La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Diocesi di Cremona Ufficio per la pastorale familiare La famiglia cristiana: cuore della società

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Diocesi di Cremona Ufficio per la pastorale familiare La famiglia cristiana: cuore della società"— Transcript della presentazione:

1 Diocesi di Cremona Ufficio per la pastorale familiare La famiglia cristiana: cuore della società

2 La sorgente della socialità TESI: –La comunione coniugale, in quanto comunione interpersonale interiormente orientata al dono della vita, è larche-tipo di ogni sociale umano –La società coniugale e familiare è esemplare rispetto ad ogni espressione della socialità umana

3 Partiamo dalla considerazione di alcune esperienze comuni –Lattitudine di una ditta che produce prodotti per neonati è profondamente diversa da quella di una donna che ha generato un bambino –Il responsabile di una tale ditta pensa in termini di UTILITA, la madre pensa in termini di BELLEZZA –La stessa realtà è così oggetto di due atteggiamenti diversi Nel primo caso si vede nel bambino un possibile utente del prodotto (non è necessario conoscerlo personalmente) Nel secondo caso si vede nel bambino una persona unica ed irrepetibile –Una persona umana considerata come tale non può essere sostituita da nessunaltro: INSOSTITUIBILITA

4 –La sostituzione di una persona è possibile solo se è considerata in ragione di una funzione da svolgere, (es. un turno lavorativo) è impossibile laddove la persona è voluta per se stessa ed in se stessa –Da questo ne consegue che possiamo guardare la realtà e metterci in relazione con essa in due modi profondamente diversi: Vedere la realtà in quanto può servire per raggiungere uno scopo, in quanto può servire per qualcosaltro Vedere la realtà in se stessa e per se stessa, non ordinandola a qualcosaltro: SGUARDO ETICO –Lo sguardo etico intravede nella realtà una bontà ed un valore, una preziosità tale da meritare di essere voluta per sé ed in sé. –Essa non ha bisogno, per essere valorizzata, di servire a qualcosaltro: ha una bontà intrinseca, un valore proprio, inerenti al suo puro e semplice esserci. –Quando luomo vede una tale bontà allora AMA: Amare è latto spirituale che riconosce la realtà nella sua e per la sua intrinseca bontà, bellezza e preziosità

5 Ora guardiamo da vicino il rapporto tra le persone –Immediatamente balza allocchio la differenza tra una persona ed una cosa, tra lessere qualcuno e lessere qualcosa. –La persona ha una dignità propria ed un valore di fine, le cose, invece sono solo dei mezzi che hanno un prezzo –La persona può essere solo amata e la cosa solo usata –Tre concetti indicano il mondo delle persone: fine- dignità-amore –Tre concetti indicano il mondo delle cose: mezzo- prezzo-uso –Si tratta di recuperare lo sguardo etico e la relazione damore

6 Spesso, tuttavia, ho relazione con altre persone per via della funzione che rivestono (bigliettaio) e questo è normale a tal punto che nessuno sente di offendere un altro se lo valorizza semplicemente per la funzione che riveste. –Ma questo non vale sempre e per ogni rapporto che io ho con laltro –Se mi limitassi a considerare laltro in relazione alla funzione che riveste e questo lo considerassi il modo di relazionarsi proprio degli esseri umani dovrei concludere che la ricerca dellutilità più grande possibile del numero più grande possibile di persone è il fine della società umana. –Invece ci sono rapporti interpersonali essenzialmente diversi da quello funzionale

7 Il rapporto coniugale –Le persone si incontrano per la loro irripetibilità e singolarità ed insostituibilità. –Questo incontro non ha altre ragioni che la percezione della unicità e preziosità singolare dellaltro. –Lo sposo vede nella sua sposa una dignità unica e viceversa –Lo sposo è per la sposa qualcuno che non può essere assolutamente sostituito da un altro: nessun uomo può prendere il suo posto

8 La maternità –Quando la donna viene a sapere di essere incinta sperimenta due fatti complementari: nel suo corpo esiste unaltra persona (non un appendice del suo corpo); laltro è totalmente dipendente nel suo esserci dalla madre In queste due società umane (quella coniugale e quella familiare) si ha il nucleo essenziale di una relazione sociale umana che non si struttura sul principio dellutilità ma sul puro principio etico. Questo è vivere in pienezza un rapporto interpersonale Solo luomo che ha compreso questo è in grado di costruire una società vera, cioè non fondata esclusivamente sul principio dellutilità (anche se in certi casi tale principio è inevitabile. La legge morale deve impedire che questo prevarichi))

9 In che senso la famiglia è il cuore della società? Lesperienza di comunione non fondata sullutilità ma sullamore è il primo e fondamentale contributo della famiglia alla società La legge della gratuità e dellaccoglienza che riconosce in ognuno una persona da accogliere in sé e per sé, nella sua dignità, è il fondamento della vita familiare La comunità familiare e coniugale insegna alla società un modo nuovo e diverso di essere uomini Ed impedisce che la norma utilitarista diventi suprema ed esclusiva norma della società

