La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

V IA C RUCIS. Ti saluto, o Croce santa che portasti il Redentor; gloria, lode, onor ti canta ogni lingua ed ogni cuor. Sei vessillo glorioso di Cristo,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "V IA C RUCIS. Ti saluto, o Croce santa che portasti il Redentor; gloria, lode, onor ti canta ogni lingua ed ogni cuor. Sei vessillo glorioso di Cristo,"— Transcript della presentazione:

1 V IA C RUCIS

2 Ti saluto, o Croce santa che portasti il Redentor; gloria, lode, onor ti canta ogni lingua ed ogni cuor. Sei vessillo glorioso di Cristo, sei salvezza del popol fedel. Grondi sangue innocente sul tristo che ti volle martirio crudel.

3  Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Il Signore, che ci ha amati fino a dare la vita per noi, sia con tutti voi. E con il tuo spirito.

4 O Dio, principio e fine di tutte le cose, che raduni tutta l’umanità nel tempio vivo del tuo Figlio, fa’ che attraverso le vicende, liete e tristi, di questo mondo, teniamo fissa la speranza del tuo regno, certi che nella nostra pazienza possederemo la vita. Per Cristo nostro Signore. Amen.

5 Chi la croce accoglierà come te, Maria, Cristo Redentore lo salverà. O Maria, madre dei dolori, prega per noi il tuo Gesù.

6 Prima stazione G ESÙ È CONDANNATO A MORTE Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

7 Mt 27, Venuto il mattino, tutti i capi dei sacerdoti e gli anziani del popolo tennero consiglio contro Gesù per farlo morire. 2 Poi lo misero in catene, lo condussero via e lo consegnarono al governatore Pilato. 26 Allora Pilato rimise in libertà per loro Barabba e, dopo aver fatto flagellare Gesù, lo consegnò perché fosse crocifisso.

8

9 A Gesù, che ci ha amato sino alla fine, si innalzi la nostra supplica: abbi pietà di noi. Signore Gesù, che ci hai fatto ricchi per mezzo della tua povertà… Signore Gesù, che fai di noi una nuova creatura… Signore Gesù, che vivi in noi, speranza della Gloria…

10 Condannato sei per noi, o Figlio di Dio: mite ed innocente, tu morirai. O Maria, madre dei dolori, prega per noi il tuo Gesù.

11 Seconda stazione G ESÙ PORTA LA CROCE AL C ALVARIO Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

12 Mt 27, Allora i soldati del governatore condussero Gesù nel pretorio e gli radunarono attorno tutta la truppa. 28 Lo spogliarono, gli fecero indossare un mantello scarlatto, 29 intrecciarono una corona di spine, gliela posero sul capo e gli misero una canna nella mano destra. Poi, inginocchiandosi davanti a lui, lo deridevano: «Salve, re dei Giudei!». 30 Sputandogli addosso, gli tolsero di mano la canna e lo percuotevano sul capo. 31 Dopo averlo deriso, lo spogliarono del mantello e gli rimisero le sue vesti, poi lo condussero via per crocifiggerlo.

13

14 Al Figlio eterno di Dio, venuto tra noi a insegnarci l’obbedienza al Padre, innalziamo le nostre invocazioni: abbi pietà di noi. Signore Gesù, che gli uomini hanno ucciso e Dio ha sciolto dalle angosce della morte… Signore Gesù, servo di Dio e autore della vita… Signore Gesù, che ci hai fatto dono della tua pace…

15 Questa pena preparata per noi peccatori, questo grande peso tu porterai. O Maria, madre dei dolori, prega per noi il tuo Gesù.

16 Terza stazione G ESÙ CADE LA PRIMA VOLTA Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

17 Is 53,4-6 4 Eppure egli si è caricato delle nostre sofferenze, si è addossato i nostri dolori; e noi lo giudicavamo castigato, percosso da Dio e umiliato. 5 Egli è stato trafitto per le nostre colpe, schiacciato per le nostre iniquità. Il castigo che ci dà salvezza si è abbattuto su di lui; per le sue piaghe noi siamo stati guariti. 6 Noi tutti eravamo sperduti come un gregge, ognuno di noi seguiva la sua strada; il Signore fece ricadere su di lui l’iniquità di noi tutti.

