La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Diocesi di Cremona ITINERARIO PER LINIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIA BATTEZZATI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Diocesi di Cremona ITINERARIO PER LINIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIA BATTEZZATI."— Transcript della presentazione:

1

2 1 Diocesi di Cremona ITINERARIO PER LINIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIA BATTEZZATI

3 2 Come dare un senso cristiano alnascereviveremorire OGGI? Pluralità di umanesimi - Pluralità di umanesimi - Fine del consenso intorno ai valori tradizionali - Persona e individuo - Sviluppo delle scienze, della tecnologia, dellistruzione… - Interruzione dei canali tradizionali di trasmissione della fede - ……. Dentro un nuovo contesto culturale

4 3 -Tornare allevangelo (cristiani si diventa…) - Accompagnare nellesperienza della fede le persone, a partire da come sono - Ridisegnare volto e attività delle nostre parrocchie - Un criterio ispiratore: il battesimo degli adulti - Trovare le vie di una FORMAZIONE globale del cristiano….

5 4 Dentro un nuovo contesto ecclesiale Liniziazione cristiana. 1. Orientamenti per il catecumenato degli adulti, 22 aprile 1997 Liniziazione cristiana. 2. Orientamenti per liniziazione dei fanciulli e dei ragazzi dai 7 ai 14 anni, 23 maggio 1999 Liniziazione cristiana. 3. Orientamenti per il risveglio della fede e il completamento dellI.C. in età adulta, 8 giugno 2003 In sintonia con le note della CEI: Il Rituale ispiratore Rito delliniziazione cristiana degli adulti, Roma 1978

6 5 «Il passaggio a una pastorale di missione permanente, scelta qualificante della Chiesa italiana nel Convegno ecclesiale di Palermo (C.E.I., Con il dono della carità dentro la storia, 23), comporta la ricerca delle forme più idonee per annunciare il Vangelo e promuovere una mentalità cristiana matura in una società caratterizzata dal pluralismo culturale e religioso e percorsa da molteplici fenomeni di secolarismo». CEI, Liniziazione cristiana. 2. Orientamenti per liniziazione dei fanciulli e dei ragazzi dai 7 ai 14 anni. Premessa Dentro un nuovo contesto ecclesiale In sintonia con le note della CEI

7 6 Insieme a queste tre modalità di catecumenato in senso proprio, previste dal Rito delliniziazione cristiana degli adulti, la situazione pastorale delle nostre Chiese prospetta altri itinerari formativi ispirati al catecumenato, tra i quali ricordiamo: -un cammino di tipo catecu-menale per fanciulli e ragazzi che, battezzati in tenera età, devono completare liniziazione cristiana con la celebrazione della Confermazione e della Eucaristia. -Questa scelta è esplicitamente indicata dal Catechi-smo della Chiesa Cattolica; CEI, Liniziazione cristiana. 1. Orientamenti per il catecumenato degli adulti, 22 aprile 1997, n. 6.

8 7 -un processo formativo, secondo lo spirito del catecumenato, per giovani- adulti che, battezzati ancora bambini, non hanno poi avuto una formazione cristiana, o che di fatto vivono nella non credenza o semplicemente ai margini della fede. --una catechesi rinnovata, ispirata al cammino formativo del catecumenato. Per questo il Sinodo dei Vescovi del 1977 ha affermato che modello di ogni catechesi il catecumenato battesimale. CEI, Liniziazione cristiana. 1. Orientamenti per il catecumenato degli adulti, 22 aprile 1997, n. 6.

9 8 «L itinerario di iniziazione cristiana, della durata di circa quattro anni, può opportunamente attuarsi insieme a un gruppo di coetanei già battezzati che, daccordo con i loro genitori, accettano di celebrare al termine di esso il completamento della propria iniziazione cristiana. Intorno agli undici anni, possibilmente nella Veglia pasquale, i catecumeni celebrano i tre sacramenti dellinizia- zione cristiana, mentre i coetanei già battezzati celebrano la Confermazione e la prima Eucaristia (RICA, 310)». CEI, Liniziazione cristiana. 2. Orientamenti per liniziazione dei fanciulli e dei ragazzi dai 7 ai 14 anni, n. 54

10 9 Guida per litinerario catecumenale dei Ragazzi Servizio Nazionale per il Catecumenato, Guida per litinerario catecumenale dei Ragazzi, Elledici, Leumann (To) Iniziazione cristiana dei ragazzi. Celebrazioni. Adattamento per i già battezzati G. Venturi (ed.), Iniziazione cristiana dei ragazzi. Celebrazioni. Adattamento per i già battezzati, Queriniana, Brescia 2002.

