La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 FORUM P.A. L’Open Source nella PA Roma - maggio 2004M. Martini L’open source nella PA ing. Marco Martini Componente CNIPA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 FORUM P.A. L’Open Source nella PA Roma - maggio 2004M. Martini L’open source nella PA ing. Marco Martini Componente CNIPA."— Transcript della presentazione:

1 1 FORUM P.A. L’Open Source nella PA Roma - maggio 2004M. Martini L’open source nella PA ing. Marco Martini Componente CNIPA

2 2 FORUM P.A. L’Open Source nella PA Roma - maggio 2004M. Martini Il fenomeno del sofware OS Il software OS ed il modello di sviluppo ad esso collegato sono divenuti nel corso degli ultimi anni un importante tema di discussione nel mondo delle imprese, della ricerca, degli utenti ICT È essenziale che anche le PA siano in grado di affrontare un tema così complesso e delicato sulla base di un quadro organico e coerente di informazioni e di elementi di valutazione

3 3 FORUM P.A. L’Open Source nella PA Roma - maggio 2004M. Martini La spesa in software della PA nel 2003 (*) La spesa delle PA (sia centrali che locali) ha raggiunto 816 milioni di euro Di questi il 57% ha riguardato lo sviluppo, la manutenzione e la gestione di programmi custom Il restante 43% è stato speso per l’acquisizione di pacchetti (in prevalenza sistemi operativi, DBMS e prodotti di office automation) (*)- fonte CNIPA

4 4 FORUM P.A. L’Open Source nella PA Roma - maggio 2004M. Martini Una prima iniziativa: la Commissione Nel 2003 il Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie ha promosso uno studio sul software Open Source al fine di consentire alla PA una corretta valutazione sulle possibilità di utilizzo È stata costituita una Commissione con la partecipazione di qualificati esperti della PA, del mondo accademico e dell’industria I lavori, durati cinque mesi, si sono conclusi a maggio 2003

5 5 FORUM P.A. L’Open Source nella PA Roma - maggio 2004M. Martini Le principali proposte della Commissione Le PA non devono penalizzare l’utilizzo di prodotti OS  Nella selezione di una soluzione software deve valere il criterio del value for money I software custom devono essere di piena proprietà delle PA È necessario facilitare il riuso dei software custom Anche i pacchetti proprietari su licenza devono rendere disponibile il codice sorgente per ispezione e tracciabilità I sistemi informativi delle PA devono interagire attraverso interfacce standard I documenti delle PA sono resi disponibili e memorizzati attraverso più formati, almeno uno dei quali deve essere aperto

6 6 FORUM P.A. L’Open Source nella PA Roma - maggio 2004M. Martini La seconda iniziativa: la Direttiva Il Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie ha emesso nel dicembre 2003 la Direttiva “Sviluppo ed utilizzazione dei programmi informatici da parte delle P.A.” Tra le Finalità del provvedimento si afferma in particolare che:  Le Pubbliche Amministrazioni devono tenere conto dell’offerta sul mercato di una nuova modalità di sviluppo e diffusione di programmi informatici, definita “open source” o “a codice sorgente aperto”… in un quadro di equilibrio, di pluralismo e di aperta competizione.

7 7 FORUM P.A. L’Open Source nella PA Roma - maggio 2004M. Martini La terza iniziativa: il GdL del CNIPA Allo scopo di definire le azioni attuative e le modalità di supporto alle Pubbliche Amministrazioni, il CNIPA ha avviato un gruppo di lavoro interno che terminerà le proprie attività entro giugno Obiettivi principali:  definire una metodologia di valutazione comparativa nell’acquisizione del software  predisporre linee guida per le P.A.  definire modalità di supporto alle P.A.  studiare l’attivazione di un Centro di competenza


Scaricare ppt "1 FORUM P.A. L’Open Source nella PA Roma - maggio 2004M. Martini L’open source nella PA ing. Marco Martini Componente CNIPA."

Presentazioni simili


Annunci Google