La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

27° Convegno Nazionale GNGTS, Trieste, 6-8 ottobre 2008 Relazioni tra cold seeps, Bright Spot e strutture profonde nel Canale di Otranto, Sud Adriatico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "27° Convegno Nazionale GNGTS, Trieste, 6-8 ottobre 2008 Relazioni tra cold seeps, Bright Spot e strutture profonde nel Canale di Otranto, Sud Adriatico."— Transcript della presentazione:

1 27° Convegno Nazionale GNGTS, Trieste, 6-8 ottobre 2008 Relazioni tra cold seeps, Bright Spot e strutture profonde nel Canale di Otranto, Sud Adriatico. Del Ben A.(*), Geletti R.(^), Mocnik A. (*), Forte E. (*), Pipan M. (*) (*) Dipartimento di Scienze Geologiche, Ambientali e Marine(DiSGAM), Università di Trieste, Italia (^) Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (OGS) Trieste, Italia

2 27° Convegno Nazionale GNGTS, Trieste, 6-8 ottobre 2008 Relazioni tra cold seeps, Bright Spot e strutture profonde nel Canale di Otranto, Sud Adriatico. Obiettivo: analizzare correlazioni tra strutture superficiali e profonde mediante linterpretazione integrata di dati sismici a riflessione e profili morfobatimetrici echo-sounding acquisiti nel Canale di Otranto, Sud Adriatico.

3 27° Convegno Nazionale GNGTS, Trieste, 6-8 ottobre 2008 Relazioni tra cold seeps, Bright Spot e strutture profonde nel Canale di Otranto, Sud Adriatico. La ricerca ha avuto inizio dallosservazione della linea MS-29 che ha messo in luce 3 strutture:

4 27° Convegno Nazionale GNGTS, Trieste, 6-8 ottobre 2008 Relazioni tra cold seeps, Bright Spot e strutture profonde nel Canale di Otranto, Sud Adriatico. rilievi morfobatimetrici

5 27° Convegno Nazionale GNGTS, Trieste, 6-8 ottobre 2008 Relazioni tra cold seeps, Bright Spot e strutture profonde nel Canale di Otranto, Sud Adriatico. Bright spot

6 27° Convegno Nazionale GNGTS, Trieste, 6-8 ottobre 2008 Relazioni tra cold seeps, Bright Spot e strutture profonde nel Canale di Otranto, Sud Adriatico. DATI : Linea sismica MS-29 Linee sismiche ministeriali Zona F-D Pozzi di taratura: Merlo, Falco, Aquila, Medusa, Giove Profili echo- sounding Multibeam e CHIRP

7 27° Convegno Nazionale GNGTS, Trieste, 6-8 ottobre 2008 Relazioni tra cold seeps, Bright Spot e strutture profonde nel Canale di Otranto, Sud Adriatico. Interpretazione dei profili sismici ministeriali Distribuzione spaziale del Bright Spot

8 27° Convegno Nazionale GNGTS, Trieste, 6-8 ottobre 2008 Relazioni tra cold seeps, Bright Spot e strutture profonde nel Canale di Otranto, Sud Adriatico. Riconoscimento del Margine di Piattaforma Apula nella zona di interesse: è stato individuato lorientamento NO-SE dal Gargano allAlbania (Nicolai e Gambini, 2007) Nicolai e Gambini (2007), modificata

9 27° Convegno Nazionale GNGTS, Trieste, 6-8 ottobre 2008 Relazioni tra cold seeps, Bright Spot e strutture profonde nel Canale di Otranto, Sud Adriatico

10 Strutture superficiali individuate lungo i profili sismici F e F 75-59

11 27° Convegno Nazionale GNGTS, Trieste, 6-8 ottobre 2008 Relazioni tra cold seeps, Bright Spot e strutture profonde nel Canale di Otranto, Sud Adriatico Interpretazione dei profili echo-sounding: Multibeam: unica strisciata lungo la linea MS-29 (Geletti, 2008), mette in luce un terzo gruppo di rilievi verso Nord- Ovest e possibili allineamenti lungo faglie.

12 27° Convegno Nazionale GNGTS, Trieste, 6-8 ottobre 2008 Relazioni tra cold seeps, Bright Spot e strutture profonde nel Canale di Otranto, Sud Adriatico CHIRP: transetti acquisiti lungo il profilo MS-29 (Geletti, 2008) ; mettono in luce la trasparenza acustica dei rilievi e caratteristiche morfologiche a maggior risoluzione

13 27° Convegno Nazionale GNGTS, Trieste, 6-8 ottobre 2008 Relazioni tra cold seeps, Bright Spot e strutture profonde nel Canale di Otranto, Sud Adriatico Primo gruppo di rilievi individuati nel dato Multibeam e nel dato Chirp: estensione di 1500 metri e elevazione massima di 20 metri.

14 27° Convegno Nazionale GNGTS, Trieste, 6-8 ottobre 2008 Relazioni tra cold seeps, Bright Spot e strutture profonde nel Canale di Otranto, Sud Adriatico Coral mounds: strutture associate alla presenza di banchi corallini di mare freddo e profondo, spesso correlati alla presenza di gas e idrocarburi Evidenze sismiche e di coral mounds nellAvampaese Apulo: Mar Ionio, estremità NE linea sismica M5 (Fusi et al., 2006) Adriatico Centrale, alto strutturale di Palagruza (Geletti et al.,2008) Campionamenti effettuati: Fusi et al.,2006 Mar Ionio Taviani (2008), Adriatico centrale

15 27° Convegno Nazionale GNGTS, Trieste, 6-8 ottobre 2008 Relazioni tra cold seeps, Bright Spot e strutture profonde nel Canale di Otranto, Sud Adriatico Dati Chirp lungo MS-29: Trasparenza acustica Ubicazione in corrispondenza Bright Spot CORAL MOUNDS

16 27° Convegno Nazionale GNGTS, Trieste, 6-8 ottobre 2008 Relazioni tra cold seeps, Bright Spot e strutture profonde nel Canale di Otranto, Sud Adriatico Correlazione con Strutture Profonde Margine di piattaforma Compattazione differenziata (a cui sono legate le deformazioni superficiali) Riattivazione di faglie mesozoiche

17 27° Convegno Nazionale GNGTS, Trieste, 6-8 ottobre 2008 Relazioni tra cold seeps, Bright Spot e strutture profonde nel Canale di Otranto, Sud Adriatico CONCLUSIONI I Coral Mounds interpretati nel Canale dOtranto risultano associati a: infiltrazioni di gas proveniente da livelli saturi interni alla serie Plio-Pleistocenica migrazione del gas lungo: micro-fratture legate alla compattazione differenziata dei sedimenti di copertura adiacenti al margine di piattaforma faglie mesozoiche riattivate


Scaricare ppt "27° Convegno Nazionale GNGTS, Trieste, 6-8 ottobre 2008 Relazioni tra cold seeps, Bright Spot e strutture profonde nel Canale di Otranto, Sud Adriatico."

Presentazioni simili


Annunci Google