11 10

12 11 Ogni itinerario di iniziazione cristiana è un cammino di vita cristiana. Esso deve prevedere tutti gli elementi che concorrono all'iniziazione: l'annuncio-ascolto-accoglienza della Parola, l'esercizio della vita cristiana, la celebrazione liturgica e l'inserimento nella comunità cristiana (OICR 30) Circolarità delle tre dimensioni

13 12 Parola e Liturgia Circolarità delle tre dimensioni La S. Scrittura È il vocabolario della liturgia, che è evento di salvezza nelloggi della storia Fa interpretare la vita e la storia alla luce della fede Parola e Carità

14 13 La Liturgia Celebra il mistero della salvezza e attualizza la Scrittura celebrandola (professione di fede in atto) Modella la comunità e la forma ad una spiritualità pasquale- eucaristica (oblatività) Circolarità delle tre dimensioni Liturgia e Parola Liturgia e Carità

15 14 La «Carità» Trasforma la storia in storia di liberazione (pasqua) Fa celebrare «in spirito e verità» e modella il corpo ecclesiale che forma lassemblea liturgica Circolarità delle tre dimensioni Carità e Parola Carità e Liturgia

16 15 «Diventare cristiano richiede, fin dal tempo degli Apostoli, un cammino e una iniziazione con diverse tappe. Questo itinerario può essere percorso rapidamente o lentamente. Dovrà in ogni caso comportare alcuni elementi essenziali: lannuncio della Parola, laccoglienza del Vangelo, che provoca una conversione, la professione di fede, il Battesimo, leffusione dello Spirito Santo, laccesso alla comunione eucaristica» (Catechismo della Chiesa Cattolica, n. 1229). Una motivazione teologica: ridare unità ai tre sacramenti delliniziazione Non è solo una questione di «menate» per addetti ai lavori, ma di fedeltà alla tradizione apostolica e di ortoprassi!!!

17 16 IL PROGETTO GENITORI E FIGLI INSIEME NELLA COMUNITA PARROCCHIALE PER CRESCERE NELLA VITA DI FEDE

18 17 DESTINATARI genitori bambini accompagnatori FINALITA Promuovere nei genitori una fede adulta Integrare attivamente la famiglia nella parrocchia Completare liniziazione cristiana dei bambini Creare ministerialità capaci di accompagnare alla fede Pensare al gruppo come una piccola «comunità» pedagogica che gradualmente porta alla fede e inserisce nella Parrocchia

19 18 COMPONENTI DELLITINERARIO DI TIPO CATECUMENALE PER LIC DEI RAGAZZI Tempi Contenuti Obiettivi Itinerario Famiglie Attività e esperienze Celebrazioni

20 19 IL METODO: le idee di fondo Globalità (Parola/Lit/carità) Itinerario (Tempi e fasi) la comunità (anno liturgico) il gruppo Ragazzi-genitori-accompagnatori

21 20 IL METODO: i sussidi (tre itinerari paralleli e comunicanti) ComunitàAccompagnatoriFamigliaRagazzi Informazione dellavvio dellitinerario (consueti avvisi parrocchiali). Si può continuare la graduale pubblicazione di schede sul bollettino parrocchiale che presentano motivazioni e contenuti dellitinerario sperimentale (cfr. CD: «La proposta di sperimentazione in 7 schede) a) Studio della Guida CEI. Incontri di formazione biblica, liturgica e pedagogica. b) Preparare incontri con i genitori c) Progettare lavvio informale del gruppo dei ragazzi (mesi novembre – febbraio) a) Uno o più incontri in ottobre / novembre per ripresentare litinerario e le sue finalità e per raccogliere ladesione delle famiglie. Anno 1. Scheda 1: Presentazione dellitinerario b) Avviare con le famiglie un loro itinerario di recupero della fede: Anno 1. Scheda 2: Fidarsi è bene c) Scelta di alcune coppie perché facciano da tramite con le altre. Iniziare ai primi di novembre in maniera informale a creare il gruppo con momenti di preghiera, conoscenza animazione anche con cadenza quindicinale e metodologie diverse 0- Facciamo gruppo 01. Chi siamo? 02. Noi insieme! 03. Sì... ma dove? ESEMPIO: Prima evangelizzazione, anno I, Ottobre -Novembre

