La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

© 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved WS Tech workshop Software Construction.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "© 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved WS Tech workshop Software Construction."— Transcript della presentazione:

1 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved WS Tech workshop Software Construction

2 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Indice WS © | 2 La costruzione del software Il design nella costruzione Classi che funzionano Routine di qualità Programmazione difensiva La potenza delle variabili Usare i condizionali Controllare i loop Ottimizzare con giudizio

3 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Cosa è la costruzione del software WS © | 3

4 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Cosa è la costruzione del software WS © | 4 Definizione problema e dominio Definizione architettura Analisi e specifica requisiti Design Test di unità Test funzionali Test di integrazione Integrazione Manutenzione Scrittura codice Debugging Refactoring

5 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Cosa è la costruzione del software WS © | 5 Definizione problema e dominio Definizione architettura Analisi e specifica requisiti Design Test di unità Test funzionali Test di integrazione Integrazione Manutenzione Scrittura codice Debugging Refactoring

6 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Perchè è importante Include gran parte dello sviluppo del progetto Permette di aumentare di molto la produttività Il codice è l'unica fonte certa di documentazione E' l'unica attività che verrà svolta sicuramente WS © | 6

7 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Perchè è importante Good code is its own best documentation. As you're about to add a comment, ask yourself, "How can I improve the code so that this comment isn't needed?" ~ Steve McConnell WS © | 7 int i;main(){for(;i["]

8 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Perchè è importante Any fool can write code that a computer can understand. Good programmers write code that humans can understand ~ Martin Fowler WS © | 8.model tiny.code org 100h mov dx,al mov ah,9 int 21h xor ah,ah int 16h mov bl,al mov dl,al mov ah,02h int 21h

9 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Perchè è importante WS © | 9 Always code as if the guy who ends up maintaining your code will be a violent psychopath who knows where you live ~ Martin Golding

10 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Il design nella costruzione del software WS © | 10

11 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Gestire la complessità WS © | 11 Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem ~ William of Ockham

12 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Gestire la complessità WS © | 12 Minimizzare la complessità accidentale Minimizzare la quantità di complessità essenziale

13 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Astrazioni consistenti WS © | 13

14 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Incapsulare i dettagli WS © | 14

15 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Ereditare le proprietà WS © | 15

16 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Nascondere i segreti WS © | 16

17 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Anticipare i cambiamenti WS © | 17

18 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Accoppiamento debole WS © | 18

19 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Design pattern WS © | 19

20 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Classi che funzionano WS © | 20

21 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Mantenere una buona astrazione WS © | 21 public interface ArchivioDipendenti { void aggiungiDipendente(Dipendente dipendente); void rimuoviDipendente(Dipendente dipendente); Dipendente primoElemento(); Dipendente prossimoElemento(); ReportDipendenti creaReport(); void inizializzaDatiStipendi(); long calcolaStipendio(Dipendente dipendente); }

22 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Mantenere una buona astrazione Unica astrazione derivata dal dominio Un solo livello di astrazione Le informazioni scollegate restano all'esterno L'interfaccia è più programmatica che semantica WS © | 22

23 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Mantenere un buon incapsulamento WS © | 23 public class Dipendente { protected String nome; protected String cognome; protected Date nascita; public Dipendente(String nome, String cognome, ListaDate date) { init();... nascita = listaDate.getDettaglio(nome,cognome).getData(); } public void init() {... }

24 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Mantenere un buon incapsulamento WS © | 24 Livello di accesso minimo L'interfaccia non espone dettagli implementativi Nessuna assunzione sull'utilizzo dell'interfaccia Riduzione della collaborazione con altre classi al minimo

25 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Preferire la composizione all'ereditarietà WS © | 25 public class CountingHashSet extends HashSet { private int addCount; public boolean add(E e) { addCount++; return super.add(e); } public boolean addAll(Collection c) { addCount+=c.size(); return super.addAll(c); } public int getAddCount() { return addCount; }

26 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Preferire la composizione all'ereditarietà WS © | 26 La forma principale di associazione è has-a Al massimo 7 membri Ereditarietà solo per associazioni is-a naturali Progettare per l'ereditarietà oppure proibirla Preferire il polimorfismo al controllo del tipo

27 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Routine di qualità WS © | 27

28 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Coesione funzionale WS © | 28 public void calc(DatoTab tab, Color col, int col1, int col2, String dbAdr, String st) { int i; for (i = 0;i<100;i++) { tab.getSomma().cont[i] = ++i; } modDB(tab, dbAdr); if (col1 == 1 || col2 == 1) { setColor(col); } else { setColor(Color.RED); st = n/a; }

29 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Coesione funzionale WS © | 29 Esegue un singolo compito Le istruzioni contenute sono tutte collegate Il nome esprime tutto e solo ciò che la routine fa Naming convention consistente

30 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Usare al meglio i parametri WS © | 30 public long getTotale(int inCol, int colSum1, int colSum3, int colSum2, int colSum4, int colMol, int ColAdd, int colExp) { inCol = colMol * colSum4 + colSum2; if (inCol == 10) { inCol = 1; } else { inCol = colSum3^colExp; } return inCol; }

31 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Usare al meglio i parametri WS © | 31 Ordine chiaro e consistente Nessun effetto collaterale Non sfruttare i parametri come variabili di lavoro locali Al massimo 5 parametri La granularità dei parametri rispetta il livello di astrazione

32 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Programmazione difensiva WS © | 32

