La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 1 Valutare laccessibilità dei siti web Il World Wide Web Consortium (W3C) – Sviluppa tecnologie.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 1 Valutare laccessibilità dei siti web Il World Wide Web Consortium (W3C) – Sviluppa tecnologie."— Transcript della presentazione:

1 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 1 Valutare laccessibilità dei siti web Il World Wide Web Consortium (W3C) – Sviluppa tecnologie (specifiche, linee guida, software, tools) per il Web –Promuove un forum per la comprensione collettiva delle tematiche di interesse –

2 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 2 Linee guida per laccessibilità dei contenuti web (WCAG 1.0) Procedure generali e suggerimenti per la valutazione durante le fasi di sviluppo Monitoraggio di siti web esistenti Misure da integrare allinterno delle procedure esistenti per la gestione dei contenuti e della qualità

3 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 3 Come le Linee Guida di WCAG 1.0 sono organizzate Numero identificativo ed enunciato Lista delle verifiche con: 1.Definizione 2.Priorità 3.Note e riferimenti

4 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 4 Le Priorità Priorità 1: Requisiti che un sito web DEVE soddisfare Priorità 2: Requisiti che un sito web DOVREBBE soddisfare Priorità 3: Requisiti che il progettista del sito web POTREBBE rispettare

5 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 5 LINEA GUIDA 1 Fornire alternative equivalenti per i contenuti visivi ed uditivi –contenuto testuale equivalente per ogni elemento non-testuale (P1) –link testuali ridondanti per ogni regione attiva di mappe lato server (P1) –Descrizione audio delle informazioni visive principali (P1) –Sincronizzare le alternative equivalenti (P1) –link testuali ridondanti per ogni regione attiva di mappe lato client (P3)

6 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 6 LINEA GUIDA 2 Non fare affidamento esclusivamente sui colori –Le informazioni codificate con i colori sono disponibili anche senza i colori (P1) –Sufficiente contrasto tra sfondo e contenuti (P2 per le immagini, P3 per il testo)

7 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 7 LINEA GUIDA 3 Usare le direttive di markup in modo appropriato –Possibilmente usare markup piuttosto che immagini per rappresentare informazioni (P2) –Creare documenti conformi ai modelli grammaticali pubblicati (P2) –Usare pagine modello per controllare il formato della presentazione (P2) –Misure relative piuttosto che assolute (P2) –Usare titoli per rendere comprensibile la struttura dei documenti (P2) –Usare markup appropriati per le liste di elementi (P2) –Rendere le virgolette usando i markup, evitarle come effetto di indentazione (P2)

8 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 8 LINEA GUIDA 4 Spiegare luso del linguaggio naturale –Identificare chiaramente i cambiamenti al linguaggio naturale del testo e dei suoi contenuti equivalenti (P1) –Indicare il significato delle abbreviazioni e degli acronimi alla prima occorrenza in ciascun documento (P3) –Identificare il linguaggio naturale primario di ogni documento (P3)

9 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 9 LINEA GUIDA 5 Creare tabelle che evolvono con garbo –Identificare titoli di righe e colonne (P1) –Se la tabella ha più di 1 livello logico, usare markup per associare le celle (P1) –Non usare le tabelle solo per il loro formato (P2) –Se una tabella è usata per il formato, comunque evitare i murkup per la formattazione visiva (P2) –Fornire sommario (P3) –Fornire abbreviazioni per i nomi dei titoli (P3)

10 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 10 LINEA GUIDA 6 Le pagine che impiegano nuove tecnologie devono evolvere con garbo –Organizzare i documenti in modo che possano essere letti anche come solo testo (P1) –Aggiornare i contenuti equivalenti quando un contenuto dinamico cambia (P1) –Pagine usabili anche quando script, applet e altri oggetti eseguibili sono disabilitati o non supportati (P1) –Gestori di eventi indipendenti dalle periferiche di input (P2) –Quando il contenuto dinamico non è accessibile, fornire una presentazione alternativa (P2)

11 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 11 LINEA GUIDA 7 Assicurare il controllo dellutente sui cambiamenti di contenuti dipendenti dal tempo. A meno che lutente non ne abbia il controllo: –Evitare contenuti tremolanti (P1) –Evitare contenuti intermittenti (P2) –Evitare pagine in movimento (P2) –Evitare auto-refresh (P2) –Evitare ridirezionamenti automatici, o se indispensabili farli gestire dal server piuttosto che da markup (P2)

12 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 12 LINEA GUIDA 8 Assicurare laccessibilità diretta delle interfacce utente embedded –Gli elementi eseguibili (script, applet, etc.) devono essere direttamente accessibili o compatibili con le tecnologie di supporto (P1)

13 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 13 LINEA GUIDA 9 Progettare lindipendenza dai dispositivi –Mappe su client invece che su server (P1) –Se un elemento ha una sua propria interfaccia, deve essere azionato in modo device-independent (P2) –Gestori di eventi device-independent (P2) –Ordine logico tra gli elementi interattivi (P3) –Abbreviazioni e comandi da tastiera per i link più importanti (P3)

14 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 14 LINEA GUIDA 10 Usare soluzioni intermedie. A meno che lutente non ne abbia il controllo: –Evitare finestre pop-up e cambiamenti della finestra corrente senza informare lutente (P2) –Posizionare una etichetta appropriata per tutti i controlli che la prevedano implicitamente (P2) –Fornire alternative di testo lineare per le tabelle (P3) –Includere caratteri di default nelle aree di testo editabili (P3) –Includere caratteri non bianchi fra link adiacenti (P3)

