La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Patto dei Sindaci: il contributo del Consorzio CEV e dei Soci al P.A.E.S. Padova, 12 Novembre 2010 Gaetano Zoccatelli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Patto dei Sindaci: il contributo del Consorzio CEV e dei Soci al P.A.E.S. Padova, 12 Novembre 2010 Gaetano Zoccatelli."— Transcript della presentazione:

1 Patto dei Sindaci: il contributo del Consorzio CEV e dei Soci al P.A.E.S. Padova, 12 Novembre 2010 Gaetano Zoccatelli

2 Chi è il Consorzio Energia Veneto? Il CEV nasce nel dicembre del 2002 con lobiettivo di far risparmiare gli Enti sui costi dacquisto dellenergia. Dal 2003 ad oggi, CEV ha subito unespansione costante, strutturandosi per consentire ai Soci di attuare progetti di risparmio energetico e di produzione denergia da Fonti Rinnovabili Oggi CEV è in grado di garantire un supporto concreto allEnte consentendo di: Risparmiare sui costi dacquisto dellenergia elettrica garantendosi una fornitura 100% proveniente da fonti rinnovabili; Gestire al meglio tutti gli aspetti tecnici dellenergia; Produrre energia da Fonti Rinnovabili senza costi per lEnte; Formare un esperto per gestire le complessità e le opportunità della liberalizzazione. 2

3 Il ruolo del Consorzio Energia Veneto nellattuazione del patto dei Sindaci Il Consorzio Energia Veneto offre ai propri Soci la possibilità di aderire ad iniziative riguardanti lefficienza energetica, la produzione denergia da fonti rinnovabili e lacquisto di energia consapevole alle migliori condizioni allo scopo di contribuire alla salvaguardia dellambiente e di dare un aiuto importante al bilancio dellEnte. I Soci del Consorzio che negli anni hanno aderito alle iniziative promosse possono affermare di aver già realizzato molto di quanto previsto dal Patto! 3

4 4 I progetti del Consorzio CEV per far raggiungere ai Soci gli obiettivi del

5 5 Energia proveniente da Fonti Rinnovabili Il Consorzio CEV tramite la controllata Global Power partecipa a Centroelettrica S.p.A che possiede 9 centrali idroelettriche. 100% denergia verde Dal 2008 i Soci del Consorzio CEV ricevono ed utilizzano una fornitura al 100% denergia verde contribuendo concretamente allabbattimento delle emissioni di gas dannosi in atmosfera.

6 Progetto Sicurezza e risparmio Mediante adeguate manutenzioni e sostituzioni mirate e qualificate è possibile ottenere: Dalle analisi delle Diagnosi Energetiche effettuate sugli edifici degli Enti Soci che hanno partecipato al Progetto 1000 tetti fotovoltaici su 1000 scuole Molto spesso i generatori di calore sono obsoleti e poco efficienti Importanti risparmi sui consumi di combustibile; Riduzione delle emissioni inquinanti di CO2 e di NOx; Rispetto degli standard di sicurezza previsti dalle normative vigenti in materia; Gestione ottimale del funzionamento dellimpianto; Miglioramento del comfort ambientale delledificio; Rendere più efficienti e sicuri gli impianti termici e gli edifici pubblici coinvolti. Il Consorzio CEV ha sottoscritto una convenzione con la controllata GLOBAL POWER SERVICE SPA che, in quanto Energy Service Company, provvederà ad anticipare e sostenere tutti i costi e gli oneri necessari alla sostituzione di generatori di calore che risultano obsoleti ed inefficienti SOLO VANTAGGI PER IL BILANCIO DELLENTE 6

7 OBIETTIVO OBIETTIVO: Abbattimento dei costi dellenergia Abbattimento dei costi dellenergia degli Enti Soci mediante: riduzione dei consumi la riduzione dei consumi delle nuove caldaie, più efficienti, sicure e meno inquinanti e mediante riduzione del costo di acquisto del GAS la riduzione del costo di acquisto del GAS per tutte le utenze dellEnte Progetto Sicurezza e risparmio RISULTATI OTTENUTI NEI PRIMI 15 CASI REALIZZATI ED IN CORSO DI REALIZZAZIONE RISULTATI OTTENUTI NEI PRIMI 15 CASI REALIZZATI ED IN CORSO DI REALIZZAZIONE: Importanti risparmi sui consumi Importanti risparmi sui consumi Risparmio medio annuo di circa il 15% pari a mc di gas e a ,00 di minori spese Nessun problema per lequilibrio di bilancio Nessun problema per lequilibrio di bilancio Rata annua per rimborsare i costi anticipati è sempre inferiore al risparmio ottenuto dai minori consumi. Periodo di ammortamento limitato a pochi anni (mediamente 5) Riduzione delle emissioni inquinanti di CO2 e di NOx Riduzione delle emissioni inquinanti di CO2 e di NOx Anidride Carbonica = 175 ton Ossido di Azoto = 45 mg/kWh 7

