La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL PUNTO SUL LAVORO IN PROVINCIA DI BERGAMO 13 APRILE 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL PUNTO SUL LAVORO IN PROVINCIA DI BERGAMO 13 APRILE 2010."— Transcript della presentazione:

1 IL PUNTO SUL LAVORO IN PROVINCIA DI BERGAMO 13 APRILE 2010

2 La congiuntura a Bergamo Il consuntivo dellanno 2009 ci restituisce le misure di una crisi senza precedenti: La produzione industriale è diminuita del 10% Il fatturato è diminuito del 15% Gli addetti alle unità manifatturiere sono diminuiti del 2,9% Nellartigianato la produzione manifatturiera si è contratta del 13,2% nella media dellanno 2009 e loccupazione del 4,3%. Nonostante il prolungato ricorso alla Cassa Integrazione, il cui utilizzo è leggermente calato nellultimo trimestre dellanno, il saldo occupazionale continua a peggiorare e non si intravede un miglioramento a breve del mercato del lavoro.

3 Produzione industriale a Bergamo – 2007/2009

4 Il mercato del lavoro in provincia di Bergamo Fonte: nostra elaborazione su dati ISTAT 4 Tassi di occupazione e di disoccupazione anni Tasso di occupazioneTasso di disoccupazione BERGAMOLOMBARDIABERGAMOLOMBARDIA I sem I sem I sem I sem Maschi 77,677,776,276,776,675,51,52,23,22,63,04,2 Femmin e 50,951,553,256,657,156,54,24,44,54,64,86,0 Totale 64,765,065,166,767,066,12,63,04,23,43,74,9

5 Cassa Integrazione Ore autorizzate operaiimpiegatitotale valori in migliaia variazione %476%920%519% Somma di CIG Ordinaria e Straordinaria – Aggiungere oltre 10 milioni di ore di CIG in deroga nel Elaborazione Cisl Bergamo su dati Inps

6 Cassa Integrazione utilizzata 2007/2009

7 Il mercato del lavoro in provincia di Bergamo QUALCHE NUMERO STRUTTURALE: Persone con 15 anni e Forze lavoro (Occ.+Disocc.) (54,2%) Tasso di attività anni: BG LOMB.Diff. M79,5 79,0+0,5 F53,9 60,0-6,1 TOT. 67,0 69,6-2,6 In pratica donne in meno nel MdL. Perché?

8 Il mercato del lavoro in provincia di Bergamo Tasso di attività femminile per età: BG LOMB.Diff ,2 31,6+5, ,8 80,4-0, ,5 79,0-9, ,2 68,4-8,2 55 e + 4,9 9,3-4,4 TOT.53,9 60,0-6,1 In pratica donne in meno nel MdL BG, ma in più fra le giovanissime (che tuttora studiano dunque di meno)

9 Il mercato del lavoro in provincia di Bergamo

10 Flussi iscrizioni ai CPI Variazione 2009/08 Totali M+F % F % F % Over 45 anni % F % F % Fino a 25 anni %F % F % Extracomun % F % F % Nel 2007 i flussi registrati erano di cui 4300 immigrati. Elaborazione CISL Bergamo su dati Osservatorio Mercato del Lavoro

11 Iscritti ai Centri per lImpiego 31/12/200831/12/2009 Variazione 2009/2008 Totali M+F % F % F % Over 45 anni % F % F % Fino a 25 anni % F % F % Mobilità % F % F % Extracomunitari % F % F % Nel 2007 lISTAT aveva calcolato una media di disoccupati (5.000 maschi e femmine)a fronte di iscritti Elaborazione Cisl Bergamo su dati Osservatorio Mercato del Lavoro

12 Mercato del lavoro a Bergamo Avviamenti, Cessazioni e Saldi 2008 – 2009 Fonte ARIFL: Osservatorio Mercato del Lavoro * nel 2° semestre il saldo è risultato negativo di –1145 unità AnnoAvviamentiCessazioniSaldo * Diff. % 2009/08- 35,8 %- 31,7 %- 80,1 %

13 Mercato del lavoro a Bergamo Avviamenti 1° e 2° semestre 2009 per contratto Contratto1° semestre2° semestre T. indeterminato % % T. Determinato % % Somministrazione % % Lavoro a progetto %4.6618% Apprendistato2.9455%3.1685% Altro8261%8601% Totale % %

14 Mercato del lavoro a Bergamo Avviamenti 1° e 2° semestre 2009 per settore 1° semestre2° semestre Agricoltura % 5421% Commercio e servizi % % Costruzioni % % Industria % % Dato non disponibile 650% 190% TOTALE % %

15 Collocati in mobilità /91236/93TOTALE223/91236/93TOTALE n. lavoratori / %+139%+87% 223/23651%49%100%37%63%100%

16 Il mercato del lavoro in provincia di Bergamo Il peso strutturale del tempo INDETERMINATO Su dipendenti a fine 2008: a tempo indeterminato (88,6%) a tempo determinato (11,4%) Lievi differenze fra M (90%) e F (86%) e fra operai (86,5%) e impiegati (89,3%)

17 Il mercato del lavoro in provincia di Bergamo Alcuni spunti di discussione: Il gap della componente femminile ( ) Il peso della componente immigrata (14,1%), sempre più necessaria e altrettanto segregata (in posizioni non appetibili dagli autoctoni?) e socialmente poco accettata Terziarizzazione: pochi a produrre e tanti a… camparci sopra? O verso uneconomia e produzioni a sempre più elevato valore aggiunto poco determinato dal lavoro fisico? I giovani: destinati al precariato eterno o si confondono oggettive difficoltà di ingresso e di percorso con un… destino infame? Quali ammortizzatori specifici per i precari?


Scaricare ppt "IL PUNTO SUL LAVORO IN PROVINCIA DI BERGAMO 13 APRILE 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google