La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

S Il mercato indiano: una sfida per unopportunità necessaria Febbraio 2011 Sergio Sgambato, Segretario Generale THE INDO-ITALIAN CHAMBER OF COMMERCE AND.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "S Il mercato indiano: una sfida per unopportunità necessaria Febbraio 2011 Sergio Sgambato, Segretario Generale THE INDO-ITALIAN CHAMBER OF COMMERCE AND."— Transcript della presentazione:

1 s Il mercato indiano: una sfida per unopportunità necessaria Febbraio 2011 Sergio Sgambato, Segretario Generale THE INDO-ITALIAN CHAMBER OF COMMERCE AND INDUSTRY

2 Età media della popolazione (in anni): 2008 Dati socio-demografici Abitanti: 1.2 miliardi Eta: 46% popolazione tra 15 e 44 anni Popolazione urbana: 29% Lingua inglese Tasso di alfabetizzazione 64% (mar 2006) Istruzione: ca. 250 università e scuole superiori; 2,1 milioni di laureati allanno (di cui ingegneri e tecnici informatici) Ranking: 10^ al mondo per industrializzazione 4^ economia al mondo (PPP) Ordinamento costituzionale: Democrazia parlamentare Repubblica federale

3 L'India è emersa come uno dei primi dieci paesi al mondo nella produzione industriale nel UNIDO nuovo rapporto intitolato 'Annuario di statistiche industriali 2010' RBI Bulletin, Aug 2010 Dati macroeconomici Andamento produzione industriale Indice Markit - indagine fra i Responsabilli Acquisti: Brasile, Cina ed India ben al di sopra di 50 (Gen 2010), che indica forte crescita (A gennaio 2009 era in calo). Indice Produzione Industriale 2.71% in Nov 2010 (11.3% in Nov 2009]

4 Fonte: RBI Bulletin Dec 2010, IBEF, Monthly Economic Report, Dept of Economic Affairs, Ministry of Finance; US$ 1:00 = 0.73 Scenario attuale e prospettive Anno Crescita del PIL Interscambio con lestero Investimenti Istituzionali Esteri Investimenti Diretti Esteri Reddito pro capite Inflazione % 670 millioni [1993] 65 millioni 2619 % % milliardi 7.62 milliardi [Jan – Jun 2010] milliardi % [WPI, Nov 2010] Crescita stimata P PIL6.5 %6.7 %7.4 %9.2 % Agricoltura2.1 %1.6 %0.2 %5.7 % Industria6.6 %3.9 %9.2 %9.4 % Servizi7.8 %9.8 %8.6 %10.0 % L'inflazione alimentare in India ha raggiunto un picco del 18,32% al 25 dicembre 2010 Dati macroeconomici Prodotto Interno Lordo Crescita media PIL dal al : 8,3% Crescita PIL per lanno stimata intorno all 9,2% Rupia indiana si unisce al gruppo d'elite di valute

5 Fonte: Ministero del Commercio Indiano, EXIM Data Bank Miliardi di Euro Commercio estero India [Apr 08-Mar 09] [Apr09-Mar10] Export Import Totale Bilancia Commerciale IMPORTAZIONI INDIA Miliardi Euro Ran k Country %Growth 1CINA EMIRATI ARABI ARABIA SAUDITA STATI UNITI SVIZZERA AUSTRALIA IRAN GERMANIA INDONESIA COREA KUWAIT BELGIO REGNO UNITO FRANCIA ITALIA Totale Import India ESPORTAZIONI INDIA Miliardi Euro RankCountry %Growth 1EMIRATI ARABI STATI UNITI CINA HONG KONG SINGAPORE PAESI BASSI REGNO UNITO GERMANI ARABIA SAUDITA FRANCIA BELGIO GIAPPONE COREA ITALIA TotalE Export India [Ranking basato sullanno corrente ]

6 5.15 Miliardi (Apr Mar 2010) Euro Miliardi \Anno Export India verso Italia Import India dall Italia Totale Interscambio % Crescita %13.40%29.10%30.66%19.55%43.11%24.92%5.52%-12% Italia: 23 rd partner commerciale dellIndia (7^ fra I paesi UE) Totale interscambio Italia – India Aprile – Giungo 2010: 1.29 milliardi Dati macroeconomici Interscambio Commerciale India – Italia

7 Importazioni indiane dallItalia [Ranking basato sullanno corrente ] Millioni Euro

8 Esportazioni indiane verso lItalia [Ranking basato sullanno corrente ] Millioni Euro

9 Più di 300 società italiane sono presenti in India (147 con impianti produttivi; 175 società di servizi) 6 uffici di rappresentanza di banche italiane: Attività bancaria e attività finanziaria commerciale Consulenza alle imprese italiane LItalia è il 12°paese in termini di investimenti diretti esteri (0.74% del totale) LItalia si classifica al 5° posto per quanto riguarda i trasferimenti di tecnologia con 484 collaborazioni tecniche Presenza italiana in India

