La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL SISTEMA SCHELETRICO Il sistema scheletrico è costituito da circa 206 ossa. Alla nascita il numero delle ossa è maggiore, ma nei primi anni di vita alcune.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL SISTEMA SCHELETRICO Il sistema scheletrico è costituito da circa 206 ossa. Alla nascita il numero delle ossa è maggiore, ma nei primi anni di vita alcune."— Transcript della presentazione:

1 IL SISTEMA SCHELETRICO Il sistema scheletrico è costituito da circa 206 ossa. Alla nascita il numero delle ossa è maggiore, ma nei primi anni di vita alcune ossa si saldano insieme e formano un osso unico. Nello scheletro umano si suddivide in tre settori: scheletro del capo; scheletro del tronco; scheletro degli arti.

2 Le funzioni del sistema scheletrico Il sistema scheletrico svolge le seguenti funzioni: sostegno; protezione; contributo al movimento; riserva di sali minerali; produzione delle cellule sanguigne; riserva di grassi.

3 I tre tipi di ossa Le ossa del corpo si classificano in base alla loro forma in : ossa lunghe: sono lunghe e sottili con unasta e due estremità. ossa corte sono cubiche. ossa piatte: sono sottili e forniscono protezione.

4 3. La struttura delle ossa lunghe la diafisi, la parte allungata; le epifisi,le estremità rotondeggianti; il periostio; la cavità midollare;

5 Le ossa sono organi vitali e attivi Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

6 3. La struttura delle ossa Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

7 3. La struttura delle ossa Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 Il tessuto osseo compatto è disposto in unità ripetute dette osteoni o canali di Havers. Nel canale centrale di ogni osteone passano vasi sanguigni e linfatici e nervi. Il tessuto osseo spugnoso è costituito da unità dette trabecole. Esse sono un reticolo irregolare di sottili colonne ossee.

8 3. La struttura delle ossa Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

9 4. La formazione dellosso Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 L ossificazione è il processo con il quale si forma losso. Il processo si articola in quattro fasi: formazione iniziale nellembrione e nel feto; crescita; ricostruzione; riparazioni e fratture.

10 4. La formazione dellosso Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 La formazione ossea nellembrione e nel feto procede secondo due schemi: lossificazione intramembranosa e l ossificazione endocondrale.

11 4. La formazione dellosso Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 Lossificazione intramembranosa comporta la formazione di osso allinterno del mesenchima, disposto in strati a foglio, simili a membrane. Nellossificazione endocondrale losso sostituisce gradualmente la cartilagine.

12 4. La formazione dellosso Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 Durante linfanzia e ladolescenza le ossa lunghe crescono in lunghezza: i condrociti si dividono sul lato epifisario e vengono sostituiti da osso sul lato diafisario; spessore: le cellule del pericondrio si differenziano in osteoblasti, quindi in osteociti e si formano nuovi osteoni.

13 4. La formazione dellosso Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 Il rimodellamento osseo è la sostituzione di tessuto osseo vecchio con tessuto nuovo.

14 4. La formazione dellosso Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 I fattori che influenzano laccrescimento osseo sono: apporto di minerali con lalimentazione; apporto di vitamine A, C e D; stimolo ormonale; esercizi fisici di carico.

15 6. Il cranio e l osso ioide Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 Il cranio poggia sulla colonna vertebrale e comprende le ossa craniche, che formano la cavità cranica che racchiude e protegge il cervello; le ossa facciali, che formano la faccia.

16 6. Il cranio e losso ioide Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 Le ossa craniche sono parietali; temporali; occipitale; sfenoide; etmoide.

17 6. Il cranio e losso ioide Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 Le ossa facciali sono nasali; mascellari; palatine; mandibola; zigomatiche; lacrimali; conche nasali inferiori vomere

18 6. Il cranio e losso ioide Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 Losso ioide non è unito e collegato a nessun altro osso ma è connesso alle ossa temporali tramite legamento e muscoli. Sostiene la lingua e fornisce punti di attacco ad alcuni muscoli linguali, ai muscoli del collo e della faringe.

19 7. La colonna vertebrale Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 La colonna vertebrale è composta dalle vertebre. Esse sono: cervicali; toraciche; lombari; sacrali.

20 7. La colonna vertebrale Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 Le vertebre sono costituite da tre regioni principali. Corpo: è la porzione frontale che sostiene il peso. Arco ventrale: è formato da due parti corte e spesse, peduncoli, che si completano con le lamine. Processi: servono per lattacco dei muscoli e delle articolazioni.

21 8. La regione toracica Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 La gabbia toracica è formata da sterno: osso stretto e piatto posto al centro della parete toracica anteriore; costole: 12 coppie collegate direttamente con lo sterno (vere costole) o indirettamente (false costole) o affatto (costole fluttuanti).

