La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Di Cristina Brasili Presidente Associazione RegiosS e docente dellUniversità di Bologna.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Di Cristina Brasili Presidente Associazione RegiosS e docente dellUniversità di Bologna."— Transcript della presentazione:

1 di Cristina Brasili Presidente Associazione RegiosS e docente dellUniversità di Bologna

2 1.Ciclo economico e la specializzazione produttiva delle regioni italiane 2.Lombardia: indicatore di attività, analisi congiunturale e struttura economica 3.Trentino-Alto Adige: indicatore di attività, analisi congiunturale e struttura economica 4.Emilia-Romagna: indicatore di attività, analisi congiunturale e struttura economica 5.Toscana: indicatore di attività, analisi congiunturale e struttura economica 6.Puglia: indicatore di attività, analisi congiunturale e struttura economica 7.Sardegna: indicatore di attività, analisi congiunturale e struttura economica 8.Specializzazione ed internazionalizzazione dellindustria manifatturiera Sommario

3 Punti di svolta degli indicatori di attività economica regionale Fonte: RegiosS 1. Entrata ed uscita dalla crisi

4 Settori economici di maggiore specializzazione delle economie regionali italiane (media annua ) 1. Il podio della specializzazione Fonte: nostre elaborazioni su dati ISTAT e Movimprese

5 Classifica dei primi tre settori di specializzazione per ciascuna regione (media annua ) Fonte: nostre elaborazioni su dati Istat e Movimprese 1. Settori di specializzazione regionale

6 2. Lombardia Fonte: UniCredit-RegiosS La specializzazione produttiva. Nord-Ovest Fonte: nostre elaborazioni su dati ISTAT e Movimprese

7 2. Lombardia - Settore manifatturiero Fatturato totale dell'Industria manifatturiera (variazioni %) Fonte: Unioncamere Lombardia – Indagine Trimestrale Settore Industria. Allegato Statistico 4° trimestre 2009 Fiducia degli imprenditori (Indagine ISAE) Andamento dei livelli di ordini e produzione Andamento delle tendenze di ordini e produzione

8 Commercio estero Andamento dell'export e dell'import (milioni di euro) Fonte: nostre elaborazioni su dati ISTAT - COEWEB Variazioni dell'export e dell'import (% a/a) Import ed Export del settore manifatturiero (milioni di euro) 2. Lombardia - Settore manifatturiero

9 Mercato del lavoro Fonte: nostre elaborazioni su dati ISTAT – Rilevazione sulle forze di lavoro Differenze (a/a) dei tassi di attività, occupazione e disoccupazione Quota di occupazione industriale 2. Lombardia - Settore manifatturiero

10 Fonte: nostre elaborazioni su dati INFOCAMERE – MOVIMPRESE Differenze (a/a) dei tassi di nati-mortalità delle imprese manifatturiere Differenze (a/a) dei tassi di nati-mortalità delle imprese del settore Macchinari ed apparecchi n.c.a. e installazione" Demografia delle imprese 2. Lombardia - Settore manifatturiero

11 2. La specializzazione produttiva della Lombardia, leffetto della crisi: una rottura? Se la crisi porterà ad una rottura ed alla creazione di un nuovo equilibrio della specializzazione produttiva della Lombardia andrà valutato nel lungo periodo. Il settore manifatturiero della Lombardia è stato colpito particolarmente nella sua propensione al commercio estero. La possibilità di recuperare il patrimonio manifatturiero regionale dipende fortemente da un lato dalla ripresa dellerogazione di credito alle imprese, cresciuto a ritmi sempre più lenti dallinizio del 2008 e in calo dallestate del 2009 (-3,7% a/a in dicembre 2009), e dallaltro dalla capacità della politica economica di stimolare la crescita delloccupazione in quelli che prima della crisi erano i comparti di punta delleconomia regionale. La crisi della domanda ha avuto importanti ripercussioni in termini di fatturato delle imprese e fiducia degli imprenditori del settore.

12 3. Trentino-Alto Adige Fonte: UniCredit-RegiosS La specializzazione produttiva. Nord-Est Fonte: nostre elaborazioni su dati ISTAT e Movimprese

13 Fonte: nostre elaborazioni su dati Servizio Statistica Provincia di Trento Variazione annuale arrivi e presenze turistiche in Trentino (% a/a) 3. Trentino-Alto Adige – Settore Alberghi e ristoranti Mercato del lavoro Fonte: Servizio Statistica Provincia di Trento Addetti alla struttura turistica alberghiera per tipologia di occupazione in Provincia di Trento ( )

14 Mercato del lavoro Fonte: nostre elaborazioni su dati ISTAT – Rilevazione sulle forze di lavoro Occupati nel settore (migliaia di unità) Occupati dipendenti ed indipendenti nel settore 3. Trentino-Alto Adige – Agricoltura, silvicoltura e pesca

15 3. La specializzazione produttiva del Trentino-Alto Adige, leffetto della crisi: una rottura? In Trentino Alto Adige, più che una rottura della specializzazione, la crisi sembrerebbe aver fatto emergere una riconferma della specializzazione. La crisi economica, seppure con ricadute diverse e differenti modalità di reazione a livello provinciale, in generale ha messo alla prova la solidità e la qualità del principale settore ed insieme ad esso la tenuta dellintera struttura produttiva regionale. Lagricoltura, secondo settore di specializzazione, al contrario ha vissuto un periodo di contrazione, concentrata soprattutto a cavallo dei due anni di crisi. Più dirompente leffetto sulle costruzioni, che tuttavia sembrano accennare ad una risalita occupazionale nellultima parte del 2009.