8 Progetto 1000 tetti fotovoltaici su 1000 scuole Azioni Intraprese: Analisi energetica delledificio scolastico; Installazione di un impianto fotovoltaico sul tetto delledificio; Ove necessario, realizzazione dellaccesso e messa in sicurezza del tetto; Installazione di un impianto di telecontrollo per monitorare la produzione denergia; Installazione nella scuola di un video collegato allimpianto che evidenzia, in tempo reale, la quantità denergia prodotta dal sole e la quantità di CO2 non immessa in atmosfera; Supporti informativi per la promozione della produzione denergia alla Comunità. 8

9 94 impianti 92 edificipotenza complessiva di 1739,62 KWp produzione annua di circa Kwh La prima tranche del progetto si è conclusa con la realizzazione di 94 impianti installati in 92 edifici per una potenza complessiva di 1739,62 KWp e una produzione annua di circa Kwh. Le emissioni evitate annualmente sono di: Anidride carbonica Ton Anidride solforosa 1.400,00 Kg Ossido di azoto 873,00 Kg Polveri sottili 44,00 Kg 76 impianti potenza complessiva di 1.993,55 KWp produzione annua stimata di circa Kwh La seconda tranche riguarda un totale di 76 impianti (33 realizzati o in corso di installazione e 43 realizzati entro il 2010) per una potenza complessiva di 1.993,55 KWp (816,30 kWp già installati e 1177,25 kWp nelle prossime installazioni) e una produzione annua stimata di circa Kwh. 9 Progetto 1000 tetti fotovoltaici su 1000 scuole 60 impianti potenza complessiva di KWp produzione annua stimata di circa KWh La terza tranche, già finanziata, riguarderà un totale di 60 impianti con una potenza complessiva di KWp e una produzione annua stimata di circa KWh.

10 Frazionamento in impianti di almeno 20 kWp assegnati ai Soci interessati Installazione di un impianto di telecontrollo per monitorare la produzione denergia; Installazione nella scuola di un video collegato allimpianto che evidenzia, in tempo reale, la quantità denergia prodotta dal sole e la quantità di CO2 non immessa in atmosfera; Supporti informativi per la promozione delle fonti rinnovabili alla Comunità. Cosa prevede il progetto per gli impianti a terra? OBIETTIVO DEI PROGETTIgratuitamente 20% fonti rinnovabili2012 OBIETTIVO DEI PROGETTI: Fornire gratuitamente ad ogni Socio che partecipa alliniziativa il 20% di energia proveniente da fonti rinnovabili entro il i Soci 143 i Soci Ad oggi sono 321 i Soci che hanno aderito al progetto e 143 i Soci ai quali è già stato assegnato un impianto. 10 Grazie alla Legge 99/09 le scuole avranno gli impianti fotovoltaici in scambio (non sul tetto e quindi senza alcun rischio) mediante la realizzazione di grandi impianti fotovoltaici a terra, in zone dItalia che garantiscono unelevata producibilità. Progetto 1000 tetti fotovoltaici su 1000 scuole

11 IMPIANTO DI POPOLI: Potenza complessiva: 999,90 KWp Comuni coinvolti: 49 Producibilità annua prevista: ,00 KWh Stato dellarte: installazione completata all80% Termine lavori: entro il 2010 IMPIANTO DI CIANCIANA: Potenza complessiva: 1048,0 KWp Comuni coinvolti: 52 Producibilità annua prevista: ,00 KWh Stato dellarte: iniziati i lavori Termine lavori: entro 2010 IMPIANTO DI CATTOLICA ERACLEA: Potenza complessiva: 856,90 KWp Comuni coinvolti: 42 Producibilità annua prevista: ,00 KWh Stato dellarte: iniziati i lavori Termine lavori: entro ,20 KWp 46 Comuni KWh In corso di autorizzazione ulteriori 929,20 KWp da assegnare a 46 Comuni con una producibilità annua prevista di KWh. 11 Progetto 1000 tetti fotovoltaici su 1000 scuole

