La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Buona notizia, lieto annuncio Vangelo: Gesù Genere letterario.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Buona notizia, lieto annuncio Vangelo: Gesù Genere letterario."— Transcript della presentazione:

1

2

3

4 Buona notizia, lieto annuncio Vangelo: Gesù Genere letterario

5 1. Predicazione di Gesù, che è all’origine dei Vangeli: tradizione pre - pasquale 2. Predicazione su Gesù da parte degli apostoli e della comunità: tradizione post- pasquale 3. I Vangeli scritti come genere letterario

6 Mondo greco la buona notizia comunicata la ricompensa data al portatore della buona notizia Culto imperiale: avvenimento del passato

7 «Il giorno della nascita del divo imperatore ha operato nel mondo la serie delle liete notizie diramate a causa di lui».

8 6 volte hr"ÛfoB. il lieto messaggio (2Sam 18, ; 2Re 7,9) la ricompensa per il lieto messaggio (2Sam 4,10; 18,22)

9 «Come sono belli sui monti i piedi del messaggero di lieti annunzi che annunzia la pace, messaggero di bene che annunzia la salvezza, che dice a Sion: "Regna il tuo Dio"» (Is 52,7).

10 «Andate e riferite a Giovanni ciò che voi udite e vedete: "I ciechi ricuperano la vista, gli storpi camminano, i lebbrosi sono guariti, i morti risuscitano, ai poveri è predicata la buona novella"» (Mt 11,5-6).

11 termine 76 volte nel NT 60 in Paolo Verbo 54 nel NT 21 in Paolo

12 1Cor 15,3-8 «Cristo morì per i nostri peccati» «è risuscitato il terzo giorno secondo le Scritture» Testimonianza dei primi testimoni 1 Cor 9,14 «Così anche il Signore ha disposto che quelli che annunciano il vangelo (= contenuto) vivano del vangelo (= predicazione) ».

13 «Mi meraviglio che così in fretta da colui che vi ha chiamati con la grazia di Cristo passiate ad un altro vangelo. In realtà, però, non ce n'è un altro; solo che vi sono alcuni che vi turbano e vogliono sovvertire il vangelo di Cristo» (Gal 1,6-7).

14 Apostoli: invecchiano e muoiono Istruzione dei convertiti Difesa apologetica Celebrazione liturgica Predicazione missionaria

15 Biografia di Gesù? Resoconto storico o cronaca? Elogio?  Testimonianza di fede comunicata  Kerigma - annuncio

16 Chi A chi Dove Quando Cosa e come

17 Evangelista Simbolo: leone Nome: Marco Doppio nome: Giovanni Marco Luogo di origine:Gerusalemme (At 12,12) Origine religiosa: convertito dal giudaismo (At 12,12.25; 15,37) Parenti: cugino di Barnaba (Col 4,10) Collaboratore di Paolo, seguì Paolo e Barnaba nel 1 viaggio (At 13,5) Interprete/segretario di Pietro (“Marco, figlio mio” 1Pt 5,13) Vangelo Luogo: Roma Data: tra d. C. Destinatari: comunità pagana Stile del Vangelo: semplice, immediato, vivace, narrativo

18 Papia “Il presbitero (Giovanni) era solito dire che Marco, essendo stato l’interprete di Pietro, scrisse con cura, benché senza ordine, tutto ciò che si ricordava del detti e dei fatti del Signore. Non aveva sentito e seguito personalmente il Signore, ma Pietro, e ciò solo molto più tardi, come ho detto. Pietro insegnava secondo le circostanze, senza dare un ordine ai detti del Signore. Perciò Marco non commise errori scrivendo in base ai suoi ricordi. Non aveva che una sola preoccupazione: di non omettere nulla di ciò che aveva sentito e di non riferire niente di falso” (HistEccl, III, 39,15). San Girolamo: “Petro narrante et illo scribente”.