18

19 Eleviamo la nostra invocazione al Salvatore, che è venuto non per essere servito, ma per servire e dare la sua vita per la redenzione di tutti: abbi pietà di noi. Signore Gesù, servo di Dio, speranza dei popoli e luce delle nazioni… Signore Gesù, che ti sei addossato i nostri dolori… Signore Gesù, che apri gli occhi ai ciechi e liberi i prigionieri…

20 Come un debole mortale vacilli, Signore, come un peccatore tu cederai. O Maria, madre dei dolori, prega per noi il tuo Gesù.

21 Quarta stazione G ESÙ INCONTRA LA MADRE Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

22 Gv 19, Stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria madre di Cleopa e Maria di Magdala. 26 Gesù allora, vedendo la madre e accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: «Donna, ecco tuo figlio!». 27 Poi disse al discepolo: «Ecco tua madre!». E da quell’ora il discepolo l’accolse con sé.

23

24 Preghiamo il Signore perché, per intercessione di Maria, apra i nostri occhi alle meraviglie della sua legge: abbi pietà di noi. Signore Gesù, che hai visto la luce dopo il tuo tormento… Signore Gesù, che ci hai dato una consolazione eterna… Signore Gesù, nostro capo, che ci guidi a salvezza, reso perfetto dalla tua passione…

25 Se qualcuno chiederà: dov’è Maria? cerchi sul Calvario, la troverà. O Maria, madre dei dolori, prega per noi il tuo Gesù.

26 Quinta stazione G ESÙ È AIUTATO DA S IMONE DI C IRENE Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

27 Lc 23, Mentre lo conducevano via, fermarono un certo Simone di Cirene, che tornava dai campi, e gli misero addosso la croce, da portare dietro a Gesù.

28

29 Al Signore della gloria, che ci ha salvato a prezzo del suo sangue, rivolgiamo pieni di fiducia le nostre invocazioni: abbi pietà di noi. Signore Gesù, che ci hai ottenuto la riconciliazione col Padre… Signore Gesù, che sei morto una volta per tutte e ora vivi per Dio… Signore Gesù Cristo crocifisso, potenza e sapienza di Dio…

30 Chi la croce accoglierà come te, Maria, Cristo Redentore lo salverà. O Maria, madre dei dolori, prega per noi il tuo Gesù.

31 Sesta stazione U NA DONNA ASCIUGA IL VOLTO DI G ESÙ Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

32 2Cor 4,5-6 5 Noi infatti non annunciamo noi stessi, ma Cristo Gesù Signore: quanto a noi, siamo i vostri servitori a causa di Gesù. 6 E Dio, che disse: «Rifulga la luce dalle tenebre», rifulse nei nostri cuori, per far risplendere la conoscenza della gloria di Dio sul volto di Cristo.

33

34 Nel volto di Gesù splende l’amore del Padre. Contemplando questa verità innalziamo le nostre suppliche: abbi pietà di noi. Signore Gesù, che dall’alto della croce attiri tutti gli uomini… Signore Gesù, che tocchi i cuori e li muovi alla conversione… Signore Gesù, che doni al mondo la parola di salvezza…

35 Il suo volto insanguinato, oscuro di pena, presto nella gloria risplenderà. O Maria, madre dei dolori, prega per noi il tuo Gesù.

36 Settima stazione G ESÙ CADE L A SECONDA VOLTA Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

37 Fil 2,5-8 5 Abbiate in voi gli stessi sentimenti di Cristo Gesù: 6 egli, pur essendo nella condizione di Dio, non ritenne un privilegio l’essere come Dio, 7 ma svuotò se stesso assumendo una condizione di servo, diventando simile agli uomini. Dall’aspetto riconosciuto come uomo, 8 umiliò se stesso facendosi obbediente fino alla morte e a una morte di croce.

38

39 Eleviamo la nostra supplica a Cristo che pone nella croce un germe di amore: abbi pietà di noi. Signore Gesù, che ti sei fatto obbediente fino alla morte… Signore Gesù, re della gloria, confitto alla croce per noi… Signore Gesù, che nel sangue della tua croce rappacifichi l’universo…

40 Ora cade sulla strada il Re della gloria: presto nel suo cielo risalirà. O Maria, madre dei dolori, prega per noi il tuo Gesù.

41 Ottava stazione G ESÙ INCONTRA L E DONNE IN PIANTO Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

42 Lc 23, Lo seguiva una grande moltitudine di popolo e di donne, che si battevano il petto e facevano lamenti su di lui. 28 Ma Gesù, voltandosi verso di loro, disse: «Figlie di Gerusalemme, non piangete su di me, ma piangete su voi stesse e sui vostri figli».