12 Corso di Formazione del Referente per lenergia nuova figura professionale Il Corso offre la possibilità ad ogni Ente Socio di formare una nuova figura professionale, il Referente per lEnergia, competente e qualificata, in grado di interpretare tutte le complessità del settore energia e di coglierne le opportunità I Referenti verranno periodicamente aggiornati sulle tematiche energetiche La formazione negli Enti Locali Dalla liberalizzazione ad oggi il mondo dellenergia si è profondamente evoluto ed ha lanciato nuove sfide LEnte Locale riferimento di una nuova cultura di settore LEnte Locale non è più soltanto un utente passivo dellenergia ma deve essere il riferimento di una nuova cultura di settore rivolto verso il cambiamento dei comportamenti della propria organizzazione interna e della Comunità che amministra 12 Alla I Edizione del Corso hanno partecipato 280 Tecnici ed Amministratori Comunali, attualmente impegnati nello svolgimento degli esami. La II Edizione si terrà a partire da Gennaio 2011

13 Progetto SESMA (Sustainable Energy Small Municipality Academy) Intelligent Energy Presentato nellambito del Bando Europeo Intelligent Energy 9 partner 7 stati europei CEV è il Lead Partner Composto da 9 partner appartenenti a 7 stati europei (Italia, Francia, Cecoslovacchia, Polonia, Olanda, Spagna, Irlanda del Nord) di cui CEV è il Lead Partner. Referente per lEnergia Condivisione di una figura professionale del Referente per lEnergia internazionalmente riconosciuta. Replicabilità del modello Replicabilità del modello Consorzio CEV in Europa OBIETTIVI 13

14 Progetto Enercity Programma Central Europe dieci partner europei Finanziato dalla Comunità Europea allinterno del Programma Central Europe e raccoglie dieci partner europei provenienti dal mondo istituzionale pubblico e della ricerca lanalisi e la riduzione delle emissioni di CO 2 lanalisi delle perdite energetiche Sviluppare e mettere a disposizione dati, metodologie e strumenti per lanalisi e la riduzione delle emissioni di CO 2 e gli sprechi energetici allinterno di aree urbane mediante lanalisi delle perdite energetiche di calore degli edifici; rete europea Consolidare una rete europea di collaboratori nel settore energetico; sistema informativo territoriale Sviluppo di un sistema informativo territoriale che verrà messo a disposizione delle città del progetto come strumento di analisi energetica degli edifici. OBIETTIVI 14

15 Gli strumenti software e raccolta dati verranno sperimentati in zone campione nei Paesi coinvolti nel progetto LA CITTA DI TREVISO E STATA SCELTA COME CITTA CAMPIONE Attività che verranno svolte: Acquisizione aerea dei dati termici attraverso termocamere aeree in grado di rilevare la temperatura di tetti e delle infrastrutture urbane Le immagini termiche verranno processate ed analizzate al fine di ottenere mappe con classi di dispersioni termiche I valori registrati nelle immagini termiche verranno convertiti in dati di temperatura ed integrati con la cartografia. Gli edifici del comune di Treviso verranno classificati per evidenziare quelli con alte dispersioni Sviluppo di un sistema informativo territoriale con il quale mappare lintero territorio comunale 15 Progetto Enercity

16 Concorso 1000 tetti fotovoltaici…il Luogo della Sostenibilità In collaborazione con il Ministero della Pubblica Istruzione ed il Ministero dellAmbiente e della Tutela del Territorio e del Mare Il coinvolgimento delle scuole promuovere una nuova cultura dellenergia e la nascita di un nuovo approccio alle tematiche ambientali Sviluppato allo scopo di promuovere una nuova cultura dellenergia e la nascita di un nuovo approccio alle tematiche ambientali, con un occhio di riguardo ai ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado. individuare uno spazio fonte di produzione denergia alternativa Lobiettivo era quello di individuare uno spazio allinterno del proprio Comune, che per caratteristiche naturali o per la sua posizione geografica, sarebbe potuto diventare una fonte di produzione denergia alternativa. territorio nazionale Il concorso ha coinvolto le scuole di tutto il territorio nazionale. 10 scuolevincitrici! Nel mese di Settembre 2010 CEV con il Ministero della Pubblica Istruzione e dellAmbiente ha premiato a Torino le 10 scuole vincitrici! 16

