La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA RICERCA BIBLIOGRAFICA NEL SETTORE BIOMEDICO CENTRO DI BIOTECNOLOGIE SETTORE DOCUMENTAZIONE BIOMEDICA A.O.R.N. A.CARDARELLI- NAPOLI Prof.ssa Daniela.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA RICERCA BIBLIOGRAFICA NEL SETTORE BIOMEDICO CENTRO DI BIOTECNOLOGIE SETTORE DOCUMENTAZIONE BIOMEDICA A.O.R.N. A.CARDARELLI- NAPOLI Prof.ssa Daniela."— Transcript della presentazione:

1 LA RICERCA BIBLIOGRAFICA NEL SETTORE BIOMEDICO CENTRO DI BIOTECNOLOGIE SETTORE DOCUMENTAZIONE BIOMEDICA A.O.R.N. A.CARDARELLI- NAPOLI Prof.ssa Daniela Scala Dott.ssa Barbara Andria

2 Prima … dopo la prima lezione…

3 Le Fonti dellInformazione Biomedica Fonti orali Il Collega esperto: lo specializzando più anziano, un docente dellUniversità, uno specialista noto a livello nazionale o internazionale. Liste di discussione Forum

4 Fonti scritte Libri Trattati Atti di Congressi Enciclopedie mediche… Riviste Riviste scientifiche con revisori (peer review) Riviste istituzionali (di enti, associazioni, ministeri) Riviste a pubblicazione discrezionale Riviste mediche divulgative (usa e getta) Motori di ricerca Banche Dati

5 FORNISCONO INFORMAZIONI NUOVE PRESENTATE COME ARTICOLO ORIGINALE. Es.= le Riviste Scientifiche, il materiale prodotto dallindustria FONTI PRIMARIE

6 LImpact Factor (IF) indica limpatto di una rivista sulla comunità scientifica. Esso misura quante volte degli articoli pubblicati su una data rivista sono citati fra le voci bibliografiche di una grossa serie di riviste indicizzate dallISI (Institute for Scientific Information). Dati 2003

7 Esercizio numero 1 Trovare lIF relativo agli anni 2002, 2003 e 2004 delle seguenti riviste a carattere scientifico e descrivere il percorso seguito per la ricerca dei risultati, riportando risultati ed eventuali commenti: - The Lancet - Cell - Nature - Neurosurgery - Prostate - Radiology - Transplantation - Focus

8 FONTI SECONDARIE RIASSUNTI DI ARTICOLI ARTICOLI INTERI (full text) INDICI BIBLIOGRAFICI REVIEWS LINEE GUIDA BASATE SULLE PROVE DI EFFICACIA BANCHE DATI

9 Evoluzione dei documenti secondari: dal supporto cartaceo allaccesso elettronico Anni 60: indici bibliografici e cataloghi sempre meno accessibili a causa dellenorme quantità di informazioni che contengono Anni 70: nascita degli archivi elettronici (banche dati bibliografiche e cataloghi) Anni 80: sviluppo delle banche dati su cd-rom 1992: nascita del web con il passaggio dallaccesso locale allinformazione allaccesso remoto in qualsiasi momento ed ovunque si trovi

10 Che cosa è labstract? E una delle parti più consultate di un articolo. Inserito prima del testo, permette al lettore di comprendere subito il contenuto, entrando così nel vivo dellargomento trattato. La lunghezza ideale si aggira intorno a parole.

11 Non è che il racconto deve essere necessariamente lungo, ma è troppo lungo abbreviarlo (Thoreau) Ho scritto questa lettera più lunga del solito, perché mi è mancato il tempo per abbreviarla (Pascal)

12 Di quali parti è composto?

13 Cosa non deve contenere? dati aggiuntivi rispetto al full text; tabelle, grafici e riferimenti diretti ad essi; descrizioni dettagliate degli esperimenti e delle apparecchiature; riferimenti alla letteratura.

