La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ESPERIENZE E STRUMENTI INNOVATIVI PER LO SVILUPPO DELLA CONCILIAZIONE BOLOGNA, 15 FEBBRAIO 2008 Francesca Paron Regione Emilia-Romagna Prospettive attuative.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ESPERIENZE E STRUMENTI INNOVATIVI PER LO SVILUPPO DELLA CONCILIAZIONE BOLOGNA, 15 FEBBRAIO 2008 Francesca Paron Regione Emilia-Romagna Prospettive attuative."— Transcript della presentazione:

1 ESPERIENZE E STRUMENTI INNOVATIVI PER LO SVILUPPO DELLA CONCILIAZIONE BOLOGNA, 15 FEBBRAIO 2008 Francesca Paron Regione Emilia-Romagna Prospettive attuative del Protocollo Regione Emilia-Romagna Unioncamere E.R. Unioncamere E.R. Intercent-ER Intercent-ER

2 Avviamo le AZIONI PER LA DIVULGAZIONE DELLA CONCILIAZIONE Nel gennaio 2006 … Prende avvio la nostra PARTECIPAZIONE AL PROGETTO EUROPEO ADR Promuovere una cultura più ampia sulla risoluzione alternativa delle controversie in materia civile e commerciale Nellaprile 2006 … Si sottoscrive lACCORDO QUADRO PER LA COMPETITIVITA DEL TERRITORIO tra Regione Emilia-Romagna e Unioncamere che prevede la collaborazione in materia di conciliazione e tutela dei consumatori Nellaprile 2007 … Organizziamo la CONFERENZA INTERNAZIONALE di chiusura del progetto europeo Adr Nel giugno 2007 … Si sottoscrive IL PROTOCOLLO DINTESA tra la Regione Emilia- Romagna, Unioncamere E.R. e Intercent-ER sulla conciliazione Nel settembre 2007 … Costituiamo IL COMITATO OPERATIVO per lattuazione dellIntesa e progettiamo INTERVENTI SPECIFICI …

3 2. DIFFONDERE 1. QUALIFICARE 5. PROMUOVERE E SOSTENERE 4. SPERIMENTARE 3. INTEGRARE la cultura delle ADR e il ricorso alla conciliazione iniziative permanenti di informazione e orientamento, per offrire risposte differenziate alla domanda di giustizia: adeguate al valore e alla natura degli interessi di volta in volta in gioco e orientando a soluzioni più efficaci, più rapide, più economiche e semplificate la conciliazione garantendo competenze specializzate, anche per le controversie transfrontaliere creando network permanenti tra i diversi soggetti già attivi (Camere di Commercio, Sportelli di conciliazione, Associazioni, Ordini professionali) la conciliazione introducendo le clausole nei contratti della pubblica amministrazione Nellambito delle politiche per la semplificazione Regione, Unioncamere E.R. Intercent-ER progettano azioni per…... Intercent-ER progettano azioni per…...

4 1. Formazione specialistica dei conciliatori AGGIORNARE E SPECIALIZZARE I CONCILIATORI AZIONI Corsi di aggiornamento per conciliatori camerali sulle nuove tecniche per la risoluzione delle controversie e sulle ODR (on line dispute resolution) OBIETTIVI Corsi di specializzazione per aree tematiche o settori e per le conciliazioni transfrontaliere

5 2. Formazione dei collaboratori regionali e camerali DIFFONDERE E QUALIFICARE LA CONOSCENZA DELLA CONCILIAZIONE PRESSO LE PP.AA. PER CONTRIBUIRE ALLATTUAZIONE DELLE POLITICHE DI SEMPLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA Attività informative e formative rivolte al personale della Regione e di Intercent-ER Attività formative rivolte agli operatori camerali che organizzano e gestiscono i servizi di conciliazione OBIETTIVI AZIONI

6 Seminari introduttivi rivolti a tutti i collaboratori regionali e di Intercent-ER Seminari introduttivi rivolti a tutti i collaboratori regionali e di Intercent-ER sulla procedura di conciliazione stragiudiziale Corsi formativi specialistici gestiscono appalti di lavori, contratti di servizi e forniture Corsi formativi specialistici rivolto ai collaboratori regionali e di Intercent-ER che gestiscono appalti di lavori, contratti di servizi e forniture Corsi formativi per la gestione dei servizi di conciliazione Corsi formativi per la gestione dei servizi di conciliazione rivolti ai funzionari e collaboratori camerali ATTIVITA PREVISTE 2. Formazione dei collaboratori regionali e camerali

