La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

STRUTTURA E FUNZIONE DELL'APPARATO RESPIRATORIO MECCANICA RESPIRATORIA REGOLAZIONE DEL RESPIRO TRASPORTO dei GAS SCAMBI RESPIRATORI COMPOSIZIONE DELL'ARIA.

Copie: 1
STRUTTURA E FUNZIONE DELL'APPARATO RESPIRATORIO MECCANICA RESPIRATORIA REGOLAZIONE DEL RESPIRO TRASPORTO dei GAS SCAMBI RESPIRATORI COMPOSIZIONE DELL'ARIA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "STRUTTURA E FUNZIONE DELL'APPARATO RESPIRATORIO MECCANICA RESPIRATORIA REGOLAZIONE DEL RESPIRO TRASPORTO dei GAS SCAMBI RESPIRATORI COMPOSIZIONE DELL'ARIA."— Transcript della presentazione:

1 STRUTTURA E FUNZIONE DELL'APPARATO RESPIRATORIO MECCANICA RESPIRATORIA REGOLAZIONE DEL RESPIRO TRASPORTO dei GAS SCAMBI RESPIRATORI COMPOSIZIONE DELL'ARIA

2 La bolla va continuamente rinnovata, con l'aggiunta di aria atmosferica. E' compito della meccanica respiratoria rinnovare la bolla. La composizione dell'aria atmosferica non è adatta per la vita delle cellule Sono necessari scambi respiratori fra il sangue ed una bolla d'aria contenuta nell'apparato respiratorio La composizione della bolla continua a cambiare per aggiunta di anidride carbonica (CO 2 ) e sottrazione di ossigeno (O 2 )

3 La meccanica respiratoria è prevalentemente a carico di muscoli scheletrici (volontari), il cui funzionamento ciclico è regolato da meccanismi nervosi. La circolazione polmonare assicura gli scambi gassosi, che avvengono attraverso la parete dei capillari polmonari e l'epitelio alveolare L'epitelio alveolare è caratterizzato da particolare sottigliezza Il sangue contiene "macchine chimiche" che aumentano la quantità dei gas trasportati

4 FUNZIONI ACCESSORIE chiusura dei bronchioli in espirazione (ruolo della cartilagine) condizionamento dellaria funzioni di difesa: lapparato mucocigliare fonazione deglutizione movimenti respiratori anomali: tosse e sternuto accelerazione dellaria: effetto meccanico

5

6 litri Volume corrente = 0.5 lVolume di riserva inspiratoria = 3.5 lVolume di riserva espiratoria = 1.2 l Volume residuo = 1. l

7 litri Capacità funzionale residua = 2.2 lCapacità inspiratoria = 4.0 lCapacità espiratoria = 1.7 lCapacità vitale = 5.2 lCapacità polmonare totale = 6.2 l

8 ventilazione alveolare = (volume corrente - spazio morto) * frequenza respiratoria ( ) * 12 = 4.5 l/min corrente * frequenza respiratoria ventilazione polmonare = volume = 6 l/min v. ris. inspiratoria v. ris. espiratoria VOLUMI E CAPACITA' POLMONARI litri v. corrente (tidal volume - TV) v. residuo (RV) capacità polmonare totale (TLC) capacità inspiratoria capacità espiratoria capacità vitale (VC) capacità funzionale residua (FRC) = volume di equilibrio del sistema respiratorio

9 Quando la gabbia toracica non è soggetta a forze esterne, rimane ad un volume di equilibrio (CFR); per aumentare o diminuire tale volume intervengono normalmente i muscoli respiratori (principali ed accessori): MUSCOLI INSPIRATORI: intercostali esterni, diaframma; scaleni, sternocleidomastoidei. MUSCOLI ESPIRATORI: intercostali interni; muscoli addominali

10 Intercostali esterni: inspirazione Intercostali interni: espirazione

11 Analisi della meccanica dei muscoli respiratori. Durante la respirazione tranquilla sono attivi solo muscoli inspiratori, mentre l'espirazione è un processo passivo, dovuto al rilasciamento di tali muscoli e provocato dal ritorno elastico del parenchima polmonare.

12 pressione endopleurica (si può misurare nel tratto toracico dell'esofago): negativa (=-5 cm H 2 O) a CFR, diventa più negativa durante l'inspirazione e può diventare positiva nell'espirazione forzata. PRESSIONI IMPLICATE NELLA MECCANICA RESPIRATORIA: pressione atmosferica = 0 (in tutte le vie aeree e negli alveoli quando non vi sono movimenti di aria con le vie aperte) pressione endoalveolare: negativa durante l'inspirazione e positiva durante l'espirazione

13 palvpplvol inspirazioneespirazione Pressione pleurica Pressione alveolare

14 tendenza della gabbia toracica ad espandersi (strutture elastiche muscolo-tendinee consentono ai polmoni di "tirare in dentro" la gabbia toracica, che li contiene). ORIGINE DELLA NEGATIVITA' PLEURICA A CFR Essendo questo un volume di equilibrio, bisogna determinare i termini dell'equilibrio tendenza dei polmoni a ritrarsi (se esposti alla pressione atmosferica collassano al di sotto di VR, senza svuotarsi completamente se il polmone ha respirato aria almeno una volta)

