La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 La distribuzione commerciale: risorsa per le città e la crescita economica Il quadro normativo dei nuovi settori: carburanti, farmaci e stampa quotidiana.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 La distribuzione commerciale: risorsa per le città e la crescita economica Il quadro normativo dei nuovi settori: carburanti, farmaci e stampa quotidiana."— Transcript della presentazione:

1 1 La distribuzione commerciale: risorsa per le città e la crescita economica Il quadro normativo dei nuovi settori: carburanti, farmaci e stampa quotidiana e periodica Piero Cardile Responsabile Ufficio Legislativo Ancd-Conad San Benedetto del Tronto, 26 maggio 2012

2 Il quadro normativo dei nuovi settori: carburanti, farmaci e stampa quotidiana e periodica Il sistema distributivo carburanti Evoluzione del quadro normativo: : attività di distribuzione dei carburanti sottoposta ad un regime di concessione amministrativa (R.D. n. 1774, 20 agosto 1927); : si passa da un sistema basato sulla concessione alle autorizzazioni prefettizie. Alla fine degli anni sessanta il numero dei punti vendita è di circa unità; : il D.L. 745/1970, ripristina lo strumento concessorio, qualificando, nel contempo, come pubblico servizio lattività di distribuzione carburanti. La concessione dura 18 anni e viene rilasciata dalla Regione, previo parere del Comune interessato, per gli impianti stradali (artt. 52 e 54 del D.P.R. 616/1977) e dal Min. Industria nel caso di impianti autostradali. Lo strumento consente la riduzione delle aperture di nuovi impianti. 2 San Benedetto del Tronto, 26 maggio 2012

3 Il quadro normativo dei nuovi settori: carburanti, farmaci e stampa quotidiana e periodica Il sistema distributivo carburanti : con il D.P.C.M. 11/9/1989, che mantiene il regime concessorio, si punta a una ristrutturazione qualitativa della rete. Il decreto stabilisce che: a) per ottenere un decreto di concessione per lapertura di un nuovo impianto, occorre preventivamente rinunciare a due decreti di concessione ottenuti nella stessa regione; b) per potenziare un impianto esistente occorre rinunciare a un decreto di concessione detenuto nella stessa regione. 1998: il D.Lgs. 32/1998, riforma i criteri introdotti dal D.P.C.M. 11 settembre 1989, rimasti in vigore per quasi dieci anni. Si introduce un regime autorizzatorio (di competenza comunale) in luogo di quello concessorio. Si eliminano le limitazioni relative alle modalità di ingresso sul mercato derivanti dalle disposizioni del D.P.C.M. 3 San Benedetto del Tronto, 26 maggio 2012

4 Il quadro normativo dei nuovi settori: carburanti, farmaci e stampa quotidiana e periodica Il sistema distributivo carburanti 2001: con la legge 57/2001 il legislatore ha inteso dare impulso all'ammodernamento del sistema prevedendo una serie di norme di indirizzo e prescrivendo l'adozione del Piano nazionale, emanato con decreto del ministero per le Attività Produttive. Entro sei mesi dallemanazione del piano le regioni, alle quali è stata assegnata unimportante funzione programmatoria, avrebbero dovuto adottare provvedimenti per promuovere l'ammodernamento della rete e migliorare l'efficienza complessiva del sistema distributivo, al fine di favorire il contenimento dei prezzi e l'incremento, anche qualitativo, dei servizi resi all'utenza attraverso la riduzione del numero di impianti, il conseguente aumento dell'erogato medio e la chiusura degli impianti incompatibili, non adeguabili con il loro eventuale riposizionamento o delocalizzazione. 4 San Benedetto del Tronto, 26 maggio 2012

5 Il quadro normativo dei nuovi settori: carburanti, farmaci e stampa quotidiana e periodica Il sistema distributivo carburanti : Sino al 2008 il sistema di regolazione si è basato su norme che di fatto hanno ostacolato lingresso nel mercato di nuovi operatori. In particolare i vincoli maggiormente presenti nelle normative locali hanno riguardato le distanze minime tra impianti, lobbligo di servizi accessori, lobbligo di chiusura di vecchi impianti, il contingentamento del numero di impianti. 2008: lItalia viene deferita alla Corte di Giustizia per il quadro normativo in materia di carburanti che viola il principio sulla libertà di stabilimento. Anche per questi motivi, nel corso del 2008, viene emanata la legge 6 agosto 2008, n. 133 che rimuove le barriere amministrative allaccesso. In particolare lart. 83 bis commi da 17 a 21 della legge 133/2008 stabilisce che non possono essere introdotti vincoli, aventi finalità commerciali, relativi a contingentamenti numerici, distanze e superfici minime, obblighi di servizi e attività non oil. 5 San Benedetto del Tronto, 26 maggio 2012

