La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Risurrezione di Gesú -A- Giovanni 20, 1-9 // 12 aprile 2009 Perché si emarginano le donne, se il Maestro le ha ritenute degne delle predilezioni del suo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Risurrezione di Gesú -A- Giovanni 20, 1-9 // 12 aprile 2009 Perché si emarginano le donne, se il Maestro le ha ritenute degne delle predilezioni del suo."— Transcript della presentazione:

1

2 Risurrezione di Gesú -A- Giovanni 20, 1-9 // 12 aprile 2009 Perché si emarginano le donne, se il Maestro le ha ritenute degne delle predilezioni del suo cuore e del suo amore? Dio Padre/Madre scelse una donna quando decise di manifestarci il suo volto divenendo uomo. Alla samaritana dice che bisogna andare oltre i templi e le religioni, che si deve cercare Dio nel cuore di ogni persona: questo, infatti, é il vero tempio in cui trova dimora. A Marta dice che che Egli é la Risurrezione e la Vita. E nella mattinata di Pasqua dà incarico a Maria Maddalena di portare agli apostoli il messaggio più grande della storia, la Buona Nuova Pasquale: La vita ha vinto la morte, Egli é risuscitato. Maria Àngels Filella Castells “Lo sguardo rosa”. I Vangeli con occhi femminili.

3 1 Nel giorno dopo il sabato, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di buon mattino, quand'era ancora buio, Sensibilità, dolore, nostalgia, ricerca, impulso del cuore, amore... sono alcune delle qualità di Maria Maddalena, prima testimone della Risurrezione. L’amore illumina più del sole. L’amore é luce nell’oscurità, L’amore rende testimoni dell’invisibile, dell’ “incredibile”. L’amore non risparmia, spreca. All’amore basta amare.

4 e vide che la pietra era stata ribaltata dal sepolcro. 2 Corse allora e andò da Simon Pietro e dall'altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l'hanno posto!». Dio non sempre si trova dove crediamo che sia, né dove ci piacerebbe che fosse, né dove lo vorremmo porre, ma dove Egli si pone. Egli precede aprendo vie. Sempre le più impervie, perché non ci installiamo in esse, perché le seguiamo cercandole giorno e notte, con la luce e nel buio. Come Maria Maddalena. Può capitare che non sappiamo dove l’hanno posto o pensiamo che ce l’abbiano nascosto, ma sappiamo che si trova nei luoghi e nelle persone che Lui frequentava. La sua “assenza” ci spinge a cercarlo sempre... E a incontrarci con Lui.

5 3 Uscì allora Simon Pietro insieme all'altro discepolo, e si recarono al sepolcro. 4 Correvano insieme tutti e due, ma l'altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse per primo al sepolcro. 5 Chinatosi, vide le bende per terra, ma non entrò. 6 Giunse intanto anche Simon Pietro che lo seguiva ed entrò nel sepolcro e vide le bende per terra, 7 e il sudario, che gli era stato posto sul capo, non per terra con le bende, ma piegato in un luogo a parte. 8 Allora entrò anche l'altro discepolo, che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette. Pietro e l’altro discepolo vanno assieme. Pietro, rispettato come autorità, giunge adagio, vede, ma non crede. L’altro corre, vede e crede. Pare che l’amore, la fiducia e l’intimità aprano gli occhi della fede più che l’autorevolezza e il potere. Andare incontro a Gesù, cercarlo, ci cambierà la vita tanto quanto l’ha cambiata ai primi discepoli. Oggi, Gesú ci passa vicino: lo vediamo? Crediamo in Lui?

6 Ora siamo noi gli invitati a vivere come persone risuscitate, portatori di speranza, seguendo le orme del Risuscitato: dando conforto a chi ne ha bisogno, mostrando la felicità dell’essere caricati nell’incontro con la tenerezza della misericordia, la gioia del perdono, l’entusiasmo per un mondo migliore... perché crediamo che Gesú é risuscitato! “Dal momento della Risurrezione, Cristo non ha altro corpo visibile che quello dei cristiani, né altro amore da dare che il loro” (L. Evely). 9 (Non avevano infatti ancora compreso la Scrittura, che egli cioè doveva risuscitare dai morti.)

7 Anch’io voglio, Rabbunì, essere Maria Maddalena. Voglio ascoltare la tuavoce, vedere il tuo volto e cadere tra le tue braccia. E voglio udire come le tue labbra pronunciano il mio nome e come i tuoi occhi mi guardano con amore, accettandomi come sono. Ma, sai, soffro nell’attesa alla porta di un incontro pieno ed eterno, e vivo sognando che, tra pochi giorni, giungerò a questa meta finale. Come Maria Maddalena, aspiro a questa unione con l’Amato che non finirà mai, desidero che i momenti di intimità si eternino. E’ questa l’aspirazione della mia anima e questa è la promessa a cui aspirava Maria Maddalena quella che tutti agogniamo. La Nostra Promessa! Isabel Gómez-Acebo

8


Scaricare ppt "Risurrezione di Gesú -A- Giovanni 20, 1-9 // 12 aprile 2009 Perché si emarginano le donne, se il Maestro le ha ritenute degne delle predilezioni del suo."

Presentazioni simili


Annunci Google