La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MINERALI E ROCCE Unità didattica di Scienze della Terra.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MINERALI E ROCCE Unità didattica di Scienze della Terra."— Transcript della presentazione:

1 MINERALI E ROCCE Unità didattica di Scienze della Terra

2 INDICE Minerali Rocce ignee Ignee intrusive Ignee effusive Rocce sedimentarie Rocce metamorfiche

3 I MINERALI

4 La litosfera è composta da rocce: miscugli eterogenei di minerali. Questi ultimi sono sostanze pure (non possono essere separati in sostanze più semplici) sia elementari sia composte. Hanno quattro caratteristiche peculiari: 1)sono sostanze inorganiche allo stato naturale; 2)hanno una composizione esprimibile con una formula mineralogica, che può essere differente da quella chimica. Es.: dolomite = Ca,Mg(CO 3 ) 2 (vicarianza); 3)hanno atomi disposti geometricamente, cioè formano un solido cristallino (cella elementare); 4)posseggono proprietà fisiche costanti.

5 CLASSIFICAZIONE DEI MINERALI Silicati Carbonati Solfuri Solfati Alogenuri Ossidi Elementi nativi

6 Nesosilicati Inosilicati Fillosilicati Tectosilicati SILICATI: 92% della crosta; tetraedro SiO 4 4- più cationi di Al, Fe, Ca, Na, K, Mg. Sialici (quarzo, feldspati, muscovite) e femici (biotite, anfiboli, pirosseni, olivina). Classificazione: Class.

7 NESOSILICATI (da  = isola): [SiO 4 ] 4– ; Mg, Fe Olivina Class.

8 INOSILICATI (da  = fibra): [Si 2 O 6 ] 4–  ; Al, Ca, Mg, Fe; a catena singola  pirosseni Augite Class.

9 INOSILICATI [Si 4 O 11 (OH)] 7–  ; Al, Ca, Mg, Fe; a catena doppia  anfiboli Orneblenda Class.

10 FILLOSILICATI (da  = foglia): [Si 4 O 10 (OH) 2 ] 6–  ; Al, K, Mg, Fe; Al 3+ può sostituire Si 4+ ; miche: muscovite (Al, K), biotite (Al, K, Fe, Mg) MuscoviteBiotite Class.

11 TECTOSILICATI (da  = architettura): [AlSi 3 O 8 ] –  ; Al 3+ sostituisce Si 4+ e l'elettroneutralità è ripristinata da K, Na, Ca; feldspati Ortoclasio Plagioclasio Class.

12 CARBONATI: gruppo (CO 3 ) 2- CaCO 3 (calcite) Ca,Mg(CO 3 ) 2 (dolomite) Class.

13 SOLFURI FeS 2 (pirite) Class.

14 SOLFATI: gruppo (SO 4 ) 2- CaSO 4 2H 2 O (gesso) Class.

15 ALOGENURI NaCl (salgemma) CaF 2 (fluorite) Class.

16 OSSIDI Fe 3 O 4 (magnetite) Class.

17 [SiO 2 ]  (quarzo) OSSIDI Class.

18 ELEMENTI NATIVI Zolfo Class.

19 LE ROCCE IGNEE

20 Le rocce magmatiche sono composte essenzialmente da silicati. In base al rapporto fra minerali sialici e femici si distinguono rocce acide (SiO 2 > 66%), intermedie (66% > SiO 2 > 52%), basiche (52% > SiO 2 > 45%) e ultrabasiche (SiO 2 < 45%). Un'altra suddivisione delle rocce ignee si basa sul diverso contenuto in elementi alcalini e alcalino-terrosi: se è maggiore il contenuto di Na e K si parla di rocce della serie alcalina, se è maggiore quello di Ca e Mg si parla di serie alcali-calcica, che è molto più comune. Se il magma solidifica in profondità si ha la formazione di rocce intrusive, se fuoriesce in superficie si formano rocce effusive. Principali gas nel magma: H 2 O, CO 2, CO, H 2 S, SO 2, SO 3, HCl, NH 3, CH 4. Magma primarioMagma secondario Temperatura1500 °C700 °C Contenuto in silice50%70% Acqua2%15% Altri componenti48%15% MAGMA: roccia silicatica allo stato fuso.

