La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Montegrino Valtravaglia

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Montegrino Valtravaglia"— Transcript della presentazione:

1 Montegrino Valtravaglia

2 ...E stupisco che ancora al mondo sian alberi e l’acque, tutte le cose buone della terra che bastavano un giorno a smemorarmi … da “Talora nell’arsura della via”  Camillo Sbarbaro

3 da “La pioggia nel pineto” Gabriele d’Annunzio
… E il pino ha un suono, e il mirto altro suono, e il ginepro altro ancora, stromenti diversi sotto innumerevoli dita.  da “La pioggia nel pineto”     Gabriele d’Annunzio

4 la foglia pel sereno suo distacco nel cielo sempre verde dello stagno.
Scuola- Sandro Penna home Le poesie Scuola- Sandro Penna home Le poesie Albero autunnale   Già matura la foglia pel sereno suo distacco discende nel cielo sempre verde dello stagno.

5 languore della fine, l'autunno s'immedesima.
Nel calmo languore della fine, l'autunno s'immedesima.

6 la foglia s'abbandona al puro gelo.
Dolcissima la foglia s'abbandona al puro gelo.

7 con incessanti foglie va l'albero al suo dio.
Sott'acqua con incessanti foglie va l'albero al suo dio. (J. Guillen Orfeo)

8 Scuola- Sandro Penna Negli azzurri mattini le file svelte e nere dei collegiali. Chini sui libri poi. Bandiere di nostalgia campestre gli alberi alle finestre.

9 Con un fruscio secco e lieve,
Sera d' Autunno Ascolta.... Con un fruscio secco e lieve, simile a scalpiccio di fantasmi che passano, le foglie accartocciate dal gelo si staccano dagli alberi e cadono. (A. Crapsey)

10 ©Foto: G. Ravelli ©www.iogirovagando.net


Scaricare ppt "Montegrino Valtravaglia"

Presentazioni simili


Annunci Google