La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I LIMITI ALLA CRESCITA 40 anni dopo il Rapporto del Club di Roma FEDERICO VALERIO Università Popolare 2012-13 1.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I LIMITI ALLA CRESCITA 40 anni dopo il Rapporto del Club di Roma FEDERICO VALERIO Università Popolare 2012-13 1."— Transcript della presentazione:

1 I LIMITI ALLA CRESCITA 40 anni dopo il Rapporto del Club di Roma FEDERICO VALERIO Università Popolare

2 1972 Università Popolare

3 Gli autori Donella Meadows Analista di sistemi. Studi Ambientali al Darmouth College Dennis Meadows Istituto Scienze Politiche e Sociali Università New Hampshire Università Popolare

4 Gli autori Jorgen Randers Analista politico Norvegian School of Management Aurelio Peccei Fondatore del Club di Roma commissiona The Limits to Growth Università Popolare

5 La traduzione italiana nel 1972 Università Popolare

6 SVILUPPO - CRESCITA Università Popolare SINONIMI?

7 La specie Homo Sapiens Sapiens, dalla sua apparizione sul Pianeta ( anni fa), si è sviluppata (linguaggio, scrittura, arte,agricoltura, scienze, filosofia, politica…) ma non potrà continuare a farlo, crescendo allinfinito (popolazione, energia, roba…) in un Pianeta con risorse finite. Università Popolare

8 La popolazione mondiale dal 2100 a.c. al 2100 d.c. Università Popolare

9 anni di sviluppo senza crescita della popolazione Università Popolare

10 A partire dalla fine del 1700 dc, lo sviluppo produce una crescita esponenziale della popolazione mondiale… Università Popolare

11 … e della produzione industriale (USA) Università Popolare RADDOPPIA OGNI 25 ANNI

12 Anche i capitali crescono esponenzialmente Università Popolare RADDOPPIO OGNI 15 ANNI

13 Crescita esponenziale di chicchi di riso su una scacchiera Università Popolare

14 La nascita degli scacchi Leggenda persiana Sissa Nassir inventò il gioco degli scacchi; lo mostro al Re che, entusiasto, gli chiese quale fosse la sua ricompensa. Nassir chiese di ricevere solo un chicco di riso sulla prima casella, il doppio sulla seconda e così via, fino alla 64esima casella. Il Re rise di cuore alla ingenua richiesta dellinventore e ordinò al suo matematico di corte di fare i conti e onorare la richiesta di Nassir… Università Popolare

15 La nascita degli scacchi Leggenda persiana Il matematico fece calcoli tutta la notte e al mattino si presentò davanti al Re: Sire, dovete a Nassir 18 miliardi di miliardi di chicchi di riso, 500 miliardi di tonnellate, 830 volte la produzione mondiale di riso (2003) Il Re accusò Nassir di alto tradimento per vilipendio al Re e lo fece decapitare Università Popolare

16 La crescita esponenziale dei gigli dacqua Università Popolare Ogni giorno, le foglie del giglio dacqua raddoppiano la loro superficie

17 La crescita esponenziale dei gigli dacqua Università Popolare Giorno dopo giorno, i gigli dacqua ricoprono la superfice del lago che li ospita

18 La crescita esponenziale dei gigli dacqua Università Popolare Il giorno che i gigli dacqua hanno coperto metà del lago è troppo tardi per evitare il blocco della navigazione

19 La crescita esponenziale dei gigli dacqua Università Popolare Il giorno dopo, il lago sarà tutto coperto e il sistema economico basato sulla navigazione del lago COLLASSERA

20 Come la natura evita il proprio collasso. La crescita embrionale Università Popolare UN RADDOPPIO DI CELLULE OGNI 27 ORE!

21 La crescita con limitedi un ovulo fecondato da 0 a 56 settimane Università Popolare

22 Modelli di crescita in natura Alla crescita, segue lequilibrio con la capacità di carico, oppure il collasso Università Popolare

23 La capacità di carico del Pianeta è in equilibrio con 7 miliardi di umani ? Università Popolare

24 24 SEGNALI DALLA TERRA Università Popolare

25 I segnali provengono dal Pacifico Università Popolare

26 26 Dallisola Mauna Loa (Hawaii) Isole Hawaii, Oceano Pacifico Università Popolare

27 27 Mauna Loa osservatorio astronomico (4.169 metri slm) Università Popolare

28 28 50 anni di misure di CO 2 a Mauna Loa (1960 – 2010) Università Popolare

29 29 Il Respiro di GAIA: le oscillazioni stagionali della CO 2 Università Popolare