21 ROCCE INTRUSIVE L'elevata pressione e il lento raffreddamento del magma che solidifica al di sotto della superficie terrestre permettono ai componenti volatili come l'acqua e i gas di rimanere intrappo- lati nel magma, facilitando l'aggregazione di ioni e molecole nei reticoli cristallini dei vari minerali. In tal modo i cristalli possono svilupparsi notevolmente e la struttura della roccia, definita olocristallina o granulare, risulta caratterizzata dalla presenza di cristalli che occupano tutta la roccia e che sono visibili a occhio nudo o con una lente.

22 Una struttura particolare è quella pegmatitica, caratterizzata da cristalli di grandi o grandissime dimensioni. Di solito è legata a magmi acidi che, insinuandosi nelle spaccature delle rocce preesistenti, risultano molto ricchi di gas e acqua (agenti mineralizzatori). È una struttura tipica delle rocce filoniane (o ipoabissali).

23 ROCCE EFFUSIVE A causa del rapido raffreddamento del magma che fuoriesce in condizioni subaeree o subacquee, la formazione di cristalli è ostacolata o impedita del tutto dal fatto che ioni e molecole risultano immobilizzati troppo in fretta nella roccia che solidifica. Si distinguono tre tipi principali di strutture: 1.vetrosavetrosa 2.ipocristallinaipocristallina 3.porfiricaporfirica

24 Struttura vetrosa o amorfa: è contraddistinta dall'assenza di cristalli e si ha quando la cristallizzazione è inibita completa- mente.

25 Struttura ipocristallina: formata da microcristalli invisibili a occhio nudo.

26 Struttura porfirica: si ha quando è possibile distinguere alcuni cristalli più grandi (fenocristalli) immersi in una pasta di fondo ipocristallina (formata da microcristalli invisibili a occhio nudo) o vetrosa. I fenocristalli si formano quando il magma è ancora situato in profondità o durante la sua risalita, mentre la matrice solidifica rapidamente durante l'effusione in superficie.

27 ORIGINE DELLE ROCCE IGNEE

28 CLASSIFICAZIONE DELLE ROCCE IGNEE Serie alcali-calcica

29 PRINCIPALI ROCCE INTRUSIVE Granito Diorite Gabbro Peridotite

30 GRANITO. Componenti essenziali: quarzo, feldspati, mica biotite; accessori: mica muscovite, anfiboli. Aspetto: colore bianco, grigio chiaro, roseo. Struttura: granulare massiccia, a grana media o fine. quarzo ortoclasio biotite anfibolo plagioclasio Schema

31 DIORITE. Componenti essenziali: plagioclasio, anfiboli; accessori: mica biotite, pirosseni, quarzo. Aspetto: colore grigio scuro o grigio-nerastro (in massa). Struttura: granulare massiccia, a grana media o grossa. anfibolo plagioclasio Schema

32 GABBRO. Componenti essenziali: plagioclasio, pirosseni, olivina; accessori: anfiboli. Aspetto: colore scuro in massa, grigio-verde o grigio-bruno. Struttura: granulare massiccia, a grana media. pirosseno plagioclasio olivina Schema

33 PERIDOTITE. Componenti essenziali: olivina, pirosseni. Aspetto: colore verde più o meno scuro. Struttura: granulare massiccia. pirosseno olivina Schema

34 PRINCIPALI ROCCE EFFUSIVE Riolite Andesite Basalto Ossidiana Pomice

35 RIOLITE. Componenti essenziali: quarzo, feldspati; accessori: biotite, anfiboli (orneblenda), plagioclasio. Aspetto: colore grigio chiaro, rosa, violaceo, rosso mattone. Struttura porfirica con fenocristalli di quarzo (corrosi) e di plagioclasio (cor- rosi e arrotondati) in una pasta di fondo microcristal- lina o parzialmente vetrosa. quarzo ortoclasio plagioclasio Schema

36 ANDESITE. Componenti essenziali: plagioclasio (andesina), biotite; accessori: anfiboli e pirosseni. Aspetto: colore grigio- bruno verdastro o nero. Struttura: porfirica, con fenocristalli di plagioclasio e biotite immersi in una massa compatta. Anfiboli e pirosseni plagioclasio Schema

37 BASALTO. Componenti essenziali: plagioclasio, pirosseno; accessori: olivina, anfiboli, vetro. Aspetto: colore nero, variabile verso il bruno-rossastro o verdastro in caso di alterazione. Struttura: ipocristallina; struttura compatta o scoriacea e vacuolare (nei vacuoli possono cristallizzare vari minerali). Schema

38 OSSIDIANA. Componente essenziale: vetro; accessori: minerali di vario tipo. Aspetto: colore rosso, verde scuro o nerastro, talora a bande e chiazze. Struttura: roccia vetrosa (oloialina) caratterizzata da frattura concoide a bordi taglienti e traslucidi.

