La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Leconomia lucana nel 2003 e le prospettive per il 2004 Centro Studi Unioncamere Basilicata.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Leconomia lucana nel 2003 e le prospettive per il 2004 Centro Studi Unioncamere Basilicata."— Transcript della presentazione:

1

2 Leconomia lucana nel 2003 e le prospettive per il 2004 Centro Studi Unioncamere Basilicata

3 uneconomia nel segno della stagnazione un ciclo in linea con quello nazionale

4 la crescita economica nel variaz. % - PIL Valore aggiunto - agricoltura - manifatturiero - costruzioni - servizi Basilicata -0,1 -7,5 0,3 1,4 0,2 Mezzogiorno 0,4 -2,2 0,1 2,4 0,5 Italia 0,4 -4,6 0,3 1,8 0,6 Fonte: stime Unioncamere-Prometeia

5 a frenare la crescita anche il mancato sostegno della domanda estera - variaz. % dellexport - Fonte: ISTAT

6 le criticità dellexport lucano forte concentrazione merceologica elevata vulnerabilità sui mercati internazionali prevalenza di prodotti con un basso livello tecnologico forte esposizione alla concorrenza delle economie emergenti

7 superare le criticità attraverso: 1.lampliamento della quota di imprese/settori in grado di competere sui mercati esteri innalzamento livello qualitativo PMI diversificazione specializz. produttive 2.laggregazione delle PMI locali 3.il riposizionamento sulle fasce di mercato medio-alte delle produzioni tradizionali export-oriented

8 ancora ferma lattività manifatturiera - variaz. % della produzione industriale - Fonte: Unioncamere – indagine congiunturale

9 la stagnazione produttiva è molto diffusa a livello settoriale - variaz. % della produzione nel meccanica/mezzi trasporto tessile/abbigliamento macchine altre industrie minerali metalliferi alimentare carta/stampa minerali non metalliferi estrattiva legno/mobile chimica/plastica -3,5 -3,2 -2,2 -1,7 -1,6 -0,9 -0,8 -0,4 +0,3 +0,7 +2,5 Fonte: Unioncamere – indagine congiunturale

10 le difficoltà congiunturali continuano ad alimentare un ampio ricorso alla CIG - migliaia di ore autorizzate di CIG - Fonte: INPS

11 si interrompe, tuttavia, la caduta dei livelli occupazionali - var. % occupati industria manifatturiera - Fonte: ISTAT

12 non si intravedono decisi segnali di ripresa della produzione le previsioni a breve degli operatori tot. impreseimprese minori 26%17% 62%59% 12%24%

13 ledilizia vicino alla svolta ? volume daffari - 3,4% occupazione +0,1% consuntivo % 49% 19% previsioni a breve

14 forti difficoltà per il commercio ancora in calo le vendite al dettaglio (-2,5%) ridimensionamento dei piccoli esercizi consistenti flessioni occupazionali (1.400 addetti in meno nel 2003)

15 riprende a crescere lattività turistica - variaz. % delle presenze turistiche - Fonte: APT

16 peggiorano le condizioni del mercato del lavoro - variaz. % occupati e disoccupati - Fonte: ISTAT

17 il mercato del lavoro lucano è più sensibile al ciclo economico è minore leffetto flessibilità e leffetto emersione del sommerso

18 tiene il sistema delle imprese - n° di nuove imprese al netto delle cessate - Fonte: Infocamere

19 il tessuto imprenditoriale si rafforza privilegiando le formule organizzative più evolute e complesse il contributo maggiore alla crescita della base produttiva viene dalle società di capitali

20 la dimensione ottimale per competere: le reti di imprese le potenzialità di sviluppo delle singole imprese si fondano sempre più sulla creazione di legami con altre imprese, sia formali (es. gruppi basati su partecipazioni azionarie) sia informali (es. rapporti di subfornitura)

21 la tendenza delle imprese a fare sistema addetti e valore aggiunto delle imprese in gruppo - in % su totale economia - BasilicataMezzogiornoItalia addetti 16,713,731,9 valore aggiunto11,5 8,631,6 Fonte: Unioncamere – Osservatorio sui gruppi di impresa

22 un ruolo decisivo per linnalzamento della competitività del sistema produttivo è assegnato agli strumenti che valorizzino la capacità di fare sistema che promuovano la formazione delle reti di imprese che sostengano lo sviluppo della subfornitura

23 il gap di competitività delleconomia regionale la produttività del lavoro - v.a. per addetto in migliaia di - la redditività delle società di capitali (R.O.I. - %) Fonte: ISTAT Fonte: Unioncamere – Osservatorio sui bilanci

24 i nodi da sciogliere la qualificazione dellambiente socio- economico e insediativo il miglioramento professionale delle risorse umane inserite nelle aziende linnovazione e gli investimenti in R&S

25 la formazione continua è meno diffusa in Basilicata BasilicataMezzogiornoItalia imprese formatrici 21,7 22,024,7 dipendenti formati 13,5 14,817,3 imprese formatrici e dipendenti formati - in % su totale - Fonte: Sistema Informativo Excelsior

26 sistema della ricerca e sistema delle imprese: quale raccordo ? Spesa in R&S in % sul PIL Fonte: ISTAT Spesa in R&S delle imprese e delle istituzioni pubbliche - indici di composizione % -

27 le prospettive per il variaz. % - PIL Valore aggiunto - agricoltura - manifatturiero - costruzioni - servizi Unità di lavoro Basilicata 1,3 -2,8 0,1 5,0 1,6 2,0 Mezzogiorno 1,6 0,6 0,5 1,1 1,9 1,3 Italia 1,7 -0,8 1,5 0,5 2,0 1,0 Fonte: stime Unioncamere-Prometeia

28


Scaricare ppt "Leconomia lucana nel 2003 e le prospettive per il 2004 Centro Studi Unioncamere Basilicata."

Presentazioni simili


Annunci Google