La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Direttiva Ministeriale 27 dicembre 2012 Strumenti dintervento per alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per linclusione scolastica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Direttiva Ministeriale 27 dicembre 2012 Strumenti dintervento per alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per linclusione scolastica."— Transcript della presentazione:

1 Direttiva Ministeriale 27 dicembre 2012 Strumenti dintervento per alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per linclusione scolastica. Remo Ughetto Liceo Norberto Rosa – Bussoleno Giovedì 24 ottobre 2013

2 STRATEGIA INCLUSIVA della SCUOLA ITALIANA Diritto allapprendimento di tutti gli alunni Diritto allapprendimento di tutti gli alunni Svantaggio sociale e culturale Svantaggio sociale e culturale Disturbi specifici di apprendimento Disturbi specifici di apprendimento Disturbi evolutivi specifici Disturbi evolutivi specifici Difficoltà a causa di lingua e cultura diversa Difficoltà a causa di lingua e cultura diversa

3 Legge 53/2003 Alunni in difficoltà hanno diritto alla personalizzazione dellapprendimento Alunni in difficoltà hanno diritto alla personalizzazione dellapprendimento Consigli di classe o teams dei docenti attivano una personalizzazione della didattica con eventuali misure compensative o dispensative Consigli di classe o teams dei docenti attivano una personalizzazione della didattica con eventuali misure compensative o dispensative Redigono un P.D.P. con livelli minimi delle competenze in uscita e strumenti programmatici Redigono un P.D.P. con livelli minimi delle competenze in uscita e strumenti programmatici C.C. o T.D. redigono verbale su motivazioni pedagogiche didattiche. (Per evitare contenziosi) C.C. o T.D. redigono verbale su motivazioni pedagogiche didattiche. (Per evitare contenziosi)

4 Alunni con DSA e disturbi evolutivi specifici Adottare misure previste dallaLegge170/2010 anche se in possesso di diagnosi rilasciata da struttura privata in attesa di quella della struttura pubblica o accreditata Adottare misure previste dallaLegge170/2010 anche se in possesso di diagnosi rilasciata da struttura privata in attesa di quella della struttura pubblica o accreditata Redigere P.D.P. con tutti accorgimenti richiesti dalle esigenze educative riscontrate Redigere P.D.P. con tutti accorgimenti richiesti dalle esigenze educative riscontrate

5 Area dello svantaggio socioeconomico, linguistico e culturale BES SVANTAGGIO SOCIO ECONOMICO LINGUISTICOCULTURALE MOTIVI FISICI MOTIVI BIOLOGICI MOTIVI FISIOLOGICI MOTIVI PSICOLOGICI MOTIVI SOCIALI

6 INDIVIDUAZIONE delle SUDDETTE TIPOLOGIE di BES Elementi oggettivi Elementi oggettivi Segnalazione da parte dei servizi sociali Segnalazione da parte dei servizi sociali Considerazioni psicopedagogiche e didattiche Considerazioni psicopedagogiche e didattiche Non conoscenza della lingua italiana Non conoscenza della lingua italiana Immigrazione recente Immigrazione recente

7 BES Adottare percorsi individualizzati e personalizzati Adottare percorsi individualizzati e personalizzati Strumenti compensativi e misure dispensative Strumenti compensativi e misure dispensative Carattere transitorio Carattere transitorio Nuove strategie educative e didattiche Nuove strategie educative e didattiche NO alla dispensa dalle prove scritte della lingua straniera NO alla dispensa dalle prove scritte della lingua straniera Per alunni stranieri le 2 ore di 2° lingua straniera potenziare la lingua italiana Per alunni stranieri le 2 ore di 2° lingua straniera potenziare la lingua italiana

8 G.L.I. Gruppo di lavoro per linclusione G.L.H.I. (art.15 comma 2 della L.104/92) introducendo le problematiche relative a tutti i BES