14 Che cosa è la review? In italiano vuol dire recensione, critica, rassegna. Sintende una sintesi critica dei lavori pubblicati su uno specifico argomento. E una revisione della letteratura finalizzata allaggiornamento.

15 Che cosa è la rassegna sistematica? Essa si basa sullanalisi rigorosa delle evidenze che scaturiscono dallattenta valutazione della migliore letteratura disponibile su un argomento, secondo criteri di qualità ormai comunemente condivisi.

16

17 E una rete internazionale, fondata nel 1993, di operatori sanitari impegnati nella produzione e nella revisione periodica di revisioni sistematiche sullefficacia degli interventi medici. Queste revisioni rappresentano una sintesi delle evidenze scientifiche selezionate e validate con rigorosa metodologia standardizzata (tutti utilizzano i medesimi strumenti). I prodotti della Cochrane Collaboration sono raccolti e diffusi in una pubblicazione elettronica denominata Cochrane Library, che rappresenta un vero e proprio database aggiornato trimestralmente. Attualmente la Cochrane Library contiene più di 1160 revisioni sistematiche e più di 650 protocolli di revisioni in corso. Inoltre è presente anche unestesa bibliografia di revisioni sistematiche pubblicate nella letteratura scientifica.

18 Che cosa è leditoriale? È il punto di vista che il direttore di una rivista (editor) esprime su un argomento di attualità scientifica o il commento a un articolo originale pubblicato allinterno dello stesso fascicolo. Oggi numerose riviste ne affidano la preparazione anche a esponenti del comitato editoriale o ad esperti qualificati chiamati ad intervenire su invito della direzione del periodico.

19 Che cosa è una recensione? È unoperazione critica su un testo, frutto di una lettura attenta, messa in relazione e a confronto con un proprio bagaglio culturale, fatto di altre letture ed esperienze.

20 Letteratura GRIGIA Si tratta di: Tutti quei documenti non convenzionali (dissertazioni, report, atti di convegno, risultati non pubblicati, comunicazioni informali e così via), che sono scarsamente presenti nelle principali banche dati e sono reperibili principalmente sui cataloghi web delle principali biblioteche, sui siti governativi o di università e scuole.

21 FONTI TERZIARIE FORNISCONO NOTIZIE SU TEMI MOLTO AMPI, MA NON AGGIORNATI, DATI I TEMPI NECESSARI ALLA LORO STESURA. (es.= Testi di Farmacologia, Terapia, Formulari Terapeutici, opinioni degli esperti,etc)

22 La valutazione delle Risorse - Chiunque può accedere allinformazione biomedica in rete - Chiunque può pubblicare siti web La Qualità deve essere garantita Codici di Autoregolamentazione: I principi del codice HON Servizi di recensione/revisione dei siti biomedici: OMNI HEALTHWEB …ecc.

23 Il codice HON (HONcode) é stato sviluppato dalla Health on the Net Foundation (HON) e rappresenta un insieme di regole standardizzate per la creazione di un sito medico. Esso definisce un codice di autoregolamentazione che gli autori suggeriscono a tutti gli sviluppatori di siti medici come un marchio di qualitá del contenuto Attualmente il codice HON è costituito da 8 principi base che comprendono molti dei criteri individuati dal gruppo di Vancouver. In particolare tendono a certificare l'accuratezza del contenuto (inclusa la provata professionalitá dell'autore in campo medico), la sua qualitá, la tempestivitá negli aggiornamenti, e la garanzia di un supporto all'utente nel caso di richiesta di chiarimenti.

24 Esercizio numero 2 Ricercare e riportare 3 siti che presentano il codice HON


Scaricare ppt "LA RICERCA BIBLIOGRAFICA NEL SETTORE BIOMEDICO CENTRO DI BIOTECNOLOGIE SETTORE DOCUMENTAZIONE BIOMEDICA A.O.R.N. A.CARDARELLI- NAPOLI Prof.ssa Daniela."

Presentazioni simili


Annunci Google