La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

N4N Platform Architecture PA Inside outlook.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "N4N Platform Architecture PA Inside outlook."— Transcript della presentazione:

1 N4N Platform Architecture PA Inside outlook

2 v.2 Funzionalità incluse in PA si pone l'obiettivo di mettere a disposizione delle applicazioni l'infrastruttura di un data layer in cui una serie di funzionalità di carattere generale sono già disponibili sgravandole dall'onere di realizzarle. è una piattaforma che si articola su diversi framework. È sviluppata in Visual Basic.NET secondo i dettami dell'Object Orientation e fornisce le seguenti funzionalità:  Gestione e notifica dei messaggi/errori  Versioning dei componenti e della base dati  Formattazione query SQL  Tracing delle attività  Log in User  Signing dei record inseriti e aggiornati a fronte dell'utenza di logon

3 v.2 N4N Platform Architecture Espone le interfacce comuni di e servizi di carattere generale Accede al db dei messaggi e ne eroga le info alle applicazioni Plug-in che implementa il tracing all’interno di uno specifico container Fornisce i servizi core per i plug-in di tracing Servizio di composizione parametrica delle query SQL

4 v.2 Gestione e notifica della messaggistica  La messaggistica in generale e degli errori in particolare è persistente su database ma può esserlo su altri supporti come file XML o altro  I messaggi sono classificati e corredati da info pertinenti che ne semplificano e/o automatizzano la gestione nel codice  Tutti i framework utilizzati supportano questa architettura. Ciò garantisce che, laddove un'applicazione includa più framework, anche annidati, un errore generato in un framework venga correttamente notificato al client che lo presenta nella forma opportuna (popup, log, …)

5 v.2 Versioning dei componenti e della base dati Ogni framework implementato è versionato e le info di versione sono presentate tramite opportuna interfaccia IVersion. Questo consente di:  elencare nel client, es. form di About, tutti i framework presenti e relativa versione  effettuare controlli automatici nel codice client per verificare la coerenza con i requisiti minimi per quanto riguarda la versione degli oggetti  gestire opportunamente le build di progetto  anche la versione del database è gestibile tramite l'interfaccia IVersion  supportato l’ambito del db Sviluppo / Test / Produzione Questo consente di prevenire le instabilità che possono insorgere in una applicazione a causa della presenza accidentale di componenti obsoleti Questo consente di prevenire le instabilità che possono insorgere in una applicazione a causa di una base dati non allineata con le librerie Questo previene il rischio in fase di sviluppo di accedere al database sbagliato compromettendone i dati

6 v.2 SQL Query format Framework per la formattazione automatica delle query SQL. Condivide alcune delle funzionalità di un ORM (Object Relational Mapping) quali, mapping campo_tabella->proprietà-oggetto e generazione automatica delle query. Ideale per sistemi che prevedono modalità di query parametriche come i motori di ricerca. Allo stato dell’arte, supporta la generazione automatica delle query di SELECT, INSERT, UPDATE, DELETE e JOIN anche complesse. Alleggerisce notevolmente la tediosa fase di messa a punto delle query SQL

7 v.2 Tracing delle attività  Tracing basato su plug-in per supportare ogni tipo di container quali file di testo o XML, EventLog, database, …  gestione evoluta del supporto di log con la possibilità, ad esempio, di storicizzare il file al raggiungimento di una determinata dimensione  verbosità impostabile: info / warning / debug  il meccanismo di tracing consente di accendere/spegnere la la funzione sia da interfaccia utente che da file di configurazione. Utile per tracciare il funzionamento di un framework solo in caso di necessità Il controllo del tracing da file di configurazione lo rende ottimale per asservirlo ai framework a supporto dei webservices pubblicati su web dove non necessariamente è presente una GUI di amministrazione

8 v.2 Log in User  Gestione integrata dell'utenza di logon.  Predisposizione per la messa a disposizione dell’applicazione di informazioni statiche di ambiente come nome macchina, sistema operativo, log di sistema, … (analogo al sy ABAP) in modo che siano sempre disponibili e semplificando quindi lo sviluppo.

9 v.2 Signing dei record di tabella  Possibilità di marcare in automatico i record inseriti o aggiornati in tabella mediante info di utenza di logon, data e ora  Le tabelle rispondono ad un template comune per il supporto del signing

10 v.2 Template framework L'infrastruttura dell’applicazione client, GUI e/o framework di tipo data layer, necessaria a supportare è disponibile in un template sempre aggiornato e funzionante. Questo consente di impiantare una nuova applicazione nel giro di 1 ora!

11 v.2 Glossario Build di progettoFase documentativa dello sviluppo in cui, ad esempio, si censiscono tutti i componenti e relative versioni che costituiscono quella determinata versione del Prodotto FrameworkLibreria di funzioni software condivisa tra applicazioni ORMObject Relational Mapping, librerie software che, in ambito programmazione ad oggetti, consentono di stabilire un legame logico fra classi e tabelle db al fine di semplificarne l’interfacciamento Plug-inParticolare tipo di applicazione che può essere agganciata a caldo ad una applicazione predisposta estendendone le funzionalità TracingFunzione di tracciatura dell’attività utente su file di log da parte dell’applicazione

12 v


Scaricare ppt "N4N Platform Architecture PA Inside outlook."

Presentazioni simili


Annunci Google