La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

VALUTAZIONE POR FSE 2007-2013 Bologna, 31 gennaio 2008 Programma Operativo Regionale FSE Ob.2 2007-2013 Comitato di Sorveglianza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "VALUTAZIONE POR FSE 2007-2013 Bologna, 31 gennaio 2008 Programma Operativo Regionale FSE Ob.2 2007-2013 Comitato di Sorveglianza."— Transcript della presentazione:

1 VALUTAZIONE POR FSE Bologna, 31 gennaio 2008 Programma Operativo Regionale FSE Ob Comitato di Sorveglianza

2 Riferimenti Regolamento generale (CE) 1083/2006 (artt.da 47 a 49) POR FSE Regione Emilia-Romagna Competitività regionale ed occupazione (paragrafo 5.3.3) Quadro Strategico Nazionale (paragrafo VI.2.3) Working Document n. 5 della Commissione Indicative Guidelines on Evaluation Methods – Evaluation During The Programming Period Piano Unico di valutazione della programmazione regionale unitaria

3 Valutazione: primi elementi di pianificazione Individuazione di un Responsabile della valutazione allinterno dellAdG; Attivazione di un Gruppo di pilotaggio (steering group); Utilizzo di risorse umane sia interne sia esterne allAmministrazione per la redazione dei Rapporti periodici di valutazione; Integrazione con il Piano Unico di valutazione regionale; Coordinamento con il sistema di monitoraggio; Stanziamento di risorse pari ad almeno il 5% dellAsse VI Assistenza Tecnica.

4 Aree di interesse: focus valutativi Progressi verso uneconomia della conoscenza: innovazione, ricerca e competitività territoriale; La qualità del sistema della formazione continua e delladattabilità dei lavoratori in unottica di integrazione degli interventi; La valutazione delle pari opportunità tra uomini e donne e del mainstreaming di genere.

5 Indicatori aggiuntivi per obiettivi operativi (1/6) Tematiche specifiche derivanti dalle priorità del POR innovazione; formazione continua; stabilizzazione lavoratori atipici; pari opportunità; multiculturalità.

6 Indicatori aggiuntivi per obiettivi operativi (2/6) Obiettivo specificoObiettivo operativoIndicatore aggiuntivo proposto a) Sviluppare sistemi di formazione continua e sostenere l'adattabilità dei lavoratori c) Sviluppare politiche e servizi per lanticipazione e gestione dei cambiamenti, promuovere la competitività e limprenditorialità Orientare le iniziative di formazione continua verso temi chiavi per linnovazione tecnologica ed organizzativa del tessuto produttivo regionale e locale, indirizzandole in particolare allo sviluppo nelle imprese di competenze e di figure professionali capaci di gestire e implementare i risultati della ricerca e le attività di trasferimento tecnologico 1) Tasso di copertura dei destinatari degli interventi di formazione continua nei settori innovativi cofinanziati rispetto al totale degli occupati (media annua) declinato per genere

7 Indicatori aggiuntivi per obiettivi operativi (3/6) Obiettivo specificoObiettivo operativoIndicatore aggiuntivo proposto a) Sviluppare sistemi di formazione continua e sostenere l'adattabilità dei lavoratori b) Favorire linnovazione e la produttività attraverso una migliore organizzazione e qualità del lavoro Sviluppare interventi rivolti alle persone occupate con rapporti di lavoro non subordinati al fine di favorirne la stabilizzazione occupazionale e professionale 2) Tasso di copertura dei destinatari con contratto atipico sul totale dei contratti atipici, declinato per genere a) Sviluppare sistemi di formazione continua e sostenere l'adattabilità dei lavoratori Rafforzare e diversificare gli interventi di formazione continua nel settore privato, con priorità alle PMI, ai lavoratori e lavoratrici anziane e a quelli con bassa qualificazione, al fine di facilitare la loro permanenza nel mercato del lavoro 3) Tasso di copertura dei destinatari degli interventi di formazione continua declinato per età e titolo di studio

8 Indicatori aggiuntivi per obiettivi operativi (4/6) Obiettivo specificoObiettivo operativoIndicatore aggiuntivo proposto b) Favorire linnovazione e la produttività attraverso una migliore organizzazione e qualità del lavoro Favorire le pari opportunità di genere, sviluppando in particolare azioni specifiche mirate a favorire la permanenza nel mercato del lavoro, lo sviluppo di carriera delle donne e la conciliazione tra i tempi di vita e di lavoro 4) Numero di azioni di sistema e di misure di accompagnamento che prevedono laumento dellofferta di servizi alle persone e di sistemi volti alla conciliabilità dei tempi, flessibili nei tempi e modalità di erogazione e sostenibili nei costi sul totale delle azioni

9 Indicatori aggiuntivi per obiettivi operativi (5/6) Obiettivo specificoObiettivo operativoIndicatore aggiuntivo proposto c) Sviluppare politiche e servizi per lanticipazione e gestione dei cambiamenti, promuovere la competitività e limprenditorialità Accompagnare i percorsi di innovazione nei processi produttivi e nelle strategie di mercato delle imprese, elementi chiave per accrescere la competitività del sistema economico regionale, in particolare attraverso interventi per accrescere le competenze delle figure decisionali delle imprese, in coerenza con le finalità e le priorità individuate all'interno del Patto per la qualità dello sviluppo, la competitività, la sostenibilità ambientale e la coesione sociale in Emilia- Romagna 5) Numero di imprese coinvolte dagli interventi finalizzati allimprenditorialità innovativa sul totale delle imprese coinvolte in interventi dellobiettivo specifico

10 Indicatori aggiuntivi per obiettivi operativi (6/6) Obiettivo specificoObiettivo operativoIndicatore aggiuntivo proposto e) Attuare politiche per il lavoro attive e preventive, con particolare attenzione allintegrazione dei migranti nel mercato del lavoro, allinvecchiamento attivo, al lavoro autonomo e allavvio di imprese Sviluppare l'integrazione sociale e la valorizzazione professionale e occupazionale degli immigrati quale risorsa per gli obiettivi di sviluppo economico e di coesione sociale all'interno del contesto regionale 6) Tasso di copertura della popolazione per cittadinanza con riferimento alla popolazione extracomunitaria


Scaricare ppt "VALUTAZIONE POR FSE 2007-2013 Bologna, 31 gennaio 2008 Programma Operativo Regionale FSE Ob.2 2007-2013 Comitato di Sorveglianza."

Presentazioni simili


Annunci Google