6 Il quadro normativo dei nuovi settori: carburanti, farmaci e stampa quotidiana e periodica Il sistema distributivo carburanti : le Regioni adottano provvedimenti per recepire le indicazioni provenienti dal legislatore nazionale e tendenti ad eliminare i vincoli indicati dalla Commissione Europea. I provvedimenti approvati recepiscono, tuttavia, solo parzialmente le prescrizioni della legge 133/2008 introducendo, in molti casi, nuove barriere allingresso di nuovi operatori. In diversi provvedimenti si prevede, infatti, lobbligo per i soli nuovi impianti di erogare almeno un carburante a scelta tra metano e gpl. Tali prescrizioni incidono sulla superficie di vendita, sul modello gestionale imponendo la presenza di addetti per la sicurezza e incidono pesantemente sui costi di apertura dellimpianto. Le nuove norme sono esaminate dallAutorità Garante della Concorrenza e del Mercato che interviene più volte per evidenziare il contenuto anticoncorrenziale delle previsioni e ne auspica la cancellazione. 6 San Benedetto del Tronto, 26 maggio 2012

7 Il quadro normativo dei nuovi settori: carburanti, farmaci e stampa quotidiana e periodica Il sistema distributivo carburanti : vengono emanati alcuni provvedimenti che hanno lobiettivo di liberalizzare il settore. D.L. 1/2012 (art. 17,18,19) il decreto Monti (che interviene in materia dopo il D.L. 98/2011) prevede: Rimozione parziale dellesclusiva nel rapporto tra gestori e compagnie petrolifere e nuove modalità contrattuali tra compagnie e gestori. Eliminazione dei vincoli presenti nelle normative locali che condizionano lapertura dellimpianto alla presenza contestuale di più tipologie di carburanti, ivi incluso il metano per autotrazione (comma 5). Rimuove i vincoli allutilizzo continuativo, anche durante lorario di apertura, delle apparecchiature di rifornimento senza servizio con pagamento anticipato, presenti presso gli impianti stradali di distribuzione carburanti posti al di fuori dei centri abitati. Nuova metodologia di calcolo del prezzo medio settimanale che si baserà sul prezzo al pubblico praticato per ciascuna categoria di carburante per lautotrazione in modalità self service. 7 San Benedetto del Tronto, 26 maggio 2012

8 Il quadro normativo dei nuovi settori: carburanti, farmaci e stampa quotidiana e periodica Il sistema distributivo carburanti Alcuni dati di settore: Numero di impianti in Italia: di questi solo 100 sono impianti della GDO Erogato medio per impianto: litri allanno Volumi erogato annuo in Italia: 40 miliardi di litri circa lanno Da questi dati si evince che un prezzo del carburante inferiore di 2,5 centesimi al litro per impianto produrrebbe un risparmio per i cittadini di 1 miliardo di euro allanno. San Benedetto del Tronto, 26 maggio

9 Il quadro normativo dei nuovi settori: carburanti, farmaci e stampa quotidiana e periodica Settore distributivo dei farmaci Sino al 2006 di totale competenza delle farmacie tradizionali che hanno operato sul territorio nazionale sulla base di pianta organica definita Il numero delle farmacie era stabilito sulla base di precisi parametri numerici (una farmacia ogni abitanti nei comuni con popolazione fino a abitanti e una farmacia ogni abitanti negli altri comuni con distanze minime non inferiori a 200 metri). D.L. 223/2006 (art. 5): la riforma introduce la possibilità, per nuovi operatori come gli esercizi commerciali e le parafarmacie, di vendere farmaci non soggetti a prescrizione (OTC e SOP). Previsto lobbligo della presenza del farmacista nei punti vendita che decidono di utilizzare tale opportunità. 9 San Benedetto del Tronto, 26 maggio 2012

