La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SQL1 Modifica dei dati inserimento cancellazione modifica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SQL1 Modifica dei dati inserimento cancellazione modifica."— Transcript della presentazione:

1 SQL1 Modifica dei dati inserimento cancellazione modifica

2 SQL2 Insert insert into [(, …, )] values (, …, ); deve essere specificato un valore per ogni colonna della lista se una colonna non è specificata, viene inserito il valore null se non viene fornita la lista delle colonne, deve essere specificato un valore per ogni colonna della tabella così come appare nella istruzione create

3 SQL3 Esempio insert into PROGETTO (PNO, PNOME, COMPONENTI, BUDGET, PSTART, PMGR) values (313, 'BD', 3, , to_date(' ','dd-mm-yyyy'), 7411); insert into PROGETTO values (314, 'SI', 7411, 5, , to_date(' ','dd-mm-yyyy'), null);

4 SQL4 Insert (2) insert into [(, …, )] ; create table VECCHI_IMP ( INO number(4) not null, ASS_DATA date); insert into VECCHI_IMP select INO, DATA_ASS from IMPIEGATI where DATA_ASS<'31-DIC-60';

5 SQL5 Updates updates set =, …, = [where ]; espressione può essere una costante, una espressione funzionale, una query SQL

6 SQL6 Esempio update IMPIEGATI set LAVORO='DIRIGENTE', DIPNO=20, STIPENDIO=STIPENDIO+1000 where INOME='FORD'; (Il sig. Ford ha avuto un avanzamento di carriera)

7 SQL7 Esempio update IMPIEGATI set STIPENDIO=STIPENDIO*1.15 where DIPNO in (10,30); (Gli impiegati dei dipartimenti 10 e 30 hanno avuto un aumento dello stipendio del 15%)

8 SQL8 Esempio update IMPIEGATI set STIPENDIO = (select min(STIPENDIO) from IMPIEGATI where LAVORO='DIRIGENTE') where LAVORO='VENDITORE' and DIPNO=30; (I venditori del dipartimento 30 ricevono lo stesso stipendio del manager che ha lo stipendio più basso)

9 SQL9 Delete delete from [where ]; senza la clausola where, vengono cancellate tutte le righe

10 SQL10 Esempio delete from PROGETTO where PEND < sysdate; (Cancella tutti i progetti terminati alla data odierna)

11 SQL11 Commit e Rollback commit: rende permanenti le modifiche fatte durante l'ultima transazione quit, create, drop realizzano un commit implicito rollback: annulla le modifiche fatte durante l'ultima transazione

12 SQL12 Query su più tabelle (JOIN) select [distinct] [.], …, [.] from [ ], …, [ ] [where ];

13 SQL13 Alias Se colonne di tabelle diverse hanno lo stesso nome, è necessario usare la notazione. per eliminare ambiguità. Al posto di si può usare l'alias

14 SQL14 Esempi select INOME, I.DIPNO, DIPNOME from IMPIEGATI I, DIPARTIMENTO D where I.DIPNO=D.DIPNO and LAVORO='VENDITORE'; select INOME, DIPNOME, PNOME from IMPIEGATI I, DIPARTIMENTO D, PROGETTO P where I.INO=P.PMGR and D.DIPNO=I.DIPNO; select I1.INOME, I2.INOME from IMPIEGATI I1, IMPIEGATI I2 where I1.CAPO=I2.INO;

15 SQL15 Query annidate subquery query annidata La condizione in una clausola where può contenere anche una query: select … where … (select …)

16 SQL16 Interpretazione delle query annidate 1. viene eseguita la subquery 2. il risultato viene salvato in una tabella temporanea 3. il controllo della query esterna viene fatto sulle righe della tabella temporanea

17 SQL17 Regole per le query annidate più condizioni possono essere combinate con gli operatori and, or si può arrivare fino a 16 livelli di annidamento! una query esterna non può far riferimento a tabelle della query più interna (viceversa è possibile) se non specificato esplicitamente, i nomi di colonna fanno riferimento alle tabelle più vicine

18 SQL18 Subquery [not] in ( ) [any | all] ( ) [not] exists ( )

19 SQL19 Esempio select INOME, STIPENDIO from IMPIEGATI where INO in (select PMGR from PROGETTO where PSTART < 31-DIC-90) and DIPNO=20; Seleziona gli impiegati del dipartimento 20 (ed il loro stipendio) che partecipano a progetti partiti prima del 31/12/90

20 SQL20 Esempio select * from IMPIEGATI where DIPNO in (select DIPNO from DIPARTIMENTI where CITTA =BOSTON); Seleziona gli impiegati dei dipartimenti di Boston Poiché la subquery ha come risposta un solo valore, si poteva usare = invece di in.