33 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Validazione e asserzioni WS © | 33 public class Calcolatore { public calcola(Operatore operatore, int op1, int op2) { assert (++op1>=0 && ++op2>=0); switch (operatore) { case molt: moltiplica(op1, op2); case div: dividi(op1, op2); } private int dividi(int numeratore, int denominatore) { return numeratore/denominatore; }... }

34 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Validazione e asserzioni WS © | 34 Validazione di tutti i dati in ingresso Asserzioni per le condizioni impossibili Asserzioni per precondizioni e postcondizioni Un'asserzione non esegue codice e non gestisce errori

35 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Gestire le eccezioni WS © | 35 public class Dipendente { private String codiceFiscale; private String nome; public Dipendente(String codiceFiscale) throws SQLExecption nome = leggiDipendenteDB(codiceFiscale); } public void setNome(String nome){ try{ scriviDipendenteDB(codiceFiscale, nome); } catch (SQLException sqlException){ //Non si verifica mai }... }

36 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Gestire le eccezioni WS © | 36 Solo per situazioni davvero eccezionali Consistenti con il livello di astrazione Non ignorarle mai Approccio standard

37 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved La potenza delle variabili WS © | 37

38 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Come e dove WS © | 38 private int somma; public void conta() { somma = 10; int totale; int parziale; boolean fatto;... // codice che usa parziale... // codice che usa totale... // codice che usa fatto }

39 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Come e dove WS © | 39 Immutabile tutto quello che può esserlo Una variabile per uno singolo scopo Inizializzare le variabili d'istanza nel costruttore Dichiarare le variabili locali vicino al primo utilizzo

40 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Minimizzare lo scope WS © | 40 private void conta() { 1 totale = 0; 2 parziale = 0; 3 fatto = false; totale = parziale; if (parziale <= totale) {... } 60 while (!fatto) {... }

41 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Minimizzare lo scope WS © | 41 Limitare lo span Ridurre il tempo di vita Partire dallo scope più restrittivo Raggruppare le istruzioni correlate

42 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Il potere del nome WS © | 42 public class Dipendente { private String fn; private Date b_d; private boolean stringParsed;... public void stampaDipendente() { if (b_d != null && stringParsed) { Printer.print(this); }... }

43 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Il potere del nome WS © | 43 Naming convention Descrizione accurata e completa Lunghezza necessaria (media tra 10 e 16 caratteri) Nome relativo al problema non alla soluzione

44 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Usare i condizionali WS © | 44

45 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Istruzioni if-then-else WS © | 45 if (stato < 0) ; else { stato = leggiStato(); if (stato == 0) System.out.println(Stato %s,valido); else { stato = calcolaStato(); if (stato != 1) System.out.println(Stato %s,errore); else System.out.println(Stato %s,non errore); System.out.println(Stato %s,calcolato); }

46 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Istruzioni if-then-else WS © | 46 Il percorso nominale è il primo Nessun ramo vuoto Verificare la necessità dell'else Annidamento massimo di 3 livelli Parentesi, sempre

47 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Catene if-elseif e istruzioni case WS © | 47 if (input.equals(#) || || input.equals(=)) { tipo = SPECIALE; } else if (input.equals(,) || input.equals(;) || input.equals(.)) { tipo = PUNTEGGIATURA; } else if (input.equals(+) || input.equals(-) || input.equals(*) || input.equals(/)) { tipo = OPERATORE; } else if ((input.compareTo(a)>0 && input.compareTo(z) 0 && input.compareTo(Z)<0) { tipo = LETTERA; }

48 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Catene if-elseif e istruzioni case WS © | 48 Casi ordinati per frequenza Azioni semplici per ogni caso Guard condition e funzioni booleane

49 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Controllare i loop WS © | 49

50 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Scegliere quale loop WS © | 50 Numero cicli non noto while Numero cicli noto for Iterazione su collezioni each/foreach

51 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Entrare ed uscire da un loop WS © | 51 int i = 0; int stato = -1;... // codice che usa i... for (i = 0; i < 100; i++) {... if (stato >= 0) { i = 100; }... } stato = i;

52 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Entrare in un loop WS © | 52 Il punto di ingresso è unico Inizializzazione prima del loop Parentesi, sempre

53 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved All'interno di un loop WS © | 53 Un loop svolge un singolo compito Aggiornare i contatori in un punto solo Non usare loop vuoti Annidamento massimo di 3 livelli

54 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Uscire da un loop WS © | 54 Deve terminare Non forzare l'uscita modificando il contatore Non utilizzare il contatore per altri scopi break e continue ma con cautela

55 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Ottimizzare con giudizio WS © | 55

56 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Ottimizzare con giudizio WS © | 56 We should forget about small efficiencies, say about 97% of the time: premature optimization is the root of all evil. ~ Donald E. Knuth We follow two rules in the matter of optimization: Rule 1. Don't do it. Rule 2 (for experts only). Don't do it yet - that is, not until you have a perfecly clear and unoptimized solution. ~ M.A. Jackson

57 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Ottimizzare con giudizio WS © | 57 Scrivere codice di qualità piuttosto che codice veloce Ottimizzare solo dopo aver riscontrato problemi di performance Misurare prima e dopo ogni passo di ottimizzazione

58 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Domande WS © | 58

59 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Riferimenti WS © | 59 Code Complete 2 nd Edition Steve McConnell Refactoring Martin Fowler Effective Java 2 nd Edition Joshua Bloch

60 © 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved Valutazione WS © | 60


Scaricare ppt "© 2008 WS (WebScience srl) – All rights reserved WS Tech workshop Software Construction."

Presentazioni simili


Annunci Google