15 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 15 LINEA GUIDA 11 Usare le tecnologie e le linee guida di W3C –Tecnologie disponibili, aggiornate ed appropriate per vari task (P2) –Evitare le componenti deprecate (P2) –Fornire informazioni sulle versioni disponibili dei documenti (P3) –Se non si riesce a creare una pagina accessibile, fornire un link ad una pagina alternativa che lo sia (P1)

16 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 16 LINEA GUIDA 12 Fornire informazioni di contesto e di orientamento –Dare un nome a ogni frame per facilitare la navigazione (P1) –Descrivere il ruolo dei frame e come essi sono correlati (P2) –Suddividere grossi blocchi di informazioni in gruppi più maneggevoli (P2) –Associare esplicitamente etichette ai controlli dei blocchi di informazioni (P2)

17 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 17 LINEA GUIDA 13 Fornire un meccanismo di navigazione chiaro –Identificare chiaramente lobiettivo dei link (P2) –Fornire metadati per aggiungere informazioni semantiche (P2) –Fornire informazioni sulla struttura del sito (P2) –Usare i meccanismi di navigazioni in modo consistente (P2) –Fornire toolbar per accedere ai meccanismi di navigazione (P3) –Raggruppare i link correlati e identificare i gruppi (P3) –Consentire diversi tipi di ricerche per skill e preferenze differenti (P3) –Inserire informazioni evidenti allinizio dei paragrafi, liste, etc. (P3) –Fornire informazioni su collezioni di documenti (P3) –Fornire mezzi per saltare composizioni ASCII multilinea (P3)

18 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 18 LINEA GUIDA 14 Assicurarsi che i documenti siano chiari e semplici –Usare il linguaggio più chiaro e semplice possibile (P1) –Aggiungere al testo rappresentazioni grafiche o suoni se queste facilitano la comprensione (P3) –Creare uno stile di rappresentazione consistente tra le pagine (P3)

19 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 19 Obiettivi della valutazione Revisione preliminare: – Identificare possibili barriere allaccesso Valutazione della conformità: – Catturare i principali problemi nella fase di sviluppo di un nuovo sito web – Determinare il livello di conformità rispetto a WCAG 1.0 di siti esistenti – Dimostrare che un sito rispetta un certo livello di conformità a WCAG 1.0 Revisione delle procedure in fase di monitoraggio: –Assicurare il mantenimento del livello di conformità

20 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 20 Revisione preliminare Controllo manuale di pagine web rappresentative Verificatori semi-automatici di accessibilità

21 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 21 I 5 passi della Revisione preliminare (1) 1. Selezionare un campione rappresentativo dei diversi tipi di pagine del sito in esame 2. Usare un browser per esaminare le pagine selezionate variando le preferenze e le regolazioni: 1.Eliminare le immagini e verificare testo alternativo 2.Eliminare i suoni e verificare disponibilità di testo equivalente 3.Variare la dimensione del font: la pagina è ancora utilizzabile? 4.Variare la risoluzione dello schermo e lampiezza della finestra 5.Passare ai toni di grigio e verificare il contrasto dei colori 6.Usare il tab per verificare laccessibilità di tutti i link e controlli

22 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 22 I 5 passi della Revisione preliminare (2) 3.Usare un browser vocale e un browser testuale per verificare: 1.Le informazioni disponibili sono equivalenti? 2.Le informazioni sono fornite in un ordine significativo? 4.Usare due tool di valutazione dellaccessibilità e verificare i problemi indicati da essi 5.Fare un sommario dei risultati: 1.Tipo di problemi incontrati 2.Metodo usato per identificare i problemi 3.Miglioramenti necessari e modi per affrontarli

23 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 23 Valutazione di conformità a WCAG 1.0 Valutazione su scala completa che prevede testing di accessibilità semi-automatico, manuale, utente Richiede familiarità con i linguaggi di mark-up Download iniziale e training con vari tool di valutazione Configurazione del browser Coordinamento con revisori Considerazione di varie forme di disabilità

24 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 24 Le attività della valutazione di conformità Identificazione di una selezione di pagine Conduzione della valutazione Resoconto finale

25 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 25 I passi della valutazione di conformità (1) 1.Identificare e stabilire lambito del sito e gli obiettivi della valutazione 1.Determinare qual è il livello di conformità richiesto 2.Stabilire una selezione di pagine per il testing manuale e utente 3.Identificare lintero sito web per il test semi-automatico (se non praticabile, determinare una selezione di pagine più ampia possibile)

26 Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 26 I passi della valutazione di conformità (2) 2. Valutazione semi-automatica: usare i tool disponibili per: 1.Validazione del mark-up, della correttezza sintattica, dello stile 2.Eseguire almeno due tool di validazione su una selezione di pagine ed almeno uno sullintero sito web 3. Valutazione manuale 1.Eseguire sullinsieme esteso di pagine campione gli stessi passi della valutazione preliminare


Scaricare ppt "Gestione dei Progetti Software 2 (a.a. 2004/05) Lezione 8 1 Valutare laccessibilità dei siti web Il World Wide Web Consortium (W3C) – Sviluppa tecnologie."

Presentazioni simili


Annunci Google