16 4. Emilia-Romagna Fonte: UniCredit-RegiosS La specializzazione produttiva. Nord-Est Fonte: nostre elaborazioni su dati ISTAT e Movimprese

17 4. Emilia-Romagna - Settore manifatturiero Fatturato totale dell'Industria manifatturiera Fonte: Unioncamere Emilia-Romagna – Indagine Trimestrale Settore Industria Fiducia degli imprenditori (Indagine ISAE) Andamento dei livelli di ordini e produzione Andamento delle tendenze di ordini e produzione Fonte: ISAE, Inchiesta mensile sulle imprese manifatturiere ed estrattive

18 Commercio estero Andamento dell'export e dell'import (milioni di euro) Fonte: nostre elaborazioni su dati ISTAT - COEWEB Variazioni dell'export e dell'import (% a/a) Import ed Export del settore manifatturiero (milioni di euro) 4. Emilia-Romagna - Settore manifatturiero

19 Mercato del lavoro Fonte: nostre elaborazioni su dati ISTAT – Rilevazione sulle forze di lavoro Tassi di attività, occupazione e disoccupazione (differenze a/a) Quota di occupazione industriale 4. Emilia-Romagna - Settore manifatturiero

20 Quota occupazione agricola sul totale Lavoratori dipendenti e indipendenti (migliaia di unità) Mercato del lavoro Fonte: nostre elaborazioni su dati ISTAT – Rilevazione sulle forze di lavoro 4. Emilia-Romagna - Settore Agricoltura, silvicoltura e pesca

21 4. La specializzazione produttiva dellEmilia-Romagna, leffetto della crisi: una rottura? Uneconomia come quella dellEmilia-Romagna con un forte orientamento allexport e che ha perseguito lobiettivo della competitività, ha risentito profondamente della crisi, soprattutto in termini di una fortissima riduzione della domanda estera. Il settore meccanico ha subito in modo più pesante la riduzione della domanda sia interna che estera. Il tessile, che aveva già vissuto una lunga fase di ristrutturazione perché fortemente esposto alla concorrenza estera, è stato meno interessato dalla riduzione delle sue esportazioni, il settore agroalimentare che, in parte per la sua caratteristica anticiclica, in parte perché fa sistema insieme al secondo settore di specializzazione della regione, quello agricolo, ha subito in modo meno drastico la riduzione della domanda estera. La crisi sta avendo il suo effetto più dirompente nel mercato del lavoro dellEmilia-Romagna. La regione arriva a questa fase con numeri migliori di altre, nonostante i dati negativi sul tasso di occupazione, di attività e sullincremento della disoccupazione. I dati occupazionali continuano a non mostrare alla fine del 2009 nessun segnale di miglioramento.

22 5. Toscana Fonte: UniCredit-RegiosS La specializzazione produttiva. Centro Fonte: nostre elaborazioni su dati ISTAT e Movimprese

23 5. Toscana – Settore Alberghi e ristoranti Fonte: nostre elaborazioni da dati del Sistema Statistico Regionale Toscana 5. Settore Immobiliare Volume di transazioni di immobili residenziali (variazioni % a/a) Intensità del mercato immobiliare nel settore residenziale (differenze a/a) Fonte: nostre elaborazioni su dati OMI Presenze di italiani e stranieri per tipologia esercizio turistico (variazioni a/a)

24 5. La specializzazione produttiva della Toscana, leffetto della crisi: una rottura? Il primo settore di specializzazione della regione, quello turistico, sembra aver retto alla crisi internazionale; questo grazie anche alla presenza di strutture ricettive molto diversificate. Nel settore immobiliare, secondo settore per importanza, la crisi sembra essere più accentuata; questa ha avuto inizio a partire dal 2007, ma è apparsa in tutta la sua gravità nel corso del Il settore manifatturiero mostra un andamento fortemente negativo negli ultimi anni, con livelli degli ordini e della produzione decrescenti da dicembre 2004 a dicembre 2009 anche se da marzo 2009 si è registrato un lento ma continuo miglioramento.

