La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Teorie e tecniche del giornalismo scientifico Rossella Castelnuovo Università di Tor Vergata – Anno accademico 08-09.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Teorie e tecniche del giornalismo scientifico Rossella Castelnuovo Università di Tor Vergata – Anno accademico 08-09."— Transcript della presentazione:

1 Teorie e tecniche del giornalismo scientifico Rossella Castelnuovo Università di Tor Vergata – Anno accademico 08-09

2 NOTIZIE SCIENTIFICHE Cosè una notizia scientifica Ogni novità della scienza può essere una notizia? Dove nascono le notizie Perché dare certe notizie

3 L'arte non consiste nel rappresentare cose nuove, bensì nel rappresentare con novità " Ugo Foscolo

4 LA NOTIZIA E…….

5 COSE UNA NOTIZIA SCIENTIFICA?

6 Il lavoro degli scienziati come fonte di novità Nelle conoscenze Nei metodi Nelle applicazioni Attuale Singolare Interessante Attendibile

7 UN OCEANO DI STIMOLI Il n° di ricercatori è cresciuto del 50% in meno di 15 anni (solo in Italia ce ne sono circa 80 mila) 100 mila le riviste scientifiche nel mondo 2 mila testate scientifiche raccolgono il 95% degli articoli citati 16 mila riviste e 12 milioni di articoli ogni anno recensiti dallIsi

8 COMUNITA SCIENTIFICA INDUSTRIA GOVERNI SOCIETA MASS MEDIA Associaz malati associaz amnientaliste Blog Ong movimenti

9 Ogni novità della scienza è una notizia?

10 Come scegliere Valore innovativo della ricerca Qualità della ricerca Rilevanza per la comunità scientifica Fonte Interesse del pubblico Impatto emotivo Contesto Vicinanza Utilità Curiosità Fonte Valore economico Criteri scientificiCriteri giornalistici COMUNICAZIONE CALDACOMUNICAZIONE FREDDA

11 Un dialogo non facile Esagerano Scelgono male le notizie Distorcono il significato delle ricerche Sono approssimativi Sono molto potenti Non conoscono le regole della scienza Si perdono in dettagli Non capiscono le esigenze della gente Parlano con linguaggio difficile Rifiutano certi tipi di dibattito (ogm, vaccini..) Pensano solo agli aspetti razionali Non conoscono le regole del giornalismo Gli scienziati pensano che i giornalistiI giornalisti pensano che gli scienziati

12 Per migliorare il dialogo scienza e società Giornalisti Media trainingScienziati Open lab Giornalisti COMUNICAZIONE ALLA TEMPERATURA GIUSTA

13 DOVE NASCONO LE NOTIZIE

14 orale congressi, conferenze,se minari rapporti personali, incontri tra colleghi, bar scuola, radio, conferenze stampa, tv scritta letteratura scientifica, riviste specializzate letteratura grigia (relazioni, appunti di laboratorio…) libri giornali comunicati stampa in rete siti di enti di ricerca, riviste scientifiche on line, siti di ricercatori , blog, forum siti per il pubblico formale informale pubblica LE VIE DELLA COMUNICAZIONE DELLA SCIENZA ALTAATTENDIBILITAbassa

15 CHI DA LE NOTIZIE Fonti primarie: soggetti direttamente coinvolti nelle attività di ricerca scientifica (ricercatori, istituzioni e centri di ricerca, riviste scientifiche) Fonti secondarie: soggetti vicini a chi svolge attività di ricerca sc (agenzie di stampa, uffici stampa, media autorevoli, associazioni) Fonti terziarie: soggetti competenti - interessati, ma non direttamente coinvolti nella specifica ricerca ( mass media, blog,……) ………

16 Perché dare certe notizie

17 Il lavoro dei giornalisti scientifici può incidere Nelle vite degli scienziati Nei comportamenti sociali Nelle decisioni politiche Nelle vicende economiche ………… RESPONSABILITA INTERESSI

18 Conosci il tuo pubblico Età Interessi Livello di istruzione Motivazione verso le scienze Simpatie e antipatie

19 "Gli italiani e la scienza. Primo rapporto su scienza, tecnologia e opinione pubblica in Italia Osservatorio Observa ,8% antiscientista disinformato 13,6% scientista informato 15,8% pragmatico informato 43,8% critico ottimista

20 Obiettivi generali Viviamo nella società della conoscenza :la maggioranza dei lavoratori non è impegnata in produzione beni materiali Nella società della conoscenza tutti debbono avere a disposizione la possibilità di sapere e di scegliere: sia a livello individuale che collettivo La ricerca scientifica e linnovazione rappresentano i motori principali del benessere e della crescita economica..e lItalia ne ha particolare necessità Il dialogo tra scienza e società ha bisogno di essere attivo e continuo

21 Gli obiettivi di un giornalista s. informare diffondere conoscenze nuove discutere divulgare, accrescere cultura incidere sullagenda dei politici divertire fornire un servizio incuriosire Il taglio del servizio


Scaricare ppt "Teorie e tecniche del giornalismo scientifico Rossella Castelnuovo Università di Tor Vergata – Anno accademico 08-09."

Presentazioni simili


Annunci Google