17 Concorso Progetta lEnergia In collaborazione con Ministero della Pubblica Istruzione, il Ministero dellAmbiente e della Tutela del Territorio e del Mare ed ENEA (Agenzia Nazionale per lEfficienza Energetica e lo sviluppo Sostenibile) Il coinvolgimento delle scuole dieci premi20 mila Una commissione di esperti valuterà i progetti pervenuti ed assegnerà complessivamente dieci premi, per un budget totale di 20 mila, messo a disposizione dal Consorzio CEV per lacquisto di materiale scolastico. Per i progetti di eccellenza il Consorzio CEV si riserva di valutarne la fattibilità 17 Scuola primaria e secondaria di primo grado: Riproposte le iniziative e gli obiettivi del Concorso 1000 tetti fotovoltaici…il Luogo della Sostenibilità. Scuola secondaria di secondo grado: Reaizzazione di un PAES mappato mediante lutilizzo del sistema GIS (Geographic Information System). Il Piano dovrà interessare lintero paese o una sua zona localizzando i possibili punti di produzione denergia da fonti rinnovabili ed i punti caratterizzati dal maggior consumo.

18 18 La valorizzazione del patrimonio immobiliare dellAmministrazione Comunale LArticolo 58 della Legge 6 Agosto 2008, n. 133, ha consentito agli Enti Locali di procedere alla valorizzazione degli immobili di loro proprietà. Il Decreto Legislativo 28 Maggio 2010, n. 85, prevede la valorizzazione degli immobili statali, oggetto di trasferimento agli Enti Locali. esigenze di sviluppo della collettività esigenze di carattere finanziario La valorizzazione dei cespiti costituisce unopportunità di grande rilievo coniugando le esigenze di sviluppo della collettività amministrate con le esigenze di carattere finanziario.

19 19 La valorizzazione del patrimonio immobiliare dellAmministrazione Comunale La Pianificazione urbanistica; Le Società miste; Le Società di Trasformazione Urbana; I fondi immobiliari; Il Project Financing. OPPORTUNITA DI SFRUTTARE LA LEVA FINANZIARIA COME MOTORE DEGLI INVESTIMENTI NEL SETTORE DELLENERGIA. Gli strumenti della valorizzazione immobiliare:

20 Grazie al Consorzio CEV il Socio virtuoso Comune di Zanè ha già percorso molta strada verso gli obiettivi del con 5 azioni: KWh pari al Produzione annua di energia elettrica KWh pari al 5% 5% del fabbisogno totale del Comune Impianto fotovoltaico sulla Scuola Milani PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI Impianto fotovoltaico assegnato alla Sede Municipale PROGETTO SICUREZZA E RISPARMIO Sostituzione dei generatori di calore nella Palestra e Scuola Media Milani: Risparmio di combustibile Risparmio di combustibile: Nmc Risparmio rispetto ai consumi prcedenti Risparmio rispetto ai consumi prcedenti: 18,3% Emissioni di CO2 evitate Emissioni di CO2 evitate: kg Emissioni di NOx evitate Emissioni di NOx evitate: 17 kg Risparmio economico Risparmio economico: circa PARTECIPAZIONE AL CORSO DI FORMAZIONE DEL REFERENTE DELLENERGIA Una nuova cultura dellenergia: PARTECIPAZIONE AL CORSO DI FORMAZIONE DEL REFERENTE DELLENERGIA Promozione di una nuova cultura dellenergia: I.C. REZZARA 1000 TETTI FOTOVOLTAICI…IL LUOGO DELLA SOSTENIBILITA ° POSTO LI.C. REZZARA ha partecipato al Concorso 1000 TETTI FOTOVOLTAICI…IL LUOGO DELLA SOSTENIBILITA ed ha ricevuto un premio di classificandosi al 2° POSTO nella sezione tecnica. FORNITURA AL 100% DENERGIA VERDE

21 Grazie per lattenzione! 21


Scaricare ppt "Patto dei Sindaci: il contributo del Consorzio CEV e dei Soci al P.A.E.S. Padova, 12 Novembre 2010 Gaetano Zoccatelli."

Presentazioni simili


Annunci Google