10 Il quadro normativo dei nuovi settori: carburanti, farmaci e stampa quotidiana e periodica Settore distributivo dei farmaci D.L. 201/2011 (art.32): si prevede un delisting di farmaci prima soggetti a prescrizione che diventano vendibili senza prescrizione anche da parte degli esercizi commerciali e le parafarmacie. si consente, inoltre, la vendita da parte degli esercizi commerciali e parafarmacie, di farmaci veterinari e preparazioni galeniche. D.L. 1/2012 (art. 11): si procede ad una riforma del settore di attività delle farmacie. Il provvedimento si limita ad un aumento della pianta organica fissando in abitanti il quorum di popolazione previsto per lapertura di una farmacia; Si prevede, inoltre, che le farmacie possano svolgere la propria attività anche oltre gli orari ed i turni di apertura, e praticare sconti su tutti i farmaci pagati direttamente dai clienti. Due recenti ordinanze del Tar Lombardia (22 marzo 2012) e Tar Calabria (9 maggio 2012) hanno, rispettivamente, rimesso alla Corte di Giustizia Europea e alla Corte Costituzionale la decisione sulla presunta discriminazione tra parafarmacie e farmacie determinata da una legislazione che, a parità di requisiti, non permette ai primi di poter vendere i farmaci dispensabili dalle farmacie tradizionali. 10 San Benedetto del Tronto, 26 maggio 2012

11 Il quadro normativo dei nuovi settori: carburanti, farmaci e stampa quotidiana e periodica Settore distributivo dei farmaci Alcuni risultati prodotti dalla riforma del 2006: Dal 2006 sono nate parafarmacie e 313 corner negli esercizi commerciali; I nuovi occupati sono stati circa Sconto medio praticato dagli esercizi commerciali del 20% Dal 2006 generati risparmi per i cittadini di 1,6 miliardi di euro * * Fonte Anpi - MNLF: trattasi degli effetti diretti ed indiretti della liberalizzazione quindi anche degli sconti praticati dal canale farmacie per effetto della liberalizzazione 11 San Benedetto del Tronto, 26 maggio 2012

12 Il quadro normativo dei nuovi settori: carburanti, farmaci e stampa quotidiana e periodica Stampa quotidiana e periodica La legge 416/1981 stabilisce lobbligo per le rivendite autorizzate di garantire a parità di condizioni il servizio a tutte le testate che ne facciano richiesta. Il D.Lgs. 114/1998 (riforma del commercio) si applica al settore fatta salva la parità di trattamento nelle condizioni di vendita e di distribuzione delle testate. La legge 108/1999 (Nuove norme in materia di punti vendita per la stampa quotidiana e periodica) sperimenta per la prima volta altri possibili punti vendita non esclusivi (librerie, bar, benzinai...) e contiene una delega al Governo per il riordino della materia. Il Dlgs. 170/2001 (Riordino del sistema di diffusione della stampa quotidiana e periodica) stabilisce i nuovi criteri per il rilascio delle autorizzazioni ai punti vendita esclusivi (le edicole) e non esclusivi (gli altri). 12 San Benedetto del Tronto, 26 maggio 2012

13 Il quadro normativo dei nuovi settori: carburanti, farmaci e stampa quotidiana e periodica Stampa quotidiana e periodica L. 108/1999: il legislatore statale ha dato lavvio ad una fase di sperimentazione di nuove forme di vendita della stampa prevedendo nuovi canali di vendita, oltre a quelli tradizionali già esistenti. La durata della sperimentazione è stata di 18 mesi. La vendita poteva riguardare quotidiani e periodici e doveva essere preceduta da una comunicazione al comune territorialmente competente contenente lindicazione della tipologia di vendita che si intendeva sperimentare, prescelta tra la vendita di soli quotidiani o soli periodici ovvero quotidiani e periodici. Fu stabilito che, fino alla data di entrata in vigore del decreto delegato, gli esercizi in cui era stata effettuata la sperimentazione avrebbero potuto continuare a vendere i prodotti editoriali prescelti. Lautorizzazione alla vendita di giornali e di riviste sarebbe stata rilasciata di diritto ai medesimi esercizi, qualora essa fosse stata richiesta tra la fine della sperimentazione e lentrata in vigore del citato Decreto legislativo. 13 San Benedetto del Tronto, 26 maggio 2012

14 Il quadro normativo dei nuovi settori: carburanti, farmaci e stampa quotidiana e periodica Stampa quotidiana e periodica D.lgs. 170/2001: Terminata la sperimentazione, il Governo, in attuazione della delega contenuta nellart. 3 della legge n. 108/99, ha approvato il D.Lgs 170/2001 in materia di "Riordino del sistema di diffusione della stampa quotidiana e periodica". Il legislatore ha attuato una distinzione tra due tipologie di esercizi: i primi (esercizi esclusivi), rappresentati dalle edicole tradizionali, quali punti vendita previsti nel piano comunale di localizzazione e che sono tenuti alla rivendita generale dei quotidiani e dei periodici; i secondi (non esclusivi), rappresentati dai punti vendita diversi dai tradizionali. 14 San Benedetto del Tronto, 26 maggio 2012

