La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Esercizio Questo esercizio riguarda i MODELLI di COMUNICAZIONE ed è stato proposto dal Prof. Mussio, docente di Fondamenti di comunicazione digitale,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Esercizio Questo esercizio riguarda i MODELLI di COMUNICAZIONE ed è stato proposto dal Prof. Mussio, docente di Fondamenti di comunicazione digitale,"— Transcript della presentazione:

1 1 Esercizio Questo esercizio riguarda i MODELLI di COMUNICAZIONE ed è stato proposto dal Prof. Mussio, docente di Fondamenti di comunicazione digitale, durante la lezione del E stato svolto da:. Paternostro Nadia Seregni Natascia

2 2 Esercizio 1 E la stampa? Individuare il modello di comunicazione per il caso della prossima diapositiva….

3 3 Fonte: T. Sclavi, P. Ruju, Futuro Imperfetto, Maxi Dylan Dog n.6, luglio 2003, Bonelli editore Esercizio (2)..poi individuare il processo di comunicazione descritto nellimmagine…...

4 4 Fonte: T. Sclavi, P. Ruju, Futuro Imperfetto, Maxi Dylan Dog n.6, luglio 2003, Bonelli editore … infine come informatici rispondere a 1.La definizione di algoritmo è corretta? 2.In una conversazione fra un poeta ed un informatico potrebbe dar luogo ad equivoci? Un extra: Cosa intendete per programma? Esercizio (3)

5 5 Fonte slide Prof. Mussio Il processo di stampa è un modello di comunicazione scritta. Nella stampa il canale comprende sia il processo di scrittura, sia il processo vero e proprio di stampa, per cui il documento prima di essere letto dal secondo interlocutore, verrà decodificato e stampato da un organo esterno. Nel caso di comunicazione scritta, per entrambi gli interpreti il simbolo è un fenomeno percepibile allocchio e creato su un supporto fisico permanente, attraverso uno strumento esterno: la stampante. Simbolo Scritto (cs) Referente Referenza (concetto) simbolizza si riferisce a sta per S R T La Stampa Svolgimento: Individuiamo per prima il processo di stampa poiché lesercizio riguarda un fumetto che arriva a noi tramite il processo di stampa.

6 6 Il processo di comunicazione descritto nelle slide è un modello di Comunicazione scritta Canale C(D) D(C) I 1 I2I2 F1F1 F2F2 1.I due interpreti sono umani 2.I mezzi di codifica e decodifica: strumenti esterni ed organi del corpo umano 3.Il messaggio: un supporto modificato con uno strumento 4.Il canale: comprende lapparato visuale 5.Persistenza del messaggio: illimitata 6.Processo di comunicazione in generale asincrono 7.Processo di comunicazione in assenza dellautore Fonte slide Prof.Mussio

7 7 Mentre il processo di comunicazione descritto nellimmagine è un modello di Comunicazione Orale perché i due ragazzi parlano tra di loro 1.I due interpreti sono umani 2.I mezzi di codifica e decodifica: organi del corpo umano 3.Il messaggio: sonoro 4.Il canale: trasmette il suono 5.Persistenza del messaggio: limitata alla durata dellemissione 6.Processo sincrono 7.Processo in presenza Canale C(D) D(C) fe I 1 I2I2 F1F1 F2F2 I due comunicanti si comprendono se i significati attribuiti al messaggio coincidono. Fonte slide Prof.Mussio

8 8 Algoritmo No, la definizione di algoritmo nellesercizio non è corretta, è generica. In una conversazione tra un poeta e un informatico potrebbe dar luogo ad equivoci, poiché un metodo è linsieme dei procedimenti messi in atto per ottenere uno scopo o determinati risultati. Eun termine greco,introdotto da Platone con laccezione di tattica e strategia. Algoritmo: è linsieme ordinato di passi, eseguibili e non ambigui, che definiscono un processo che termina. Deriva dal nome di un matematico arabo del 900 Alkwaritzmi che trovò dei meccanismi (sequenze di istruzioni) per risolvere le equazioni di primo grado. Necessità di scrivere un algoritmo comprensibile allesecutore finale. 1. La definizione di algoritmo è corretta?

9 9 Programma Linguaggio di programmazione: formalismo attraverso cui esprimo gli algoritmi, affinché siano eseguibili e comprensibili, calibrato cioè allesecutore finale. Programma: è la traduzione fisica, in opportuni linguaggi di programmazione, di un algoritmo. 2. Cosa intendete per programma?

10 10 Programma 1 Programma 2Programma 3 Esecutore 3Esecutore 2Esecutore 1 Quindi lalgoritmo è identico, ciò che cambia sono i linguaggi di programmazione e i programmi, tradotti in base allesecutore finale. Questo schema ci permette di capire come, partendo da uno stesso algoritmo, è possibile, attraverso i linguaggi di programmazione e i programmi, arrivare ad una traduzione comprensibile allesecutore finale. Algoritmo


Scaricare ppt "1 Esercizio Questo esercizio riguarda i MODELLI di COMUNICAZIONE ed è stato proposto dal Prof. Mussio, docente di Fondamenti di comunicazione digitale,"

Presentazioni simili


Annunci Google