9 COMPOSIZIONE Tutti i membri del GLHI Tutti i membri del GLHI Referenti DSA dIstituto Referenti DSA dIstituto

10 FUNZIONI del G.L.I. Incontri almeno mensili Rilevazione dei BES nella scuola Rilevazione dei BES nella scuola Raccolta e documentazione interventi didattico-educativi Raccolta e documentazione interventi didattico-educativi Focus/confronti sui casi Focus/confronti sui casi Rilevazione – monitoraggio livello di inclusività della scuola Rilevazione – monitoraggio livello di inclusività della scuola Raccolta e coordinamento proposte dei GLH operativi Raccolta e coordinamento proposte dei GLH operativi Elaborare proposta del Piano Annuale per lInclusività Elaborare proposta del Piano Annuale per lInclusività Costituire linterfaccia della rete dei CTS – servizi sociali e sanitari territoriali Costituire linterfaccia della rete dei CTS – servizi sociali e sanitari territoriali Propone al Collegio Docenti gli obiettivi da perseguire nellanno Propone al Collegio Docenti gli obiettivi da perseguire nellanno

11 P.O.F. dellIstituto Impegno programmatico per linclusione Impegno programmatico per linclusione –Lettura del grado di inclusività della scuola –Obiettivi di miglioramento nellinsegnamento curricolare –Gestione classi –Organizzazione dei tempi e degli spazi –Relazioni docenti, alunni e famiglie –Criteri di utilizzo delle figure professionali presenti condiviso da famiglia e servizi sociosanitari –Partecipazione a formazione e/o prevenzione

12 RILEVAZIONE MONITORAGGIO VALUTAZIONE inclusività della scuola Accrescere la consapevolezza per migliorare i processi inclusivi al fine di migliorare gli aspetti organizzativi e culturali Modello ICF - OMS

13 AZIONI TERRITORIALI I CTS Centri Territoriali di Supporto I CTS Centri Territoriali di Supporto –Interfaccia tra Amministrazione e scuole –Sviluppo professionale dei docenti –Supporto per linclusione –Diffusione Buone Prassi Le Scuole creeranno: Le Scuole creeranno: –Reti scolastiche –Accordi con servizi sociosanitari locali (comprese enti privati e del volontariato) –GLIP e GLIR si occuperanno anche dei BES OBIETTIVO: Integrazione dei servizi alla persona

14 CTI – Centri Territoriali per lInclusione Reti territoriali Reti territoriali Formati da Centri Territoriali per lIntegrazione scolastica alunni con disabilità,Centri di Documentazione alunni con disabilità, Centri Territoriali di risorse per lintegrazione scolastica di alunni con disabilità Formati da Centri Territoriali per lIntegrazione scolastica alunni con disabilità,Centri di Documentazione alunni con disabilità, Centri Territoriali di risorse per lintegrazione scolastica di alunni con disabilità Formato da docenti con specifiche competenze per supportare scuole e colleghi con azioni di consulenza e formazione mirate Formato da docenti con specifiche competenze per supportare scuole e colleghi con azioni di consulenza e formazione mirate Specialisti sui BES Specialisti sui BES Docenti sostegno specializzati Docenti sostegno specializzati Docenti curricolari esperti in nuove tecnologie per linclusione Docenti curricolari esperti in nuove tecnologie per linclusione Docenti con specializzazione in Didattica e psicopedagogia per i DSA o esperienze su progetto Nuove Tecnologie e Disabilità Docenti con specializzazione in Didattica e psicopedagogia per i DSA o esperienze su progetto Nuove Tecnologie e Disabilità

15 INTEGRARE o INCLUDERE Integrazione: quando cioè lingresso in un dato contesto di una persona esterna con un deficit, rispetto al contesto stesso, è ottenuto grazie a interventi sulla persona medesima. Integrazione: quando cioè lingresso in un dato contesto di una persona esterna con un deficit, rispetto al contesto stesso, è ottenuto grazie a interventi sulla persona medesima. Inclusione: quando la disabilità non appartiene alla persona, ma agli ostacoli di strutturazione sociale e alle barriere presenti in essa, per cui la partecipazione e lesigibilità dei diritti non sono un problema della disabilità, ma della struttura sociale. Inclusione: quando la disabilità non appartiene alla persona, ma agli ostacoli di strutturazione sociale e alle barriere presenti in essa, per cui la partecipazione e lesigibilità dei diritti non sono un problema della disabilità, ma della struttura sociale.


Scaricare ppt "Direttiva Ministeriale 27 dicembre 2012 Strumenti dintervento per alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per linclusione scolastica."

Presentazioni simili


Annunci Google