15 Il quadro normativo dei nuovi settori: carburanti, farmaci e stampa quotidiana e periodica Stampa quotidiana e periodica Secondo la disposizione contenuta nellart. 2, comma 3, del D.lgs. n. 170/2001, possono essere autorizzate allesercizio di un punto vendita non esclusivo a) le rivendite di generi di monopolio; b) le rivendite di carburanti e di oli minerali con il limite di superficie pari a mq ; c) i bar, inclusi gli esercizi posti nelle aree di servizio delle autostrade e nellinterno delle stazioni ferroviarie, aeroportuali e marittime, ed esclusi altri punti di ristoro, ristoranti, rosticcerie e trattorie; d) le strutture di vendita come definite dallarticolo 4, comma 1, lettere e), f) e g), del D.Lgs. 114/1998, con superficie minima di mq.700; e) gli esercizi adibiti prevalentemente alla vendita di libri e prodotti equiparati, con superficie minima di vendita pari a mq. 120; f) gli esercizi a prevalente specializzazione di vendita, con esclusivo riferimento alla vendita delle riviste di identica specializzazione. 15 San Benedetto del Tronto, 26 maggio 2012

16 Il quadro normativo dei nuovi settori: carburanti, farmaci e stampa quotidiana e periodica Stampa quotidiana e periodica I punti non esclusivi di vendita, ai sensi dellart. 1, comma 2, lett. b) del citato Decreto, in aggiunta ad altre merci, possono essere autorizzati al commercio di giornali ovvero periodici. Sul punto, si sono registrate diversità di opinioni in merito allinterpretazione della parola ovvero. Cè chi ritiene che tale termine doveva essere interpretato in senso disgiuntivo, mentre esiste un diverso orientamento, prevalentemente giurisprudenziale, secondo cui la suddetta locuzione deve essere interpretata in senso rafforzativo, ossia nel senso di comprendere entrambe le tipologie di prodotti. Il nuovo sistema, rispetto alla precedente disciplina legislativa, ha mantenuto la necessità del rilascio dellautorizzazione: in particolare, per i punti vendita esclusivi lattività di rivendita è assoggettata al rilascio di diritto dellautorizzazione da parte dei Comuni, nel rispetto dei piani comunali di localizzazione, ai sensi dellart. 2, comma 2, del decreto in esame. 16 San Benedetto del Tronto, 26 maggio 2012

17 Il quadro normativo dei nuovi settori: carburanti, farmaci e stampa quotidiana e periodica Stampa quotidiana e periodica Per quanto riguarda i punti non esclusivi di vendita, previste due forme di autorizzazione: a) la prima, conferita agli esercizi che hanno effettuato la sperimentazione, ai sensi dellart. 1, della legge n. 108/1999 e che, ai sensi del citato articolo 2, comma 4, del Decreto n. 170/2001, sono sottoposti al rilascio di diritto del provvedimento autorizzatorio; b) la seconda, per gli esercizi che non hanno effettuato la sperimentazione. 17 San Benedetto del Tronto, 26 maggio 2012

18 Il quadro normativo dei nuovi settori: carburanti, farmaci e stampa quotidiana e periodica Stampa quotidiana e periodica D.L. 201/2011 (art. 31): sancisce la libertà di apertura di nuovi esercizi commerciali sul territorio senza forme di contingentamento o altre limitazioni che alterino il meccanismo della libera concorrenza esclusi quelli connessi alla tutela della salute, dei lavoratori, dell'ambiente, ivi incluso l'ambiente urbano, e dei beni culturali. Le Regioni e gli enti locali adeguano i propri ordinamenti alle prescrizioni del presente comma entro il 30 settembre Tale principio dovrebbe riguardare anche il settore della distribuzione della stampa quotidiana e periodica. Su tale aspetto permane, tuttavia, qualche dubbio sia con riferimento allart. 39 del D.L. 1/2012, sia con riferimento a pronunce giurisprudenziali di segno opposto che sono state emanate nei mesi scorsi. 18 San Benedetto del Tronto, 26 maggio 2012

19 GRAZIE PER LATTENZIONE. 15 San Benedetto del Tronto, 26 maggio 2012


Scaricare ppt "1 La distribuzione commerciale: risorsa per le città e la crescita economica Il quadro normativo dei nuovi settori: carburanti, farmaci e stampa quotidiana."

Presentazioni simili


Annunci Google