19 è il primo vangelo scritto, il più semplice è stato la “base” degli altri vangeli Vangelo del catecumeno, usato nella chiesa antica dai catecumeni, come primo “approccio” Vangelo della sequela Vangelo “kerigmatico”

20 il titolo “cristologico” ci informa sinteticamente del contenuto e della struttura del Vangelo: Inizio del Vangelo di Gesù Cristo Figlio di Dio Contenuto: Inizio: principio, fondamento Vangelo: buona notizia Di Gesù, “Dio salva” Cristo, unto come re e Messia, in rapporto con il popolo e Figlio: rapporto con Dio

21 1. 1,1-13Introduzione: Giovanni Battista, preparazione al ministero 2. 1,14-7,23Ministero in Galilea 3. 7,24-9,50Peregrinazioni fuori della Galilea 4. 10,1-52Viaggio a Gerusalemme 5. 11,1-13,37Ministero a Gerusalemme 6. 14,1-16,8Passione, morte e resurrezione a Gerusalemme

22 1,1-13Introduzione 1,1: inizio del vangelo di Gesù Cristo, Figlio di Dio I PARTE 1,14-8,26 Ministero del Regno Il mistero del Regno si identifica con il mistero della persona di Gesù. La vera identità di Gesù viene fraintesa dai farisei, dai parenti e concittadini, dagli stessi discepoli. 8,27-30 La questione dell’identità di Gesù II PARTE8,27-16 Vera identità di Gesù 8,27-10,52: le 3 predizioni della passione- morte di Gesù; 1,1-13,37: autorivelazione a Gerusalemme; 14, 1,16,8: passione. Morte- risurrezione di Gesù 15,39: Veramente quest’uomo era Figlio di Dio

23 Introduzione: 1,1-15: annuncio del Battista e proclamazione misteriosa Parte I: 1,16-8,26: attività messianica in Galilea 1,16-3,35: prime manifestazioni, miracoli, primi seguaci, discepoli, e prime opposizioni, conflitti con i farisei; 4,1-6,29: grandi affermazioni messianiche: parabole e miracoli, missione dei discepoli; 6,30-8,26: solenni scene messianiche nel deserto, 2 moltiplicazioni dei pani, il seguito delle folle, l’acuirsi delle ostilità. Parte II: 8,27-10,52: il viaggio a Gerusalemme 8,27-9,29: il primo annuncio della passione, inizio del viaggio, dalla domanda di Cesarea alla testimonianza del Padre nella trasfigurazione; 9,30-10,31: secondo annuncio della passione e continuazione del viaggio, la catechesi evangelica; 10,32-52: terzo annuncio della passione e richiamo ai discepoli, arrivo a Gerico Parte III: 11,1-16-8: eventi di salvezza a Gerusalemme 1,1-12,44: il Messia e il suo popolo, scontri a Gerusalemme; 13,1-37: messaggio apocalittico, l’imminenza degli eventi; 14,1-16,8: passione e resurrezione del Figlio di Dio Conclusione: finale aperta

24 A. 1,15-3,6: farisei ed erodiani vogliono uccidere Gesù B 3,7-6,6a: insegna in parabole e rivela la superiorità su demoni, malattie e mare, ma è rifiutato C 6,6b- 8,21: missione dei Dodici e loro incomprensione di Gesù C’ 8,22-10,52: preannunci della Passione e Resurrezione e incomprensione dei discepoli B’ 11,1-13,37: insegna in parabole, rivela la superiorità con azioni simboliche ma è rifiutato A’ 14,1-15,39: Gesù è condannato e messo a morte

25 Nel corso del vangelo troviamo abbinati insieme, per 6 volte: * un sommario relativo all’attività e al destino di Gesù * un racconto che mette i discepoli in relazione con il Maestro SOMMARI (Gesù)RACCONTI (discepoli) 1,14-15predicazione in Galilea 1,16-20 chiamata dei primi4 3,7-1 insegnamento sul lago3,13-19 designazione dei 12 6,6b-7 insegnamento per i villaggi6,8-13 invio dei discepoli 8,3 lss 1° annuncio di passione 8,34ssinvito a seguire 10,32ss 3°annuncio di passione10,35ss invito a servire 14,lss complotto contro Gesù14,12ss invito a preparare pasqua

