La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di formazione Rappresentanti di Lista Movimento 5 Stelle Firenze 7 Febbraio 2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di formazione Rappresentanti di Lista Movimento 5 Stelle Firenze 7 Febbraio 2013."— Transcript della presentazione:

1 Corso di formazione Rappresentanti di Lista Movimento 5 Stelle Firenze 7 Febbraio 2013

2 Obiettivo Questo incontro ha l’obiettivo di sciogliere dubbi e preparare tutte le persone che saranno presenti ai seggi elettorali come rappresentanti di lista, per affrontare al meglio le operazioni di voto e di scrutinio. 2 di 22 Il rappresentante di lista, la sua designazione ed i relativi poteri e doveri Il funzionamento del seggio Principi generali e modalità di voto Le tempistiche del voto e i soggetti presenti nel seggio Dibattito

3 TIMELINE DEL VOTO Sabato 16:00 Costituzione del seggio elettorale (timbratura schede) PRESENTAZIONE AL PRESIDENTE Domenica 8:00 Inizio delle operazioni di voto di domenica Domenica 22:00 Chiusura delle operazioni di voto di domenica Lunedì 7:00 Inizio delle operazioni di voto di lunedì Lunedì 15:00 Chiusura delle operazioni di voto di lunedì Lunedì 15:01 Inizio scrutinio e conteggio voti 3 di 22

4 L’ufficio elettorale di sezione È il luogo fisico dove si svolgono le operazioni elettorali È composto da: un presidente, quattro scrutatori (di cui uno, a scelta del presidente, assume la funzioni di vicepresidente), da un segretario e dai rappresentanti di lista 4 di 22

5 I soggetti presenti nel seggio sovrintende e garantisce la regolarità di tutte le operazioni compiute dall'Ufficio elettorale di Sezione Il PRESIDENTE Nominato tra gli scrutatori, fa le veci del Presidente in caso di sua temporanea assenza o impedimento Il Vice Presidente Assistere il presidente nell’adempimento delle operazioni del seggio, scrive materialmente i verbali di dichiarazioni, proteste e reclami Il Segretario Gli Scrutatori autenticano le firme, identificano gli elettori, presentano proposte e mettono a verbale dichiarazioni o proteste Gli Scrutatori 5 di 22

6 Rappresentanti di Lista Sono le persone che curano gli interessi di un soggetto politico che si presenta alle elezioni, vigilando che tutte le operazioni di voto al seggio si svolgano in maniera regolare, conforme alla legge e non penalizzante per la propria lista di candidati Di fatto sono i garanti del corretto svolgimento delle operazioni elettorali Possono assistere a tutte le operazioni relative al voto, dalla preparazione del seggio il sabato, fino alla fine dello spoglio dei voti Non c’è un obbligo ad assistere a tutte le operazioni, ma è ovviamente essenziale assistere alle operazioni di scrutinio dei voti, ovvero all’apertura materiale delle schede e rendicontazione dei risultati elettorali 6 di 22

7 DESIGNAZIONE I rappresentanti di lista sono nominati dai delegati di lista, mediante delega scritta e autenticata Termine ultimo venerdì 22 febbraio alla segreteria generale del Comune Altrimenti rappresentanti possono consegnare le designazioni direttamente ai presidenti di seggio al momento della costituzione del seggio nella giornata di sabato entro le 16,00 La designazione può essere portata direttamente al Presidente di seggio la domenica mattina prima dell’inizio delle operazioni di voto. MODALITA’ SCONSIGLIATA 7 di 22

8 Requisiti: ESSERE ELETTORE DELLA CIRCOSCRIZIONE ELETTORALE Ai Rappresentanti, come agli altri componenti del seggio, spetta il diritto all’assenza dal posto di lavoro e il diritto a specifiche quote retributive, in aggiunta all’ordinaria retribuzione mensile ovvero a riposi compensativi che non pregiudichino le ferie annuali, per i giorni festivi o non lavorativi eventualmente compresi nel periodo di svolgimento delle operazioni elettorali 8 di 22

9 Poteri e Doveri 1. Hanno diritto di assistere a tutte le operazioni dell’Ufficio elettorale, sedendo al tavolo dell’Ufficio stesso o in prossimità, ma sempre in luogo che consenta loro di seguire le operazioni elettorali 2. Possono fare inserire nel verbale eventuali dichiarazioni 3. Possono apporre la loro firma o il loro sigillo sulle strisce di chiusura delle urne, sul verbale e sui plichi contenenti gli atti della votazione e dello scrutinio, nonché sui mezzi di segnalazione apposti alle finestre ed agli accessi della sala delle elezioni 4. Possono votare nel seggio in cui sono stati designati POSSONO TENERE UN SEGNO DI RICONOSCIMENTO DELLA LISTA CHE RAPPRESENTANO, PURCHE’ DENTRO ALLA SEZIONE ELETTORALE NELLA QUALE SONO DESIGNATI I rappresentanti di lista nell’esercizio delle loro funzioni sono considerati pubblici ufficiali Per i reati commessi in danno di essi si procede a giudizio direttissimo. 9 di 22