10 Trasferimento di Tecnologie dallItalia allIndia TRASFERIMENTO DI TECNOLOGIE STRANIERE [FTT] AGOSTO 1991 – DICEMBRE 2009 RangoPaese No. di collaborazioni tecniche approvate Percentuale del totale delle collaborazioni approvate 1U.S.A % 2Germania % 3Giappone % 4Regno Unito % 5Italia % 6Altri Paesi % Totale di Tutti i Paesi % Fonte: Newsletter SIA, Dipartimento di Politica e Promozione Industriale, Ministero del Commercio e dellIndustria, Governo dellIndia.

11 Investimenti Diretti Esteri AFFLUSSO DI INVESTIMENTI STRANIERI DIRETTI IN INDIA APRILE 2000 – MAGGIO 2010 Miliardi di Euro PaeseAmmontare FDI% FDI Italia- India 1Mauritius % 2Singapore % 3USA % 4Regno Unito % 5Olanda % 6Giappone % 7Cipro % 8Germania % 9Francia % 10E.A.U % 11Svizzera % 12Italy % 18Spagna % Il flusso mondiale di IDE e sceso del 39% nel 2009 (UNCTAD), quello verso lIndia del 19%. Germania ed Italia hanno attratto maggiori investimenti esteri nel 2009 che nel Gli investimenti verso gli Stati Uniti sono scesi del 57%: ciononostante, restano il principale paese di destinazione di investimenti esteri. FLUSSI MONDIALI IDE Fonte: Newsletter SIA, Dipartimento di Politica e Promozione Industriale, Ministero del Commercio e dellIndustria, Governo dellIndia. FLUSSI IDE VERSO INDIA (per paese di provenienza)

12 Maharashtra – Mumbai, Pune, Kolhapur[37,1%] Regione Capitale Nazionale – NCR:Delhi, Noida, Guragaon [17%] Karnataka – Bangalore [6,6%], Gujarat – Ahmedabad, Surat[6,3%] Tam l Nadu - Chennai, Coimbatore [5,5%] Percentuale di FDI dallItalia Maharashtra NCR BangaloreAhmedabadChennai Altri Stati Investimenti Diretti Esteri dallItalia Distribuzione per destinazione geografica in India

13 Presenza Italiana in India: AZIENDE ITALIANE IN INDIA Settore IndustrialePrincipali Aziende Italiane Automobili e Componenti Fiat, Piaggio, Graziano Trasmissioni, Carraro, Magneti Marelli, Lovato Landi Renzo Attrezzature AgricoleNew Holland Tractors, SAME Deutz-Fahr Edilizia, Materiali, Attrezzature e Servizi Bisazza, Boss Profiles, Italcementi, ICMQ, Soilmec, Atlantia AlimentarePerfetti Van Melle, Lavazza, Ferrero Tessile e Moda Benetton, Ermenegildo Zegna, La Perla, Tessitura Monti, Progetti Kauten Spa, Vincenzo Zucchi, Diesel, Luxottica, Safilo, Coin - Oviesse Ingegneria Tecnimont, Impregilo, Ansaldo Caldaie, Finmeccanica, Bonfiglioli, Kinetic FGTecno, Danieli, Maccaferri, Techint, Ognibene Elettronica e ElettrodomesticiSTMicroelectronics, Merloni Termosanitari, Indesit Prodotti in PelleNico Nerini, Calzaturificio Pucci, Artoli, U Roads, Ferragamo Tecnologie dellInformazione e delle Comunicazioni Telecom Italia Sparkle, Think 3 Macchinari e Macchine utensili Puzzolana-Guidetti, Vigel Mfr Technologies, Marposs, Dormer Italia, Bertuzzi Sistema Bancario e Assicurazioni Intesa Sanpaolo, Unicredit – Banca Di Roma, Monte Dei Paschi Di Siena, Banca Popolare Di Vicenza, UBI Banca, Banco Popolare, Pioneer & Generali