30 Gaia è in equilibrio con il ciclo stagionale del carbonio organico delle piante Università Popolare

31 31 CO 2 e temperatura dellatmosfera di Gaia ( ) Temperatura CO2 ppm ppm ppm Università Popolare

32 32 CO 2 dallAlto Medioevo a oggi Università Popolare

33 33 CO 2, e temperatura dallera glaciale ad oggi 2 Università Popolare

34 La capacità, di oceani e foreste, di assorbire anidride carbonica di origine antropica è stata abbondantemente superata Università Popolare

35 35 Ghiacci perenni al polo nord Università Popolare

36 Il mitico Passaggio a Nord Ovest è diventato realtà Università Popolare

37 La nostra impronta sulle risorse del Pianeta Di quanti ettari abbiamo bisogno per mangiare, vestirci, abitare, produrre merci, smaltire i nostri rifiuti? Quanti ettari ci mette a disposizione il Pianeta? _2010|Ecological Università Popolare

38 La nostra impronta sulle risorse del Pianeta Nel 2006 la quantità di ettari globali, per abitante, utilizzati USA: 9 ettari Italia: 5,5 Cina: 1,8 La disponibilità mondiale di ettari globali per abitante: 1,8 Università Popolare

39 Impronta ecologica dellumanità dal 1961 al 2007 Università Popolare

40 Dal 1975, consumiamo più risorse rinnovabili di quelle che il Pianeta ci offre Università Popolare

41 Il superamento dei limiti di carico, provoca il COLLASSO Università Popolare

42 A pesca di merluzzi sui mitici Banchi di Terranova Università Popolare Romanzo: Kipling 1897 Film: 1937

43 Nel 1992 la pesca del merluzzo nei banchi di Terranova è cessata Università Popolare

44 Limits to Growth. The 30-Year Update 2004 Università Popolare

45 Nei tre volumi che, dal 1972 al 2004, gli autori hanno dedicato allanalisi dei fattori che limitano la crescita, è stato utilizzato il programma WORLD 3, in grado di simulare gli effetti sulle risorse, sulla popolazione, sullambiente, prodotti da diversi possibili modelli di sviluppo Università Popolare

46 Università Popolare WORLD 3 simula le interazione e landamento nel tempo Popolazione mondiale Produzione industriale Disponibilità di risorse Disponibilità di alimenti Inquinamento

47 DIECI DIVERSI SCENARI In ogni scenario si stima: 1. Stato del Mondo 2. Tenore Materiale di Vita 3. Benessere e impronta ecologica dellumanità Università Popolare

48 Scenario n° 2 Raddoppia luso di risorse non rinnovabili I progressi tecnologici riducono laumento dei costi La produzione industriale cresce La popolazione mondiale: 8 miliardi nel 2040 Università Popolare

49 Scenario 2: gli effetti sul benessere e sullimpronta ecologica Università Popolare

50 Scenario 2 Dopo la crescita il collasso Lindice di benessere rallenta e resta costante nel corso di primi decenni del XXII secolo. Nei decenni successivi il benessere diminuisce rapidamente, insieme allaspettativa di vita e alla disponibilità di cibo. Università Popolare

51 Scenario 2 Dopo la crescita il collasso Il crollo della popolazione umana, riduce drasticamente la nostra impronta sul Pianeta Università Popolare

52 Scenari previsti e fatti osservati Università Popolare

53 Segnali di collasso prossimo-venturo (edizione 2004) Capitali e risorse sono dirottati per servizi prima forniti gratuitamente dalla natura (depurazione acqua e aria…) Capitali, risorse e lavoro sono dirottati verso lo sfruttamento di risorse scarse (trivellazioni Adriatico..) Linquinamento aumenta (benzene a Genova, Taranto…) La manutenzione di piccole e grandi opere è ritardata Cambiano i modelli di consumo Domanda crescente di capitali dal settore militare (cacciabombardieri F 35..) Diminuisce la fiducia nel governo pubblico Università Popolare

54 Scenari LUmanità fa pace con GAIA a partire dal 2002 o dal 1982 Università Popolare COLLASSO EVITATO !

55 Scenari Massimo benessere per 8 miliardi di donne e uomini e impronta ecologica decrescente Università Popolare

56 Le scelte possibili per rispettare i limiti di Gaia La famiglia media ha due figli Si sviluppano tecnologie a basso impatto ambientale Si riducono dell80% le risorse non rinnovabili Aumenta la resa dei terreni agricoli Università Popolare

57 Grazie per lattenzione E per saperne di più: Scienziato Preoccupato Università Popolare


Scaricare ppt "I LIMITI ALLA CRESCITA 40 anni dopo il Rapporto del Club di Roma FEDERICO VALERIO Università Popolare 2012-13 1."

Presentazioni simili


Annunci Google