22 21 IL METODO: il sussidio per i ragazzi

23 22 IL METODO: litinerario per i genitori Momento con i bambini, preghiera iniziale Per iniziare lincontro una fase di interazione Si ascolta la parola di Dio e il parroco propone la riflessione E il più fattibile E se la coppia è scoppiata? Confronto conclusivo insieme Cè sempre un ritorno a casa Momento conviviale (si da la possibilità)

24 23 *Formazione del gruppo degli accompagnator i * Preparazione della famiglia allitinerario FASE PREPARATORIA anno 0 Dedicare del tempo per incontrare i genitori dei bambini dellasilo e del primo anno delle elementari Spiegando il perché di un cambiamento Presentendo le scelte dei Vescovi italiani Analizzando insieme anche i documenti dei Vescovi Tracciando sinteticamente il contenuto del cammino Insistendo fin da subito sul loro ruolo di genitori educatori. Cogliendo questo tempo per formare un gruppo di genitori che si disponga poi a camminare con i figli. Cercando anche fra di loro persone disponibili a svolgere il ruolo di catechisti accompagnatori. IL METODO: la struttura dellitinerario

25 24 FASE PREPARATORIA anno 0 Diocesi di Cremona PRIMO TEMPO 1. La prima evangelizzazione. Guida per gli accompagnatori e i genitori 1. Gesù ci chiama e ci parla. Quaderno attivo dei ragazzi Schede per la formazione degli accompagnatori l: Liniziazione cristiana di stile catecumenale 2: Il ministero dei catechisti accompagnatori e degli altri membri della comunità 3: Il percorso delliniziazione cristiana 4: La Bibbia nel cammino delliniziazione 5: La ritualità nel cammino delliniziazione cristiana

26 25 Ciò che abbiamo ricevuto ve lo raccontiamo Prima Evangelizzazione (due anni): Ascoltare Gesù che ci chiama e ci parla 1 ANNO: a) coinvolgere, motivare e far iniziare il cammino alle famiglie; b) formare il gruppo dei ragazzi; c) continuare la sensibilizzazione della comunità parrocchiale 2 ANNO: a) scoprire la persona di Gesù Cristo; b) decidere di continuare il cammino. STRUTTURA DELLITINERARIO: primo tempo

27 26 Prima fase: Laccoglienza Seconda fase: In ascolto di Gesù Terza fase: La buona notizia Prima Evangelizzazione (due anni): Ascoltare Gesù che ci chiama e ci parla primo tempo Ragazzi Prima fase: Laccoglienza Facciamo gruppo Siamo radunati per … Seconda fase: In ascolto di Gesù Gesù incomincia a parlarci Gesù ci parla dappertutto Gesù non ci lascia mai soli Gesù guarisce e dona la vita Gesù accoglie i bambini Terza fase: La buona notizia Prima unità: Gesù viene per incontrarsi con noi Seconda unità: Gesù ci invita a seguirlo Terza unità: Gesù muore e risorge per noi Quarta unità: Gesù ci dona il suo Spirito Genitori Prima fase: Laccoglienza Presentazione dellitinerario Leducazione: una sfida urgente Seconda fase: In ascolto di Gesù Dialogo nella coppia: lascolto Dialogo nella coppia: la comunicazione dei sentimenti Terza fase: La buona notizia Ricevere … o essere un sacramento Per una spiritualità coniugale Non più due … »: decidere insieme La famiglia in preghiera «Ti desidero». Il corpo che ama La strada del perdono Guidati dallo Spirito

28 27 STRUTTURA DELLITINERARIO: secondo tempo 2c. Verso i sacramenti : terza fase Siamo chiamati a seguire Gesù e a vivere come lui (fase esistenziale, fino allinizio dellultima Quaresima) Consegna del comandamento nuovo Prima celebrazione del Sacramento della Penitenza 2a. Verso i sacramenti: prima fase Entrare nella storia della salvezza e professare il Credo (fase biblica, non meno di un anno) Traditio e Redditio del Credo 2b. Verso i sacramenti : seconda fase Vivere nellamore del Padre ed esprimerlo nella fiducia filiale con il «Padre nostro» (fase comunitaria, non meno di un anno) Traditio e Redditio del Padre nostro Ciò che abbiamo ricevuto ve lo raccontiamo