26 domanda della Prima parte non è solo: chi è Gesù, ma anche: chi è il discepolo? la Seconda parte sottolinea la via della croce quale cammino salvifico, e insieme le condizioni della sequela un’inclusione con la fine, segnalata dal riferimento alla “Galilea” e soprattutto il tema della “via” e della “sequela” Gesù, infatti, è “colui che precede i suoi discepoli” Prologo ed epilogo si corrispondono nel racconto della “via di Gesù”, preparata da Giovanni Battista, che inizia in Galilea e si conclude in Galilea, attraversando la via della Croce Per questo, alcuni suggeriscono una struttura narrativa “chiasmatica”, dove si sottolinea che il Vangelo di Marco narra la via di Gesù che deve diventare la via dei discepoli, anche se si crea un contrasto tra l’inizio della sequela (abbandonarono tutto e lo seguirono, 1,20) e la conclusione (abbandonandolo fuggirono tutti, 14,50)

27 1,1: titolo 1,2-13: Prologo I Parte: 1,14-8,26 Centro: 8,27,30  8,29: Tu sei il Cristo II Parte: 8,31- 16,8  15,39: Davvero quest’uomo era Figlio di Dio

28 Introduzione 1, , ,16-20 I Parte Attività di Gesù in Galilea 1,21-8,26 1,14-3,6: inizio dell’attività e primi scontri 3,7- 6, 6a: grande discorso e grandi opere di Gesù 6,6b- 8,26: sezione dei pani Centro 8,27-30 II Parte Cammino verso Passione, morte e resurrezione di Gesù a Gerusalemme 8,31- 16,8 8,27 – 10,52: cammino di Gesù verso Gerusalemme 11,1- 13,37: attività di Gesù a Gerusalemme 14,1- 16,8: passione, morte e resurrezione

29 Prologo: 1,1-13 intestazione programmatica: 1,1 presentazione di Giovanni battista: 1,2-8 battesimo di Gesù e testimonianza del Padre: 1,9-1 1 superamento delle tentazioni nel deserto: 1,12-13

30 attività di Gesù una rivelazione progressiva dell’identità di Gesù attraverso la strategia redazionale del “segreto messianico”. tre sezioni che iniziano e terminano allo stesso modo. Caratteristiche: *domanda progressiva e insistente su chi è Gesù *ingiunzione di silenzio (segreto messianico) *culmine nella domanda posta da Gesù e nella risposta data da Pietro

31 Sommario + racconto: annuncio del vangelo e chiamata Giornata a Cafarnao - una giornata-tipo a Cafarnao: 1,21-38: al mattino nella sinagoga: vv poi in casa di Simone: vv di sera alla porta della città: vv di buon mattino in preghiera: vv guarigione del lebbroso; dialettica tra manifestazione e nascondimento: 1, sequenza di 5 controversie: 1)a Cafarnao, guarigione del paralitico: controversia sulla remissione dei peccati: 2,1-12 2)sul lago, chiamata di Levi: perché mangia con i peccatori? 2, )questione del digiuno: 2, )attraverso i campi spigolando; trasgressione e superamento del sabato: il sabato è per l’uomo: 2, )ancora sul sabato: guarigione nella sinagoga: 3,1-5 conclusione: ostilità dei farisei: 3,6

32 sommario: guarigioni di Gesù: 3,7-12 racconto: elezione dei Dodici: 3, nella casa: la nuova famiglia di Gesù: 3, insegna sul lago: sezione delle parabole: 4,1-34 -opera miracoli ancora più grandi: placa la tempesta 4,35-41 sulla riva pagana del lago scaccia un’intera legione di spiriti impuri: 5,1-20; sulla riva ebraica guarisce e risuscita: 5,21-43 conclusione: Gesù è rigettato dai suoi compaesani e parenti: 6,1-6a

