La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Tesi di laurea di: Tiziano Manni Relatore: Prof. Ing. Paolo Bellavista Correlatore aziendale: Ing. Roberto Maglie.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Tesi di laurea di: Tiziano Manni Relatore: Prof. Ing. Paolo Bellavista Correlatore aziendale: Ing. Roberto Maglie."— Transcript della presentazione:

1 Tesi di laurea di: Tiziano Manni Relatore: Prof. Ing. Paolo Bellavista Correlatore aziendale: Ing. Roberto Maglie

2 Sistema distribuito per monitoraggio e tracking del traffico in ambiente urbano. Utilizzo di una nuova e innovativa telecamera (Xvision) Allo stato attuale la camera è in grado di fornire in uscita una coppia di flussi video … … non è stata implementato alcun tipo di algoritmo di elaborazione sui flussi video

3 Realizzare un sistema di elaborazione che individua nel flusso video i caratteri che compongono le targhe automobilistiche in transito. Sulla base di queste informazioni calcola alcuni indici sulla viabilità del traffico: Tempi di percorrenza medi Tracking per ciascuna vettura.

4 Il riconoscimento delle targhe automobilistiche è basato su alcune peculiarità della targa: Alto contrasto.

5 Il riconoscimento delle targhe automobilistiche è basato su alcune peculiarità della targa: Alto contrasto.

6 Il riconoscimento delle targhe automobilistiche è basato su alcune peculiarità della targa: Alto contrasto. Rotazione dellimmagine sulla base delle rette presenti nella scena.

7 Il riconoscimento delle targhe automobilistiche è basato su alcune peculiarità della targa: Alto contrasto. Disposizione e distanza dei caratteri. Immagine passata al motore OCR (Tesseract 3.0).

8 B Presenza di errori di riconoscimento dovuto a caratteri ambigui (ES 8 B) Lidea è utilizzare un parser che sostituisce i caratteri sulla base della loro posizione allinterno della targa. ESEMPIO: Lista delle ambiguità e dei caratteri ammessi sono configurabili allinterno di un file XML B8123AL

9 Architettura magliata dei nodi. Ogni nodo comunica con gli altri direttamente o tramite altri nodi (Multi-hop). Concetti già noti nelle reti di telecomunicazioni. C B A D

10 Grazie al principio di località si possono evitare messaggi di broadcast limitando la comunicazione ai soli nodi vicini: Minore occupazione di banda. Occorre stabilire la vicinanza dei nodi sulla base di metriche: Distanza euclidea; Reale distanza stradale ( uso delle API GoogleMaps).

11 Comunicazione basata su socket Udp. Controllo delloperatività basato su messaggi di heartbeat Ottima integrazione con reti Mesh in quanto la comunicazione ha impatto solo sulla banda dei nodi vicini. Attualmente sono stati implementati algoritmi: Per calcolare tempi di percorrenza medi. Di tacking automobilistico.

12 Lobiettivo prefissato è stato raggiunto: larchitettura risulta essere fortemente scalabile. Per lutente finale : Si possono fornire informazioni di viabilità personalizzate sulla base del principio di località. Per il progettista e amministratore del sistema : Larchitettura introduce ridondanza dei collegamenti; Tolleranza ai guasti;


Scaricare ppt "Tesi di laurea di: Tiziano Manni Relatore: Prof. Ing. Paolo Bellavista Correlatore aziendale: Ing. Roberto Maglie."

Presentazioni simili


Annunci Google