29 28 secondo tempo 2a. Verso i sacramenti: FASE BIBLICA Entrare nella storia della salvezza e professare il Credo (non meno di un anno) Traditio e Redditio del Credo Ragazzi Prima unità: Dio si mette in contatto con noi Seconda unità: Dio si è fatto uno di noi Terza unità: Una storia di peccato e di salvezza Quarta unità: Gesù porta a compimento le intenzioni di Dio Quinta unità: Noi viviamo la nostra storia con Dio, il Padre Genitori Lamore: legame di libertà Amore dall Amore: matrimonio e creazione Nel sì di Cristo la redenzione dellamore umano: : Adamo ed Eva: lamore ferito La risurrezione di Gesù: il corpo trasfigurato Lazione sociale della famiglia cristiana La famiglia soggetto fondamentale della società Padri e madri a servizio della famiglia e della comunità Primo «gradino» Celebrazione: Ingresso nel secondo tempo

30 29 secondo tempo 2b. Verso i sacramenti: FASE LITURGICO - COMUNITARIA Vivere nellamore del Padre ed esprimerlo nella fiducia filiale con il «Padre nostro» (non meno di un anno) Traditio e Redditio del Padre nostro Ragazzi Prima unità: Dio ci ama come un Padre e ci raduna come sua famiglia Seconda unità: Dio condivide la nostra vita nella Parola fatta carne Terza unità: Celebriamo lamore di Dio donato per noi Quarta unità: LEucaristia memoriale della Pasqua Quinta unità: La preghiera dialogo con Dio Genitori Dio è amore: éros e agape nella vita della coppia Eucaristia: il linguaggio del nostro amore Procreazione responsabile e amore umano Lanno liturgico e la vita familiare La risurrezione dona una vita nuova aIla famiglia La famiglia: cammino di fedeltà nel tempo della prova Lamore per Dio e per il prossimo: un binomio inscindibile

31 30 2c. Verso i sacramenti : FASE ESISTENZIALE Siamo chiamati a seguire Gesù e a vivere come lui (fino allinizio dellultima Quaresima) Traditio e redditio del comandamento nuovo secondo tempo Prima domenica di Quaresima o domenica precedente Ragazzi Prima unità: Se vuoi, vieni e seguimi Seconda unità: Amate come io ho amato voi Terza unità: Riceverete forza dallo Spirito Santo Genitori II battesimo: inseriti in Cristo, un fatto e una scelta La rigenerazione della personalità cristiana La Riconciliazione: al cuore del perdono La Riconciliazione: impariamo a confessarci Leucaristia: come viverla appieno Prima celebrazione del Sacramento della Penitenza

32 31 STRUTTURA DELLITINERARIO: terzo tempo Ciò che abbiamo ricevuto ve lo raccontiamo 3. Ultima QUARESIMA La preparazione immediata (Luomo rifatto a immagine del Risorto) Secondo «gradino» Seconda Domenica di Quaresima Celebrazione: ELEZIONE AI SACRAMENTI

33 32 STRUTTURA DELLITINERARIO: Quarto tempo Terzo «gradino» Veglia Pasquale o Domeniche di Pasqua CELEBRAZIONE DELLA CRESIMA E DELLA PRIMA EUCARISTIA

34 33 STRUTTURA DELLITINERARIO: quarto tempo 4. Mistagogia Linserimento nella vita della comunità (tre fasi: due/ tre anni?) Ciò che abbiamo ricevuto ve lo raccontiamo Catechesi Formazione Aggregazione Servizio

35 34 La Domenica e la celebrazione del Giorno del Signore La riconciliazione e la vita nuova del discepolo Testimoni del Cristo Risorto: il nostro posto nella Chiesa ODL, Preadolescenti in Oratorio. Quaderno di progettazione LA SCUOLA IL CORPO Lo SPORT I MASS MEDIA E LE NUOVE TECNOLOGIE LA MUSICA LA LITURGIA LA CARITÀ In oratorio caritativo liturgico CATECHESI FORMAZIONE SERVIZIO AGGREGAZIONE Vita di gruppo… Recital… teatro … musica … animazione

36 35 «Il cammino così delineato e offerto alle comunità ecclesiali esige da esse una conversione pastorale che dia il primato allevangelizzazione e alleducazione della mentalità di fede. Esso si presenta anche come recupero delle radici più autentiche della tradizione cristiana per coniugarle con le domande delluomo di oggi. La sua attuazione richiederà un impegno nuovo, ma potrà costituire, nel servizio ai più piccoli, unoccasione di rinnovamento missionario di tutta la comunità». CEI, Liniziazione cristiana. 2. Orientamenti per liniziazione dei fanciulli e dei ragazzi dai 7 ai 14 anni. Premessa


Scaricare ppt "1 Diocesi di Cremona ITINERARIO PER LINIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIA BATTEZZATI."

Presentazioni simili


Annunci Google