La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 PROGRAMMAZIONE IN LOGO 3 a e 4 a Lezione Programmare in scala e la ricorsione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 PROGRAMMAZIONE IN LOGO 3 a e 4 a Lezione Programmare in scala e la ricorsione."— Transcript della presentazione:

1 1 PROGRAMMAZIONE IN LOGO 3 a e 4 a Lezione Programmare in scala e la ricorsione

2 2 D ISEGNARE IN SCALE DIFFERENTI Abbiamo imparato a disegnare dei poligoni di dimensioni diverse in funzione della richiesta dell’utente. Ora vi mostro un’altra possibilità dove l’oggetto si ridimensiona secondo una scala. Digitate il seguente codice: to poligono :scala :nolati repeat :nolati [fd 100*:scala rt 360/:nolati] ht end Cosa succede?

3 3 E SERCIZIO Prova a generare i seguenti disegni a diverse scale, se riesci scrivi un’unica procedura!

4 4 L A RICORSIONE Una procedura è ricorsiva se invoca se stessa! Primo esempio: to ballo rt 1 ballo end Cosa succede????? Quali possono essere le potenzialità della ricorsione?

5 5 L A RICORSIONE ( TRATTO DA W IKIPEDIA ) Viene detto algoritmo ricorsivo un algoritmo espresso in termini di se stesso, ovvero in cui l'esecuzione dell'algoritmo su un insieme di dati comporta la semplificazione o suddivisione dell'insieme di dati e l'applicazione dello stesso algoritmo agli insiemi di dati semplificati.algoritmo Questo tipo di algoritmo risulta particolarmente utile per eseguire dei compiti ripetitivi su di un set di input variabili. L'algoritmo richiama se stesso generando una sequenza di chiamate che ha termine al verificarsi di una condizione particolare che viene chiamata condizione di terminazione, che in genere si ha con particolari valori di input.

6 6 L A RICORSIONE Provate a scrivere un programma che richiama la ricorsione. to ballo2 repeat 5 [fd 150 rt 360/5] ballo2 end

7 7 L A RICORSIONE Impariamo delle nuove primitive: penpaint Ritorna alla modalità classica di disegno penerase La tartaruga cancella tutto quello che incontra. wait numero Mette in pausa il programma per numero/60 secondi. (wait 120, mette in pausa per 2 s)

8 8 L A RICORSIONE to secondi fd 200 wait 60 penerase bk 200 penpaint rt 6 secondi end Prima di scrivere questa procedura provate ad interpretare quello che accadrà durante l’esecuzione del programma.

9 9 L A R ICORSIONE Scrivete una ricorsione che simuli una lancetta dei minuti.

10 10 L A RICORSIONE La primitiva print visualizza nell’area dello storico dei comandi (finestra in basso). Questa primitiva aspetta un argomento, una lista o una parola: print 3 print “ciao print [come stai?] Provate a scrivere questa procedura: to stampa :n print :n stampa :n+1 endcosa succede?

11 11 T ERMINARE LA RICORSIONE Gli esempi precedenti vengono eseguiti all’infinito consumando tutta la memoria disponibile (RAM). Normalmente è possibile terminare la ricorsione, come? Vediamo un esempio. to stampa1 :n if :n = 100 [stop] print :n stampa1 :n+1 end

12 12 T ERMINARE LA RICORSIONE Nella procedura precedente vi è una nuova primitiva : if condizione [primitiva]. Questa primitiva è molto importante, perché permette di cambiare gli eventi nella procedura. Facciamo un esempio, digitate nella linea di comando: if 2+1=3 [print [è vero]] # è vero if 2+2=5 [print [è vero]] # (nessuna risposta)

13 R ICORSIONE : F IOCCO DI N EVE DI V AN K OCH Utilizzando la ricorsione è molto semplice generare in Logo alcune semplici curve chiamate frattali in matematica. Questi sono i primi passi per creare la linea spezzata di Van Koch: 1. Come primo passo si disegna un segmento di una data lunghezza. 2. Il segmento viene diviso in tre parti uguali. 3. Un triangolo equilatero viene disegnato sul segmento centrale. 4. Infine il segmento centrale viene cancellato. 13

14 Provate a scrivere in Logo questa prima parte del programma. Il risultato dovrebbe essere la seguente figura 2: Adesso provate a disegnare la figura

15 Non tutte le vostre procedure permetteranno di trovare un algoritmo ricorsivo e quindi di continuare a spezzettare le linee sempre in tre parti uguali. Come aiuto vi comunico le seguenti direttive: 1. Disegniamo il segmento di lunghezza L e corrispondente al passo n (L n-1,L/3 ) 2. Ruotiamo a sinistra di 60° 3. Disegniamo L n-1,L/3 4. Ruotiamo a destra di 120° 5. Disegniamo L n-1,L/3 6. Ruotiamo a sinistra di 60° 7. Disegniamo L n-1,L/3 15

16 Provate a scrivere una procedura che simuli i passaggi descritti nella diapositiva no. 15. La soluzione la riceverete nel documento intitolato “Il fiocco di neve” 16

17 R ICORSIONE CON LE PAROLE Impariamo tre nuove primitive: Emptyp: restituisce vero se la variabile stringa è vuota. print emptyp “# true print emptyp “logo# false Last: restituisce una parola costituita dall’ultima lettera se arg1 è una parola o l’ultimo elemento se arg1 è un elenco. print last ciao # o print last [ ]# 4 Butlast (bl): restituisce una parola privata dell’ultima lettera se arg1 è una parola o un elenco privato dell’ultimo elemento se arg1 è un elenco. print butlast ciao# cia print butlast [ ]#

18 R ICORSIONE CON LE PAROLE Provate a scrivere una procedura ricorsiva che legga al contrario. La procedura viene invocata con: inverti “mauro# oruam 18


Scaricare ppt "1 PROGRAMMAZIONE IN LOGO 3 a e 4 a Lezione Programmare in scala e la ricorsione."

Presentazioni simili


Annunci Google