La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le funzioni Rassegna degli argomenti trattati LS Tron 14/15 Prof. Carla Fanchin.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le funzioni Rassegna degli argomenti trattati LS Tron 14/15 Prof. Carla Fanchin."— Transcript della presentazione:

1 Le funzioni Rassegna degli argomenti trattati LS Tron 14/15 Prof. Carla Fanchin

2 FUNZIONI E PROCEDURE La funzione come sottoprogramma (subroutine) La funzione: restituzione di UN valore (vedi concetto matematico di funzione) tramite l’istruzione return La procedura (void): non restituisce nulla (effettua però un “lavoro”)

3 CHIAMATA NEL MAIN Funzione: – Cout < ecco perché deve restituire UN valore Procedura – Funz(x)

4 I PARAMETRI FORMALI: quelli nell’intestazione della funzione ATTUALI: quelli nella chiamata I parametri formali e attuali devono corrispondersi – per numero, – per tipo – Per ordine

5 PASSAGGIO DEI PARAMETRI PER VALORE o PER INDIRIZZO By value (per valore): – La funzione lavora su una COPIA: eventuali modifiche fatte sui parametri formali non si riflettono su quelli attuali By address (per indirizzo) – La Funzione lavora sull’originale e quindi le modifiche si riflettono sui parametri attuali passati dal main – Vedi esempio p. 94

6 VARIABILI LOCALI Ogni funzione è “un mondo a sè”: conosce solo: 1.i parametri ricevuti 2.le variabili dichiarate al suo interno (variabili locali) NB:ANCHE IL MAIN E’ UNA FUNZIONE e quindi le sue variabili sono locali e non possono essere utilizzate nelle altre funzioni

7 VARIABILI GLOBALI E’ possibile (ma sconsigliato) dichiarare variabili al di fuori di tutte le funzioni (main compreso), ponendole ad es. ad inizio del programma, dopo # include e using … Tali variabili possono essere utilizzate da TUTTE le funzioni del programma

8 PASSAGGIO DI VETTORI e MATRICI Void visualizza(int v[]) Chiamata nel main: visualizza(v) Void VisualizzaMatrice(int m[9][9]) Chiamata nel main: VisualizzaMatrice(m);

9 PROTOTIPO DI UNA FUNZIONE Si tratta, in pratica, di scrivere prima del main solo l’intestazione della funzione. La funzione vera e propria verrà poi necessariamente scritta, ma dopo il main.


Scaricare ppt "Le funzioni Rassegna degli argomenti trattati LS Tron 14/15 Prof. Carla Fanchin."

Presentazioni simili


Annunci Google