15 palloncino (polmoni) acqua (liquido pleurico) tubo (vie aeree) Modello del sistema respiratorio bottiglia (gabbia toracica)

16 Modello del sistema respiratorio -4 Pressione intrapleurica Pressione intrapolmonare

17 Tendenza dei polmoni a ritrarsi Tensione elastica: fibre elastiche parenchimatose, in costante stato di tensione Tensione superficiale: poiché gli alveoli, pieni di aria, sono bagnati da un sottile strato di acqua, si forma un'interfaccia aria-liquido, che tende a ridurre la sua superficie

18 La tensione superficiale è ridotta dalla presenza di una sostanza tensioattiva (surfactante), la cui funzione è di ridurre la tensione superficiale. RIDUZIONE DELLA TENSIONE SUPERFICIALE La tensione è inversamente proporzionale al raggio e il raggio degli alveoli è molto piccolo Polmoni riempiti di acqua si espandono molto più facilmente (aumenta la compliance)

19 Il surfactante Ha anche un'importante azione stabilizzatrice sugli alveoli, impedendo che quelli più piccoli collassino e quelli più grandi si espandano ulteriormente. Il surfactante, prodotto da cellule del parenchima polmonare, è composto di dipalmitoillecitina Nella malattia genetica nota come mucoviscidosi, il surfactante è insufficiente

20 La tendenza della gabbia toracica ad espandersi si verifica già alla CFR ed aumenta per volumi minori (espirazione forzata), fino ad impedire ulteriori riduzioni di volume (VR); al di sopra di un certo volume, corrispondente circa a CE, la gabbia viene "tirata in fuori" dai muscoli inspiratori (inspirazione forzata) e tende ad una retrazione elastica nella stessa direzione di quella dei polmoni.

21 AZIONE STABILIZZATRICE DEL SURFACTANT allaumentare della superficie si riduce la concentrazione e diminuisce leffetto sulla tensione superficiale

22 La compliance é massima e costante intorno al VC: per volumi maggiori o minori dimunuisce, rappresentando rispettivamente il limite alla capacità inspiratoria (determina CV) e a quella espiratoria (determina VR). RELAZIONE PRESSIONE/VOLUME (COMPLIANCE)

23 FRC VC -2 1 RV FRC+TV pressione polmoni pressione torace pressione sistema litri mmHg

24 litri mmHg CFR RV CURVE DI COMPLIANCE DEL SISTEMA RESPIRATORIO, DELLA GABBIA TORACICA E DEI POLMONI in rilasciamento

25 Lavoro della respirazione Si calcola dalla curva pressione/volume E normalmente piccolo (5% del consumo di O 2 totale) Aumenta nella respirazione forzata, quando il volume viene portato a valori per i quali la compliance si riduce.

26 RESISTENZE DELLE VIE AEREE Curve di compliance statica e dinamica Principali siti di resistenza Ruolo della muscolatura liscia bronchiale Collassamento delle piccole vie aeree Resistenza viscosa del tessuto

27 FRC FRC+TV COMPLIANCE POLMONARE A VIE AEREE APERTE COMPLIANCE STATICA COMPLIANCE DINAMICA volume pressione area = LAVORO (DELLA RESPIRAZIONE) RESISTENZA (vie aeree, parenchima)

28 spazio morto fisiologico: comprende eventuali alveoli ventilati ma non perfusi dal sangue (Rapporto ventilazione/perfusione > 1) VENTILAZIONE POLMONARE (0.5*12=6 l/m) = VC * frequenza respiratoria VENTILAZIONE ALVEOLARE: (0.35*12=4.2 l/m): non comprende il volume dello spazio morto (150 ml). spazio morto anatomico: il volume di aria che riempie le vie aeree, ma non arriva alla membrana alveolo-capillare

29 DISTRIBUZIONE DEL VOLUME CORRENTE La ventilazione alveolare non si distribuisce uniformemente, in posizione eretta: gli alveoli apicali sono più distesi (contengono più aria), ma... … sono meno ventilati, a causa della minore compliance (vengono raggiunti da una frazione minore del volume corrente). Questo è dovuto all'effetto della gravità che sposta virtualmente verso il basso il liquido pleurico, accentuando la negatività pleurica agli apici. Le differenze si attenuano nella respirazione forzata.

30 -6 H2OH2O -4


Scaricare ppt "STRUTTURA E FUNZIONE DELL'APPARATO RESPIRATORIO MECCANICA RESPIRATORIA REGOLAZIONE DEL RESPIRO TRASPORTO dei GAS SCAMBI RESPIRATORI COMPOSIZIONE DELL'ARIA."

Presentazioni simili


Annunci Google