La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gli strumenti e i servizi per linserimento lavorativo delle persone con disabilità in Emilia-Romagna G. Marzano, Provincia di Parma, 21 maggio 2008, Modena.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gli strumenti e i servizi per linserimento lavorativo delle persone con disabilità in Emilia-Romagna G. Marzano, Provincia di Parma, 21 maggio 2008, Modena."— Transcript della presentazione:

1 Gli strumenti e i servizi per linserimento lavorativo delle persone con disabilità in Emilia-Romagna G. Marzano, Provincia di Parma, 21 maggio 2008, Modena

2 Uno sguardo alla popolazione regionale di riferimento per il sistema degli interventi al lavoro Un quadro sintetico sui servizi provinciali di collocamento mirato: iscrizioni ed avviamenti al lavoro Le politiche attive (risorse e interventi): La formazione professionale Gli incentivi e gli sgravi alle assunzioni (Fondo nazionale Fondo regionale disabili) TEMI DA AFFRONTARE G. Marzano, Provincia di Parma, Modena, 21/05/08

3 La popolazione di riferimento (in migliaia) Le persone con disabilità in Emilia-Romagna con età superiore ai 6 anni, sono 171mila (base dati ISTAT 2005), corrispondenti al 4,4% della pop. di riferimento; Definizione persone con disabilità: persone caratterizzate da una totale mancanza di autonomia per almeno una funzione essenziale della vita quotidiana G. Marzano, Provincia di Parma, Modena, 21/05/08

4 La popolazione in età attiva (15-64 anni) Le persone con disabilità in Emilia-Romagna in età attiva anni (base dati IsfolPlus 2005), sono quasi 41mila, corrispondenti all1,5% della pop. di riferimento. Definizione persone con disabilità: persone che hanno un problema di salute con riduzione continuativa di autonomia G. Marzano, Provincia di Parma, Modena, 21/05/08

5 La popolazione iscritta al collocamento in E.R. Le persone iscritte al 31 dicembre 2006 al collocamento mirato (elaborazioni Poleis su dati Province) sono complessivamente , incluse le persone iscritte a norma dellart. 18. Gli iscritti con disabilità rappresentano il 65% della popolazione attiva prima vista (64% disponibili al lavoro). Si riconosce una crescita continua delle iscrizioni con un incremento medio annuo dell8,3% (3,7% Uomini; 14,1% Donne sul totale). Lincidenza delle categorie protette sugli iscritti va calando negli anni. G. Marzano, Provincia di Parma, Modena, 21/05/08

6 La popolazione iscritta al collocamento in E.R. (% di riga per classi di età) Le persone iscritte al 31 dicembre 2006 al collocamento mirato (elaborazioni Poleis su dati Province) si concentrano con evidenza nelle classi di età superiori, più anziane, (anche fra quelle disponibili al lavoro, fatta eccezione per le categorie protette. Elaborazioni Poleis su dati provinciali evidenziano poi che la distribuzione degli utenti sulla % di riduzione capacità lavorativa è del 34% per capacità 79%. G. Marzano, Provincia di Parma, Modena, 21/05/08

7 Gli avviamenti al lavoro delle persone con disabilità nel 2005 Con riguardo al 2005, dai dati della Terza Relazione al Parlamento, emerge come lEmilia-Romagna incida per il 55% sul totale degli avviamenti del Nord-Est e che tale performance sia soprattutto da registrarsi in relazione alle richieste nominative e per convenzione. G. Marzano, Provincia di Parma, Modena, 21/05/08

8 Gli avviamenti al lavoro in E.R. nel per tipologia professioni di sbocco e tipo di rapporto di lavoro Negli anni (microdati SILER – elaborazioni Poleis), gli avviamenti sono stati in totale quasi 23mila, concentrati innanzitutto fra le professioni non qualificate e impiegatizie. I rapporti di lavoro più frequenti sono stati quelli a tempo determinato (51% sul totale con una durata media di 10 mesi). Al 46,4% sono stati invece i rapporti di lavoro a tempo indeterminato (con una durata media di 28 mesi). G. Marzano, Provincia di Parma, Modena, 21/05/08

9 Il quadro delle risorse affluite per le politiche del lavoro e formative (anni ) Nel settennio il sistema regionale ha visto affluire risorse per quasi 117 milioni di euro a favore di politiche attive per linserimento lavorativo delle persone con disabilità. Per quasi il 70% si è trattato di risorse derivanti dal sistema della formazione professionale (45% azioni formative tout court). Un altro 31% si è invece concentrato nel Fondo Nazionale per loccupazione con disabilità e nel Fondo Regionale Disabili. G. Marzano, Provincia di Parma, Modena, 21/05/08

10 G. Marzano, Modena, 21 maggio 2008 Le politiche attive per la formazione professionale delle persone con disabilità Col Programma Operativo FSE sono stati coinvolti in politiche attive nel campo della formazione professionale, quasi persone con disabilità. Il 9,4% di queste persone ha frequentato corsi non rivolti a persone con disabilità. La grande maggioranza di questi interventi riguardavano tirocini formativi e per lorientamento professionale, corsi post-qualifica e di formazione iniziale per persone adulte, allinterno dellobbligo formativo (elaborazioni POLEIS su dati SIFP).

11 Gli esiti delle politiche formative per le persone con disabilità -Allinizio delle azioni formative il 47,3% dei soggetti con disabilità frequentanti si dichiarava disoccupato (in cerca di prima o nuova occupazione) - Successivamente alla fine dei corsi di formazione (per trovare lavoro), il 40,6% delle persone con disabilità analizzate trova unoccupazione - La maggioranza dei rapporti di lavoro attivati è a tempo determinato (42,5% sul totale) Elaborazioni POLEIS attraverso incrocio dati SIFP con dati SILER G. Marzano, Provincia di Parma, Modena, 21/05/08

12 - Limporto globale assorbito dal Fondo nazionale per loccupazione delle persone con disabilità, è ammontato nel settennio a quasi 26 milioni, con uno stanziamento medio annuo di circa euro; - Dallanalisi dei dati, emerge che le agevolazioni concesse hanno coperto mediamente solo il 40% degli importi richiesti dalle aziende (triennio ); - A livello nazionale, lEmilia-Romagna ha assorbito l11,5% delle risorse di questo Fondo negli anni (al terzo posto fra le regioni); Le risorse per le politiche del lavoro (fondo nazionale disabili) ( ) G. Marzano, Provincia di Parma, Modena, 21/05/08

13 Per quanto riguarda i euro dedicati al Fondo Regionale disabili: - il 50% è stato dedicato ad azioni di realizzazione e qualificazione di servizi di inserimento lavorativo e misure di accompagnamento e tutoraggio: - il 14,7% è stato dedicato ad azioni di carattere formativo; - il 23,7% è stato mirato al finanziamento di contributi per ladattamento dei posti di lavoro ed agevolazioni di assunzioni. Distribuzione rilevata per stanziamenti 2003 e 2005 Le risorse per le politiche del lavoro (Fondo regionale disabili) ( ) G. Marzano, Provincia di Parma, Modena, 21/05/08

14 FINE G. Marzano, Provincia di Parma, 21 maggio 2008, Modena


Scaricare ppt "Gli strumenti e i servizi per linserimento lavorativo delle persone con disabilità in Emilia-Romagna G. Marzano, Provincia di Parma, 21 maggio 2008, Modena."

Presentazioni simili


Annunci Google