La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Anno B 20 settembre 2015 Domenica XXV tempo ordinario Domenica XXV tempo ordinario Musica: “Cristo si è fatto obbediente fino alla morte” Cittadella di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Anno B 20 settembre 2015 Domenica XXV tempo ordinario Domenica XXV tempo ordinario Musica: “Cristo si è fatto obbediente fino alla morte” Cittadella di."— Transcript della presentazione:

1

2 Anno B 20 settembre 2015 Domenica XXV tempo ordinario Domenica XXV tempo ordinario Musica: “Cristo si è fatto obbediente fino alla morte” Cittadella di Alessandria

3 Il libro della Sapienza non si trova nelle versioni ebraiche della Bibbia perché fu scritto in greco, nell’anno 50 aC, in Alessandria. La famosa BIBLIOTECA creata da Tolomeo agli inizi del III sec.aC fu un centro di cultura universale indiscutibile. Anche di cultura ebrea. Sappiamo che in questo ambiente, non solo fu tradotta la Bibbia al greco (versione greca chiamata dei «70», tradotta poi al latino e chiamata «Volgata») ma ci fu scritto il Libro della Sapienza. Perciò le immagini sono di Alessandria e della nuova biblioteca, inaugurata nel 2002, sulle ceneri dell’antica, distrutta prima dai romani (I-IIsec.) e poi dagli arabi (VIsec.) Nuova Biblioteca di Alessandria

4 GESÙ E NOI 1a lettura: Il Libro della Sapienza ci presenta una situazione di disprezzo, da parte dei potenti, simile a quella che soffrì Gesù. Egli vi rimasse forte. Salmo 53: Ci mostra l’attegiamento di Gesù di fronte alla sofferenza Lettura: La Lettera di Giacomo fotografa Gesù e noi: La Sapienza di Gesù è imparziale, pacifica, mite, sincera, mentre tra noi ci sono gelosie e contese. Vangelo: Anche Marco fa il paragone tra Gesù e noi: Egli sarà consegnato nelle mani degli uomini che lo uccideranno, anche se poi risusciterà. Noi, invece, litighiamo su chi è più importante, invece di diventare SERVI di tutti.

5 Porto di Alessandria Dipinto dell’incendio della biblioteca Sa 2, Dissero gli empi: «Tendiamo insidie al giusto, che per noi è d’incomodo e si oppone alle nostre azioni; ci rimprovera le colpe contro la legge e ci rinfaccia le trasgressioni contro l’educazione ricevuta. Vediamo se le sue parole sono vere, consideriamo ciò che gli accadrà alla fine. Se infatti il giusto è figlio di Dio, egli verrà in suo aiuto e lo libererà dalle mani dei suoi avversari. Mettiamolo alla prova con violenze e tormenti, per conoscere la sua mitezza e saggiare il suo spirito di sopportazione. Condanniamolo a una morte infamante, perché, secondo le sue parole, il soccorso gli verrà».

6 Il salmo 53 fa parte del gruppo dei «maskilim» (meditazioni) più antichi del salterio (ss 51-54), spesso difficili da tradurre. Tutti questi salmi hanno in comune il CONFIDARE nel Signore che è sempre vicino, anche quando si è insidiati dai nemici. - Il salmista chiede a Dio che gli renda giustizia. -Chiede che Dio veda con quale violenza insidiano la sua vita (la stessa situazione di Gesù) -Sa’ che Dio è il suo aiuto e lo loda, perché è buono.

7 Salmo 53 Il Signore sostiene la mia vita. Il Signore sostiene la mia vita. Dio, per il tuo nome salvami, per la tua potenza rendimi giustizia. Dio, ascolta la mia preghiera, porgi l’orecchio alle parole della mia bocca. Dio, per il tuo nome salvami, per la tua potenza rendimi giustizia. Dio, ascolta la mia preghiera, porgi l’orecchio alle parole della mia bocca. Nuova Biblioteca

8 Il Signore sostiene la mia vita. Poiché stranieri contro di me sono insorti e prepotenti insidiano la mia vita; non pongono Dio davanti ai loro occhi. Poiché stranieri contro di me sono insorti e prepotenti insidiano la mia vita; non pongono Dio davanti ai loro occhi.

9 Il Signore sostiene la mia vita. Ecco, Dio è il mio aiuto, il Signore sostiene la mia vita. Ti offrirò un sacrificio spontaneo, loderò il tuo nome, Signore, perché è buono. Ecco, Dio è il mio aiuto, il Signore sostiene la mia vita. Ti offrirò un sacrificio spontaneo, loderò il tuo nome, Signore, perché è buono.

10 Gc 3,16-4,3 Fratelli miei, dove c’è gelosia e spirito di contesa, c’è disordine e ogni sorta di cattive azioni. Invece la sapienza che viene dall’alto anzitutto è pura, poi pacifica, mite, arrendevole, piena di misericordia e di buoni frutti, imparziale e sincera. Per coloro che fanno opera di pace viene seminato nella pace un frutto di giustizia. Da dove vengono le guerre e le liti che sono in mezzo a voi? Non vengono forse dalle vostre passioni che fanno guerra nelle vostre membra? Siete pieni di desideri e non riuscite a possedere; uccidete, siete invidiosi e non riuscite a ottenere; combattete e fate guerra! Non avete perché non chiedete; chiedete e non ottenete perché chiedete male, per soddisfare cioè le vostre passioni. Per coloro che fanno opera di pace viene seminato nella pace un frutto di giustizia S. Francesco a Cafarnao

11 Dio ci ha chiamati mediante il Vangelo, per entrare in possesso della gloria del Signore nostro Gesù Cristo. 2Ts 2,14 S. Pietro a Cafarnao

12 Cafarnao In quel tempo, Gesù e i suoi discepoli attraversavano la Galilea, ma egli non voleva che alcuno lo sapesse. Insegnava infatti ai suoi discepoli e diceva loro: «Il Figlio dell’uomo viene consegnato nelle mani degli uomini e lo uccideranno; ma, una volta ucciso, dopo tre giorni risorgerà». Essi però non capivano queste parole e avevano timore di interrogarlo. Giunsero a Cafàrnao. Quando fu in casa, chiese loro: «Di che cosa stavate discutendo per la strada?». Ed essi tacevano. Per la strada infatti avevano discusso tra loro chi fosse più grande. Sedutosi, chiamò i Dodici e disse loro: «Se uno vuole essere il primo, sia l’ultimo di tutti e il servitore di tutti». E, preso un bambino, lo pose in mezzo a loro e, abbracciandolo, disse loro: «Chi accoglie uno solo di questi bambini nel mio nome, accoglie me; e chi accoglie me, non accoglie me, ma colui che mi ha mandato». Mc 9, 30-37

13 «Con i prodigi della tua giustizia, tu ci rispondi, o Dio» Salmo 65,6

14 Originale: Joan Ramirez (+) Immagini, letture, musica, commenti (versione catalana e castigliana) : Regina Goberna, con la collaborazione di Àngel Casas Versione inglese : Vivian Townsend Versione italiana: Ramon Julià Versione euskera (basco): Periko Alkain Versione portoghese: Ze Manel Marquespereira Versione francese: Àngel Casas Versione neerlandese : Ben Van Vossel Video: Esther Lozano


Scaricare ppt "Anno B 20 settembre 2015 Domenica XXV tempo ordinario Domenica XXV tempo ordinario Musica: “Cristo si è fatto obbediente fino alla morte” Cittadella di."

Presentazioni simili


Annunci Google