La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Esame di Stato conclusivo del I ciclo distruzione a.s. 2008/09 26 maggio 2009 conferenza con i genitori degli alunni dellIstituto Comprensivo Formello.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Esame di Stato conclusivo del I ciclo distruzione a.s. 2008/09 26 maggio 2009 conferenza con i genitori degli alunni dellIstituto Comprensivo Formello."— Transcript della presentazione:

1 Esame di Stato conclusivo del I ciclo distruzione a.s. 2008/09 26 maggio 2009 conferenza con i genitori degli alunni dellIstituto Comprensivo Formello (RM)

2 Cosa dice la C.M. n° 50 del 20/05/09 In sede di scrutinio finale vengono ammessi dal Consiglio di classe alla classe successiva gli alunni che conseguono: la validità di frequenza delle lezioni ( Secondo, quanto previsto dallarticolo 11, comma 1, del decreto legislativo 19 febbraio 2004, n. 59.) ; un voto non inferiore a sei decimi in ogni disciplina di studio; un voto non inferiore a sei decimi nel comportamento. Per i criteri e le modalità applicative della valutazione del comportamento si rinvia a quanto previsto dal D.M. 16 gennaio 2009, n. 5. Leventuale non ammissione alla classe successiva è deliberata a maggioranza dal Consiglio di classe.

3 Cosa dice la C.M. n° 51 del 20/05/09 Ammissione allesame Lammissione allesame di Stato conclusivo del primo ciclo è disposta, previo accertamento della prescritta frequenza ai fini della validità dellanno scolastico, nei confronti degli studenti che hanno ottenuto, con decisione assunta a maggioranza dal consiglio di classe, un voto non inferiore a sei decimi in ciascuna disciplina ed un voto di comportamento non inferiore a sei decimi (art. 3, comma 3, ed art. 2, comma 3, legge n. 169/2008). Conseguentemente, il Consiglio di classe formula un giudizio di idoneità o, in caso negativo, un giudizio di non ammissione allesame medesimo, ai sensi dellarticolo 11, comma 4-bis, del decreto legislativo n. 59/2004.

4 La prova scritta di italiano formulata in modo da consentire allalunno di mettere in evidenza la propria capacità di rielaborazione e di organizzazione delle conoscenze acquisite. accerterà la coerenza e la organicità del pensiero, la capacità di espressione personale e il corretto ed appropriato uso della lingua.

5 La prova scritta delle lingue comunitarie Due prove scritte articolate su contenuti afferenti la lingua comunitaria (delibera del Collegio Docenti a norma della C.M. 32/08) potrà attuarsi in forme differenziate (elaborato, composizione, questionario, simulazione di dialogo, ecc.), con conseguente valutazione riferita agli insegnamenti di entrambe le lingue.

6 La prova scritta di matematica può contenere elementi di scienze e tecnologia tendere a verificare le capacità e le abilità essenziali individuate dal curricolo di studi. i quesiti potranno toccare aspetti numerici, geometrici e tecnologici, senza peraltro trascurare nozioni elementari nel campo della statistica e della probabilità. Ogni commissione deciderà se e quali strumenti di calcolo potranno essere consentiti, dandone preventiva comunicazione ai candidati.

7 La prova unica Nazionale volta a verificare i livelli generali e specifici di apprendimento conseguiti dagli alunni. la prova nazionale riguarderà italiano e matematica. la prova è divisa in due sezioni. La prima, che riguarda l' italiano è divisa in due parti: parte A – comprensione della lettura, ovvero testo narrativo seguito da quesiti; parte B – riflessione sulla lingua, serie di quesiti su conoscenze grammaticali. I quesiti sono sia a scelta multipla sia a risposta aperta. Nella seconda, che riguarda la matematica, si propongono quesiti a scelta multipla e a risposta aperta sulle seguenti aree: numeri, geometria, relazioni e funzioni, misure, dati e previsioni. la prova nazionale viene riprodotta in sede nazionale in copia per ciascun alunno e consegnata per tempo agli Uffici scolastici provinciali in appositi plichi predisposti per ciascuna scuola e per ciascuna classe. la somministrazione della prova avverrà su tutto il territorio nazionale martedì 18 giugno 2009.

