenotazione - invariato

38 Ferrara ACCORDO INAIL E RAPPRESENTANZE SINDACALI DI CATEGORIA (FIMMG, SIMET E SMI-EX CUMI) DISCIPLINA DEI RAPPORTI NORMATIVI ED ECONOMICI CON I MEDICI DI FAMIGLIA CHE REDIGONO LA CERTIFICAZIONE A FAVORE DEGLI ASSICURATI INAIL

39 Ferrara Accordo INAIL Art. 2. Compiti del medico. II medico si impegna a redigere la certificazione (modelli A e B) riportando le informazioni previste dall'art. 53 del T.U del 30 giugno 1965, nonchè tutti gli altri dati presenti nella nuova modulistica. Si impegna, altresi, a trasmetterla all'INAIL entro il primo giorno di attività ambulatoriale successivo alla visita, pena la non corresponsione degli emolumenti previsti dagli artt. 3 e 4. Ai fini di cui sopra, 1' Istituto richiederà al medico l'articolazione dell'orario relativo all'espletamento della propria attività lavorativa ambulatoriale. La certificazione, redatta sulla base del modello di cui agli allegati A e B, deve essere completa in ogni sua parte, pena la non corresponsione dei predetti emolumenti previsti dagli artt. 3 e 4.

40 Ferrara Accordo INAIL Art. 2. Compiti del medico. La trasmissione dovrà avvenire : per via informatica In tal caso il medico dovrà attenersi alle specifiche tecniche e alle modalità procedurali definite dall'INAIL medesimo, nel rispetto delle disposizioni del D. lgs. n.82 del 7 marzo 2005 "Codice dell'Amministrazione digitale" e successive modifiche ed integrazioni. In particolare, dovrà richiedere all'INAIL l'autenticazione per l'accesso alla funzione di invio telematico delle certificazioni. II medico si impegna, inoltre, a consegnare copia cartacea per l'infortunato e per il datore di lavoro, ottenuta a mezzo stampa, nonchè a conservare, per un massimo di tre anni dalla data di compilazione, un'ulteriore copia, debitamente sottoscritta da parte dell'interessato per essere esibita a richiesta dell'INAIL o di altro Ente o Organismo.

41 Ferrara Accordo INAIL Art. 2. Compiti del medico. La trasmissione dovrà avvenire : con altra modalità (es: fax o buste preaffrancate) Nelle more dell'informatizzazione, la certificazione avverrà sulla versione cartacea dei predetti modelli A e B predisposti dall'INAIL. L'INAIL si impegna a fornire al medico i modelli cartacei e le buste preaffrancate sulla base di apposita richiesta. In mancanza dei predetti modelli il medico potrà redigere eccezionalmente il certificato su copia a stampa, che potrà essere scaricata dal sito (Assicurazione, Modulistica - download dei modelli, Certificazione medica"), completandolo, comunque, in ogni sua parte e inoltrandolo all'INAIL. Anche nel caso in cui il medico rediga il certificato su supporto cartaceo provvederà a consegnare copia per l'infortunato e per il datore di lavoro.

42 Ferrara Accordo INAIL Art. 3 Compensi. II compenso stabilito per la redazione di ciascun certificato al medico di medicina generale titolare del caso, anche quando la certificazione sia redatta dal proprio sostituto e/o associato, è pari a euro 27,50 e viene corrisposto per un massimo di tre certificati. L'eventuale riammissione in temporanea per lo l stesso caso non da luogo ad ulteriori compensi. L'INAIL provvede alla liquidazione dei compensi trimestralmente, sulla base delle distinte presentate dal medico stesso e secondo le modalità dallo stesso indicate. E' fatto divieto al medico di percepire direttamente dall'assicurato compensi, a qualsiasi titolo, per le certificazioni di cui al presente Accordo, alla luce dell'art.57, ultimo comma, della legge n.833/1978.

43 Ferrara Accordo INAIL Art. 4. Compenso professionale per la trattazione informatica del caso. Per la trattazione informatica del caso (cfr. Nota tecnica, All. C), secondo i criteri riportati nell'art.2, è previsto un aumento del compenso pari a 5 euro per ogni certificazione trasmessa all'INAIL in via telematica, sempre nel limite massimo di tre certificati.

44 Ferrara Accordo INAIL Art. 5. Obblighi contributivi e ritenute. L'INAIL, sui compensi liquidati, provvede a versare all'ENPAM il contributo previdenziale, comprensivo della quota a carico del medico, calcolato nella misura prevista dall'Accordo Collettivo Nazionale per la medicina generale vigente al momento del pagamento. I compensi, inoltre, sono soggetti alla ritenuta di acconto dell'imposta sul reddito (IRE), mentre sono esenti da IVA ai sensi della circolare n.4 del 28 gennaio 2005 dell'Agenzia delle Entrate e secondo quanto previsto nella Risoluzione n. 36/E del 13 marzo 2006 dell'Agenzia stessa.

45 Ferrara Accordo INAIL Art. 6. Avvio dell'infortunato all'INAIL. II medico, sempre nell'ottica di agevolare la tempestiva "presa in carico" dell'assicurato da parte dell'INAIL, avvierà quanto prima l'assicurato stesso alle Strutture INAIL per gli ulteriori accertamenti medico-legali e per la relativa certificazione. Eventuali certificazioni rilasciate da medici di famiglia successivamente alla convocazione dell'assicurato da parte dell'INAIL non daranno luogo alla corresponsione di alcun compenso

46 Ferrara Accordo INAIL Art. 7. Formazione. Le parti si impegnano a promuovere opportune iniziative scientifiche e di formazione dei medici in merito alla piena conoscenza della legislazione in materia, anche ai fini della corretta aderenza della certificazione alla normativa vigente.

47 Ferrara Accordo INAIL Art. 9. Durata dell'accordo. II presente Accordo ha durata biennale con decorrenza dalla sottoscrizione e mantiene i suoi effetti fino al rinnovo, che dovrà intervenire entro sei mesi dalla sua scadenza.

48 Ferrara Accordo INAIL Art. 10. Mancato rinnovo. Trascorsi sei mesi dalla scadenza, in caso di mancato rinnovo del presente Accordo tra le parti ed in presenza di formale denuncia dello stesso, i medici aderenti alle relative Rappresentanze sindacali di categoria possono erogare le prestazioni che costituiscono oggetto dell'Accordo stesso in regime di libera professione


Scaricare ppt "Ferrara 19.09.07 Accordo Integrativo Regionale Accordo Integrativo Locale 2008-2010."

Presentazioni simili


Annunci Google