14 Presenza Indiana in Italia AZIENDE INDIANE IN ITALIA Settore Industriale Principali Aziende Indiane Farmaceutico Strides Arcolab Ltd Ranbaxy Laboratories Limited Aurobindo Pharma ltd Dr. Reddys Laboratories Ltd. Zydus Cadila Ferro e acciaio Kanishk Steel Industries Ltd Tessile e abbigliamento Malwa Industries Himatsingka Seide Winsome Yarns Ltd [tramite Winsome Yarns Cyprus]; Morarjee Textiles Ltd di proprietà del Gruppo Ashok Piramal; Bharatiya International; S Kumars Nationwide ltd; Bombay Rayon Fashions [BRFL Europa BV Paesi Bassi]; Naru Exports Private Limited Automotive Gruppo Varroc ABG Engineering & Constructions Limited [unazienda del gruppo ABG] Mahindra & Mahindra Autoline Industries Tata Ltd Beni strumentali Endurance Technologies Private Limited Engineering Gammon India Ltd Materiali (vetro, compositi e estrusi) Materials Kemrock Industries and Exports EnergiaAbellon Clean Energy

15 MANAGEMENT BY CONTROL, NOT BY OBJECTIVES Sempre allerta, ma mai troppo rigidi È importante spiegare con esattezza quello che si vuole Dedicare molto tempo ai dettagli nella fase di avvio Mantenere la pazienza, anche se un certo livello di pressione è necessario Controllare lavanzamento delle operazioni almeno settimanalmente Discutere costantemente le procedure operative Esigere che il servizio o la fornitura rispettino le modalità inizialmente pattuite ASPETTI CULTURALI DI RILIEVO PER LE RELAZIONI ECONOMICHE INDO-ITALIANE PERCEZIONE DELLA GERARCHIA E importante tenere in considerazione la comunita di appartenenza (e la casta) E opportuno prestare attenzione a che le gerarchie in fabbrica non si scontrino con le gerarchie sociali, soprattutto nei villaggi Il rispetto delle gerarchie provoca (o a volta scusa) la mancanza di iniziativa PERCEZIONE DELLA QUALITA Lato consumatore: dallapproccio yogi allo status symbol; paisa vasool Lato produzione: le caste e le professioni tradizionali; il livello culturale degli addetti, non utilizzatori dei prodotti/servizi

16 IL VALORE DEL TEMPO La capacita di lavorare e riposare allo stesso tempo La grande capacita negli ultimi 5 minuti ASPETTI CULTURALI DI RILIEVO PER LE RELAZIONI ECONOMICHE INDO-ITALIANE LE MODALITA DI COMUNICAZIONE I cinesi sono diversi da noi. E gli indiani? Perche gli indiani non dicono mai no Limportanza di non essere diretti La relazione personale: livello fiduciario basso, legato a reti corte (famiglia, comunita) LO STILE DI NEGOZIAZIONE Un atto necessario: bisogna essere disponibili ad una lunga e paziente negoziazione, A scatti: forte interesse, silenzio assoluto, accellerate improvvise Grande sfacciataggine nel chiedere molto, ma con stile Limportanza della pazienza La necessita di comprendere chi e veramente il decisore

17 Fondata nel 1966 Fondata nel uffici in tutta lIndia 6 uffici in tutta lIndia Oltre 1100 soci Oltre 1100 soci Piu di 60 professionisti Piu di 60 professionisti 16 desks 16 desks Affiliata ad Assocamerestero Affiliata ad Assocamerestero IICCI in cifre

18 I nostri desk

19 Attivita preliminari Analisi di mercato per prodotto Assistenza nello sviluppo di strategie per I'ingresso nel mercato Selezione partners commerciali / industriali ldentificazione di esportatori, importatori, agenti, distributori Organizzazione di incontri daffari individuali fra aziende lnformazioni finanziarie ed aziendali su potenziali partners Avvio delle operazioni Consulenza legale per accordi di collaborazione Assistenza nell'apertura di uffici di rappresentanza e/o filiali Selezione del luogo dove iniziare le operazioni Registrazione marchi e brevetti Attività promozionali e di marketing Ricerca e selezione del personale Interpretariato e traduzioni Assistenza alle imprese

20 Promozione Seminari & conferenze Workshops tecnici Delegazioni d'imprenditori Partecipazione a fiere ed esposizioni Analisi e rapporti settoriali Pubblicazioni Interazione con i media Eventi speciali Eventi di networking

21 Corsi di lingua italiana, generali e personalizzati per singoli individui e società Corsi per sommelier e per professionisti del settore della ristorazione Partecipazione di studenti indiani a corsi italiani di moda e design Partecipazione di chefs indiani a corsi professionali di cucina italiana Sviluppo di progetti di assistenza tecnica in settori specifici Formazione

22 Grazie Sergio Sgambato Segretario Generale


Scaricare ppt "S Il mercato indiano: una sfida per unopportunità necessaria Febbraio 2011 Sergio Sgambato, Segretario Generale THE INDO-ITALIAN CHAMBER OF COMMERCE AND."

Presentazioni simili


Annunci Google