La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Varese, 7 maggio 2010. Leggere la crisi attraverso i numeri (1^ parte) Le trasformazioni avvenute nel 2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Varese, 7 maggio 2010. Leggere la crisi attraverso i numeri (1^ parte) Le trasformazioni avvenute nel 2009."— Transcript della presentazione:

1 Varese, 7 maggio 2010

2 Leggere la crisi attraverso i numeri (1^ parte) Le trasformazioni avvenute nel 2009

3 Ricostruire il quadro partendo dai dati ufficiali Lindagine congiunturale Unioncamere Lombardia Lindagine congiunturale Unioncamere Lombardia coinvolge imprese dellindustria dellartigianato, dei servizi e del commercio. In questa presentazione si riportano i risultati delle interviste a un campione 170 imprese industriali del territorio varesino, stratificate per settore e dimensione. Osserva è il primo osservatorio online sulleconomia della provincia di Varese Osserva è il primo osservatorio online sulleconomia della provincia di Varese nasce dallesigenza di creare un unico punto di accesso a tutte le fonti informative statistiche, ricerche e indagini che riguardano il nostro territorio. Le fonti istituzionali Le fonti istituzionali Istat, Rilevazione forze lavoro, Inps, Provincia di Varese, Camera di Commercio, Registro imprese; Istat, Commercio estero; Banca dItalia; Camera di Commercio, SMAIL. LE FONTI

4 Levoluzione degli spazi di mercato Domanda estera Domanda interna Tasso utilizzo impianti nel 2009 Tasso utilizzo impianti (industria): dal picco del 75% del 2006/2007, al 67% pre- crisi (anno 2008), al 62% punto più basso toccato nel 2009 (Indagine congiunturale Unioncamere). La crisi penalizza i territori export led. Dopo 10 anni di crescita continua, a Varese, nel 2009, le esportazioni perdono il 17% e le importazioni il 19%. Perdite serie, ma più contenute del livello lombardo e italiano (Istat). Ordinativi interni ed esteri (industria): nel IV trimestre 2009 ritornano positivi. Per tutto il 2008, fino al III trim 2009 si mantengono in area negativa. Il picco peggiore viene toccato nel IV trim 2008 (Indagine congiunturale Unioncamere).

5 Andamento ordinativi interni ed esteri indagine congiunturale unioncamere

6 Gli interventi sulla gestione dimpresa Riduzione delloccupazione Azione sulle leve finanziarie Il tasso di disoccupazione è al 6,3% il valore più alto in Lombardia. Media Lombarda 5,4%. Nel 2008 era del 3,5% e nel 2007 del 2,9% (Istat). Le ore autorizzate di cassa integrazione guadagni sono state 39 milioni per la Cigo e quasi 15 milioni per la Cigs. Varese, nel 2009, è la prima provincia per Cigo e seconda per Cigs in Lombardia (Inps). Gli ingressi in lista di mobilità sono stati quasi (+127% rispetto al 2008) (Provincia di Varese). Lindicatore sofferenze su impieghi esprime la difficoltà a rientrare dai debiti contratti con le banche. Questo indicatore per Varese raggiunge quota 4,6, la media italiana è del 3,8 e quella lombarda è del 2,4 (Banca dItalia). nel 2009

7 Limpatto sulla struttura produttiva Numero dimprese Nati-mortalità Fallimenti Nel 2009 le cessazioni superano di le iscrizioni con un saldo negativo di e un tasso di sviluppo del tessuto imprenditoriale per la prima volta da oltre 15 anni negativo -2,3 (Registro Imprese). I fallimenti nel 2008 sono stati 111 e nel 2009 arriviamo a 168 (+51,3%) (CdC di Varese). Il numero di imprese attive sono, a fine 2009, Dopo anni di crescita ininterrotta si registra, per la prima volta, un tasso di variazione negativa -2,76%. Sono le imprese individuali (-4,7%) e le società di persone (-2,5%) a soffrire maggiormente. Crescono invece le società di capitali +1,5% (Registro Imprese). Il tessuto imprenditoriale è costituto da imprese di piccole dimensioni, il 93% sono microimprese (fino ai 9 dipendenti) e occupano oltre 2/3 degli addetti (SMAIL). nel 2009

8 Varese, 7 maggio 2010 Leggere la crisi attraverso i numeri (2^ parte) Uno sguardo al primo trimestre 2010

9 Aggiornamenti al 2010 Limport-export scende ancora Gli ultimi dati disponibili sono a gennaio 2010, il processo di contrazione è ancora in atto anche se in rallentamento (-2,6% il t.var% tend mensile dellexport e -14,3% dellimport). In questo momento sono i Bric (Brasile-Russia-India-Cina) che tirano le esportazioni. Nei prossimi mesi è soprattutto alle importazioni che dobbiamo guardare: anticipano il ciclo.

10 Aggiornamenti al 2010 Il mercato del lavoro Nel primo trimestre la Cigo cresce più lentamente, 7 milioni di ore (+25% rispetto allo stesso trimestre dellanno scorso), ma aumentano molto la Cigs (oltre 8 milioni di ore, +110%) e la mobilità (1.500 lavoratori solo nel primo trimestre). Molte imprese non possono più ricorrere alla Cigo e le crisi diventano strutturali.

11 Aggiornamenti al 2010 Le imprese Le imprese attive a fine marzo diminuiscono ancora, attestandosi a e registrando un tasso congiunturale pari a -0,4% e tendenziale pari a -2,9%. I fallimenti nel primo trimestre sono stati 41 contro i 43 dei primi tre mesi del Le cessazioni, che dallinizio della crisi superano sempre le iscrizioni, restano anche per questo trimestre al di sopra delle iscrizioni e il saldo del trimestre è Solo nel mese di marzo le iscrizioni tornano a superare le cessazioni.

12 Landamento della triade produzione/ordinativi/fatturato indagine congiunturale Unioncamere primo trimestre 2010 Produzione +1,36% Fatturato +1,68% Ordini +7,73% Varese Var. tend.(%) - Produzione-Fatturato-Ordini -20,00 -15,00 -10,00 -5,00 0,00 5,00 10,00 15,00 1/032/033/034/031/042/043/044/041/052/053/05 4/051/062/063/064/061/072/073/074/071/082/083/084/081/092/09 3/094/091/10 Var. tendenziale % Produzione Fatturato Ordini

13 29,2 31,0 15,3 55,5 23,8 45,2 15,7 44,4 39,9 0,0 10,0 20,0 30,0 40,0 50,0 60,0 AumentoStabileDiminuzione I trim 2010III trim 2009I trim 2010 I processi di ripresa dopo le crisi finanziarie sono più difficili indagine congiunturale Unioncamere primo trimestre 2010 Il dato positivo è che dallinizio della crisi a oggi le loro aspettative stanno migliorando. Gli imprenditori intervistati affermano per il prossimo trimestre che produzione e occupazione rimarranno complessivamente stabili. 6,5 20,0 11,6 81,9 3,5 76,5 3,4 17,4 79,2 0,0 10,0 20,0 30,0 40,0 50,0 60,0 70,0 80,0 90,0 AumentoStabileDiminuzione I trim 2010III trim 2009I trim 2010


Scaricare ppt "Varese, 7 maggio 2010. Leggere la crisi attraverso i numeri (1^ parte) Le trasformazioni avvenute nel 2009."

Presentazioni simili


Annunci Google