25 6. Puglia Fonte: UniCredit-RegiosS La specializzazione produttiva. Sud Fonte: nostre elaborazioni su dati ISTAT e Movimprese

26 6. Puglia – Settore Agricoltura, silvicoltura e pesca Fonte: nostre elaborazioni su dati ISTAT Andamento dei principali prodotti agricoli (quantità in migliaia di quintali) Commercio estero - Variazione (% a/a) dell'import e dell'export Fonte: nostre elaborazioni su dati ISTAT - COEWEB

27 6. Puglia – Settore Costruzioni Fonte: nostre elaborazioni su dati ISTAT – Rilevazione sulle forze di lavoro Occupati nel settore costruzioni (migliaia di unità) Mercato del lavoro Attività immobiliari Volume di transazioni di immobili residenziali (variazioni % a/a) Fonte: nostre elaborazioni su dati OMI Intensità del mercato immobiliare nel settore residenziale (differenze a/a)

28 6. Puglia – Settore Trasporti Trasporto marittimo: passeggeri imbarcati e sbarcati Fonte: nostre elaborazioni su dati Eurostat Trasporto aeroportuale: passeggeri sbarcati e imbarcati Fonte: nostre elaborazioni su dati Istat

29 6. La specializzazione produttiva della Puglia, leffetto della crisi: una rottura? Più che parlare di rottura nella specializzazione, per la Puglia, sarebbe più corretto parlare di impatto generalizzato della crisi nei principali settori economici locali. La Puglia, infatti, che rientra nellobiettivo convergenza, è caratterizzata da settori di attività economicamente rilevanti più che da vere e proprie specializzazioni. La crisi, con la sua irruenza, si è fatta sentire soprattutto nel mercato del lavoro, che vede dei miglioramenti, a partire dal secondo trimestre del 2009, solo per il settore agricolo. I dati sui trasporti aerei e marittimi delle merci, evidenziano maggiori flussi in entrata che in uscita. In aumento il trasporto aeroportuale passeggeri, dovuto ai recenti collegamenti nazionali e internazionali low cost.

30 7. Sardegna Fonte: UniCredit-RegiosS Fonte: nostre elaborazioni su dati Istat e Movimprese La specializzazione produttiva. Isole

31 7. Sardegna Fonte: nostre elaborazioni su dati ISTAT - COEWEB Commercio estero Importazioni ed esportazioni della Sardegna, del Centro Nord e del Mezzogiorno Mercato del lavoro Fonte: nostre elaborazioni su dati ISTAT – Rilevazione sulle forze di lavoro

32 7. La specializzazione produttiva della Sardegna, leffetto della crisi: una rottura? Il settore agricolo della Sardegna, profondamente legato allexport verso gli USA ha visto una forte contrazione di domanda che rende non più procrastinabile una riflessione sullopportunità di differenziare i mercati di sbocco al fine di meglio ammortizzare gli shock provenienti da tali mercati esteri. Il settore industriale della Sardegna, legato ai destini del settore chimico e della trasformazione dei prodotti metalliferi, in particolare alluminio, si dibatte tra le prospettive di ristrutturazione a seguito di acquisizioni di gruppi internazionali e la progressiva chiusura di impianti con il conseguente importante impatto sulloccupazione regionale, data lalta intensità del fattore lavoro industriale. Gli effetti della crisi sul mercato del lavoro non si sono fatti attendere. Il tasso di disoccupazione nel quarto trimestre 2009 si è attestato al livello del 15,4%, valore che riporta la regione indietro di un quinquennio.

33 8. Specializzazione ed internazionalizzazione dellindustria manifatturiera Fonte: nostre elaborazioni su dati ISTAT-COEWEB Struttura di specializzazione dell'industria manifatturiera prima (2007) e durante la crisi (2009): Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana a confronto

34 8. Specializzazione ed internazionalizzazione dellindustria manifatturiera Fonte: nostre elaborazioni su dati ISTAT-COEWEB Mutamenti nella struttura di specializzazione dell'industria manifatturiera prima (2007) e durante la crisi (2009): Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana a confronto

35 8. Specializzazione ed internazionalizzazione dellindustria manifatturiera Fonte: nostre elaborazioni su dati ISTAT-COEWEB Struttura della specializzazione del settore meccanico prima (2007) e durante la crisi ( ): Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana a confronto

36 Indice di coesione calcolato tra i cicli regionali e quello nazionale Indice di specializzazione sintetico fuzzy Indice di correlazione tra i due indici= 0,65 Correlazione tra indice di coesione ed indice di specializzazione

37 Si ringrazia il gruppo di lavoro di RegiosS che ha contribuito alla realizzazione dellevento: Barbara Barone Federica Benni Eleonora Cipolletta Roberto Fanfani Diego Gandolfo Monica Graldi Luciano Gutierrez Gianluca Parodi Tommaso Pirotti Annachiara Saguatti Lucilla Spinelli Si ringrazia il gruppo di lavoro di RegiosS che ha contribuito alla realizzazione dellevento: Barbara Barone Federica Benni Andrea Brasili Eleonora Cipolletta Roberto Fanfani Diego Gandolfo Monica Graldi Luciano Gutierrez Gianluca Parodi Tommaso Pirotti Annachiara Saguatti Lucilla Spinelli


Scaricare ppt "Di Cristina Brasili Presidente Associazione RegiosS e docente dellUniversità di Bologna."

Presentazioni simili


Annunci Google