33 - sommario: predicazione itinerante di Gesù: 6,6b - racconto: missione dei Dodici: 6,7-13 -opinioni su Gesù: è Giovanni Battista redivivo (Erode): 6, è Elia; è uno dei profeti (altri): 6,15 -racconto dell’uccisione del Battista: 6, duplice moltiplicazione dei pani (schema parallelo) prima moltiplicazione dei pani: 6,30-44 traversata del mare: 6,45-52 arrivo a Gennesaret: 6,53-56 disputa con i farisei: 7,1-23 il pane dei figli gettato ai cagnolini (siro-fenicia): 7,24-34 guarigione del sordomuto: 7,31-37 seconda moltiplicazione dei pani traversata del mare: 8,10 arrivo a Dalmanuta: 8,10 disputa con i farisei: 8,11-13 il pane, oggetto di incomprensione dei discepoli: 8,14-21 guarigione del cieco: 8,22-26 conclusione e vertice della prima parte “incentro”: 8,27-30 Gesù: la gente chi dice che io sia?... e voi? Pietro: tu sei il Cristo!

34 il cammino del Figlio dell’Uomo: 8,31=10,52 primo annuncio della passione: 8,31 -incomprensione di Pietro e dei discepoli: 8, istruzione sulla “sequela” di Gesù: 8, trasfigurazione di Gesù e testimonianza resa dal Padre (9,2-13) -guarigione del ragazzo indemoniato: 9,14-29 secondo annuncio della passione: 9, incomprensione dei discepoli: 9,32 -insegnamento ai discepoli a Cafarnao, nella casa di Pietro: il più grande è chi si fa servo di tutti: 9,33-37 chi non è contro di noi è per noi: 9,38-41 contro gli scandali dei piccoli che credono: 9, nuovamente in viaggio, 10,1-3 1: discussione sul divorzio: 10,2-12 accoglienza e benedizione dei bambini incontro con il giovane ricco; proposta e rifiuto di sequela: 10,17-22 commento di Gesù e promessa a chi lo segue: 10, terzo annuncio della passione: 10, incomprensione dei discepoli: 10,34 -richiesta dei due figli di Zebedeo e risposta di Gesù: il più grande è chi serve: 10, Bartimeo riacquista la vista e segue Gesù: 10,46-52 (inclusione con la guarigione del cieco di Betsaida: 8,22-26)

35 prima giornata: ingresso messianico in Gerusalemme e nel tempio; uscita verso Betania: 11,1-l1 seconda giornata: -maledizione del fico infruttuoso: 11,12-14 di nuovo a Gerusalemme,cacciata dei mercanti dal tempio, uscita verso Betania: 11,15-18 terza giornata: -il fico è diventato secco: 11,20-25 (26) -5 dispute con gli avversari: * con i sacerdoti, gli scribi e gli anziani: l’autorità di Gesù, la parabola dei vignaioli: 11,27-12,12 * con i farisei egli erodiani: Dio e Cesare: 12,13-17 * con i sadducei: la risurrezione: 12,18-27 * di nuovo con gli scribi: il comandamento più grande: 12,28-34 * apertamente nel tempio: Cristo figlio di David: 12,35-37 contro gli scribi: 12,38-40 l’offerta della vedova: discorso escatologico: 13,1-36

36 due giorni prima della pasqua: 14,1-l1 -complotto per uccidere Gesù: vv cena in casa di Simone a Betania: vv accordo di Giuda con i sommi sacerdoti: vv primo giorno degli azzimi: 14, preparazione della pasqua, ultima cena: vv verso il Monte degli Ulivi: vv al Getsemani: vv preghiera di Gesù: vv tradimento di Giuda: vv il ragazzino che scappa via nudo: vv racconto della passione:l4,53-15,47 -il processo del sinedrio: vv il rinnegamento di Pietro: vv il processo di Pilato: la sostituzione di Gesù con Barabba e la condanna a morte:15,1-15 -insulti e percosse dei soldati romani: vv la crocifissione: vv la morte di Gesù e la professione del centurione: vv la presenza delle donne e la sepoltura: vv l’annuncio della risurrezione alle donne: 16


Scaricare ppt "Buona notizia, lieto annuncio Vangelo: Gesù Genere letterario."

Presentazioni simili


Annunci Google