21 SQL21 Subquery correlata Subquery che fa riferimento a colonne di tabelle utilizzate nella query principale Non si può usare lintepretazione vista per le query annidate!!

22 SQL22 Interpretazione delle subquery correlate 1. Per ogni riga della query esterna, 1. viene valutata la subquery 2. viene valutato il predicato della query esterna

23 SQL23 Esempio select * from IMPIEGATI I1 where DIPNO in (select DIPNO from IMPIEGATI [I2] where [I2.]INO=I1.CAPO); Seleziona i dipendenti che lavorano nello stesso dipartimento del loro capo

24 SQL24 any e all [any | all] ( ) confrontano con ogni valore selezionato da

25 SQL25 any la condizione è vera se esiste almeno una riga selezionata dalla subquery per cui il confronto ha successo se la subquery restiuisce un insieme vuoto, la condizione fallisce

26 SQL26 Esempio select * from IMPIEGATI where STIPENDIO >= any (select STIPENDIO from IMPIEGATI where DIPNO = 30) and DIPNO = 10 Seleziona gli impiegati del dipartimento 10 che hanno uno stipendio maggiore o uguale di almeno un impiegato del dipartimento 30

27 SQL27 all la condizione è vera se il confronto ha successo per tutte le righe selezionate dalla subquery se la subquery restiuisce un insieme vuoto, la condizione ha successo

28 SQL28 Esempio select * from IMPIEGATI where STIPENDIO > all (select STIPENDIO from IMPIEGATI where DIPNO = 30) and DIPNO <> 30 Seleziona gli impiegati che non lavorano nel dipartimento 30 e che hanno uno stipendio maggiore di tutti gli impiegati del dipartimento 30

29 SQL29 Equivalenze inè equivalente a = any not in è equivalente a <> all

30 SQL30 Exists [not] exists ( ) restituisce valore vero solo se linterrogazione fornisce un risultato non vuoto [vuoto]. ha senso solo per query correlate

31 SQL31 Esempio select * from DIPARTIMENTI where not exists (select * from IMPIEGATI where DIPNO=DIPARTIMENTI.DIPNO); Restituisce i dipartimenti che non hanno impiegati

32 SQL32 Operazioni su risultati di query [union [all] | intersect | minus ]

33 SQL33 union Restituisce l'unione delle tuple risultato delle due query. Se non viene specificata la clausola all, i duplicati vengono eliminati select INO from IMPIEGATI union select CAPO from IMPIEGATI;

34 SQL34 intersect Restituisce l'intersezione delle tuple risultato delle due query. select INO from IMPIEGATI intersect select CAPO from IMPIEGATI;

35 SQL35 minus Restituisce le tuple che sono risultato della prima query ma che non sono risultato della seconda select INO from IMPIEGATI minus select CAPO from IMPIEGATI;

36 SQL36 Query con raggruppamento Consentono di applicare le funzioni di gruppo non a tutte le righe ma a gruppi di righe che soddisfano certe proprietà select from where group by [having ];

37 SQL37 Interpretazione 1. Le righe risultato della select che hanno gli stessi valori di vengono raggruppate. 2. Le funzioni di gruppo specificate nella select vengono applicate a ciascun gruppo separatamente. N.B. solo le colonne di possono essere listate nella clausola select senza funzioni di gruppo

38 SQL38 Esempi select DIPNO, min(STIPENDIO), max(STIPENDIO) from IMPIEGATI group by DIPNO; select DIPNO, min(STIPENDIO), max(STIPENDIO) from IMPIEGATI where LAVORO='VENDITORE' group by DIPNO;

39 SQL39 having Dopo che i gruppi sono stati formati, se ne possono eliminare alcuni in base a certe condizioni select DIPNO, min(STIPENDIO), max(STIPENDIO) from IMPIEGATI group by DIPNO having count(*)>3;

40 SQL40 Accesso a tabelle di altri utenti Per accedere a tabelle di altri utenti (sempre che se ne abbiano i privilegi) bisogna far precedere il nome di tabella dal nome dell'utente.