43

44 A colui che morendo ci ha dato la vita e intercede per noi presso il Padre, salga la nostra fiduciosa preghiera: abbi pietà di noi. Signore Gesù, vittima di espiazione per i peccati del mondo… Signore Gesù, che hai dato la vita per noi… Signore Gesù, che ci purifichi da ogni peccato nel tuo sangue…

45 Se qualcuno piangerà con te, Maria, Cristo tormentato conforterà. O Maria, madre dei dolori, prega per noi il tuo Gesù.

46 Nona stazione G ESÙ CADE LA TERZA VOLTA Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

47 Eb 5,8-9 8 Pur essendo Figlio, imparò l’obbedienza da ciò che patì 9 e, reso perfetto, divenne causa di salvezza eterna per tutti coloro che gli obbediscono.

48

49 A Cristo, sacerdote eterno, che si consegna con amore nelle nostre mani, eleviamo le nostre invocazioni: abbi pietà di noi. Signore Gesù, coronato di gloria e di onore a causa della morte che hai sofferto per noi… Signore Gesù, che sei stato messo alla prova e vieni in aiuto a quelli che subiscono la tentazione… Signore Gesù, nostro capo, che guidi a salvezza, reso perfetto dalla tua passione…

50 Se il tuo Spirito abbandona la carne mortale, chi di noi, Signore, resisterà? O Maria, madre dei dolori, prega per noi il tuo Gesù.

51 Decima stazione Decima stazione G ESÙ È SPOGLIATO DELLE VESTI Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

52 Gv 19, I soldati poi, quando ebbero crocifisso Gesù, presero le sue vesti, ne fecero quattro parti – una per ciascun soldato – e la tunica. Ma quella tunica era senza cuciture, tessuta tutta d’un pezzo da cima a fondo. 24 Perciò dissero tra loro: «Non stracciamola, ma tiriamo a sorte a chi tocca». Così si compiva la Scrittura, che dice: Si sono divisi tra loro le mie vesti e sulla mia tunica hanno gettato la sorte. E i soldati fecero così.

53

54 Al Figlio di Dio, che ci ha riconciliati col Padre e ci ha dato la vita nuova, salga la nostra preghiera: abbi pietà di noi. Signore Gesù, che riversi su tutti gli uomini il tuo perdono che dà la vita… Signore Gesù, nostro giudice che svelerai le intenzioni dei cuori… Signore Gesù, nostra speranza per questa vita e per la vita eterna…

55 Tu donavi all’assetato un’acqua di vita: egli amaro fiele ti preparò. O Maria, madre dei dolori, prega per noi il tuo Gesù.

56 Undicesima stazione G ESÙ È CROCIFISSO Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

57 Lc 23, Uno dei malfattori appesi alla croce lo insultava: «Non sei tu il Cristo? Salva te stesso e noi!». 40 L’altro invece lo rimproverava dicendo: «Non hai alcun timore di Dio, tu che sei condannato alla stessa pena? 41 Noi, giustamente, perché riceviamo quello che abbiamo meritato per le nostre azioni; egli invece non ha fatto nulla di male». 42 E disse: «Gesù, ricordati di me quando entrerai nel tuo regno». 43 Gli rispose: «In verità io ti dico: oggi con me sarai nel paradiso».

58

59 Al Figlio di Dio, che è stato consegnato alla morte per i nostri peccati, salga la nostra supplica: abbi pietà di noi. Signore Gesù, che hai il potere di perdonare i peccati… Signore Gesù, che chiami tutti al pentimento… Signore Gesù, che al ladro pentito hai aperto il paradiso…

60 Tu versavi tenerezza nel cuore dell’uomo. egli con i chiodi ti trapassò. O Maria, madre dei dolori, prega per noi il tuo Gesù.

61 Dodicesima stazione G ESÙ MUORE IN CROCE Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

62 Mt 27, A mezzogiorno si fece buio su tutta la terra, fino alle tre del pomeriggio. 46 Verso le tre, Gesù gridò a gran voce: «Elì, Elì, lemà sabactàni?», che significa: «Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?». 47 Udendo questo, alcuni dei presenti dicevano: «Costui chiama Elia». 48 E subito uno di loro corse a prendere una spugna, la inzuppò di aceto, la fissò su una canna e gli dava da bere. 49 Gli altri dicevano: «Lascia! Vediamo se viene Elia a salvarlo!». 50 Ma Gesù di nuovo gridò a gran voce ed emise lo spirito.

