La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Cefalù, 17/12/2005 Fondazione Istituto San Raffaele G. Giglio Cefalù Programmazione e Controllo Attività ambulatoriali Relazione curata dal Dott. Salvatore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Cefalù, 17/12/2005 Fondazione Istituto San Raffaele G. Giglio Cefalù Programmazione e Controllo Attività ambulatoriali Relazione curata dal Dott. Salvatore."— Transcript della presentazione:

1 Cefalù, 17/12/2005 Fondazione Istituto San Raffaele G. Giglio Cefalù Programmazione e Controllo Attività ambulatoriali Relazione curata dal Dott. Salvatore Maltese Direzione Sanitaria Collaboratori: Dott.ssa Paola Di Giorgio Dott.ssa Marilena Teresi

2 2 ATTIVITA REALIZZATE NEL 2005 Attivazione di nuovi ambulatori: Chirurgia bariatrica Dietologia Disturbi della respirazione del sonno Immunoreumatologia Elettromiografia, elettroencefalografia, potenziali evocati somato sensoriali Neurologia Psicologia clinica Ortopedia oncologica ed infantile M.R.

3 3 ATTIVITA REALIZZATE NEL 2005 Potenziamento di ambulatori preesistenti: Cardiologia Ecocolordopplergrafia Endocrinologia Ginecologia oncologica Oculistica Ortopedia Radiologia tradizionale, Ecografie, T.A.C. Studio e trattamento dellipertensione arteriosa Urologia

4 4 ATTIVITA REALIZZATE NEL 2005 Attivazione del controllo qualitativo delle impegnative Apertura delle liste dattesa Attivazione della linea verde Attivazione della prenotazione on-line Attivazione dello sportello S. P. I. D.

5 5 VARIAZIONE PRESTAZIONI AMBULATORIALI ANNI %

6 6 PRESTAZIONI AMBULATORIALI ANNO 2005

7 7 RICAVI PRESTAZIONI AMBULATORIALI ANNO ,11 % 5,72 % 5,64 % 8,73 %

8 8 Laccordo in conferenza Stato – Regioni del 11 luglio 2002 ha definito alcuni principi di riferimento, cui tutte le regioni devono attenersi, in particolare: priorità e appropriatezza: una prestazione deve essere erogata rispettando le indicazioni cliniche per le quali si è dimostrata efficace, nel momento giusto e secondo il regime organizzativo più adeguato criteri di priorità cliniche: la pratica clinica induce l'applicazione di criteri di differenziazione dovuti principalmente all'esperienza clinica e al buon senso. I criteri di priorità si devono basare in primo luogo sulle caratteristiche cliniche del quadro patologico presente. LA GESTIONE DEI TEMPI DI ATTESA

9 9 TEMPI E LISTE D ATTESA Tempo max dattesaTempo max d'attesa per Prestazioni ambulatoriali per l'80% dei pazienti i pazienti HSRG al 20/10/05 i pazienti HSRG al 14/12/05 (espresso in giorni) R.M.N. della colonna6030 Lista chiusa al 30/11/05Lista aperta T.A.C. cerebrale6049 Lista aperta Ecodoppler dei tronchi sovraortici e dei vasi periferici Lista chiusa al 28/11/05Lista aperta Visita cardiologica + ECG Lista chiusa al 29/11/05Lista aperta Visita oculistica Lista chiusa al 29/11/05Lista chiusa al 25/01/06 Esofagogastroduodenoscopia6011 Lista aperta Ecografia addome Lista aperta Visita ortopedica Lista chiusa al 21/12/05Lista aperta

10 10 Il nuovo Sistema unico di prenotazione e gestione delle prestazioni specialistiche ambulatoriali Loverbooking (sovra-prenotazione) concordato con i professionisti erogatori, calcolato sulle medie dei prenotati non presentati La pulizia delle liste, soprattutto delle prestazioni ad alta complessità/costo Le campagne di sensibilizzazione che invitino i cittadini a disdettare le prenotazioni quando, per qualunque motivo, decidano di non usufruire della prestazione o non siano nella possibilità di farlo Lattuazione di procedure semplificate per le disdette Strumenti di razionalizzazione e di miglioramento dell'efficienza del sistema dell'offerta

11 11 PROGETTI DI SVILUPPO Attivazione di nuove attività ambulatoriali: Colonproctologia Obesità ed endocrinochirurgia Malattie funzionali di esofago, stomaco e duodeno Riorganizzazione degli attuali spazi ambulatoriali Individuazione di nuovi spazi ambulatoriali Riorganizzazione della programmazione ambulatoriale

12 12 PROGETTI DI SVILUPPO Monitoraggio continuo delle liste dattesa Attuazione degli strumenti di razionalizzazione e di miglioramento dell'efficienza del sistema dell'offerta Miglioramento del canale di comunicazione: Direzione Sanitaria, Ufficio prenotazione, Medici.

13 13


Scaricare ppt "Cefalù, 17/12/2005 Fondazione Istituto San Raffaele G. Giglio Cefalù Programmazione e Controllo Attività ambulatoriali Relazione curata dal Dott. Salvatore."

Presentazioni simili


Annunci Google