La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di PETROGRAFIA Laurea Triennale in Geologia A.A. 2011-2012 Angelo Peccerillo tel: 075 5852608 home page:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di PETROGRAFIA Laurea Triennale in Geologia A.A. 2011-2012 Angelo Peccerillo tel: 075 5852608 home page:"— Transcript della presentazione:

1 Corso di PETROGRAFIA Laurea Triennale in Geologia A.A Angelo Peccerillo tel: home page: Lezione del 15 Dicembre 2011

2 Tipi di metamorfismo I vari fattori del metamorfismo (temperatura, pressione, fluidi) hanno diversa importanza nei diversi ambienti geologici. Sulla base delle cause dominanti nel corso della ricristallizzazione, vengono distinti i seguenti tipi di metamorfismo: Metamorfismo termico o di contatto Metamorfismo termico o di contatto Metamorfismo dinamotermico o regionale Metamorfismo dinamotermico o regionale Metamorfismo di seppellimento Metamorfismo di seppellimento Metamorfismo dinamico Metamorfismo dinamico Metamorfismo di fondo oceanico Metamorfismo di fondo oceanico

3 Tipi di metamorfismo Il metamorfismo termico si realizza nelle rocce intorno alle intrusioni magmatiche; il fattore principale è costituito dalla temperatura. Le reazioni metamorfiche avvengono nelle rocce incassanti al contatto con le intrusioni (da cui anche la denominazione metamorfismo di contatto). Le rocce termometamorfiche, pertanto, formano delle aureole intorno ai corpi intrusivi. Le rocce più prossime all'intrusione sono interessate da metamorfismo di grado più alto rispetto alle rocce distali. Le rocce di metamorfismo di contatto vengono indicate con il termine di cornubianiti. Metamorfismo termico (o di contatto)

4 Tipi di metamorfismo Metamorfismo termico (o di contatto)

5 Tipi di metamorfismo Il metamorfismo dinamotermico (detto anche metamorfismo regionale perché si sviluppa su zone molto estese) coincide con le fasce orogeniche. Le rocce metamorfiche sono diffuse lungo le catene montuose profondamente erose. Il ruolo delle pressioni orientate nel metamorfismo regionale è evidenziato dalla grande abbondanza di rocce con strutture anisotrope (scistose, gneissiche, etc.), anche se non mancano rocce con struttura isotropa (granoblastica). Queste si formano generalmente nella crosta profonda dove prevalgono le pressioni idrostatiche. I minerali presenti nelle rocce di metamorfismo regionale sono rappresentati da una grande varietà di tipi tra cui i più comuni sono le miche chiare, la clorite, sillimanite, granato, anfibolo, cianite, biotite. Metamorfismo dinamotermico (o regionale)

6 Tipi di metamorfismo Metamorfismo dinamotermico (o regionale) Metamorfismoregionale

7 Tipi di metamorfismo Metamorfismo di seppellimento Il metamorfismo di seppellimento si realizza al contatto tra zolle convergenti, specialmente nelle parti profonde delle serie sedimentarie delle fosse oceaniche. Esso è caratterizzato da pressioni elevate e da temperature abbastanza basse, dell’ordine di °C. Le pressioni sono sia di carico che deformative, per cui le strutture che si sviluppano sono di tipo orientato. Minerali indice di questo metamorfismo sono la giadeite e il glaucofane. Metamorfismo di seppellimento

8 Tipi di metamorfismo Metamorfismo dinamico o cataclastico Il metamorfismo dinamico o cataclastico si verifica in zone di grandi fratture crostali, all'interfaccia tra grandi blocchi rocciosi in movimento differenziale. L'energia liberata dall'attrito tra blocchi rocciosi genera intensa frantumazione dei minerali, incremento di temperatura ed estesa ricristallizzazione. Le strutture tipiche delle rocce cataclastiche sono fortemente anisotrope e sono caratterizzate da grossi cristalli fortemente fratturati, inclusi in una matrice di cristalli di minute dimensioni. Le rocce di metamorfismo dinamico sono le miloniti, cataclasiti e pseudotachiliti.

9 Tipi di metamorfismo Metamorfismo di fondo oceanico Il metamorfismo di fondo oceanico interessa le rocce che costituiscono i fondi degli oceani. Esso è caratterizzato da pressioni sono molto basse, da temperature abbastanza elevate, legate al calore rilasciato dal mantello sottostante e dai magmi che risalgono lungo le zone di dorsale, e da un'elevata pressione di fluidi conseguente all'infiltrazione di acqua marina. L'intensa circolazione di fluidi acquosi produce importanti fenomeni di metasomatismo per cui le rocce di fondo oceanico subiscono un generale arricchimento in Na 2 O e CaO.


Scaricare ppt "Corso di PETROGRAFIA Laurea Triennale in Geologia A.A. 2011-2012 Angelo Peccerillo tel: 075 5852608 home page:"

Presentazioni simili


Annunci Google