63

64 Invochiamo il Redentore, rinnovando l’adesione della nostra fede: abbi pietà di noi. Signore Gesù, che sei morto per i nostri peccati e sei risuscitato il terzo giorno… Signore Gesù, nostra speranza… Signore Gesù, venuto nel mondo per salvare i peccatori…

65 Da quest’albero fatale è venuta la morte: questa santa croce ci salverà. O Maria, madre dei dolori, prega per noi il tuo Gesù.

66 Tredicesima stazione G ESÙ È DEPOSTO DALLA CROCE Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

67 Gv 19, I soldati venuti da Gesù, vedendo che era già morto, non gli spezzarono le gambe, 34 ma uno dei soldati con una lancia gli colpì il fianco, e subito ne uscì sangue e acqua.

68

69 A Cristo, che vive in eterno ed è sorgente della nostra vita, eleviamo fiduciosi la nostra preghiera: abbi pietà di noi. Signore Gesù, che dalla croce ci insegni il perdono… Signore Gesù, che hai dato Te stesso per strapparci a questo mondo… Signore Gesù, che sei stato trafitto per i nostri delitti…

70 Quel tuo Figlio che nutrivi d’amore infinito, morto per amore ritorna a te. O Maria, madre dei dolori, prega per noi il tuo Gesù.

71 Quattordicesima stazione G ESÙ È PORTATO NEL SEPOLCRO Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

72 Mt 27, Giuseppe d’Arimatea prese il corpo di Gesù, lo avvolse in un lenzuolo pulito 60 e lo depose nel suo sepolcro nuovo, che si era fatto scavare nella roccia; rotolata poi una grande pietra all’entrata del sepolcro, se ne andò. 61 Lì, sedute di fronte alla tomba, c’erano Maria di Magdala e l’altra Maria.

73

74 Rivolgiamo al Signore Gesù, unico mediatore tra Dio e gli uomini, la nostra supplica fiduciosa: abbi pietà di noi. Signore Gesù, che ti sei fatto in tutto simile ai tuoi fratelli… Signore Gesù, salvezza eterna di coloro che ti obbediscono… Signore Gesù, sommo sacerdote, misericordioso e fedele…

75 Chi in quest’ora veglierà con te, Maria, presto col tuo Figlio risorgerà. O Maria, madre dei dolori, prega per noi il tuo Gesù.

76 Quindicesima stazione G ESÙ RISORGE DA MORTE Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

77 Mc 16,6-8 6 L’angelo disse alle donne: «Non abbiate paura! Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso. È risorto, non è qui. Ecco il luogo dove l’avevano posto. 7 Ma andate, dite ai suoi discepoli e a Pietro: “Egli vi precede in Galilea. Là lo vedrete, come vi ha detto”». 8 Esse uscirono e fuggirono via dal sepolcro, perché erano piene di spavento e di stupore. E non dissero niente a nessuno, perché erano impaurite.

78

79 All’unico Signore Gesù, che è morto in croce per noi e ora vive alla destra del Padre, eleviamo le nostre invocazioni: abbi pietà di noi. Signore Gesù, che ci hai aperto il passaggio alla vita eterna… Signore Gesù, che sei risorto per la nostra giustificazione… Signore Gesù, che ci doni la forza dell’amore che vince la morte…

80 O Padre, che per mezzo del tuo unico Figlio hai vinto la morte e ci hai aperto il passaggio alla vita eterna, concedi a noi di essere rinnovati nel tuo Santo Spirito e di rinascere nella luce del Signore risorto. Per Cristo nostro Signore. Amen.

81 Il Signore sia con voi. E con il tuo spirito. Vi benedica Dio onnipotente, Padre, Figlio e Spirito Santo. Amen.

82 Se tu m’accogli, Padre buono, prima che venga sera, se tu mi doni il tuo perdono avrò la pace vera: ti chiamerò mio Salvatore e tornerò, Gesù con Te. Se nell’angoscia più profonda, quando il nemico assale, se la tua grazia mi circonda, non temerò alcun male: t’invocherò, mio Redentore e resterò sempre con Te.


Scaricare ppt "V IA C RUCIS. Ti saluto, o Croce santa che portasti il Redentor; gloria, lode, onor ti canta ogni lingua ed ogni cuor. Sei vessillo glorioso di Cristo,"

Presentazioni simili


Annunci Google