La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Luigi Vetrano Esercitazione di Reti di Calcolatori A.A. 2008-2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Luigi Vetrano Esercitazione di Reti di Calcolatori A.A. 2008-2009."— Transcript della presentazione:

1 1 Luigi Vetrano Esercitazione di Reti di Calcolatori A.A

2 2 Definire cosa è un “dominio di collisione” in una LAN Ethernet e come si applica a switches/bridges e ad hubs/repeaters ? a. Un “dominio di collisione” è la massima porzione di una rete switched Ethernet tale per cui due computers possono spedire datagrammi nello stesso istante. Hubs/repeaters individuano un unico dominio di collisione mentre switches/bridges ne individuano tanti quante sono le loro porte.

3 3 Quale delle seguenti affermazioni su switch e router è vera ? a. Gli switches creano un singolo dominio di collisione e di broadcast, mentre i Routers separano i domini di collisione. b. Switches e Routers creano separati domini di collisione e di broadcast. c. Gli switches creano domini separati di collisione e di broadcast, i Routers separano i domini di collisione. d. Gli switches creano un singolo dominio di collisione e separati domini di broadcast, i Routers separano anche i domini di broadcast. e. Gli switches creano dei domini di collisione separati e un singolo dominio di broadcast, i Routers separano i domini di broadcast.

4 4 Quali dei seguenti sono dei datalink layer ? a. SQL b. MAC c. IP d. LLC e. TCP

5 5 Quale delle seguenti affermazioni è vera per un bridge ? a. Un bridge crea o mantiene una tabella dei routers disponibili e del loro stato. b. Un bridge fa il ‘flooding’ dei pacchetti fuori dal suo segmento di rete se l’indirizzo IP non è nella sua tabella. c. Un bridge invia i frames verso l’host di destinazione dopo che ha consultato la sua tabella di instradamento. d. Un bridge crea o mantiene una tabella degli indirizzi IP di tutti gli hosts connessi al suo segmento di rete

6 6 Per assicurare una separazione netta tra dipartimenti di una stessa azienda devo: a. Installare un hub b. Installare uno switch c. Installare un router d. Installare un bridge

7 7 8 workstations sono connesse ad uno switch con porte da 10 Mbps. Quale è la velocità individuale disponibile ad ognuna ? a. 80 Mbps b. 10 Mbps c. 16 Mbps d. 5 Mbps

8 8 Quale comando testa la connettività a livello 3 ? a. telnet b. traceroute c. ping

9 9 Your network uses the class B address. You need to support 459 hosts per subnet, while accommodating the maximum number of subnets. Which mask would you use? a b c d Explanation: To obtain 459 hosts the number of host bits will be 9. This can support a maximum of 510 hosts. To keep 9 bits for hosts means the last bit in the 3rd octet will be 0. This gives as the subnet mask.

10 10 Cosa fa il protocollo RARP ? a. Mappare IP su MAC b. Mappare MAC su IP c. Mappare IP su IPX d. Mappare indirizzi di rete su DLCI

11 11 What technology/mechanism is implemented to prevent loops in a bridged network ? a. VTP b. IEEE 802.IQ c. Split Horizon d. Poison reverse e. Spanning Tree Protocol

12 12 Quale tecnica di frame-switching è compatibile con l’uso del CRC ? a. Cut through b. Store and forward c. Fragment Free

13 13 L’ Ip address a quale classe appartiene ? a. A b. B c. C d. D

14 14 Su quale subnet si trova l’host con l’indirizzo ip /18 ? a b c

15 15 Come fa il sender di un pacchetto a decidere se la destinazione è sulla sua stessa LAN o no ? a. Se la destinazione ha lo stesso network address, è sulla stessa LAN. b. La (lunghezza della) netmask stabilisce quanti dei primi bits dell’indirizzo del computer definiscono il network address

16 16 Come si comporta una volta che ha capito se la destinazione è sulla sua stessa LAN o no ? a. L’indirizzamento è diretto per macchine sulla stessa LAN invece è attraverso il gateway per macchine su differenti LAN.

17 17 Indicare quali dei seguenti indirizzi IP sono validi per l’assegnazione ai nodi di una rete ? a b c d e f g h i j [Nota] a: Riservato per fini diagnostici (loopback). c: Riservato per applicazioni multicast (Classe D) e non utilizzabile come indirizzo da assegnare agli host. d, e: Ogni indirizzo IP da assegnare ad un nodo non può mai iniziare con 0 in quanto esso ha il significato speciale “this network”. Più in generalené la parte né quella possono essere costituite da tutti-0. h, i: Nessuno dei quattro ottetti di qualsiasi indirizzo IP può contenere un valore decimale superiore a 255. Il valore massimo consentito è pari a 2^8 –1. g, j: Né la parte né la parte di un indirizzo IP da assegnare ad un nodo possono mai contenere tutti-1 in quanto questa configurazione assume il significato di broadcast.

18 18 Dato l’indirizzo con la subnet mask Determinare la subnet di appartenenza e l’indirizzo di directed broadcast secondo la RFC 950. a. Subnet = , Broadcast = b. Subnet = , Broadcast = c. Subnet = , Broadcast = d. Configurazione non possibile. [Nota]: Per determinare la subnet di appartenenza dell’indirizzo IP assegnato è sufficiente trasformare in binario sia l’indirizzo sia la subnet mask e calcolare l’AND logico.

19 19 Assegnare indirizzi IP

20 20 Assegnare indirizzi IP

21 21 Soluzione

22 22 Descrivere i meccanismi di protezione del GSM

23 23 Listate 4 campi di un pacchetto IP che un router deve modificare prima di inoltrare il pacchetto al suo “next hop”. Supponete che il router non faccia NAT a. - Source MAC address b. - Destination MAC address c. - IP time-to-live field d. - IP header checksum

24 24 Home network Considerate una “home network” con vari hosts connessi (via Ethernet) ad un Box che a sua volta si connette direttamente ad un ISP (e.g., via una linea DSL). Supponete che il provider assegni un singolo indirizzo pubblico ad ogni customer. Il Box può, in differenti istanti, agire sia come DHCP client che come DHCP server. Perché deve fungere da DHCP client ? Perché deve fungere da DHCP server ? a. Il Box si comporta da DHCP client verso il DHCP server del provider DSL, per ottenere un indirizzo IP pubblico. b. Il Box si comporta come DHCP server per distribuire indirizzi privati IP agli hosts interni.


Scaricare ppt "1 Luigi Vetrano Esercitazione di Reti di Calcolatori A.A. 2008-2009."

Presentazioni simili


Annunci Google