La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

GIOVANNI BOCCACCIO Marta Caliari classe 3H Istituto Tecnico Statale Marco Polo A.S. 2012/2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "GIOVANNI BOCCACCIO Marta Caliari classe 3H Istituto Tecnico Statale Marco Polo A.S. 2012/2013."— Transcript della presentazione:

1 GIOVANNI BOCCACCIO Marta Caliari classe 3H Istituto Tecnico Statale Marco Polo A.S. 2012/2013

2 Sommario Biografia Pubblico Contesto - Storico - Ideologico - Letterario Canale Codice Messaggio

3 Biografia Linfanzia fiorentina ( ) Giovanni Boccaccio nasce nel 1313 a Certaldo o a Firenze, da una famiglia di ricchi mercanti. Figlio illegittimo ma riconosciuto dal padre, studia a Firenze e successivamente viene indirizzato alla mercatura. La giovinezza napoletana ( ) Nel 1327 Boccaccio si trasferisce a Napoli con il padre. Qui impara il mestiere di banchiere a cui però non è appassionato, per questo viene indirizzato allo studio canonico, dove egli può conoscere e approfondire la letteratura in volgare. In questo periodo Boccaccio frequenta la biblioteca reale, studia da autodidatta e compone le opere del Filocolo, del Filostrato e del Teseida. Primo decennio di attività fiorentina ( ) Intorno al 1340 la famiglia rientra a Firenze, dove Boccaccio vive senza occupazione stabile e rimpiangendo la vita di corte napoletana. In questi anni compone la Commedia delle Ninfe, e l Elegia di Madonna Fiammetta. A causa della peste del 48 Boccaccio perde il padre e alcuni amici letterati. Negli anni successivi comincia a comporre il Decameron e conosce anche Petrarca, con cui nascerà unamicizia.

4 Secondo decennio di attività fiorentina ( ) In questo periodo Boccaccio fortifica lamicizia con Petrarca e ottiene dal comune di Firenze alcuni incarichi prestigiosi in campo culturale. Successivamente compie anche un viaggio a Napoli per trovare un incarico. Ritorna poi a Firenze dove scrive alcune opere erudite in latino. Il ritiro a Certaldo ( ) Alla fine del 1360 Boccaccio si vede sospettato con alcuni amici di aver compiuto un vano colpo di stato. Per questo viene esonerato da ogni incarico. Vende la casa a Firenze e si ritira a Certaldo, dove comincia a scrivere il Corbaccio. Ultimo decennio fiorentino-certaldese ( ) Migliorata la situazione politica a Firenze, Bocaccio può ritornarvici, e qui trascrive in un codice autografo il Decameron. In questo periodo accetta lincarico dal Comune fiorentino di leggere e commentare in chiesa la Divina Commedia di Dante, ma solo dopo tre mesi è costretto a rinunciarvi per il peggioramento della salute. Boccaccio si ritira quindi a Certaldo dove muore nel 1375.


Scaricare ppt "GIOVANNI BOCCACCIO Marta Caliari classe 3H Istituto Tecnico Statale Marco Polo A.S. 2012/2013."

Presentazioni simili


Annunci Google