10 In che modo concreto la famiglia diventa il cuore della società? Rendendosi conto della propria soggettività La famiglia è soggetto sociale perché in essa i comportamenti, il modo di vivere, di porsi in relazione con lambiente non è immediatamente riconducibile alla somma del comportamento degli individui che la compongono Essa non va osservata come un insieme di individualità sommate, ma come una relazione sui generis, che ha una sua essenza La famiglia è qualcosa che eccede gli individui, è unità profonda di relazioni non dissociabili

11 Rendendosi conto della propria identità La famiglia è il FONDAMENTO della società (nativo, originale, insostituibile ed inalienabile) perché ne forma i suoi membri trasmettendo i valori essenziali della dignità della persona, della fiducia reciproca, del buon uso della libertà, del dialogo e della solidarietà, dellobbedienza e dellautorità. Possiede nativamente il diritto di organizzarsi ed associarsi per proteggersi e per aiutarsi per svolgere il suo ruolo

12 Partecipando allumanizzazione della società nel modo suo proprio Lamore: no ad una società fondata sullefficentismo, la funzionalità, la spersonalizzazione e la massificazione La procreazione: riconoscimento e rispetto di ogni uomo fondato sul dono di sé Leducazione: compito che la famiglia non può delegare ad altri. Lo Stato interviene nelleducazione sempre in aiuto alle famiglie La solidarietà, soprattutto in quei campi tipici della famiglia: laccoglienza ladozione e laffido Intervenenti in campo sociale e politico creando associazioni di famiglie,operando perché le leggi non solo non offendano, ma positivamente promuovano i diritti e i doveri della famiglia.

13 Conclusione La società coniugale e familiare è la sorgente di ogni socialità umana in quanto educa la persona a considerare laltro nella sua dignità e non soprattutto per la sua utilità. La crisi dellesperienza coniugale e familiare è la prima causa della disumanizzazione e spersonalizzazione della società

14 Il FORUM delle associazioni familiari Aderiscono 41 associazioni Obiettivo: portare allattenzione del dibattito culturale e politico la famiglia come SOGGETTO SOCIALE = essa non è un fatto privato, né una questione cattolica sta al CUORE DELLA COSTRUZIONE DELLA SOCIETA La qualità della vita familiare determina la qualità della vita dellintera società. Versanti dazione: sostenere tenacemente politiche familiari sempre più incisive formare la consapevolezza di un ruolo sociale, PUBBLICO, fondamentale. valori e diritti da promuovere e salvaguardare riguardano la famiglia intesa come società naturale fondata sul matrimonio (Costituzione italiana, articoli 29, 30,31). È un istituzione ontologicamente preesistente al patto sociale e politico costituito dai cittadini

15 Premessa di fondo che orienta tutta lattività del forum la famiglia è un soggetto sociale da promuovere e non un soggetto debole da assistere La famiglia eroga servizi, cura i soggetti deboli, fa da ammortizzatore economico in tempi di crisi, quindi chi investe sulla famiglia previene le emergenze, risolve alla radice le patologie sociali, risparmiando sui costi sociali

16 Qualche esempio in concreto Il forum ha coordinato in maniera fondamentale la gestazione e il parto della legge 40 sulla fecondazione assistita, creando spazi di dialogo su un fronte partitico trasversale. Luomo è titolare di diritti fin dal momento iniziale del suo cammino e il primo diritto, fondante, è quello alla vita. Il forum va da tempo affermando che non è fiscalmente equo tassare in modo praticamente uguale chi ha carichi familiari e chi non li ha, la famiglia di due lavoratori senza figli e quella di due lavoratori con figli, o penalizzare le famiglie monoreddito. Sarebbe equo invece dividere il reddito complessivo della famiglia per il numero dei suoi membri.

17 Occorrerebbe pensare ad una diversa organizzazione del lavoro che tenga conto delle esigenze della famiglia. E necessaria un equilibrata combinazione tra uso del tempo per il lavoro e uso del tempo per la famiglia. La rigidità dei nostri modelli organizzativi produttivi, soprattutto se confrontata con altri contesti europei, penalizza pesantemente le persone che entrano e agiscono nel mercato del lavoro; pensiamo alla priorità assoluta, alla dedizione totale che viene richiesta. Nuove forme organizzative possibili: potenziare il part –time (soprattutto per il lavoro femminile), il telelavoro, riconoscere il lavoro familiare e intrafamiliare (lavoro di cura), favorire i congedi parentali, riconoscere i diversi carichi familiari con adeguate miseure fiscali.

18 TARIFFE Le tariffe, ad esempio dellenergia elettrica, penalizzano le famiglie in modo direttamente crescente rispetto al numero dei componenti. Il costo del kilowattora infatti cresce rapidamente con laumentare del consumo medio mensile, idem con lacqua. Chi consuma tanto quindi (cioè le famiglie numerose, che sono il prezioso serbatoio di una società in pauroso calo demografico) sono gravate pesantemente da tale tariffazione....e l'impegno per la famiglia continua ISCRIVITI ALLA NEWS LETTER


Scaricare ppt "Diocesi di Cremona Ufficio per la pastorale familiare La famiglia cristiana: cuore della società"

Presentazioni simili


Annunci Google