39 POMICE. Componente essenziale: vetro; accessori: minerali di vario tipo. Aspetto: colore grigio chiaro. Struttura: roccia vetrosa (oloialina), molto porosa e leggera.

40 LE ROCCE SEDIMENTARIE

41 Rocce sedimentarie: processo sedimentario 1)Degradazione fenomeni fisici e chimici che determinano la disgregazione e l’alterazione delle rocce preesistenti 2) Trasporto a opera di vettori come acqua, ghiaccio, vento 3) Sedimentazione deposito o precipitazione dei materiali trasportati 4) Diagenesi trasformazione dei sedimenti incoerenti in roccia compatta grazie a costipamento e cementazione

42 Rocce sedimentarie: processo sedimentario

43 Rocce sedimentarie: ambienti deposizionali Ambienti continentali, di transizione, marini

44 Zonazione dell’ambiente marino Rocce sedimentarie: ambienti deposizionali

45 1) Composizione insieme dei costituenti detritici e chimici 2) Tessitura dimensione, forma e disposizione spaziale dei granuli 3) Struttura caratteristiche macroscopiche visibili in affioramento Rocce sedimentarie: caratteri

46 Rocce sedimentarie: classificazione 1) Rocce clastiche o detritiche - Ruditi (clasti >2mm) - Peliti (clasti <1/16 mm) - Areniti (fra 2mm e 1/16 di mm) 2) Rocce di origine chimica 3) Rocce organogene (gesso, salgemma, travertino, alabastro)

47 LE ROCCE METAMORFICHE

48 Metamorfismo : fenomeno che comprende le trasfor- mazioni che una roccia subisce quando viene a trovarsi in un ambiente diverso (per T e P) da quello in cui si è formata. Tali trasformazioni consistono nella blastesi (formazione di nuovi minerali) e in variazioni nella struttura e nella tessitura della roccia, senza che si abbia la fusione o che cambi la composizione chimica. L'intensità (o grado) del metamorfismo si deduce dalla presenza di minerali indice.

49 Scistosa Gneissica Tipi di strutture

50 1) di contatto riscaldamento per intrusione di magma nelle rocce circostanti (agisce la T); alone di contatto; 2) cataclastico in corrispondenza di fratture (agisce la P); 3) regionale ampie zone alla radice delle montagne; implica forti variazioni sia della P sia della T; dà origine a foliazione; 4) ultrametamorfismo a elevate T si ha parziale fusione della roccia: migmatiti. Tipi di metamorfismo:

51 Metamorfismo di subduzione Metamorfismo di carico Metamorfismo regionale Ultrametamorfismo MIGMATITI Anatessi ROCCE MAGMATICHE Diagenesi - ROCCE SEDIMENTARIE Diagenesi ROCCE SEDIMENTARIE Metamorfismo cataclastico Metamorfismo di contatto

52 CLASSIFICAZIONE DELLE ROCCE METAMORFICHE

53 FILLADI: a grana fine (i minerali non sono riconoscibili a occhio nudo) e finemente scistose. Sono costituite in prevalenza da fillosilicati, come miche e clorite. Metamorfismo regionale (come massimo grado di metamorfismo).

54 MICASCISTI: di grana maggiore rispetto alle filladi e con netta scistosità, contengono più del 50% di miche. Metamor- fismo regionale.

55 CALCESCISTI: composti da calcite, mica, clorite (un fillo- silicato) e quarzo. Derivano da metamorfismo di calcari con varie mescolanze di argilliti e arenarie. Metamorfismo di grado medio basso.

56 GNEISS: più ricchi di feldspati dei micascisti. La distinzione, però, si basa sulla scistosità, che negli gneiss non è ben eviden- te, mentre la frattura è a cubetti e a lastre spesse. Metamor- fismo regionale.

57 SERPENTINITI: derivate da peridotiti, contengono serpenti- no (un fillosilicato). Derivano da metamorfismo regionale.

58 MARMI: composti da calcite o dolomite a grana grossa, deri- vano da metamorfismo di contatto o regionale di calcari e dolomie.


Scaricare ppt "MINERALI E ROCCE Unità didattica di Scienze della Terra."

Presentazioni simili


Annunci Google