La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale Dipartimento di Scienze Umane, Sociali e della Salute Lingua Inglese a.a. 2014-2015 (Dott. Saverio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale Dipartimento di Scienze Umane, Sociali e della Salute Lingua Inglese a.a. 2014-2015 (Dott. Saverio."— Transcript della presentazione:

1 Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale Dipartimento di Scienze Umane, Sociali e della Salute Lingua Inglese a.a (Dott. Saverio Tomaiuolo) Il present perfect

2 Forma affermativa SOGGETTO + Have/has (alla terza persona) + Participio passato + …… You have always loved London She has recently won the literary prize They have improved their performances in the last weeks. Forma negativa SOGGETTO + Have not (haven’t) / has not (hasn’t) + Participio passato You have not (haven’t) always loved London. She hasn’t recently won the literary prize They have not (haven’t) improved their performances in the last weeks. Frase interrogative Have /has + SOGGETTO + participio passato + …. Have you always loved London? Has she recently won the literary prize?

3 Il present perfect si adopera per indicare: 1. un’azione che è cominciata nel passato e non è ancora finita: I have worked with her since Monday. Si differenzia dal Simple past (che invece indica un’azione conclusa e senza conseguenze nel presente) proprio perché l’azione è ancora in corso di svolgimento. 2. un’azione avvenuta nel passato ma le cui conseguenze sono ancora evidenti: As you can see, I have broken my arm Il present perfect si accompagna sempre agli avverbi di tempo ever e never, nelle seguenti espressioni: Have you ever visited Paris? I have never seen that movie. Solitamente si utilizza in presenza degli avverbi di tempo recently, lately, during the last weeks, just, still, yet (a conclusione della frase: I haven’t seen John yet)

4 Esempi: You look tired! I have had a terribile headache and my head still aches. I have never been in London. The whole town is full of water! It has rained a lot yesteday

5 La forma di durata (duration form): for e since

6 La forma di durata si utilizza unitamente alla presenza di preposizioni “for” e “since”, e si traduce con il present perfect (e present perfect continuous). La forma di durata si utilizza unitamente alla presenza di preposizioni “for” e “since”, e si traduce con il present perfect (e present perfect continuous). For traduce l’italiano “per” ma anche “da”, indicando la quantità di tempo: For traduce l’italiano “per” ma anche “da”, indicando la quantità di tempo: I have known him for five years They have worked with them for ten days Since traduce l’italiano “da” ed indica l’inizio (nel passato) di un’azione che è appena finita o che continua: Since traduce l’italiano “da” ed indica l’inizio (nel passato) di un’azione che è appena finita o che continua: I have played in that team since 1999 She hasn’t seen him since Monday. She hasn’t seen him since Monday. Spesso la duration form traduce il presente indicativo italiano: Spesso la duration form traduce il presente indicativo italiano: “Si allena da cinque settimane”= He has trained for five weeks “Non lo vede da gennaio”= She hasn’t seen him since January. “Non lo vede da gennaio”= She hasn’t seen him since January.

7 Esempi: I have studied for 2 months and now I’m ready. They haven’t met him since We have played in that team for 10 months. She has lived with them since she was a child.

8 Il Past Perfect

9 Il past perfect si adopera di solito in affiancamento al past simple per indicare un’azione al passato (A) che precedeva un’altra azione (B) avvenuta sempre al passato. SOGGETTO + Had + Participio passato: SOGGETTO + Had + Participio passato: After I had watched that game on TV (A), I was very happy (B). He needed (B) some rest after he had taken notes (A) the whole day. Come vedremo, il past perfect può essere utilizzato anche nel periodo ipotetico di terzo tipo. Come vedremo, il past perfect può essere utilizzato anche nel periodo ipotetico di terzo tipo.

10 Il Genitivo Sassone

11 Si utilizza per indicare l’appartenenza o il possesso da parte di un essere animato: Si utilizza per indicare l’appartenenza o il possesso da parte di un essere animato: The boy’s room is big Peter’s girlfriend is nice The cat’s eyes are gray The cat’s eyes are gray Nelle forme al plurale si omette la “s” del genitivo: Nelle forme al plurale si omette la “s” del genitivo: The boys’ rooms are big The runners’ shoes were comfortable Quando il possesso o l’appartenenza riguarda più di un individuo, il genitivo sassone si utilizzerà solo in unione all’ultimo termine: Quando il possesso o l’appartenenza riguarda più di un individuo, il genitivo sassone si utilizzerà solo in unione all’ultimo termine: John and Peter’s books are interesting Quando l’appartenenza è riferita ad un essere inanimato, non si utilizza il genitivo sassone, come in: the top of the mountain is white Quando l’appartenenza è riferita ad un essere inanimato, non si utilizza il genitivo sassone, come in: the top of the mountain is white


Scaricare ppt "Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale Dipartimento di Scienze Umane, Sociali e della Salute Lingua Inglese a.a. 2014-2015 (Dott. Saverio."

Presentazioni simili


Annunci Google