10 FUNZIONAMENTO DEL SEGGIO - Costituzione - Alle ore 16:00 del sabato, il presidente costituisce l’Ufficio elettorale di sezione, chiamando a farne parte il segretario da lui scelto e gli scrutatori. Per la validità delle operazioni del seggio, è sufficiente che si trovino sempre presenti almeno tre membri, tra cui il presidente o il vicepresidente. Il presidente chiama, quindi, ad assistere alle operazioni elettorali anche i rappresentanti di lista, sulla base delle designazioni consegnategli dal Comune oppure delle designazioni che i rappresentanti stessi gli presentino direttamente, accertandosi della loro identità e della regolarità della designazione. I rappresentanti di lista non fanno parte dell’Ufficio di sezione e la loro presenza non è necessaria per la validità delle operazioni. Possono presentarsi anche successivamente, purché le designazioni siano state precedentemente effettuate 10 di 22

11 Fase di Scrutinio Dalle ore 15,01 del Lunedì Lo scrutinio ha inizio alla chiusura delle operazioni di voto, ore 15,00 del Lunedì. Le operazioni devono svolgersi senza interruzioni ed essere ultimate entro le ore 15,00 di martedì Durante la fase di scrutinio è concessa la facoltà ai rappresentanti di lista di contestare le assegnazioni di voto Alle operazioni di scrutinio possono assistere i rappresentanti delle liste e gli elettori della sezione I RAPPRESENTANTI DI LISTA NON POSSONO INTERFERIRE CON LE OPERAZIONI DI CONTEGGIO MATERIALE DEI VOTI 11 di 22

12 Come si vota Il voto si esprime tracciando una croce sul rettangolo contenente il contrassegno. Ogni altro segno in più trovato sulla scheda ne comporta la nullità 12 di 22

13 PRINCIPI GENERALI – il favor voti Principio di salvaguardia della validità del voto “La validità dei voti contenuti nella scheda dovrebbe essere ammessa ogniqualvolta se ne possa desumere la volontà effettiva dell’elettore, salvo i casi di schede non conformi alla legge o non recanti la firma di uno scrutatore o il bollo dell’ufficio elettorale di sezione o di schede che presentino scritture o segni tali da far ritenere, in modo inoppugnabile, che l’elettore abbia voluto far riconoscere il proprio voto” Segni di riconoscimento “Quando sulla scheda risultano apposti scritture o segni tali da far ritenere, in modo inoppugnabile, che l’elettore abbia voluto far riconoscere il proprio voto, la scheda va considerata nulla “ 13 di 22

14 NULLITA’ DEL VOTO E DELLA SCHEDA Si ha la nullità del voto se la scheda, pur essendo votata in maniera da non lasciare dubbi circa l’intenzione dell’elettore, presenta irregolarità tali da rendere nulla la espressione del suffragio ESEMPI : 1.Presentino scritture o segni tali da far ritenere, in modo inoppugnabile, che l’elettore abbia voluto far riconoscere il proprio voto. 2.Schede non conformi a quelle ministeriali, non timbrate o firmate 3.Se l’elettore ha tracciato due o più segni su contrassegni diversi, o un segno trasversale che comprenda l’area di due o più rettangoli della scheda Regola generale Qualsiasi segno sulla scheda oltre la croce, comporta nullità. Attenzione a macchie, più o meno volontarie 14 di 22

15 ESEMPI DI VOTO 15 di 22

16 16 di 22

17 17 di 22

18 18 di 22

19 19 di 22

20 Schede bianche Si considerano bianche le schede che, regolarmente munite del bollo e della firma, non portino alcuna espressione di suffragio né segni o tracce di scrittura Tali schede devono essere bollate sul retro con il timbro della sezione Del numero delle schede nulle e delle schede bianche deve essere presa nota nel verbale Inoltre devono essere di volta in volta vidimate dal presidente o da almeno due scrutatori ed incluse nella apposita busta ATTENZIONE: le schede bianche non devono MAI uscire dal seggio 20 di 22

21 CONTESTAZIONI Casi dubbi: decide il Presidente di seggio, sentiti scrutatori e rappresentanti di lista. In caso di pareri discordanti, decide l’Ufficio elettorale provinciale. E’ quindi importante che le osservazioni e le motivazioni dei nostri rappresentanti di lista vengano messe a verbale TUTTO CIO’ CHE NON VIENE VERBALIZZATO NON SUSSISTE Per qualsiasi dubbio durante le operazioni di voto, si raccomanda di tenersi in contatto telefonico con il proprio rappresentante locale 21 di 22 Per dare la vostra disponibilità

22 …Grazie dell’attenzione!! 22di 22


Scaricare ppt "Corso di formazione Rappresentanti di Lista Movimento 5 Stelle Firenze 7 Febbraio 2013."

Presentazioni simili


Annunci Google