22 9. La cintura scapolare (o cingolo toracico) Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 La cintura scapolare collega le ossa degli arti superiori allo scheletro assile.

23 10. Gli arti superiori Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 Lomero è losso del braccio lungo e sottile e si articola con la scapola alla spalla, e con il radio e lulna al gomito.

24 10. Gli arti superiori Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 Lulna è losso mediale dellavambraccio ed è più lungo del radio. Il radio è losso laterale dellavambraccio.

25 10. Gli arti superiori Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 Il carpo, o polso, contiene le ossa carpali, tenute insieme da legamenti. Il metacarpo contiene cinque ossa metacarpali. Le falangi sono le ossa delle dita.

26 11. La cintura pelvica Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 Le due ossa iliache formano la cintura pelvica che connette gli arti inferiori allo scheletro assile e sostiene la colonna vertebrale e i visceri.

27 12. Larto inferiore Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 Il femore, o osso della coscia, è il più lungo, pesante e robusto del corpo. La patella è un piccolo osso triangolare posto davanti allarticolazione tra il femore e la tibia.

28 12. Larto inferiore Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 La tibia è losso più grande della gamba che sostiene il carico maggiore. La fibula (o pèrone) è parallela e laterale alla tibia.

29 12. Larto inferiore Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 Il tarso o caviglia contiene sette ossa tarsali tenute insieme da legamenti. Il metatarso è formato da cinque ossa metatarsali. Le falangi del piede corrispondono a quelle della mano nel numero e nella disposizione.

30 13. Le articolazioni (o giunture) Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 L articolazione è il punto di contatto che si trova tra osso e osso, tra cartilagine e ossa e tra denti e ossa.

31 13. Le articolazioni (o giunture) Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 Dal punto di vista strutturale le articolazioni sono classificate in fibrose: le ossa sono unite da tessuto connettivo; cartilaginee: le ossa sono unite da cartilagine; sinoviali: le ossa sono unite dal tessuto connettivo denso irregolare.

32 13. Le articolazioni (o giunture) Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 Dal punto di vista funzionale sono classificate in sinartrosi: larticolazione è rigida; anfiartrosi: larticolazione è poco mobile; diartrosi: larticolazione si muove liberamente.

33 14. Le articolazioni fibrose Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 Le articolazioni fibrose consentono un movimento limitato o nullo. I tre tipi sono sutura; sindesmiosi; gonfosi.

34 14. Le articolazioni fibrose Sutura: è composta da uno strato sottile di tessuto connettivo fibroso denso. Sindesmiosi: la distanza tra le due ossa e la quantità di tessuto connettivo fibroso denso sono maggiori rispetto alla sutura. Gonfosi: una sorta di piolo a forma di cono è inserito in una cavità. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

35 15. Le articolazioni cartilaginee Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 L articolazione cartilaginea consente movimenti limitati o nulli. Le ossa sono collegate da cartilagine fibrosa o ialina.

36 15. Le articolazioni cartilaginee Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 I due tipi di articolazioni cartilaginea sono: Sincondrosi, in cui il tessuto connettivo è costituito da cartilagine ialina; Sinfisi, in cui le estremità delle due ossa sono ricoperte da cartilagine ialina.

37 16. La struttura delle articolazioni sinoviali Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 La caratteristica distintiva dellarticolazione sinoviale è la cavità sinoviale tra le due ossa articolate che permette libertà di movimento.

38 17. I sei tipi di articolazioni sinoviali Le articolazioni sinoviali sono classificate in sei sottotipi 1. articolazioni piane: le superficie delle ossa sono piatte o leggermente curve; Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

39 17. I sei tipi di articolazioni sinoviali Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore articolazioni a cardine (o ginglimi): la superficie convessa di un osso si adatta alla superficie concava;

40 17. I sei tipi di articolazioni sinoviali Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore articolazioni trocoidi (ginglimi laterali): la superficie arrotondata o a punta si articola con un anello formato in parte da un legamento e in parte da un osso;

41 17. I sei tipi di articolazioni sinoviali Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore articolazioni condiloidee: la sporgenza convessa ovoidale di un osso si inserisce nella cavità ovoidale di un altro;

42 17. I sei tipi di articolazioni sinoviali Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore articolazioni a sella: la superficie articolare di un osso è a forma di sella e quella dellaltro osso vi si accomoda;

43 17. I sei tipi di articolazioni sinoviali Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore articolazioni sferoidali: la superficie a palla di un osso è alloggiata in una cavità a coppa dellaltro.


Scaricare ppt "IL SISTEMA SCHELETRICO Il sistema scheletrico è costituito da circa 206 ossa. Alla nascita il numero delle ossa è maggiore, ma nei primi anni di vita alcune."

Presentazioni simili


Annunci Google