41 SQL41 Sinonimi Si possono creare sinonimi sia per le proprie tabelle che per quelle di altri utenti: create synonym for [.] ;

42 SQL42 Commenti alle definizioni Si possono aggiungere commenti esplicativi alle definizioni di tabelle e alle colonne comment on table is ' '; comment on column. is ' '; I commenti sono inseriti nelle viste del dizionario dei dati USER_TAB_COMMENTD e USER_COL_COMMENTS

43 SQL43 Modifiche di definizioni E' possibile modificare la struttura di una tabella aggiungendo colonne aggiungendo vincoli di tabella modificando definizioni di colonne

44 SQL44 alter table alter table add ( ); alter table add ( ) alter table modify ( );

45 SQL45 Cancellazione di una tabella drop table [cascade constraints]; Cancella le righe e la definizione di una tabella

46 SQL46 Viste Una vista è una tabella virtuale costruita selezionando righe e colonne di altre tabelle. Una vista può essere usata come le altre tabelle per la ricerca e per la modifica di dati. Una vista viene rivalutata ogni volta che vi si accede.

47 SQL47 Viste (2) create view [( )] as [with check option [constraint ]]; se ( ) non viene specificato, le colonne della vista avranno lo stesso nome delle colonne selezionate il vincolo with check option consente di rifiutare le modifiche e gli inserimenti di righe nella vista che non rispondono alla definizione, ovvero che non verrebbo selezionati dalla query

48 SQL48 Esempi create view DIP20 as select INOME, LAVORO, STIPENDIO*12 STIP_ANNUO from IMPIEGATI where DIPNO=20; create view DIP20 (INOME, LAVORO, STIP_ANNUO) as select INOME, LAVORO, STIPENDIO*12 from IMPIEGATI where DIPNO=20;

49 SQL49 Cancellazione di viste delete ;

50 SQL50 Vincoli di integrità check constraint limita i valori possibili per un attributo foreign key constraint specifica interdipendenze tra relazioni

51 SQL51 check constraint specifica il rango dei possibili valori di uno o più attributi o certe condizioni che tali valori devono soddisfare [constraint ] check ( ) può essere un vincolo di colonna (se condizione agisce su una sola colonna) o di tabella (se condizione agisce su più colonne)

52 SQL52 Esempio create table IMPIEGATI ( … INOME varchar2(30) constraint CK_NOME check(INOME=upper(INOME)), STIPENDIO number(5,2) check (STIPENDIO >= 500), DIPNO number(3) check (DIPNO between 10 and 100) );

53 SQL53 Esempio create table PROGETTO ( … COMPONENTI number(5) constraint CK_COMPONENTI check(COMPONENTI>2), … constraint CK_DATE check(PEND > PSTART) );

54 SQL54 foreign key constraint crea un legame tra i valori di un attributo della tabella corrente (interna) ed i valori di un attributo chiave primaria di un'altra tabella (esterna), in modo tale che ogni valore dell'attributo della tabella interna, se non nullo, sia presente tra i valori dell'attributo chiave primaria della tabella esterna può essere un vincolo di colonna o un vincolo di tabella

55 SQL55 foreign key [constraint ] [foreign key ( )] references [( )] [on delete cascade]

56 SQL56 la clausola foreign key deve essere usata se si tratta di un vincolo di tabella, ovvero se coinvolge più colonne e deve indicare le colonne della tabella interna coinvolte references indica quali colonne della tabella esterna sono coinvolte; in assenza di specifica viene presa la colonna che costituisce la chiave primaria della tabella esterna on delete cascade specifica che se viene cancellato un elemento dalla tabella esterna, tutte le righe della tabella interna che hanno il valore dell'attributo cancellato, vengono a loro volta cancellate

57 SQL57 Esempio create table IMPIEGATI ( INO number(4) primary key, … DIPNO number(3) references DIPARTIMENTO(DIPNO) );

58 SQL58 Esempio create table PROGETTO ( PNO number(3) primary key, PMGR number(4) not null references IMPIEGATI, … );

59 SQL59 Esempio create table IMPIEGATI ( INO number(4) primary key, … CAPO number(4) not null references IMPIEGATI, … );


Scaricare ppt "SQL1 Modifica dei dati inserimento cancellazione modifica."

Presentazioni simili


Annunci Google