7 3. Inserimento di clausole conciliative nelle convenzioni Intercent-ER Elaborazione e inserimento a titolo sperimentale di clausole conciliative Elaborazione e inserimento a titolo sperimentale di clausole conciliative nelle convenzioni proposte da Intercent-ER alle pubbliche amministrazioni Utilizzo della piattaforma Utilizzo della piattaforma di intermediazione digitale di Intercent-ER per la divulgazione e diffusione della conciliazione Elaborazione e utilizzo di strumenti di monitoraggio Elaborazione e utilizzo di strumenti di monitoraggio per la valutazione degli esiti della sperimentazione delle clausole conciliative inserite nelle convenzioni promosse da Intercent-ER ELEVARE IL TASSO DI INNOVAZIONE NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PER AGEVOLARE I RAPPORTI CON LE IMPRESE E I CITTADINI AZIONI OBIETTIVI

8 4. Incontri con gli ordini professionali Avvocati, notai, commercialisti, ingegneri, architetti, geometri, ragionieri, consulenti del lavoro … SPERIMENTARE NETWORK PERMANENTI CON GLI ORDINI PROFESSIONALI PER LA PROMOZIONE DELLA CONCILIAZIONE DIVULGARE I VANTAGGI DELLA CONCILIAZIONE, ANCHE EVIDENZIANDO LE OPPORTUNITA CHE IL RUOLO DEI PROFESSIONISTI PUO ASSUMERE NELLA FUNZIONE DI CONSULENTI DELLE PARTI DESTINATARI Incontri presso gli ordini professionali Seminari di approfondimento e convegni informativi OBIETTIVI AZIONI

9 5. Divulgazione della conciliazione presso gli SUAP Informazione e formazione rivolte agli operatori degli SUAP COINVOLGERE GLI ENTI LOCALI NELLA DIVULGAZIONE DELLA CONCILIAZIONE PROMUOVERE LINTRODUZIONE NELLE PP.AA. LOCALI DELLA SPERIMENTAZIONE DELLE CLAUSOLE DI CONCILIAZIONE CONTRIBUIRE ALLO SVILUPPO DELLA FUNZIONE INFORMATIVA E DI MARKETING TERRITORIALE DEGLI SUAP OBIETTIVI Promozione della conciliazione in collaborazione con gli SUAP AZIONI

10 6. Divulgazione a cittadini, associazioni e imprese Supporti informativi e promozionali multimediali (spot, kit, cdrom, depliant, ecc.) Camper Itinerante in collaborazione con i piccoli comuni PROMUOVERE UNA DIFFUSA CULTURA DELLA CONCILIAZIONE NELLA REALTA SOCIALE E IMPRENDITORIALE DELLEMILIA-ROMAGNA AZIONI OBIETTIVI Portale della conciliazione Numero verde Conciliazione

11 7. Sportello regionale per i diritti dei cittadini Organizzare un servizio d'informazione e di consulenza sui diversi sistemi di tutela dei diritti e delle loro diverse modalità di esercizio che possa orientare il cittadino verso la più rapida, semplice, economica forma di tutela giudiziale o extragiudiziale del diritto negato o violato FACILITARE E ORIENTARE CITTADINI E IMPRESE NELLACCESSO ALLA GIUSTIZIA PER LA TUTELA DEI PROPRI DIRITTI AZIONI OBIETTIVI

12 Formazione specialistica dei conciliatori Formazione specialistica dei conciliatori Formazione dei collaboratori regionali e camerali Formazione dei collaboratori regionali e camerali Divulgazione della conciliazione presso gli SUAP Collaborazione con gli ordini professionali Collaborazione con gli ordini professionali Divulgazione a cittadini, associazioni e imprese Divulgazione a cittadini, associazioni e imprese Inserimento di clausole conciliative nelle convenzioni Intercent-ER Inserimento di clausole conciliative nelle convenzioni Intercent-ER Sportello regionale per i diritti dei cittadini Sportello regionale per i diritti dei cittadini

13 ESPERIENZE E STRUMENTI INNOVATIVI PER LO SVILUPPO DELLA CONCILIAZIONE BOLOGNA, 15 FEBBRAIO 2008 Grazie per lattenzione Francesca Paron Responsabile Servizio Innovazione e Semplificazione amministrativa Direzione Generale Centrale agli Affari Istituzionali e Legislativi Giunta regionale Emilia-Romagna Viale A. Moro Bologna tel fax


Scaricare ppt "ESPERIENZE E STRUMENTI INNOVATIVI PER LO SVILUPPO DELLA CONCILIAZIONE BOLOGNA, 15 FEBBRAIO 2008 Francesca Paron Regione Emilia-Romagna Prospettive attuative."

Presentazioni simili


Annunci Google