8 La prova orale Colloquio pluridisciplinare; Si darà la possibilità di cominciare da un argomento a piacere; La durata del colloquio varierà tra i 20 e 30 minuti a ragazzo/a;

9

10 Come si svolgeranno gli esami Salvo rettifiche: Lunedì 15 giugno, ore 8:30prova scritta di italiano (4 h) Martedì 16 giugno, ore 8:30 prova scritta di inglese (3 h) Mercoledì 17 giugno, ore 8:30 prova scritta di matematica (3 h) Giovedì 18 giugno, ore 8:30 prova scritta Nazionale (2h) Venerdì 19 giugno, ore 8:30 prova scritta di spagnolo (3 h) Le prove orali avranno inizio dal 20 al 29 giugno (salvo rettifiche) secondo il calendario che verrà comunicato dal Presidente della commissione nei primi giorni delle prove scritte di esame.

11 Per la prova scritta di italiano e di lingua straniera assicuratevi che i vostri figli portino il vocabolario. Per la prova di matematica, poiché il disegno della figura geometrica verrà verificato dal docente di tecnologia, dovranno venire forniti di riga e squadra (se la commissione deciderà di concedere luso della calcolatrice verrà comunicato durante la prova di italiano).

12 Compiti dei genitori Assicuratevi che per tutte le prove scritte portino lastuccio con il materiale per scrivere (NO fogli), una merenda e una bottiglietta dacqua. Venerdì 12 giugno, alle ore 16:30, venite a ritirare la scheda di valutazione. Dal termine di tutte le operazioni desame al 3 Luglio la scuola predisporrà tutta la documentazione che dovrete consegnare allIstituto Superiore. Nel frattempo effettuate il versamento del contributo richiestovi dallIstituto Superiore in modo che quando vi consegneremo la documentazione potrete andare nella stessa mattinata a CONFERMARE liscrizione di vostro figlio.

13 Create in casa un clima positivo in cui i vostri figli possano studiare con serenità, senza farsi distrarre e senza stressarsi. Lesame, soprattutto per quegli alunni ammessi con riserva, potrebbe avere esito NEGATIVO. Per evitare questa conclusione, VI invito a seguire i vostri figli nella preparazione dellesame SOPRATTUTTO nelle materie dove hanno conseguito risultati non sufficienti. Lesame orale è pubblico ma, se volete assistere al colloquio, chiedete a vostro figlio se è daccordo che voi siate presenti.

14 Raccomandazione ai genitori Art. 30 della Costituzione i genitori sono OBBLIGATI a mantenere, istruire ed educare i figli, anche se nati fuori del matrimonio. L'elaborazione del POF prevede già la partecipazione dei genitori (Art. 3, D.P.R. 275/1999). Nello stesso D.P.R. 275/1999 si ritrovano altre indicazioni in tal senso ( >.

15 Evidentemente, il POF deve essere il risultato di tutte le componenti del sistema formativo integrato e, in particolare, delle famiglie. La cooperazione dei genitori non si esaurisce nellelaborazione del POF. Essa continua per tutto il corso dell'anno scolastico in riferimento ad ogni aspetto della gestione della scuola, sia di tipo organizzativo (laboratori, iniziative di sperimentazione e di aggiornamento...), sia di tipo meramente educativo-didattico. La Legge 53/2003 prevede la cooperazione tra scuola e genitori (guardare allinterno del sito il file genitori & scuola). Durante la frequenza della scuola superiore partecipate attivamente alla vita scolastica di vostro figlio. In qualsiasi momento doveste aver bisogno di consulenza per problemi scolastici dei vostri figli potete rivolgervi a questa scuola. Ricordatevi che la scuola è un servizio per il territorio! Per informazioni:


Scaricare ppt "Esame di Stato conclusivo del I ciclo distruzione a.s. 2008/09 26 maggio 2009 conferenza con i genitori degli alunni dellIstituto Comprensivo Formello."

Presentazioni simili


Annunci Google