La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Alfonsi Maria Luciani Stefania Marchetti Francesca Martino Raffaella Rotilio Raffaella.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Alfonsi Maria Luciani Stefania Marchetti Francesca Martino Raffaella Rotilio Raffaella."— Transcript della presentazione:

1 Alfonsi Maria Luciani Stefania Marchetti Francesca Martino Raffaella Rotilio Raffaella

2 REAZIONE COMPLETA La velocità di una reazione dipende dalla concentrazione dei reagenti, la velocità con cui A e B reagiscono sarà inizialmente massima per poi diminuire man mano che si formano i prodotti C e D REAZIONE REVERSIBILE

3 Andamento, in funzione del tempo, della concentrazione dei reagenti e della concentrazione dei prodotti di una reazione reversibile Questo tuttavia non significa che la reazione abbia subito un arresto, ma solo che la reazione diretta e la reazione inversa avvengono contemporaneamente e alla stessa velocità

4 Andamento, in funzione del tempo, della velocità diretta V d e della velocità inversa V i di una reazione reversibile

5 A A A A A A A A A D D DD D D D D D

6 eso endo q q q q q q q q q q q q q q q q q q q q

7 … quanto è complicato lequilibrio chimico! La prof. parla e io non capisco niente!

8 Alcune tipiche concezioni difformi, molto diffuse tra gli studenti, sono: concepire lequilibrio chimico come un qualcosa che oscilla da una posizione ad un'altra considerare che allequilibrio di un sistema chimico le concentrazioni dei reagenti e dei prodotti abbiano lo stesso valore

9

10 Materiali occorrenti una provetta da saggio, porta provette, spruzzetta con acqua distillata, cilindro da 10 ml, carta da filtro e phon. Reagenti cobalto dicloruro esaidrato CoCl 2 6H 2 O, HCl concentrato, acqua distillata, 2 becher da un litro, uno con acqua calda (70-80 °C) ed uno con acqua fredda.

11 Osservare e comprendere la reversibilità di una reazione allequilibrio

12 Soluzione blu [ CoCl 4 ] 2- [Co(H 2 O) 6 ] 2+ Soluzione rosa + H 2 O distillata [Co(H 2 O) 6 ] 2+ Soluzione rosa + HCl Soluzione blu [ CoCl 4 ] 2-

13 Se immergiamo la provetta con la soluzione rosa nel becher contenente acqua calda, si osserverà il viraggio verso la colorazione blu (maggiore concentrazione di [CoCl 4 ] 2- ). Raffreddando si può di nuovo tornare alla condizione originaria (colore rosa, cioè aumento della concentrazione di [Co(H 2 O) 6 ] 2+ ).

14 Curiosità Utilizzare la soluzione rosa come un inchiostro, per scrivere il proprio nome su un pezzetto di carta da filtro e lasciare asciugare. La scritta risulterà pressoché invisibile, ma scaldando con un phon si osserva la comparsa della scritta con colorazione blu. Raffreddando, la scritta tornerà a scomparire ma potrà essere rigenerata ogni volta semplicemente riscaldando la carta.

15 Studenti divisi in due gruppi: P e R Il numero di carte possedute da ciascun gruppo corrisponde alla concentrazione Il numero di carte trasferite equivale alla velocità di reazione la regola di trasferimento è la costante cinetica Ciascun gruppo possiede una tabella dove indica il numero di carte possedute prima e dopo il trasferimento e il numero di carte trasferite È possibile realizzare 5 attività per spiegare lequilibrio dinamico e i fattori che linfluenzano Il gioco consiste nel trasferimento di un certo numero di carte che simula la reversibilità di una reazione

16 ¼ ¼ Allequilibrio, il numero di carte scambiate vicendevolmente è lo stesso (lequilibrio è dinamico). Dopo n° round (11°) EQUILIBRIO DINAMICO ANALOGIE n° di carte possedute dalle due squadre allequilibrio è diverso ma costante (32 e 64), come le concentrazioni n° di carte trasferite allequilibrio è uguale, come la velocità diretta è uguale alla velocità inversa n° carte P n° carte R = 64/32 = 2 Anche se si effettuano altri round (dopo 11°) il n° carte possedute da ciascuna squadra non cambia: si ha sempre P 64 e R 32 V d = K d x C R = numero carte trasferite

17

18

19 ¼ ¼ Dopo n° round (9°) EQUILIBRIO DINAMICO situazione diametralmente opposta n° carte P n° carte R = 64/32 = 2 Anche se si effettuano altri round (dopo 9°) il n° carte possedute da ciascuna squadra non cambia si ha sempre P 64 e R 32 ANALOGIE n° di carte possedute dalle due squadre allequilibrio è diverso ma costante (32 e 64), come le concentrazioni A parità di regole di scambio iniziali (costante cinetica), si ottiene sempre lo stesso rapporto finale (stessa situazione di equilibrio)

20

21

22 ¼ ¼ Dopo n° round (10°) EQUILIBRIO DINAMICO n° carte P n° carte R = 96/48 = 2 Il rapporto è una COSTANTE ANALOGIE n° carte P n° carte R = AllEQUILIBRIO

23

24

25 Dopo n° round (2°) ¼ 3/43/4 ANALOGIE Se aumenta la regola di trasferimento delle carte aumenta la K d Se aumenta la T aumenta K d

26 ¼ ¼ Dopo n° round n° carte P n° carte R = 64/32 = 2 = ¼ ¼ Dopo n° round n° carte P n° carte R = 88/44 = 2 = V i = K i x C P = numero carte trasferite ANALOGIE Maggiore n° carte P = maggiore Cp

27 ¼ ¼ Rispetto allattività 1 ½ ½ ¼ catalizzatore = aumento del n° di carte trasferite da R a P e da P a R si raggiunge lequilibrio con un minor numero di round n° carte P n° carte R = 64/32 = 2 = V d = K d x C R = numero carte trasferite da R a P ANALOGIE il catalizzatore fa aumentare V d e V i V i = K i x C P = numero carte trasferite da P ad R

28 LINCOMPLETEZZA delle REAZIONI CHIMICHE la REVERSIBILITÀ delle REAZIONI CHIMICHE la NATURA DINAMICA dellEQUILIBRIO gli EFFETTI di PERTURBAZIONI ESTERNE sullo STATO di EQUILIBRIO

29 GRAZIE PER LATTENZIONE


Scaricare ppt "Alfonsi Maria Luciani Stefania Marchetti Francesca Martino Raffaella Rotilio Raffaella."

Presentazioni simili


Annunci Google